Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare screenshot Samsung

di

Hai comprato da pochissimo uno smartphone Samsung e hai provato a realizzare uno screenshot premendo i pulsanti che usavi sul tuo precedente dispositivo, ma la cosa non ha funzionato? Beh, molto probabilmente la combinazione di tasti che stai impiegando non funziona sul tuo nuovo device. Nulla di rotto, dunque, non temere. Molto più semplicemente, i tasti da premere per fare uno screenshot possono cambiare da dispositivo a dispositivo, ed evidentemente quelli che stai cercando di usare adesso non vanno bene.

Considerata la situazione, se vuoi, posso darti una mano io. Se mi concedi un po’ della tua attenzione, infatti, posso spiegarti come fare screenshot Samsung: operazione semplicissima e fattibile sia con delle funzioni integrate “di serie” in Android che ricorrendo all’uso di app di terze parti.

Vedrai: seguendo le istruzioni che sto per fornirti, riuscirai a catturare lo schermo in qualsiasi applicazione, modificare le immagini acquisite e, per non farti mancare proprio nulla, anche realizzare delle istantanee di intere pagine Web. Allora? Che ne diresti di mettere le chiacchiere da parte e di passare finalmente all’azione? Si? Molto bene. Trovi tutto qui sotto!

Indice

Funzioni predefinite per fare screenshot Samsung

Come ti dicevo in apertura del tutorial, per fare screenshot Samsung non devi far altro che avvalerti delle funzioni predefinite del tuo smartphone (o tablet). Si tratta, nello specifico, di adoperare una combinazione di tasti apposita, delle gesture o altre funzionalità dedicate alla cattura dello schermo.

Sappi però che non tutto ciò che è visibile sul display del dispositivo può essere “fotografato”. Alcune applicazioni o schermate, come quella di blocco o quelle relative alla sicurezza, infatti, non possono essere catturare per una questione di sicurezza e/o di privacy.

Considera inoltre che le indicazioni che trovi qui di seguito potrebbero differire leggermente rispetto a quanto da te visualizzato sul display, a seconda del modello esatto di smartphone Samsung che stai usando e della versione di Android installa su di esso. Ad ogni modo, non preoccuparti: che tu voglia sapere come fare screenshot Samsung S20, come fare screenshot Samsung A51 o come fare screenshot su qualsiasi altro device Samsung, riuscirai sicuramente a “ricostruire” le procedure esatte per il tuo modello.

Tasti per fare screenshot Samsung

Come fare screenshot Samsung

Tanto per cominciare, voglio spiegarti come catturare lo schermo sui device Samsung utilizzando i tasti presenti su questi ultimi.

Per prima cosa, raggiungi la schermata che intendi “fotografare”, dopodiché serviti della seguente combinazione di tasti: tasto accensione+tasto Volume basso. Se non funziona, puoi provare con quest’altra combinazione di tasti: tasto accensione+tasto Home.

Nel caso in cui non lo sapessi, il tasto di accensione è, come suggerisce il nome stesso, quello usato per accendere il dispositivo e che viene impiegato per attivare e disattivare il display: solitamente, è posto sul lato destro. Il tasto volume basso è invece quello che utilizzi per abbassare il volume dello smartphone: in genere, è collocato sul lato sinistro del dispositivo, verso il basso. Il tasto Home, infine, è quello centrale che si trova sotto lo schermo dei modelli più datati (che non hanno la parte frontale occupata solo dallo schermo).

I tasti vanno premuti in contemporanea e occorre continuare a mantenere la pressione per qualche secondo, fino a quando il display dello smartphone non lampeggia e viene emesso un suono simile a quello del flash delle vecchie macchine fotografiche (se la suoneria è abilitata).

Una volta realizzati, gli screenshot vengono salvati automaticamente e puoi visualizzarli tramite l’app Galleria, avviando quest’ultima, selezionando la relativa icona (quella con il fiore) che trovi nella home screen e/o nel drawer di Android, recandoti nella sezione Album della stessa e selezionando l’album denominato Schermate.

