Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Scopri le migliori offerte sul canale Telegram ufficiale. Guarda su Telegram

Come capire se l’iPhone sta caricando da spento

di

Dopo tanti anni passati con uno smartphone Android ha deciso di cambiare totalmente, per cui hai abbandonato il robottino verde per la mela, andando ad acquistare un iPhone, il primo in assoluto per te.

Con il passaggio a questo nuovo smartphone e al suo sistema operativo per te è davvero tutto nuovo e, dato che non sei nemmeno un grande esperto in materia, stai provando piano piano a scoprire pregi e difetti di questo dispositivo. Una cosa che, però, ancora non hai ben capito riguarda il funzionamento della ricarica del tuo iPhone, a prescindere che avvenga tramite cavo o tramite ricarica wireless. Nello specifico desideri scoprire come capire se l'iPhone sta caricando da spento.

Nessun problema, sei capitato proprio nel momento giusto. Nel corso di questo tutorial ti darò tutte le informazioni di cui necessiti riguardo la ricarica del tuo iPhone. Tutto quello che devi fare è metterti comodo, prenderti cinque minuti di tempo libero e proseguire con la lettura dei prossimi paragrafi.

Indice

Informazioni utili

Informazioni utili

Prima di mostrarti nello specifico come avviene la ricarica di iPhone da spento, desidero darti alcune informazioni utili proprio per ricaricare correttamente il tuo nuovo “melafonino”.

Per prima cosa, devi sapere che come gli smartphone Android, anche iPhone utilizza una batteria agli ioni di litio, per cui è importante seguire delle “regole” per la sua ricarica, in modo da estendere per quanto possibile da “vita” della batteria del tuo dispositivo.

Per poter ricaricare il tuo iPhone non è necessario farlo scaricare completamente e poi, solo a questo punto, metterlo in ricarica e attendere il suo completamento, ovvero che arrivi al 100%. Per tale motivo, potresti ricaricare il tuo iPhone ogni volta che ne hai bisogno, senza attendere che la batteria sia completamente scarica o che sia completamente carica. Anzi, in realtà ti suggerisco di evitare proprio questi “comportamenti” in fase di ricarica perché, se perpetuati nel tempo, avranno effetti negativi sulla batteria e, di conseguenza, sulla durata della sua “vita”, portandoti poi alla necessità di doverla sostituire.

Per evitare di “consumare” in cicli di ricarica del tuo dispositivo, ti consiglio di ricaricare lo smartphone quando ormai è intorno al 30% di autonomia residua, e se noti che sei solito consumare poca batteria durante la giornata, potresti persino evitare di ricaricarla fino al 100%, andando magari a interrompere la ricarica intorno all'80%. In questo modo riuscirai a risparmiare sui cicli di ricarica della batteria (solitamente una batteria di iPhone garantisce di mantenere almeno l'80% della sua capacità con 1.000 cicli di ricarica; maggiori info qui).

Inoltre, è importante è cercare di evitare di esporre il dispositivo a temperature troppo elevate o troppo basse che potrebbero finire con il danneggiare la batteria), infatti l'ideale sarebbe rimanere in un intervallo tra i 16° e i 22°.

Come capire se l'iPhone sta caricando da spento

Come dici? Non sei sicuro di aver seguito questi consigli finora e sei preoccupato di aver rovinato la salute della batteria del tuo iPhone? Non ti preoccupare, prima di allarmarti ti consiglio di effettuare una verifica, in quanto da iOS 11.3 in poi, Apple ha integrato un comodo menu che fornisce anche un'indicazione circa lo stato della salute della batteria.
Per eseguire tale verifica, dunque, apri l'app Impostazioni, riconoscibile dall'icona di un ingranaggio, e poi recati in Batteria > Stato e carica della batteria. Giunto in questa sezione, dai un'occhiata al dato fornito nella voce Capacità massima. Se il valore che vedi è compreso tra 80% e 100%, la batteria è ancora in buona salute.

