Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come creare una GIF con Photoshop

di

In giro per la Rete, ti sei spesso imbattuto nelle cosiddette GIF animate, cioè immagini in movimento contenenti scenari di vario tipo (loghi pubblicitari in successione, spezzoni di film, meme e così via) che, molto spesso, si ripetono all’infinito. Tali immagini hanno catturato così tanto la tua attenzione da invogliarti a crearne alcune personalizzate. Così, ben consapevole delle potenzialità offerte da Photoshop, il programma di Adobe dedicato alla manipolazione grafica, hai deciso di servirtene per ottenere il risultato che desideri: il problema, però, è che non hai mai fatto nulla di simile prima d’ora, pertanto sei alla ricerca di una guida su come creare una GIF con Photoshop che sia semplice da seguire e allo stesso tempo efficace.

Ebbene, sono felice di comunicarti che l’hai trovata! Di seguito, infatti, ti spiegherò per filo e per segno come creare un’immagine animata utilizzando Photoshop: nel dettaglio, ti illustrerò tutti i passaggi da compiere per realizzare una GIF partendo da zero (unendo, cioè, più immagini "ferme”) e, in seguito, avrò cura di spiegarti come ottenere un’immagine di questo tipo anche da un filmato già esistente.

Dunque, senza esitare oltre, ritaglia qualche minuto del tuo tempo libero e leggi con molta attenzione tutto quanto ho da spiegarti su questo tema: ti garantisco che il risultato riuscirà a soddisfare (e, perché no, superare) le tue aspettative. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Operazioni preliminari

Operazioni preliminari

Photoshop è forse il più conosciuto programma di Adobe, dedicato alla manipolazione professionale delle immagini. La sua versione più recente, inclusa nella suite Adobe Creative Cloud (o Adobe CC), è disponibile sia per Windows che per macOS, previa attivazione di una licenza a pagamento.

I piani d’iscrizione dedicati ai programmi Adobe CC sono diversi e si adattano a tutte le necessità: di seguito ti illustro i più convenienti.

  • Fotografia – include i programmi Photoshop, Lightroom e Lightroom classic, più 20 GB di archiviazione cloud. Il prezzo di partenza è di 12,19€/mese.
  • Singola applicazione – include Photoshop, 100 GB di spazio cloud e i software aggiuntivi Adobe Portfolio, Adobe Fonts e Adobe Spark. I prezzi partono da 36,59€/mese.
  • Tutte le applicazioni – include l’intera raccolta dei programmi Adobe CC (Photoshop, InDesign, After Effects, Lightroom, Illustrator, XD e così via), 100 GB di spazio cloud, Adobe Portfolio, Adobe Spark e Adobe Fonts. Il prezzo di partenza è di 60,99€/mese.
  • Tutte le applicazioni + Adobe Stock – come il precedente, con in più 10 immagini Adobe Stock gratuite al mese. Il prezzo è di 97,58€/mese.

Per maggiori informazioni sui prezzi e sulle licenze disponibili per Photoshop, puoi dare un’occhiata al sito ufficiale di Adobe.

Detto ciò, sono contento di dirti che Adobe offre anche la possibilità di scaricare e provare Photoshop a costo zero attivando una licenza gratuita della durata di una settimana, che si può disattivare in qualsiasi momento (senza vincoli né costi aggiuntivi): è sufficiente creare un nuovo ID Adobe, abbinarvi un metodo di pagamento e procedere con il download della versione di prova del programma. Ti ho spiegato tutto dettagliatamente all’interno della mia guida su come scaricare Photoshop gratis.

Come creare una GIF animata in Photoshop

Ora è arrivato il momento di passare all’azione e spiegarti, nel concreto, come creare una GIF con Photoshop. Per comodità, ti consiglio di raccogliere tutte le immagini che dovranno far parte dell’animazione in una sola cartella, così da semplificare notevolmente l’opzione di caricamento.

