Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come editare un video con iMovie

di

Hai da poco effettuato un’esperienza come un viaggio, un matrimonio, o un evento di lavoro, durante la quale hai immortalato un bel po’ di momenti e contenuti significativi. Ti sei reso conto che, riorganizzando il materiale accumulato con musica, effetti e transizioni, otterresti una presentazione davvero eccezionale! Hai perciò avuto l’idea di creare un filmato, scegliendo di utilizzare iMovie. Questo programma gratuito di video editing, prodotto da Apple, dispone di un’interfaccia completa ed essenziale per il montaggio video casalingo; è inoltre usualmente già preinstallato su tutti i dispositivi della “mela morsicata”: Mac, iPhone, iPad e iPod Touch.

iMovie consente di creare cortometraggi e film d’ogni genere fino alla risoluzione 4K, personalizzando del tutto il filmato o affidandosi a uno dei “trailer” predefiniti messi a disposizione dal software. Puoi addirittura iniziare la composizione del video sul tuo iPhone o iPad, per poi concluderlo sul Mac, tramite AirDrop o iCloud Drive: puoi inoltre aggiungere titoli, musiche, filtri, effetti speciali e suoni preinstallati sfogliando la notevole libreria integrata, nonché disporre di numerose opzioni di condivisione ed esportazione dei tuoi risultati.

Interessante, vero? Allora sappi che ora affronteremo punto per punto le modalità d’utilizzo di iMovie: se sei già a conoscenza di alcuni punti o se lo ritieni necessario, sentiti pure libero di scorrere tra i vari paragrafi utilizzando l’indice sottostante. E, soprattutto, non temere: vedrai che, alla fine, riuscirai facilmente a padroneggiare il tuo filmato in modi che all’inizio non potevi nemmeno immaginare. Molto bene: bando alle ciance e vediamo subito, insieme, come editare un video con iMovie. Buona lettura e in bocca al lupo per tutto quanto!

Indice

Come editare un video con iMovie su Mac

iMovie su Mac

iMovie viene usualmente fornito nella dotazione “di serie” dei Mac. Se non lo trovi nel Launchpad di macOS, puoi scaricare gratuitamente la sua versione più aggiornata dal Mac App Store. Detto questo, passiamo all’azione e vediamo come funziona.

Creare un nuovo progetto

Creare un nuovo progetto su Mac

Dopo aver aperto iMovie, puoi immediatamente visualizzare, nella sua schermata iniziale, due opzioni: File multimediali, con la lista dei file precedentemente importati, e Progetti, con l’elenco dei progetti già salvati. Per poter creare un nuovo filmato, clicca sul pulsante Progetti, quindi fai clic sul bottone Crea nuovo.

Adesso puoi selezionare il tipo di video che intendi impostare, scegliendo tra le due opzioni a disposizione: Filmato permette la creazione di un video completamente personalizzato, del quale si possono definire i minimi dettagli; l’opzione Trailer consente invece di incastonare i propri video e le proprie foto in dei trailer in stile hollywoodiano già pronti all’uso: ce ne sono una trentina tra cui scegliere, tra i quali Avventura, Documentario, Spedizione, Favola, Famiglia, Amicizia, Vacanze, Animali, Sport, Viaggio e diversi altri.

Selezionando una delle opzioni in questione, avrai accesso all’edito di iMovie con la timeline, cioè l’area in cui organizzare i contenuti del tuo progetto, in basso. Selezionando l’opzione Filmato, la timeline sarà inizialmente vuota. Selezionando, invece, un trailer, avrai accesso a una timeline divisa in Struttura, Storyboard ed Elenco inquadrature, oltre che a una partitura musicale corrispondente al tema prescelto.

In ogni caso, avrai a tua disposizione l’intero spazio di lavoro di iMovie, diviso per sezioni: troverai i File multimediali insieme alle Librerie in alto a sinistra; una finestra centrale divisa in I miei file multimediali, Audio, Titoli, Sfondi e Transizioni; un player di anteprima in alto a destra (avente una serie di strumenti per applicare effetti, modifiche e molto altro) e, infine, una timeline, in basso. Nei paragrafi seguenti troverai illustrato come usare ogni singolo elemento nel dettaglio.

Importare file e gestire la timeline

Importare file e gestire la timeline su Mac

Dopo aver avviato il tuo nuovo progetto, devi importare in iMovie clip audio, foto e video dal tuo Mac o da altri dispositivi in uso, per poterli successivamente organizzare nella timeline del programma, a seconda delle tue necessità.

