Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come caricare iPhone con caricatore Samsung

di

Finora hai sempre usato smartphone Android, prevalentemente smartphone Samsung per la precisione, ma ora hai deciso di provare qualcosa di diverso acquistando un iPhone. Con tua somma sorpresa, aprendo la confezione dello smartphone Apple hai scoperto che questo viene fornito con un cavo di ricarica in formato Lightning/USB-C ma senza caricatore.

Sì, lo so, è una scelta, quella di Apple, che ha fatto storcere il naso a molti, ma non è questa la sede per discuterne. Piuttosto, avendo ancora il caricabatterie del tuo smartphone Samsung, ti stai chiedendo se fosse possibile risparmiare qualche euro e usare quello per caricare il “melafonino” anziché acquistare un caricatore nuovo.

Non temere: questo tutorial è stato preparato proprio per fare luce sulla questione. Nelle prossime righe, infatti, ti spiegherò se ed eventualmente come caricare iPhone con caricatore Samsung, oltre a svelarti qualche altro piccolo “trucco” su questo argomento! Spero possa esserti d'aiuto. Buona lettura!

Indice

Informazioni preliminari

Informazioni preliminari

Prima di passare al succo del discorso e vedere, eventualmente, come caricare iPhone con caricatore Samsung, è importante capire come funzionano i caricabatterie, in che modo il wattaggio influenza la velocità di carica (e come calcolarlo quando non è scritto a chiare lettere) e alcune regole che è importante seguire per non rovinare la batteria del cellulare.

Per prima cosa voglio parlarti del wattaggio, che è il valore generale che ti può dare un'idea di quanto velocemente un determinato caricabatterie potrà ridare energia al tuo smartphone. La formula è, in realtà, molto semplice. La maggior parte dei caricatori Samsung hanno una serie di dati stampati su di essi e quelli che devi andare a leggere sono i Volt e gli Ampere, scritti molto spesso in una formula simile a questa: 5.0V 3.0A o magari puoi trovare la scritta 3.3-11.0V 2.25A. In tutti i casi la formula è la stessa, ovvero devi moltiplicare i Volt per gli Ampere e il risultato è il wattaggio con cui avviene la carica delle batterie tramite quel caricatore.

I moderni caricatori sono inoltre in grado di regolarsi automaticamente; inoltre anche le batterie hanno dei circuiti di protezione piuttosto sofisticati. In linea di massima questo si traduce nel poter usare caricabatterie — purché di marche affidabili e di buona fattura (che dunque non comportano grossi sbalzi nell'energia erogata) — con qualsiasi dispositivo e funzioneranno comunque, anche se magari a velocità inferiore rispetto ai caricatori ufficiali.

Ti faccio un esempio molto semplice: se hai un caricatore da 25W pensato per i Samsung S21 puoi comunque tranquillamente caricare un iPhone 13 mantenendo la stessa velocità di carica. Se invece utilizzi un caricabatterie meno potente di 25W il tuo iPhone si caricherà ugualmente ma a velocità ridotta. E cosa succede se ne uso uno più potente? Se ti stai chiedendo questo la risposta è semplice: in quel caso la velocità verrà ridotta sempre a 25W perché i caricabatterie moderni riescono appunto a “negoziare” con il dispositivo da caricare la quantità giusta di potenza da erogare.

Ciò a cui devi fare invece attenzione è la temperatura. Temperature elevate, infatti, possono danneggiare la batteria del tuo iPhone (in realtà di qualsiasi dispositivo) quindi dovresti evitare di avviare giochi, registrare video e in generale di usare in modo “intenso” l'iPhone mentre è in carica. Per lo stesso motivo la ricarica wireless è, laddove possibile, da evitare e usare solo quando necessario, perché per sua stessa natura tende a surriscaldare maggiormente la batteria che sta ricaricando.

Se vuoi approfondire ho preparato una guida dedicata proprio a spiegarti come non rovinare la batteria dell'iPhone!

