Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come collegare iPhone a Mac

di

Dopo aver letto la mia guida su quale Mac comprare, hai deciso di fare il grande passo e acquistare il tuo primo computer di casa Apple. Avendo già un iPhone, vorresti sfruttare al massimo i due dispositivi e capire quali sono le soluzioni per far comunicare i due dispositivi ma, essendo ancora alle prime armi con i prodotti Apple, non hai la minima idea di come fare. È così? Bene, allora lascia che ti illustri le soluzioni a tua disposizione e la procedura dettagliata per riuscire nel tuo intento.

Se mi dedichi cinque minuti del tuo tempo libero, posso indicarti come collegare iPhone a Mac a seconda delle tue esigenze. Infatti, devi sapere che hai a disposizione diverse soluzioni per far comunicare i due dispositivi: alcune ti permettono di collegare il tuo “melafonino” al Mac per ricaricarlo e sincronizzare i dati; altre ti consentono di scambiare dati senza cavi, effettuare chiamate da Mac e, addirittura, di iniziare un lavoro su un dispositivo e continuarlo sull’altro. Interessante, vero? Allora non perdere altro tempo e approfondisci subito l’argomento.

Coraggio, mettiti bello comodo, prenditi cinque minuti di tempo libero e dedicati alla lettura dei prossimi paragrafi. Individua la soluzione più adatta alle tue esigenze, prova a mettere in pratica le indicazioni che sto per darti e sono sicuro che, in men che si dica, riuscirai a far comunicare i tuoi due dispositivi Apple e sfruttare tutte le loro funzionalità. Buona lettura!

Indice

Cavo Lightning

La prima soluzione da prendere in considerazione per collegare iPhone e Mac è utilizzare il cavo Lightning fornito in dotazione con il proprio “melafonino”. Con questa tipologia di collegamento, è possibile ricaricare l’iPhone e sincronizzare i dati tra il computer e il telefono.

Per collegare i due dispositivi utilizzando il cavo Lightning, inseriscine un’estremità nell’ingresso USB del Mac e l’altro capo nel connettore Lightning dell’iPhone, assicurandoti che entrambi i dispositivi siano accesi. Completato questo semplice collegamento, visualizzerai il simbolo di un fulmine sull’indicatore di stato della batteria in alto a destra a indicare che il tuo iPhone si sta caricando.

Inoltre, in automatico sarà avviato iTunes, il programma multimediale di casa Apple che si trova installato “di serie” su tutti i Mac e che ti permette di sincronizzare i due dispositivi. Al primo collegamento tra iPhone e Mac, fai tap sul pulsante Autorizzo comparso sullo schermo del telefono e clicca sul pulsante Continua mostrato sul Mac per consentire la comunicazione tra i due dispositivi.

Adesso, fai clic sull’icona del telefono presente in alto a sinistra su iTunes e seleziona una delle voci presenti nella barra laterale a sinistra tra Musica, Film, Programmi TV, Podcast, Libri, Suonerie e Foto per sincronizzare i dati di tuo interesse. Inoltre, puoi cliccare sull’opzione Info per sincronizzare i contatti e il calendario, mentre pigiando sulla voce Condivisione file puoi visualizzare l’elenco delle applicazioni disponibili per il trasferimento di file da iPhone a Mac. Puoi approfondire l’argomento leggendo la mia guida su come sincronizzare iPhone con Mac.

Wireless

Tra le soluzioni per far comunicare iPhone e Mac c’è anche il collegamento in modalità wireless , utile per sincronizzare i due dispositivi senza l’utilizzo del cavo. Inoltre, con questa tipologia di collegamento, è possibile condividere la connessione Internet del Mac, seppur con alcune limitazioni.

Per attivare la sincronizzazione tra i due dispositivi in Wi-Fi, collega l’iPhone al Mac tramite il cavo Lightning e attendi l’avvio di iTunes. Adesso, fai clic sulla voce Riepilogo visibile nella barra laterale a sinistra e apponi il segno di spunta accanto alla voce Sincronizza con iPhone via Wi-Fi presente nel box Opzioni, dopodiché fai clic sul pulsante Applica per salvare le modifiche.

Attivata la funzione di sincronizzazione senza fili, prendi il tuo iPhone, accedi al Centro di controllo di iOS (effettuando uno swipe dall’angolo in alto a destra dello schermo se hai un iPhone X o dal fondo dello schermo verso l’alto se hai un altro modello di “melafonino”), fai un tap profondo sul pulsante Wi-Fi e assicurati di essere collegato alla stessa rete Wi-Fi alla quale è connesso il tuo Mac.

Avvia, quindi, iTunes e visualizzerai l’icona del telefono in alto a sinistra: pigiaci sopra e avvia la sincronizzazione come descritto in precedenza per la modalità tramite cavo. In alternativa, prendi il tuo iPhone, accedi alle Impostazioni di iOS e fai tap sulle voci Generali e Sincronizzazione Wi-Fi iTunes.