Per importare file multimediali, clicca sull’icona a forma di freccia rivolta verso il basso, collocata in alto a sinistra, quindi scegli il dispositivo d’importazione tra Videocamere (è possibile collegare fotocamere, videocamere, iPad, iPhone o iPod Touch tramite cavo USB), Dispositivi (memorie esterne, Macintosh HD) e Preferiti, quindi scegli cartella a cui fare riferimento e infine, una volta selezionato il file o i file, clicca in basso a destra su Importa selezionati.

Ricordati che, in alternativa, puoi anche trascinare clip nella timeline direttamente dal Finder o dalla Scrivania del tuo Mac. I file, una volta importati, saranno visibili nella sezione I miei file multimediali; volendo, puoi aggiungere anche altri contenuti dalla libreria dell’app Foto oppure consultare i file già importati nella Libreria iMovie, tramite la barra laterale a sinistra.

In aggiunta ai tuoi file personali, tieni presente che esiste tutta una serie di strumenti multimediali già preinstallati in iMovie. Dal menu secondario, posto accanto alla voce I miei file multimediali, puoi accedere a un archivio di file che può rivelarsi molto utile nel montaggio, diviso rispettivamente in Audio (un nutrito catalogo di basi musicali, effetti sonori e temi strumentali divisi per categorie, integrato con iTunes/Musica), Titoli (un insieme di testi statici e animati, come ad esempio i titoli di coda), Sfondi (un ampio catalogo di mappe animate, sfondi dinamici e sfondi fissi, a tinta unita) e Transizioni (effetti applicabili nel passaggio tra un clip e l’altro).

Sfondi iMovie per Mac

Molto bene: ora sei pronto a inserire file nella timeline, la quale, come avrai notato, è composta da più sezioni: una traccia principale al centro, la quale mostra l’anteprima del contenuto foto/video inserito, una traccia secondaria sottostante dedicata ai contenuti audio e un’ultima sezione dedicata a clip, foto, titoli e sfondi, sovrapposta a quella centrale. Eventuali transizioni compaiono invece nella sezione principale.

Ciò detto, per inserire file nella timeline, devi prima tornare nella sezione I miei file multimediali. Cliccando su un file, noterai che questo assume un bordo giallo: significa che l’hai selezionato. Se è una traccia audio o video, puoi anche importarne solo una parte, applicandoci un taglio, ossia trascinandone il bordo verso destra o verso sinistra. Premi poi sul pulsante + posto sotto al file selezionato o trascinalo direttamente nell’area di lavoro, per aggiungerlo alla timeline, quindi spostalo a piacimento.

Se sei indeciso su quale pezzo mettere, sappi che prima di trascinare un clip nella timeline puoi visualizzarlo o ascoltarlo in anteprima, scorrendoci sopra da sinistra verso destra con il puntatore del mouse. Per avere, invece, una rapida panoramica del progetto, puoi scorrere il filmato agendo sulla barra posta sotto alla timeline, oppure trascinando il cursore sull’opzione Impostazioni, collocato al di sotto del player video a destra.

Applicare effetti e modifiche al filmato

Effetti e modifiche al filmato su Mac

iMovie predispone una barra degli strumenti sopra al player video, la quale consente di applicare una serie di filtri ed effetti al filmato, utili per poterlo arricchire e modificare a seconda dei propri gusti.

In questa barra è inclusa, oltretutto, una funzione automatica di miglioramento della qualità audio e video del clip selezionato: cliccando sulla bacchetta magica in alto a sinistra del player, potrai infatti attivare la funzione Migliora, la quale bilancia automaticamente determinati aspetti sonori e grafici del clip. Questo strumento si rivela molto utile soprattutto se hai urgenza di ottimizzare il tuo lavoro, oppure se non hai intenzione d’imparare a calibrare manualmente i singoli aspetti del filmato.

Se volessi invece cimentarti di persona nell’apporre migliorie, puoi fare affidamento alle molteplici funzioni offerte dalla barra degli strumenti: partendo da sinistra, hai a disposizione le Impostazioni di sovrapposizione video, il Bilanciamento colore, la Correzione colore, il Ritaglio, la Stabilizzazione, il Volume, la Riduzione rumore, la Velocità, Filtri clip e, infine, le Informazioni clip.

Filtri per clip su Mac

Oltre ad esplorare le suddette opzioni, è possibile intervenire direttamente sui singoli video gestiti nella timeline: se fai clic destro sulla miniatura del filmato (o utilizzando in alternativa le scorciatoie da tastiera suggerite dal menu a tendina), puoi apportare ulteriori modifiche essenziali al progetto quali Taglia, Copia, Elimina, Dividi Clip, Mostra riduttore clip, Mostra editor velocità o Aggiungi dissolvenza incrociata.

