Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come disattivare Vo LTE

di

Ultimamente, hai notato che il tuo smartphone consuma più batteria durante le telefonate e che, in caso di scarsa copertura 4G/LTE, non riesci a portare avanti una chiamata senza che la linea cada più volte? Sei alla disperata ricerca di una soluzione a questo problema, ma proprio non riesci a venirne a capo e la tua pazienza sta per esaurirsi? Prima di recarti infuriato nel tuo negozio di telefonia di fiducia, è bene che tu venga a conoscenza di ciò che potrebbe essere la causa dei tuoi problemi: il VoLTE.

Il VoLTE (acronimo di Voice over LTE), per dirla in parole semplici, è una tecnologia che permette di effettuare chiamate “normali” utilizzando la rete 4G anziché la classica rete 3G/2G: questo porta con sé alcuni vantaggi (te ne parlerò più avanti) ma può portare anche ad alcuni problemi di comunicazione, come quelli che stai riscontrando tu. Per funzionare, deve essere supportato dallo smartphone in uso e dal proprio gestore di telefonia mobile (attualmente gli unici a offrire questo tipo di servizio in Italia sono TIM e Vodafone): nel caso in cui questi requisiti vengano soddisfatti, la tecnologia si attiva automaticamente.

Come dici? Credi proprio che questa tecnologia sia la causa dei problemi che stai riscontrando sul tuo smartphone e quindi vorresti capire come disattivare Vo LTE su quest’ultimo? Sono felice di comunicarti che sei capitato proprio nel posto giusto al momento giusto: di seguito, infatti, ti illustrerò tutti i passaggi necessari per portare a termine questa operazione sia su Android che su iOS. Non preoccuparti, non hai bisogno di essere un genio dell’informatica per riuscire nell’impresa, poiché le procedure da seguire sono davvero semplici e alla portata di tutti: vedrai che, al termine di questa guida, sarai perfettamente in grado di metterle in pratica e di tornare, finalmente, a fare le tue telefonate in santa pace!

Indice

Cos’è il VoLTE

Come disattivare Vo LTE

Prima di passare all’azione e capire come fare a bloccare il VoLTE sul tuo cellulare, è necessario chiarire alcuni dettagli su questa tecnologia e comprendere perché, sotto diversi aspetti, essa può essere molto conveniente.

VoLTE è l’abbreviazione della frase Voice Over LTE, cioè “Voce tramite LTE”: come è semplice capire, si tratta di una tecnologia che permette di effettuare telefonate normali sfruttando la rete 4G/LTE, in modo del tutto automatico, andando così in teoria a migliorarne la qualità. In tempi moderni, il VoLTE è supportato da sempre più modelli di smartphone; come già detto, però, gli unici operatori in Italia a mettere a disposizione questa tecnologia, almeno fino al momento in cui sto scrivendo questa guida, sono TIM Vodafone. Di conseguenza, se ti riferisci a un gestore italiano differente da questi ultimi, è assolutamente improbabile che tu stia utilizzando il summenzionato sistema.

Per capire meglio questo sistema di chiamate, dobbiamo però fare un piccolo salto indietro nel tempo: inizialmente, le chiamate dai cellulari venivano effettuate tramite la cosiddetta rete 2G e tramite i suoi successori GPRS (o 2.5G) e Edge. Queste tecnologie, in particolare, permettevano (e permettono tutt’ora) anche l’accesso a Internet a velocità estremamente basse, con picchi massimi di, rispettivamente, 14.4 Kbps, 40 Kbps e 60 Kbps.

L’evoluzione vera e propria si è avuta con l’introduzione della rete UMTS/3G, il cui sviluppo è iniziato nell’ormai lontano 2000: oltre a permettere di effettuare chiamate vocali, la rete UMTS prevede l’accesso a Internet con velocità che possono toccare anche i 700 Kbps. Il successore del 3G è stato il cosiddetto 3.5G, che comprende le tecnologie HSPA HSPA+, in grado di raggiungere velocità effettive pari a 3.6 Mbps (le quali, teoricamente, possono aumentare fino a 14.4 Mbps).

Le reti 3G e 3.5G, esattamente come le precedenti, possono essere utilizzate per effettuare e ricevere classiche chiamate vocali, con una caratteristica strutturale non di poco conto: impegnare la rete 3.5/3/2.5/2G per effettuare una telefonata significa renderla indisponibile per la navigazione in Internet. In altre parole, non è possibile chiamare e navigare contemporaneamente in Rete quando si è sotto copertura 3.5G o precedente.

L’obiettivo della tecnologia VoLTE è abolire questo limite: grazie ad essa, infatti, risulta possibile effettuare telefonate ad alta qualità (o HD Voice) avvalendosi del traffico dati offerto dalle moderne e velocissime connessioni LTE (le cosiddetti reti 4G), tramite un particolare “incapsulamento” dei dati (chiamato in gergo IMS). Tanto per essere chiari, la rete LTE può toccare velocità di connessione effettiva pari a 75 Mbps e velocità teorica pari al doppio.

All’atto pratico, ciò significa che attivando il VoLTE è possibile chiamare e utilizzare contemporaneamente la connessione a Internet del telefono: in altre parole, durante una conversazione telefonica puoi tranquillamente inviare o ricevere messaggi WhatsApp, consultare mappe online e così via, senza la necessità di usufruire di una rete Wi-Fi di supporto (cosa invece indispensabile per navigare e chiamare sotto rete 3G).

