Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Scopri le migliori offerte sul canale Telegram ufficiale. Guarda su Telegram

Come caricare iPhone 15

di

Hai deciso di acquistare un nuovo smartphone e, non badando a spese, ti sei concesso un iPhone 15 che ti terrà compagnia nel corso dei prossimi anni. Non avendo molta dimestichezza con i dispositivi Apple, però, ti sono sopraggiunte alcune perplessità. Una di queste, sicuramente, riguarda come ricaricare iPhone 15 per non rovinare la batteria o nei casi di emergenza, quando magari non hai un caricatore sotto mano.

Ho indovinato? Ci avrei scommesso! Sappi però che non hai niente da temere. Caricare l'iPhone è un'operazione estremamente semplice ma, in caso di dubbi, posso spiegarti io, per filo e per segno, tutto ciò che è necessario sapere! Nel corso di questo tutorial, infatti, ti illustrerò come procedere con la prima carica di iPhone 15, come caricarlo per non rovinare la batteria e come effettuare la ricarica dello smartphone in auto e in assenza di caricatore.

Come dici? É esattamente tutto quello che volevi sapere? Ottimo! Allora direi di non perdere ulteriore tempo prezioso e di metterci subito all'opera. Leggi attentamente tutte le informazioni riportate qui di seguito, poi metti in pratica i vari suggerimenti. In men che non si dica la carica di iPhone 15, per te, non avrà più segreti. Scommettiamo?

Indice

Come caricare iPhone 15 la prima volta

Caricare iPhone 15

Se il tuo iPhone 15 è nuovo di zecca e ti accingi per la prima volta a ricaricarlo, ci sono alcune cose che devi sapere in merito alla batteria. Quest'ultima, infatti, è agli ioni di litio (come quella della maggior parte dei dispositivi elettronici moderni), aspetto che la rende più longeva rispetto alle vecchie batterie (quelle rimovibili, per intenderci). Inoltre, date le sue caratteristiche di ricarica a cicli, non soffre di quello che viene definito “effetto memoria”: detta in soldoni, non c'è bisogno di scaricare del tutto il telefono prima di metterlo in carica, come accadeva con i modelli vecchi di cellulari.

Detto questo, è necessario che ti spieghi come funzionano i cicli di ricarica delle batterie agli ioni di litio. Per dirla in poche parole, per ciclo di ricarica si intende l'utilizzo completo del 100% della batteria, ma non tutto in una volta. Vediamo un esempio pratico: se, ad esempio, in una giornata utilizzi il 60% di batteria, metti il telefono in carica la sera e raggiunge di nuovo il 100%, poi il giorno dopo ne consumi il 40%, avrai effettuato un intero ciclo di ricarica in due giorni. Ogni volta che viene consumato il 100% della batteria, indipendentemente da quanto tempo viene impiegato per farlo, si ha un ciclo di ricarica.

Tieni inoltre presente che questo particolare tipo di batteria (che, nello specifico dell'iPhone 15 è realizzata con il 100% di cobalto riciclato) è progettata per garantire almeno l'80% della carica originale per circa 500 cicli di ricarica (che si compiono, mediamente in un paio di anni). Se vuoi controllare quanti cicli ha effettuato il tuo telefono puoi recarti in Impostazioni > Generali > Informazioni e lì troverai una voce utile per vedere i cicli di ricarica di iPhone. Dopodiché, le prestazioni della batteria diminuiscono perché essa va incontro all'invecchiamento chimico, cioè al normale deterioramento dovuto all'utilizzo e all'usura.

Ora che sei a conoscenza di tutto questo…come caricare iPhone 15 per la prima volta? Puoi utilizzare il livello di batteria presente sull'iPhone al momento dell'accensione oppure metterlo in carica e, in entrambi i casi, procedere con la configurazione iniziale. Tra le due modalità, infatti, non c'è alcuna differenza per via dei cicli di ricarica.

Vuoi sapere, invece, come procedere concretamente? Allora tira fuori il tuo iPhone dalla confezione e prendi anche il cavo di ricarica USB‑C da 1 metro presente nella scatola. Dopodiché collegalo all'alimentatore USB-C (venduto separatamente) tramite l'apposita porta presente e connettilo anche all'entrata USB-C presente sulla parte inferiore dell'iPhone. Fatto!

Come caricare iPhone 15 per non rovinare la batteria

Tenere aggiornato iOS

Come ti accennavo in precedenza le batterie agli ioni di litio utilizzate negli iPhone sono piuttosto resistenti all'usura. Nonostante questo, però, ci sono numerosi accorgimenti che è possibile mettere in pratica per aumentarne la longevità e le prestazioni.

Innanzitutto è necessario mantenere il dispositivo aggiornato scaricando a mano a mano tutte le nuove versioni di iOS (aggiornamenti di sicurezza inclusi). Per procedere e aggiornare il tuo iPhone 15 non devi fare altro che recarti in Impostazioni > Generali > Aggiornamento software e controllare se sono presenti nuove versioni di iOS da scaricare e installare. Puoi trovare maggiori informazioni sul da farsi nel mio tutorial su come aggiornare iPhone e come aggiornare iOS.