Caricare iPhone con caricabatterie Samsung

Samsung charger

Se hai letto fino a questo punto avrai già capito che puoi caricare senza nessun problema il tuo iPhone con il caricabatterie Samsung. In altre parole puoi tranquillamente sostituire il cavo USB-C collegato normalmente al caricabatterie Samsung e inserire al suo interno il cavo Lightning/USB-C che hai trovato nella scatola del tuo nuovo iPhone e funzionerà tranquillamente. Nel caso tu te lo stia chiedendo naturalmente funzionerà anche nel caso quelli che tu volessi caricare fossero degli iPad: è possibile caricare iPad con caricabatterie Samsung senza problemi.

Vorrei comunque darti delle indicazioni specifiche sui caricabatterie Samsung che più facilmente potresti trovare a tua disposizione. I caricabatterie più diffusi di Samsung ci sono quelli dotati di tecnologia Adaptive Fast Charging (15W) e Superfast charging (25W). Puoi capire quale dei due è in tuo possesso controllando le scritte sui caricatori stessi, come ti ho già spiegato nel capitolo precedente. Se hai un caricabatterie da 15W potresti valutare se comprarne uno più potente per poter sfruttare la capacità di ricarica più veloce del tuo iPhone: per tua informazione, il caricatore che Apple vende attualmente per la carica di iPhone è da 20W.

Apple Alimentatore USB‑C da 20W
Vedi offerta su Amazon

Un terzo tipo di caricabatterie Samsung è più difficile da trovare in commercio, ed è quello da 45W pensato per S22+ e Ultra. Usare questo caricatore con il tuo iPhone è comunque sicuro e lo caricherà a 25W, quindi più del caricatore originale Apple, senza però generare calore o energia in più. Come detto prima, i caricatori di buona qualità e i device “comunicano” per evitare sovratensione o sovraccarichi che potrebbero danneggiare le batterie.

Ho inoltre fatto delle prove in prima persona con delle applicazioni che monitorano la velocità di carica e posso confermarti questo dettaglio, quindi puoi stare tranquillo e caricare il tuo iPhone o iPad a cuor sereno!

Vi è un altro dettaglio molto importante di cui voglio parlarti, ed è la tipologia di cavo compatibile con i vari caricabatterie Samsung. Nel tuo nuovo iPhone 13 troverai un cavo da USB-C a Lightning, ma molti dei caricabatterie Samsung hanno una porta USB-A (quella più grande, per intenderci), quindi ti troveresti nell'impossibilità di caricare il tuo iPhone senza acquistare comunque un nuovo cavo (anche non ufficiale, se vuoi risparmiare).

Apple Cavo da Lightning a USB (1 m)
Vedi offerta su Amazon
Cavo iPhone, [2Pack 2M] Caricabatterie iPhone Certificato MFi Carica R...
Vedi offerta su Amazon

Tra i caricatori Samsung quelli che hanno una porta USB-C sono il Superfast Charging da 25W e quello da 45W.

Ora che hai tutte queste informazioni potrai capire se puoi caricare il tuo nuovo iPhone senza bisogno di comprare altri accessori o se invece avrai bisogno di acquistare qualcosa per poterlo caricare una volta tolto dalla scatola!

E i caricabatterie wireless? Bene: i caricatori wireless Samsung in generale funzionano senza problemi con gli iPhone, ma non essendo certificati MagSafe (la tecnologia proprietaria di Apple per la ricarica wireless) potranno caricare il tuo iPhone solo a una velocità massima di 7.5W.

Puoi anche caricarci gli AirPods dotati di custodia di carica che supporta la ricarica senza fili, ma non gli Apple Watch. In ogni caso, come ho già spiegato, in generale ti sconsiglio di utilizzare caricatori wireless a meno che tu non abbia necessità particolari dato che consumano più corrente, generano più calore e offrono una carica più lenta.