Quando, invece, questo valore scenderà al di sotto della soglia minima dell'80% comparirà un avviso che ti suggerirà di sostituirla (in un centro autorizzato Apple), in modo da ripristinare il corretto funzionamento del tuo dispositivo, in quanto una volta scesa al di sotto della soglia dell'80%, il sistema in automatico andrà a limitare le performance per non gravare troppo sulla batteria. Trovi maggiori informazioni sull'argomento su questa pagina del sito ufficiale Apple.

Per finire, vorrei anche consigliarti alcuni cavi e caricabatterie da utilizzare per ricaricare in maniera sicura il tuo dispositivo. Come sicuramente avrai notato, Apple non fornisce più il caricabatterie nella confezione di vendita di iPhone, per cui dovrai andare ad acquistarne uno, assicurandoti che sia compatibile e, soprattutto affidabile, soprattutto nella gestione dell'alimentazione corretta.

Solitamente, gli iPhone supportano una ricarica massima cablata che si aggira intorno ai 20/25 watt, per cui non è necessario acquistare dei caricabatterie che superino tali potenze di erogazione, in quanto sarebbero del tutto inutili. Qui sotto te ne ho suggerito qualcuno e, qualora ne avessi la necessità, troverai anche alcuni cavi adatti, sia con porta Lightning (fino a iPhone 14) con un'uscita USB-C (iPhone 15 e successivi).

Amazon Basics - Cavo di ricarica Lightning/USB-C, certificato MFi, in ...
Vedi offerta su Amazon
RAVIAD Cavo iPhone, [Certificato MFi] 1.2M Caricabatterie iPhone Caric...
Vedi offerta su Amazon
RAMPOW Cavo iPhone, Cavo iPhone USB [Certificato Apple MFi C89], Cavo ...
Vedi offerta su Amazon
Amazon Basics Cavo da USB-C a USB-A 2.0 a ricarica rapida, velocità 48...
Vedi offerta su Amazon
Confezione da 2 Cavo di ricarica rapida da USB C a USB C da 1 M per iP...
Vedi offerta su Amazon
Caricatore USB C, 20W Presa per iPhone 15/15 Pro / 15 Pro Max / 15 Plu...
Vedi offerta su Amazon
Apple USB-C Power Adapter 20W White
Vedi offerta su Amazon
Anigaduo 25W USB C Rapido Caricatore and 2M/6FT Cavo Per iPhone 14/14 ...
Vedi offerta su Amazon

Se desideri avere qualche informazione in più su come ricaricare correttamente un iPhone, dai un'occhiata al mio tutorial su come caricare un iPhone.

Come capire se l'iPhone sta caricando quando è spento

Come capire se l'iPhone sta caricando quando è spento

Adesso che ne sai sicuramente qualcosa in più sul corretto funzionamento della ricarica di un iPhone, immagino che tu voglia scoprire come capire se l'iPhone sta caricando quando è spento.

In realtà devi sapere che un iPhone non si ricarica da spento, o meglio, ogni volta che viene collegato al cavo di ricarica da spento, l'iPhone viene acceso in automatico e non è possibile disattivare tale comportamento. Tuttavia, può capitare che tu possa aver fatto completamente scaricare il tuo dispositivo e, una volta collegato al cavo di ricarica, questo non dia alcun segno di vita, giusto?

Tranquillo, in realtà è normale che ciò avvenga. Quando la batteria si scarica completamente, non appena viene caricato all'alimentazione il sistema fa un rapido check per capire se ha la “potenza” necessaria d accendere il dispositivo. Se ciò non avviene non ti allarmare, infatti ti basta attendere qualche secondo (al massimo qualche minuto), ma nel frattempo vedrai comparire l'icona di una grossa batteria con le tacchette di ricarica lampeggianti.

Una volta raggiunto un livello di ricarica sufficiente per tornare operativo, l'iPhone si accenderà automaticamente e la ricarica proseguirà normalmente.

In caso di problemi, nel malaugurato caso in cui il tuo iPhone non dovesse più accendersi, prova a cambiare cavo e caricabatterie; se nemmeno così risolvi, contatta Apple per portare il dispositivo in assistenza.

In qualità di affiliati Amazon, riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei effettuati tramite i link presenti sul nostro sito.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.