Se volessi approfondire le principali funzioni di iMovie, ti suggerisco di fare affidamento ai miei tutorial su come tagliare un video con iMovie, come sovrapporre due video con iMovie, come rallentare un video con iMovie, come ruotare un video con iMovie e come doppiare con iMovie.

Salvare il progetto ed esportare il filmato

Salvare ed esportare il filmato su Mac

Nel momento in cui non avessi più tempo per continuare a modificare il tuo filmato, desiderando quindi continuarlo in un secondo momento, clicca sulla voce Progetti in alto a sinistra: dalla finestra che si apre, specifica il nome che vuoi dare al tuo lavoro, poi premi sul pulsante Ok, per confermare la tua scelta. Potrai rivedere l’intero progetto salvato nella lista dei Progetti di iMovie, ordinati per ultima modifica. Nel caso in cui avessi chiuso inavvertitamente il programma, non preoccuparti: iMovie salva in automatico ogni modifica arrecata al progetto, per cui non c’è alcun bisogno di salvare manualmente ogni ritocco da te effettuato.

A questo punto, puoi esaminare il risultato delle tue fatiche, premendo sul tasto ▶︎ posizionato al di sotto del player integrato nel progetto; in alternativa, puoi anche scorrere avanti o indietro nel video, cliccando i tasti a fianco Vai al clip precedente o Vai al clip successivo, oppure godere di una vista a tutto schermo cliccando il tasto a destra con le due frecce tendenti in direzioni opposte. Se utilizzi la modalità a tutto schermo, usa il miniplayer che compare per scorrere il video; quando hai finito di vedere l’anteprima, premi il tasto Esc per tornare alla timeline.

Esportare file su Mac

Quando, infine, sei sicuro di aver concluso il tuo progetto, puoi finalmente passare alla fase di esportazione: clicca sul pulsante a forma di una freccia dentro un quadrato, in alto a destra, oppure clicca dal menu principale su File e poi su Condividi. Compariranno tutta una serie di opzioni valide per l’esportazione: Email (consente l’esportazione tramite Mail, l’applicazione di posta elettronica di macOS), iTunes (esporta il filmato nella sezione Video personali di iTunes/TV), YouTube (esporta il filmato sul proprio canale YouTube), Facebook (esporta e condivide il progetto su Facebook), Vimeo (esporta e condivide il progetto su Vimeo), Immagine (salva un fotogramma del filmato come immagine JPEG, riutilizzabile con altre applicazioni) e infine File (permette di esportare il filmato sul proprio computer in formato MP4).

Prima dell’esportazione finale, per ciascuna delle precedenti scelte puoi impostare Titolo, Descrizione, Tag, Formato (Video e audio o Solo audio), Risoluzione (540p, 720p, 1080p) e, in alcuni casi, puoi anche modificare Qualità (Bassa, Media, Alta, Migliore, Personalizzata) e Compressione (Più veloce o Migliore qualità).

Come editare un video con iMovie su iPhone e iPad

iMovie su iPhone e iPad

Come per i Mac, anche su iPhone e iPad l’app iMovie è già preinstallata; ad ogni modo, se non ci fosse, è sempre possibile effettuarne il download gratuito dall’App Store. La versione mobile ha alcune limitazioni rispetto a quella per computer, tuttavia mantiene comunque la maggior parte delle funzionalità.

Creare un nuovo progetto

Creare un nuovo progetto su iPhone e iPad

Una volta avviata l’app, noterai immediatamente che nella schermata principale disponi di tre opzioni: Video, Progetti e Cinema. Per iniziare, premi il pulsante Progetti, posizionato al centro, quindi tocca il bottone Crea progetto. A questo punto ti verrà richiesto se preferisci creare un Filmato, totalmente personalizzabile, oppure un Trailer, comprensivo di modelli preinstallati. Se scegli il Filmato, avrai accesso immediatamente a un nuovo progetto vuoto; se, invece, scegli il Trailer, dovrai fare tap sul modello che preferisci, quindi premere sul pulsante Crea, in alto a destra. Vedrai a sinistra il player integrato, a destra invece una colonna divisa in Struttura e Storyboard.

Importare file e gestire la timeline

Timeline su iPhone e iPad

Una volta aperto il progetto, per poter importare i file necessari allo sviluppo del video, tocca il pulsante +, in alto a destra, in modo da sfogliare i materiali a disposizione: troverai che sono divisi in File multimediali (importabili a scelta tra Momenti, Video, Foto, Album, iCloud Drive e altre posizioni locali o sincronizzate) e Audio (diviso in Musica tema ed Effetti sonori preinstallati, Playlist, Album e Artisti tratti dal tuo account iTunes). Se fai tap su un immagine o su un video, l’elemento verrà aggiunto subito alla timeline; se, invece, premi una sola volta un file audio, potrai ascoltarne l’anteprima, mentre premendolo due volte (o toccando il pulsante Usa) verrà anch’esso aggiunto alla timeline.