Come accennato poc’anzi, devi sapere che puoi usare il Mac come router e condividere la connessione Internet con altri dispositivi, a patto che il computer sia connesso alla rete tramite cavo Ethernet. Se, quindi, hai la necessità di accedere a Internet con il tuo iPhone ma non hai a disposizione una connessione dati e il modem di casa non supporta il Wi-Fi, puoi collegare i due dispositivi e sfruttare questa funzionalità per navigare su Internet dal tuo “melafonino”.

Dal Mac, accedi alle Preferenze di Sistema, fai clic sulla voce Condivisione e seleziona l’opzione Condivisione Internet. Adesso, tramite il menu a tendina presente accanto alla voce Condividi la tua connessione da, seleziona l’opzione Ethernet, dopodiché apponi il segno di spunta accanto alla voce Wi-Fi presente nel box Ai computer che usano:. Pigia poi sul pulsante Opzioni Wi-Fi, inserisci il nome della rete nel campo Nome rete, scegli l’opzione WPA2 Personal tramite il menu a tendina accanto alla voce Sicurezza, inserisci una password per la rete appena creata e fai clic sul pulsante OK.

Prendi quindi il tuo iPhone, fai tap sulla rotella di ingranaggio per accedere alle Impostazioni di iOS, pigia sull’opzione Wi-Fi e sposta la levetta accanto alla voce Wi-Fi da OFF a ON, dopodiché fai tap sulla rete creata poc’anzi, inseriscine la password e il gioco è fatto. Per approfondire l’argomento, ti lascio alla mia guida su come condividere la connessione Internet.

AirDrop

Tra le soluzioni per collegare iPhone e Mac senza fili c’è anche AirDrop, lo strumento disponibile su iOS e macOS e che permette di trasferire file, video, documenti ecc. tra dispositivi che si trovano nelle vicinanze, senza alcun tipo di configurazione.

Per utilizzare AirDrop su Mac, apri il Finder o recati sulla Scrivania, pigia sulla voce Vai presente nella barra dei menu in alto e seleziona la voce AirDrop nel menu che compare. Nella nuova finestra aperta, se visualizzi le linee curve colorate di blu, significa che lo strumento è pronto all’uso, in caso contrario devi attivare il Bluetooth e il Wi-Fi (utili al funzionamento di AirDrop) sia su Mac che iPhone.

Nella finestra di AirDrop, pigia quindi sul pulsante Attiva Wi-Fi e Bluetooth, dopodiché prendi il tuo iPhone, accedi al Centro di controllo di iOS (effettuando uno swipe dall’angolo in alto a destra dello schermo se hai un iPhone X o dal fondo dello schermo verso l’alto se hai un altro modello di “melafonino”) e, se Bluetooth e Wi-Fi sono disattivati, fai tap sui relativi pulsanti per attivarli. Se tutto è andato per il verso giusto, nella finestra AirDrop su Mac vedrai comparire il nome del tuo iPhone.

Per trasferire i tuoi contenuti sfruttando AirDrop su Mac, trascina l’elemento o gli elementi di tuo interesse sull’immagine del tuo iPhone presente nella finestra AirDrop. In alternativa, fai clic con il tasto destro del mouse sull’elemento da condividere e pigia sulle voci Condividi e AirDrop dal menu che compare. Nella nuova finestra aperta, seleziona il tuo iPhone, attendi il trasferimento e il gioco è fatto.

Se, invece, vuoi trasferire un elemento da iPhone a Mac, accedi al file da inviare, fai tap sull’icona di una freccia dentro un quadrato e pigia sull’immagine associata al tuo Mac presente sotto la voce Tocca per condividere con AirDrop. Una volta stabilito il collegamento, visualizzerai un’anteprima dell’elemento condiviso: pigia sul pulsante Accetto e, in automatico, il file sarà salvato nella cartella Download di macOS. Per saperne di più, puoi leggere la mia guida su come funziona AirDrop.

iCloud

iCloud è il celebre servizio di cloud storage fornito da Apple, il quale permette di sincronizzare i dati in modo automatico attraverso il proprio ID Apple, avendo così foto, video, documenti e molto altro, sempre a disposizione e su tutti i dispositivi associati all’account iCloud.

Per collegare iPhone e Mac per l’utilizzo di iCloud, per prima cosa verifica che i due dispositivi siano associati allo stesso ID Apple, dopodiché prendi il tuo iPhone, fai tap sull’icona della rotella di ingranaggio per accedere alle Impostazioni di iOS, pigia sul tuo nome e premi sulla voce iCloud per scegliere le app da utilizzare con il servizio.

Su Mac, accedi alle Preferenze di Sistema pigiando sull’icona della rotella di ingranaggio presente nella barra Dock, fai clic sull’opzione iCloud e apponi il segno di spunta accanto alle applicazioni da utilizzare con iCloud. Per approfondire il funzionamento del servizio, puoi leggere la mia guida su come usare iCloud.