Poi è possibile ottimizzare le prestazioni dell'iPhone per far sì che non consumino un livello eccessivo di batteria, cosa che porta a compiere più velocemente i cicli di ricarica. Per farlo, puoi ridurre la luminosità impiegata dal dispositivo recandoti nel Centro di controllo (raggiungibile tramite uno swipe dall'angolo in alto a destra dello schermo verso il basso) e abbassando il livello della levetta raffigurante il sole.

Luminosità automatica

Dopodiché puoi attivare anche la funzione Luminosità automatica, che adatta i livelli di luminosità in base a quanto iPhone percepisce mediante i suoi sensori di luce integrati. Per riuscirci recati in Impostazioni > Accessibilità > Schermo e dimensioni testo e sposta su ON la levetta Luminosità automatica collocata al fondo della schermata.

Inoltre, tieni presente che l'utilizzo della rete Wi-Fi al posto della rete dati consuma meno batteria. Quindi, quando ne hai l'occasione (come a casa), sfrutta la connessione wireless, che puoi attivare seguendo le istruzioni presenti in questo mio tutorial.

Oltre a tutti questi trucchetti ce ne sono molti altri. Ottimi modi per non rovinare la batteria consistono nell'attivare il Risparmio energetico, nell'evitare che le app si aggiornino in background e che ci siano geolocalizzazioni in background. Nel primo caso puoi attivare la modalità Risparmio energetico quando l'iPhone sta per scaricarsi (quindi quando raggiungere il 20% di carica residua, considerando che il telefono avvisa anche quando si raggiunge il 10%) facendo tap sull'apposito tasto che compare a schermo utile per avviare la modalità a basso consumo che riduce la luminosità del display, ottimizza le prestazioni del telefono, limita le animazioni di sistema, evita che le app scarichino i dati in background e disattiva funzioni come AirDrop e la sincronizzazione su iCloud. In alternativa si può utilizzare in qualsiasi momento attivandola da Impostazioni > Batteria, spostando su ON la levetta Risparmio energetico.

App in background

Tramite questa sezione delle impostazioni, inoltre, è possibile accedere anche ad altri dati utili relativi alla batteria come la visualizzazione delle app che si aggiornano in background di cui ti parlavo in precedenza. Controllando lo schema delle ultime 24 ore e premendo sulla voce Mostra attività, puoi visionare quali sono le app che consumano più batteria in background e procedere disattivando questa funzione.
Per farlo, recati in Impostazioni > Generali > Aggiorna app in background e sposta su OFF tutte le levette relative alle app che hai visto consumare di più. In alternativa puoi disattivarle tutte premendo sulla voce Aggiorna app in background e poi sulla dicitura No.

Se noti, invece, che il servizio di geolocalizzazione consuma batteria recati in Impostazioni > Privacy e sicurezza > Localizzazione e disattiva le app la cui geolocalizzazione consuma più batteria.

Un'altra funzione molto utile da attivare per preservare la batteria è il caricamento ottimizzato. Si tratta di un sistema automatico di caricamento che si basa sulle abitudini dell'utente. Se sei solito mettere in carica il telefono alle 22 di sera e staccarlo alle 8 del mattino, iPhone si caricherà in automatico fino all'80% prima delle 8 e raggiungerà il 100% nell'orario in cui sei solito staccarlo dalla carica. Per attivare questa funzione recati in Impostazioni > Batteria > Stato e carica della batteria > Ottimizzazione della ricarica e imposta il valore su Caricamento ottimizzato.

Tra le altre cose è utile mantenere il livello della batteria in range compresi tra il 30% e l'80%, per far sì che si deteriori il più lentamente possibile (come riportato sul sito ufficiale di Battery University) e non lasciare il telefono eccessivamente in carica (anche se, con il caricamento ottimizzato di cui ti ho parlato in precedenza, si può in parte ovviare il problema).
Su iPhone 15, tuttavia, puoi anche decidere di attivare un'impostazione utile per non caricare l'iPhone oltre l'80%. Per farlo, puoi recarti in Impostazioni > Batteria > Stato e carica della batteria > Ottimizzazione della ricarica e seleziona l'opzione Limite 80%.

iPhone, inoltre, non ama le temperature estreme e, a volte, tende a surriscaldarsi quando è in carica o quando si eseguono attività impegnative per il sistema operativo. Per quel che riguarda la temperatura esterna il range migliore è quello compreso tra i 16° e i 22°, oltre ai quali è possibile che la batteria si danneggi in maniera permanente. Le temperature calde, però, sono più pericolose: lasciare un iPhone al sole per molte ore potrebbe causare danni irreversibili. Per quel che riguarda il surriscaldamento dello smartphone quando è in carica, invece, il miglior modo per risolvere il problema è toglierlo dalla cover e cercare di non utilizzarlo quando è collegato alla corrente.