Importare le immagini

Importare le immagini

Per iniziare, dunque, avvia Photoshop, recati nel menu File > Script (in alto a sinistra) e clicca sull’opzione Carica file in serie: così facendo, verrà avviata la procedura che permette di caricare varie immagini posizionandole automaticamente in livelli separati del progetto, senza dover procedere manualmente.

Se tutto è andato per il verso giusto, dovrebbe aprirsi la finestra che permette di caricare i livelli: se hai seguito il mio consiglio e raggruppato tutte le immagini in un’unica cartella, imposta il menu a tendina Usa su Cartella, premi il pulsante Sfoglia e, servendoti del pannello di Esplora File/Finder visualizzato a schermo, raggiungi la cartella che contiene le tue immagini. Infine, selezionala con un clic e premi il pulsante OK.

Per concludere, apponi il segno di spunta accanto alla voce Tenta di allineare automaticamente le immagini sorgente (a meno che le immagini non siano state realizzate appositamente per la creazione della GIF: in tal caso, quest’opzione è superflua) e clicca sul pulsante OK, per procedere con la creazione dei livelli.

Creare la sequenza temporale

Creare la sequenza temporale

Lo step successivo è quello di creare la sequenza temporale che la GIF dovrà seguire, cioè definire l’ordine (e la durata) delle immagini contenute nella stessa. Per farlo, devi attivare la visuale Timeline recandoti nel menu Finestra > Timeline, in alto.

In seguito, clicca sulla scheda Timeline che compare subito sotto l’immagine aperta, premi la freccia verso il basso situata accanto alla voce Crea timeline video, scegli l’opzione Crea animazione fotogramma dal menu che ti viene proposto e clicca sull’omonimo pulsante che compare a schermo, per visualizzare la finestra di modifica della sequenza temporale.

A questo punto, devi convertire i livelli importati precedentemente in fotogrammi da usare per la GIF: per ottenere questo risultato, clicca sul pulsante  situato a destra della scheda Timeline e seleziona la voce Crea fotogrammi dai livelli dal menu che ti viene proposto. Il grosso è praticamente fatto! Se tutto è andato per il verso giusto, dovresti infatti veder comparire tanti fotogrammi quante sono le immagini importate precedentemente.

Ora, non ti resta che definire i dettagli della tua animazione: per modificare l’ordine delle immagini, prendile e trascinale verso destra o verso sinistra; per modificarne la durata, intervieni sul menu a tendina 0 sec. situato sotto ciascuna anteprima. Infine, se non vuoi che la sequenza si ripeta con un loop infinito (una GIF che non si interrompe mai) ma preferisci che l’animazione venga interrotta dopo un certo numero di volte, clicca sulla voce Sempre situata nella parte inferiore della scheda Timeline e scegli l’opzione che più ti aggrada dal menu che compare a schermo.

Come creare una GIF con Photoshop

Per verificare il risultato ottenuto, utilizza i pulsanti di controllo (ad es. ► per avviare la riproduzione dell’animazione) situati in basso. Qualora dovessi notare mancanza di fluidità tra un’immagine e l’altra, puoi tentare di arginare il problema utilizzando la funzionalità Tweening di Photoshop: essa permette di aggiungere dei fotogrammi in semi-trasparenza generati automaticamente, al fine di migliorare la transizione tra le immagini che compongono la GIF.

Per servirtene, clicca sul fotogramma di tuo interesse, poi sul pulsante Tweening situato nella scheda Timeline (quello a forma di traccia circolare, il terzo da destra), imposta il menu a tendina Tweening con sull’opzione Fotogramma successivo, indica il numero di fotogrammi da aggiungere automaticamente e premi il pulsante OK, per procedere. Ripeti l’operazione su tutti i fotogrammi che ritieni problematici. 

Quando sei soddisfatto del tuo lavoro, puoi passare allo step successivo, quello di esportazione della GIF appena creata.