Quando aggiungi una foto o un video, questi vengono importati nella timeline per una durata pari a 3-6 secondi, a seconda delle transizioni eventualmente presenti; puoi sempre modificarne la lunghezza a seconda delle tue necessità con dei semplici gesti. Puoi, ad esempio, spostare un clip video o foto toccandolo e tenendolo premuto nella timeline, quindi trascinandolo in una nuova posizione; tagliare un clip video o foto toccandolo una volta, poi trascinando uno degli indicatori di taglio gialli a lato dello stesso; rimuovere un clip video o foto toccandolo una volta, quindi toccando l’icona Elimina a forma di cestino, in basso a destra.

Tieni inoltre presente che, per navigare efficacemente nella timeline, puoi sempre ridurre la percentuale di zoom, chiudendo due dita in un punto della timeline, o aumentare lo zoom, aprendo due dita verso i bordi dello schermo. Puoi inoltre andare all’inizio del progetto, toccando e tenendo premuta l’estremità sinistra della timeline vicino alla fine dello schermo, oppure scorrere alla fine, toccando e tenendo premuta l’estremità destra della timeline dalla parte opposta dello schermo.

Applicare effetti e modifiche al filmato

Effetti e modifiche su iPhone e iPad

Per poter aggiungere effetti o modifiche al tuo filmato su iMovie, premi sulla rotella ad ingranaggio collocata in alto a destra, tra il punto interrogativo e il pulsante +, in modo da accedere alle Impostazioni progetto. Da questa finestra potrai applicare un filtro al progetto stesso (scegliendo ad esempio tra Bicromia, Esplosione, Sogno, Vintage, Western e altri), oppure scegliere se impostare un tema con dissolvenze e musiche automatiche (a tua scelta tra Vivace, Divertente, Neon, Viaggi, Semplice e Notizie).

Se lo desideri, puoi anche intervenire direttamente sul clip nella timeline, facendoci tap sopra, quindi scorrendo tra la barra degli strumenti comparsa in basso. Premendo l’icona a forma di forbici, chiamata Azioni, puoi eseguire i comandi Dividi, Primo Piano o Duplica; premendo l’icona a forma di orologio, denominata Velocità, puoi invece modificare la velocità del video, facendo scorrere la barra tra l’immagine della tartaruga e quella della lepre; premendo l’icona Volume a forma di altoparlante, puoi cambiare in percentuale l’audio della traccia. Puoi infine fare tap sul pulsante T, denominato Titoli, per aggiungere testi, o ancora premere sull’icona Filtri, con tre tondi sovrapposti, per aggiungere gli effetti precisati nella precedente sezione Impostazioni progetto.

Puoi rivedere le modifiche applicate, in qualsiasi momento, premendo sul pulsante ▶︎ posto al di sotto del player, avviando così l’anteprima del video prodotto con tutti gli effetti, musiche e titoli finora applicati.

Salvare il progetto ed esportare il filmato

Esportare il filmato su iPhone e iPad

Qualora avessi completato il tuo progetto o volessi completarlo in un secondo momento, premi sul pulsante Fine, in alto a sinistra dell’area di lavoro. Dalla schermata Progetti, fai quindi tap sul tuo filmato e premi sul pulsante centrale ▶︎, per visualizzarne un’anteprima, oppure premi sul bottone Modifica posto subito al di sotto del titolo, per tornare all’editor di lavoro.

Quando infine sarai sicuro di voler esportare il filmato (o se volessi continuare a modificarlo da un altro dispositivo), fai tap sull’icona a forma di freccia dentro un quadrato, posta al centro della barra degli strumenti sottostante, quindi scegli l’opzione di esportazione a te più consona.

Se desideri trasferire il tuo progetto iMovie o i suoi file multimediali su un altro dispositivo iPhone o iPad, puoi selezionare l’opzione AirDrop; altrimenti, per continuare il montaggio da un Mac, puoi esportare il progetto o i suoi file su iCloud Drive, selezionando l’apposita opzione, oppure esportarlo direttamente su iTunes/TV. In alternativa puoi esportare il tuo progetto via YouTube, via Messaggio o via Email, oppure salvarlo in locale selezionando Salva video (con una dimensione a scelta tra Media – 360p, Grande 540p, HD – 720p, HD – 1080p e 4K), o ancora condividerlo con altre applicazioni installate nel tuo dispositivo.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.