Caricare iPhone con altri caricabatterie

Caricabatterie terze parti

In linea di massima le regole che ti ho già dato relative ai caricabatterie Samsung valgono anche per i caricabatterie di terze parti, con una importante raccomandazione in più: assicurati che siano costruiti da produttori affidabili.

Un caricabatterie economico di marca sconosciuta potrebbe non avere tutti i sistemi di sicurezza e utilizzandolo potresti surriscaldare o addirittura danneggiare il tuo iPhone. Una volta però che hai appurato l'affidabilità del produttore puoi procedere senza alcun problema.

Per mettere alla prova quanto ho detto ho collegato il mio iPhone a un caricabatterie per portatili HUAWEI da 65W e la carica è stata in realtà identica a quando ho usato i caricabatterie Samsung più veloci. Lo stesso risultato lo ho ottenuto con un caricabatterie Spigen ArcStation da 45W.

Spigen ArcStation Pro USB C Caricatore, 45W GaN Tipo C PD 3.0 Super ra...
Vedi offerta su Amazon

Insomma: finché il produttore del caricabatterie è affidabile, puoi stare tranquillo e utilizzare quello in tuo possesso senza doverne acquistare uno nuovo.

Se invece hai necessità di comprarne uno qui di seguito ti consiglio alcuni caricatori affidabili adatti a un iPhone di marche note come Anker e Belkin.

Anker Caricatore 711 (Nano II 30 W), design compatto, adatto per MacBo...
Vedi offerta su Amazon
Anker 511 Caricatore (Nano Pro) 20W PIQ 3.0 Caricatore USB-C Alimentat...
Vedi offerta su Amazon
Belkin BoostCharge Caricabatteria da Parete da 25 W con PPS, USB-C PD,...
Vedi offerta su Amazon

Voglio infine fare un'ultima parentesi sui caricabatterie senza fili: come già detto prima, Apple utilizza una tecnologia proprietaria per raggiungere i 15W di ricarica wireless, questo significa che se non utilizzi un caricabatterie wireless pensato appositamente per essere compatibile con lo standard MagSafe la tua velocità di ricarica sarà di soli 7.5W.

Apple Alimentatore MagSafe
Vedi offerta su Amazon
Belkin Caricabatteria Wireless Compatibile Con MagSafe, Bianco, 3.55 x...
Vedi offerta su Amazon

Caricare iPhone con Condivisione batteria wireless Samsung

Condivisione batteria

Forse ti stupirà sapere che puoi caricare un iPhone anche con uno smartphone Samsung, senza dover utilizzare caricabatterie!

Questo è possibile grazie alla funzione Condivisione batteria wireless presente negli ultimi modelli di punta Samsung. Prima di spiegarti come usare questa funzione voglio comunque darti un paio di informazioni preliminari importanti.

La prima è che si tratta di una carica comunque molto lenta, quindi non è pensabile di poter ricaricare completamente e velocemente un iPhone in questo modo. Se l'iPhone ha la batteria quasi completamente scarica in questo modo si potrà comunque regalare un 10/20% sufficiente a tornare a casa o cercare un caricabatterie vero e proprio.

La seconda “dritta” che voglio darti è relativa alle custodie. Se vuoi utilizzare questa funzione e sia l'iPhone che il Samsung sono protetti da una custodia è possibile che la ricarica senza fili semplicemente fallisca. Valuta quindi la possibilità di togliere temporaneamente il tuo iPhone dalla custodia.

Attivare la Condivisione batteria wireless è molto semplice. Sullo smartphone Samsung devi premere il pulsante Impostazioni (quello a forma di ingranaggio), poi scendi fino alla voce Assistenza dispositivo e batteria e una volta all'interno di questa sezione premi su Batteria. All'interno di questo menu troverai il pulsante Condivisione batteria wireless, premilo e successivamente attiva la condivisione tramite l'apposito interruttore. Quando avrai finito di caricare l'iPhone al livello che desideri potrai semplicemente separare i due dispositivi e la condivisione si interromperà automaticamente dopo poco. Maggiori info qui.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.