Esportare la GIF

Come creare una GIF con Photoshop

Terminata la definizione dell’animazione, non ti resta che salvare il tuo lavoro in formato GIF: recati nel menu File (in alto a sinistra), sposta il mouse sulla voce Esporta e scegli l’opzione Salva per Web (versione precedente). Successivamente, utilizza la nuova finestra che si apre a schermo per definire le opzioni di salvataggio: sposta il menu a tendina Formato (collocato subito sotto la voce Predefinito) sull’opzione GIF e, se lo desideri, regola larghezzaaltezza dell’immagine intervenendo sugli omonimi campi di testo situati nel riquadro Dimens. immagine.

Se vuoi ridimensionare la GIF usando un fattore di scala (ad es. 50% per dimezzare le dimensioni dell’immagine), puoi specificarne la percentuale nell’apposito campo di testo.

Per concludere, assicurati che la casella Converti in sRGB sia spuntata, clicca sul pulsante Salva… collocato in basso e utilizza il pannello di Esplora File/Finder per scegliere dove salvare l’immagine. Hai visto? Creare una GIF con Photoshop non è stato affatto difficile!

Come creare una GIF da un video con Photoshop

Come creare una GIF da un video con Photoshop

Vuoi creare una GIF animata partendo da un video già esistente? Nessun problema: puoi farlo in modo semplicissimo, utilizzando l’apposita funzionalità di Photoshop.

Prima di andare avanti, però, lascia che ti informi su un dettaglio fondamentale: maggiore è il framerate del video, maggiori saranno i fotogrammi che comporranno l’immagine. Ciò significa, all’atto pratico, che l’importazione del file potrebbe impiegare molto tempo e che, a meno di non eliminare manualmente alcuni fotogrammi non necessari, la GIF potrebbe "pesare" davvero molti MB.

Tutto chiaro? OK, allora iniziamo. Per prima cosa, apri il menu File di Photoshop (in alto a sinistra), seleziona la voce Importa > Fotogrammi video in livelli e utilizza il pannello di Esplora File/Finder per scegliere il video di tuo interesse. Fatto ciò, specifica se importare il video dall’inizio alla fine, oppure seleziona un intervallo personalizzato spuntando la casella Solo intervallo selezionato e regolando i cursori d’inizio e fine che si trovano subito sotto l’anteprima del video.

Infine, se disponi di un video con framerate pari o superiore ai 60fps, ti consiglio di restringere il numero di frame importati, apponendo il segno di spunta accanto alla voce Solo uno ogni e specificando il numero di fotogrammi da "saltare": su un video a 60fps, ad esempio, potresti importare solo uno ogni 20 fotogrammi.

Quando hai finito, apponi il segno di spunta accanto alla voce Crea animazione fotogrammi e premi il pulsante OK per avviare l’importazione del filmato, che potrebbe impiegare alcuni secondi. Nel caso dovessi visualizzare un messaggio relativo all’elevata dimensione/durata dell’animazione risultante, clicca sul pulsante Annulla e aumenta il numero di fotogrammi da saltare, agendo sull’opzione di cui ti ho parlato poco fa.

A questo punto, se desideri personalizzare i fotogrammi generati (modificarne la durata, aggiungere il tweening, spostarli e così via), puoi intervenire sulla scheda Timeline così come ti ho spiegato in precedenza. Se, invece, vuoi ottenere un’animazione fedele al video da cui sei partito, puoi procedere direttamente con la fase di esportazione della GIF seguendo i passaggi che ti ho illustrato poco fa.

Altri metodi per creare una GIF animata

Altri metodi per creare una GIF animata

Hai trovato molto semplice la procedura per creare GIF animate con Photoshop ma non hai nessuna intenzione di pagare per utilizzare il programma, quindi vorresti sperimentare altri metodi per ottenere un risultato quantomeno simile?

Allora credo proprio di avere ciò che fa per te: nelle mie guide su come animare le immagini e come creare GIF da video, ti ho infatti fornito una serie di validi programmi, app e servizi online, molti dei quali completamente gratuiti, utili per raggiungere l’obiettivo che ti sei prefissato. Fidati, ne vale la pena!