Grazie alla velocità dell’LTE, la qualità delle chiamate risulta generalmente migliore; tra l’altro, qualora durante una chiamata la copertura LTE dovesse venire a mancare, lo smartphone provvede a passare automaticamente alla rete 3G, senza nessuna apparente interruzione di linea e segnale, utilizzando una particolare procedura definita SRVCC.

Come ti ho già accennato, però, il VoLTE è attualmente implementato dai soli operatori TIM e Vodafone, nonostante ormai quasi tutti gli altri gestori italiani forniscano servizi di connettività 4G/LTE: nel caso in cui non si disponga di tale funzionalità o si decida di disattivarla, il telefono passa in rete 3G o 2G (a seconda della copertura) nel momento in cui viene avviata una chiamata vocale.

Il VoLTE, come avrai sicuramente capito, porta con sé un bel po’ di vantaggi, ma può farti incappare nei problemi che ti ho citato all’inizio di questa guida: trattandosi di chiamate che avvengono attraverso Internet, il dispendio di batteria è leggermente superiore rispetto a quanto succede per le chiamate sotto rete 2G/3G. Inoltre, qualora il sistema SRVCC dovesse riscontrare qualche problema nel passaggio da LTE a 3G/2G (condizione abbastanza rara ma non impossibile), si andrebbe incontro a chiamate di scarsissima qualità e/o a interruzioni di linea.

Ora che hai compreso appieno che cosa è e come funziona il VoLTE, sei perfettamente in grado di decidere se questa tecnologia faccia al caso tuo: qualora non volessi avvalertene, magari per risparmiare una discreta quantità di batteria durante le telefonate o poiché il segnale LTE nelle tue zone non è molto stabile, puoi disattivarla e riattivarla in qualsiasi momento. Adesso ti spiego come fare su Android e iOS.

Come disattivare VoLTE su Android

Come disattivare VoLTE su Android

Per quanto riguarda Android, la procedura di disattivazione del VoLTE è davvero semplice e può essere messa in pratica in un paio di tap: in linea generale, ciò che devi fare è recarti nelle Impostazioni di Android, selezionare la voce relativa alle Reti Mobili, accedere alla sezione relativa a LTE/4G e disattivare l’interruttore relativo a VoLTE.

Tieni ben presente che questi passi possono differire a seconda della versione di Android (e delle personalizzazioni del produttore) in uso sul tuo smartphone: di seguito ti fornisco istruzioni più dettagliate relative ai modelli più utilizzati.

  • Samsung (Galaxy S7 e successivi) – pigia sull’icona Telefono collocata nella schermata principale di Android, sfiora il pulsante Altro collocato in alto a destra e seleziona la voce Impostazioni dal piccolo menu proposto. A questo punto, scendi fino a trovare la voce Impostazioni chiamata vocale in uscita, selezionala con un tap e apponi il segno di spunta sulla voce Non usare VoLTE.
  • Samsung (altri modelli) – fai tap sull’icona Impostazioni collocata nel drawer di Android, sfiora le voci Connessioni Reti mobili, dopodiché togli il segno di spunta dalla casella Chiamata VoLTE.
  • Huawei / LG / Sony – pigia sul pulsante Impostazioni, seleziona le voci Rete e Internet, poi Reti Mobili, e sposta su OFF l’interruttore in corrispondenza di Abilita VoLTE. Sui modelli più recenti, la procedura è leggermente diversa: sempre dalla schermata Impostazioni, seleziona le voci Altro e successivamente Reti Mobili e disattiva la voce Abilita VoLTE come visto in precedenza.
  • Wiko – accedi alla sezione Impostazioni facendo tap sulla relativa icona nell’app drawer di Android, sfiora successivamente le voci AltroReti cellulari, dopodiché sposta su Disattivato l’interruttore in corrispondenza di Modalità 4G LTE avanzata.

Non riesci a trovare nulla di tutto ciò? Allora, con molta probabilità, non sei abilitato ad effettuare chiamate tramite LTE: le voci relative alla disattivazione o attivazione della tecnologia VoLTE, infatti, sono disponibili soltanto se il supporto ad essa è disponibile sia sullo smartphone in questione che per l’operatore telefonico. Pertanto, se non riesci a visualizzarle, puoi concludere che il tuo telefono o il gestore non dispongano del supporto a tale tecnologia.

Come disattivare VoLTE su iPhone

Come disattivare VoLTE su iPhone

A partire dall’iPhone 6, tutti gli smartphone Apple implementano il supporto alla tecnologia VoLTE direttamente tramite le versioni ufficiali di iOS. In termini semplici, ciò significa che puoi attivare o disattivare questa tecnologia ogni volta che lo desideri, senza doverti districare tra modifiche particolari, nel giro di qualche secondo.

Per farlo, fai tap sull’icona Impostazioni collocata nella schermata principale del tuo “melafonino”, sfiora le voci CellulariOpzioni dati cellulare, dopodiché accedi alla sezione Abilita LTE e fai tap sulla voce Solo dati per disattivare il VoLTE.

Anche in questo caso, la presenza delle summenzionate voci è subordinata al supporto della tecnologia VoLTE da parte del tuo operatore di telefonia mobile: qualora il tuo operatore non supportasse questo tipo di tecnologia, le opzioni viste poco fa non saranno disponibili.