Inoltre, devi sapere che per scambiare file in modo semplice e veloce, puoi utilizzare anche iCloud Drive, un servizio nativo dei dispositivi Apple. Dopo averlo attivato seguendo le indicazioni fornite in precedenza, puoi utilizzare il servizio su iPhone tramite l’app File e su Mac aprendo il Finder e selezionando la voce iCloud Drive presente nel menu laterale a sinistra. Per saperne di più, ti lascio alla mia guida su come funziona iCloud Drive

Continuity

Continuity è un insieme di funzioni di casa Apple che permettono a Mac, iPhone e iPad di comunicare tra loro in maniera semplice ed efficace. È possibile iniziare un lavoro con Mac e continuarlo su iPhone, ricevere ed effettuare chiamate senza prendere il telefono in mano e inviare SMS direttamente dal Mac. Come fare? Te lo spiego subito.

Handoff

Handoff è la funzione che permette di iniziare un’attività su un dispositivo e riprenderla velocemente su un altro. Safari, Mail, Mappe, Calendario, Promemoria, Pages, Numbers, Keynote, Contatti e alcune app di terze parti supportano Handoff.

Per utilizzare Handoff, devi attivare il Bluetooth e il Wi-Fi su ciascun dispositivo e assicurarti di aver eseguito l’accesso con lo stesso ID Apple. Per sapere come trovare ID Apple su iPhone e Mac, puoi leggere la mia guida di approfondimento.

Adesso, devi attivare Handoff sia su Mac che su iPhone. Su Mac, accedi alle Preferenze di Sistema pigiando sull’icona della rotella di ingranaggio presente nella barra Dock, dopodiché fai clic sull’opzione Generali e apponi il segno di spunta accanto alla voce Consenti Handoff tra questo Mac e i tuoi dispositivi iCloud. Prendi quindi il tuo iPhone, fai tap sull’icona della rotella di ingranaggio per accedere alle Impostazioni di iOS e fai tap sulla voce Generali, dopodiché premi sull’opzione Handoff e sposta la levetta accanto alla voce Handoff da OFF a ON.

Dopo aver attivato Handoff, prendi il tuo iPhone e avvia una delle applicazioni citate in precedenza e, in automatico, nella barra Dock del Mac comparirà l’icona dell’app avviata da iPhone con il simbolo del telefono: pigiala per proseguire il lavoro sul Mac. Se, invece, vuoi passare da Mac all’iPhone, avvia una delle applicazioni che supportano Handoff, dopodiché prendi il tuo iPhone, avvia l’app in questione, scorri con il dito dal basso verso l’alto e pigia sul banner visualizzato in basso.

Hotspot

Come usare hotspot iPhone

Con Hotspot è possibile collegare il tuo iPhone al Mac e utilizzarlo come modem, sfruttando la connessione dati del telefono. Una soluzione utile quando preferisci lavorare dal computer ma non è disponibile una rete Wi-Fi nella zona.

Per prima cosa, prendi il tuo iPhone, accedi al Centro di controllo di iOS e fai tap sul pulsante Dati cellulare (l’icona di un’antenna con le lineette) per attivare la connessione dati, dopodiché fai tap sull’icona della rotella di ingranaggio per accedere alle Impostazioni di iOS, premi sull’opzione Hotspot personale e sposta la levetta accanto alla voce Hotspot personale da OFF a ON. Adesso, fai tap sulla voce Attiva Wi-Fi e Bluetooth (se non sono già attivi) per utilizzare Hotspot senza cavi, altrimenti collega il tuo iPhone al Mac tramite il cavo Lightning e fai tap sulla voce Solo USB.

Adesso, spostati sul tuo Mac e fai clic sul pulsante Wi-Fi (l’icona delle lineette) presente nella barra dei menu in alto, dopodiché pigia sul tuo iPhone visibile sotto la voce Hotspot personale: se il collegamento andrà a buon fine, visualizzerai l’icona di una catena sia sul computer che sul telefono. Per saperne di più, puoi leggere la mia guida su come usare hotspot su iPhone e come usare iPhone come router.

SMS e chiamate

Devi sapere che puoi collegare il tuo iPhone al Mac anche per effettuare e ricevere chiamate e inviare e ricevere SMS da computer. Anche in questo caso, la configurazione è una procedura semplice che richiede pochi minuti.

Dopo esserti assicurato che i due dispositivi siano collegati allo stesso account iCloud e che siano connessi sulla stessa rete tramite Wi-Fi, prendi il tuo iPhone, fai tap sull’icona della rotella di ingranaggio per accedere alle Impostazioni di iOS e pigia sull’opzione Telefono, dopodiché fai tap sulla voce Su altri dispositivi e sposta la levetta accanto all’opzione Consenti chiamate da OFF a ON.

Adesso, accedi all’applicazione FaceTime da Mac, fai clic sulla voce FaceTime in alto a sinistra e pigia sull’opzione Preferenze dal menu che compare, apponi quindi il segno di spunta accanto alla voce Chiamate da iPhone e sei pronto per effettuare telefonate da Mac.

Per abilitare l’invio e la ricezione degli SMS anche su Mac, prendi il tuo iPhone, accedi alle Impostazioni di iOS e fai tap sulla voce Messaggi, dopodiché pigia sull’opzione Inoltro SMS e sposta la levetta accanto al nome del tuo Mac da OFF a ON e il gioco è fatto.