In ultimo, meglio optare per caricatori originali Apple o comunque caricabatterie di alta qualità, onde evitare che a lungo andare possano danneggiare in qualche modo la batteria, a volte anche in maniera irreversibile.

Come caricare iPhone 15 in auto

Caricare iPhone 15 in auto

Hai programmato un viaggio in macchina e ti stai chiedendo come caricare iPhone 15 in macchina, magari per utilizzarlo come navigatore? In questo caso quello che devi fare è acquistare un caricatore da auto.

Ne puoi trovare di diversi tipi: ci sono quelli che si collegano mediante l'accendisigari e quelli wireless. Nel primo caso devi solo collegare l'adattatore all'accendisigari, poi connettere il cavo USB-C all'apposita entrata dell'adattatore e collegarne l'altro capo all'iPhone. Nel caso in cui la presa del caricatore da auto non fosse USB-C puoi dotarti di un cavo da USB-C a USB-A.

INIU Carica Batteria per Auto, 60W Total Presa Accendisigari USB C PD ...
Vedi offerta su Amazon
LUOSIKE Caricabatterie Auto USB C e Cavo Tipo-C, Caricatore 2 Porte (P...
Vedi offerta su Amazon
Caricabatterie rapido per iPhone 15 [certificato MFi], ultra compatto ...
Vedi offerta su Amazon

In alternativa puoi ricorrere a un supporto da auto magnetico wireless, al quale collegare l'iPhone 15 senza fili poggiandocelo sopra e facendo affidamento sul magnete. In quest'ultimo caso puoi procedere alla carica come trovi spiegato nel prossimo paragrafo.

Potente magnete Mag-safe cellulare titolare auto ventilazione, 360°piv...
Vedi offerta su Amazon
Caricabatterie Wireless Magnetico per Auto, 15W MANKIW Ricarica Wirele...
Vedi offerta su Amazon

Come caricare iPhone 15 senza caricatore

Carica wireless iPhone 15

Ci sono differenti modi che puoi utilizzare per caricare iPhone 15 senza caricatore, rispettivamente: collegare l'iPhone al computer o a un altro dispositivo USB-C che supporta la ricarica inversa, ricorrere alle batterie portatili o utilizzare un caricabatterie wireless.

Nel primo caso tutto quello che devi fare è prendere il cavo offerto in dotazione con iPhone e collegarlo sia allo smartphone che all'altro dispositivo, che potrebbe essere un computer oppure un altro smartphone/tablet USB-C con supporto alla carica inversa: attenzione, però, perché in questo caso l'iPhone verrà caricato solo se è quello che ha attualmente meno carica (altrimenti sarà l'iPhone a passare la carica all'altro device!). Per maggiori dettagli sulla carica inversa, leggi il mio tutorial dedicato.

Nel caso del computer, inoltre, in base alla porta presente su quest'ultimo, tuttavia, potrebbe essere necessario l'uso di un adattatore. Inoltre, al primo collegamento dovrai autorizzare il dispositivo alla comunicazione con il computer premendo l'apposito tasto su entrambi i device.Maggiori info qui.

L'altro metodo che hai dalla tua consiste nell'uso delle batterie portatili, ovvero dei powerbank, di cui puoi sapere di più dando un'occhiata alla mia guida all'acquisto dedicata all'argomento. Ce ne sono sia di tradizionali, con porte USB/Lightning, sia powerbank magnetici Magsafe che possono essere collegate magneticamente alla parte posteriore dell'iPhone.

Per quel che riguarda la carica wireless, invece, questa consiste nell'appoggiare il dispositivo sull'apposito caricabatterie wireless dotato di certificazione Qi, per procedere con la ricarica. Questa modalità, tuttavia, non è tra le più consigliate perché ha tempi più lungi e aumenta il rischio di surriscaldamento della batteria, aspetto che può rivelarsi dannoso come ti ho spiegato precedentemente. Il consiglio quindi, è di ricorrere a marchi affidabili e di controllare che non si presenti il surriscaldamento del device. Maggiori info qui.

Debbeny Caricatore Mag safe,[certificato MFI Apple]15W Caricatore Wire...
Vedi offerta su Amazon
AMSKY Caricatore Wireless per iPhone Magnetico, 15W Rapida Ricarica Wi...
Vedi offerta su Amazon

Sfruttare questa modalità di ricarica, inoltre, è piuttosto semplice. Ti basta attaccare il caricatore a una presa, posizionarlo su una superficie piana e poggiare l'iPhone su di esso con lo schermo all'insù. Quando compare il simbolo del fulmine significa che il dispositivo si sta caricando correttamente.

Nel caso in cui ti servissero maggiori informazioni su tutti questi metodi, ti consiglio di leggere anche i miei tutorial su come caricare iPhone senza caricatore e come caricare iPhone senza cavo.

In qualità di affiliati Amazon, riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei effettuati tramite i link presenti sul nostro sito.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.