Subito dopo la cattura di ogni schermata, gli smartphone Samsung mostrano un’apposita barra degli strumenti tramite cui è possibile condividere l’immagine acquisita, oltre che modificarla o eliminarla. Per cui, per modificare uno screenshot immediatamente dopo averlo catturato non devi far altro che attendere che venga visualizzata la sua anteprima nella parte in alto dello schermo schermo e premere sui pulsanti sulla toolbar corrispondenti all’azione che intendi intraprendere.

Per la precisione, premendo sul tasto Disegna (quello con la matita) puoi accedere alle funzioni per disegnare e scrivere sullo screenshot usando penne, matite, evidenziatore e pennelli e puoi ritagliare lo screenshot; premendo sul tasto Ritaglia (quello con la taglierina) puoi accedere direttamente alla funzione per ritagliare la schermata; premendo sul pulsante Condividi (quello con i tre pallini collegati) puoi condividere rapidamente lo screenshot tramite altre app e servizi.

In alternativa a come ti ho appena indicato — oppure se stai usando uno smartphone Samsung di vecchio corso su cui l’anteprima dello screenshot e la toolbar non vengono mostrate —, puoi modificare gli screenshot creati con il tuo dispositivo accedendo al centro notifiche di Android con uno swipe dall’alto verso il basso, facendo tap sulla notifica relativa alla schermata appena acquisita e premendo sui tasti per modificare, condividere o eliminare la “fotografia” dello schermo, a seconda delle operazioni che intendi effettuare.

Hai bisogno di catturare uno screenshot “lungo”, ad esempio di una pagina Web nella sua interezza? In tal caso, invece di scattare più schermate così come ti ho appena indicato, puoi fare uno screenshot mentre effettui lo scrolling e ottenere un’unica foto lunga. Per riuscirci, ti basta adoperare la funzione Acquisizione intelligente, facendo tap sulla relativa icona (quella con la doppia freccia all’interno del quadrato con gli angoli evidenziati) che trovi sulla barra degli strumenti che vedi comparire subito dopo aver catturato uno screenshot.

Tieni presente che il comando Acquisizione intelligente viene mostrato solo se quella visualizzata è una schermata lunga su cui è possibile effettuare lo scrolling. Inoltre, per poterne usufruire è indispensabile che la relativa opzione risulti abilitata nelle impostazioni di Android. Per fare ciò, seleziona l’icona delle Impostazioni (quella a forma di ruota d’ingranaggio) che trovi nella home screen e/o nel drawer, sfiora la dicitura Funzioni avanzate nella schermata successiva e verifica che l’interruttore accanto alla voce Acquisizione intelligente risulti impostato su ON (altrimenti provvedi tu).

Gesti per fare screenshot Samsung

Come fare screenshot Samsung

Puoi fare screenshot su Samsung anche usando determinati gesti, evitando quindi di dover adoperare la combinazione di tasti. Mi chiedi come si fa? Te lo spiego subito!

In tal caso, puoi realizzare i tuoi screenshot semplicemente raggiungendo la schermata che desideri “fotografare” e facendo scorrere il bordo della mano sullo schermo, trascinando il lato del palmo su oltre la metà dello schermo e mantenendo sempre il contatto con quest’ultimo. Più semplice di così?

Ad acquisizione avvenuta, anche in tal caso il display dello smartphone lampeggia, viene emesso un suono simile a quello del flash delle vecchie macchine fotografiche (se la suoneria è abilitata) e l’immagine viene salvata nella Galleria di Android ed eventualmente può essere modificata usando le opzioni annesse alla barra degli strumenti che compare successivamente, procedendo così come ti ho spiegato nel passo precedente.

Va però tenuto conto del fatto che non tutti i modelli di smartphone Samsung consentono di fare ciò e che prima di poter usare la suddetta funzionalità devi assicurarti che risulti attiva nelle impostazioni del dispositivo. Per fare ciò, seleziona l’icona delle Impostazioni(quella a forma di ruota d’ingranaggio) che trovi nella home screen e/o nel drawer, fai tap sulla voce Funzioni avanzate nella schermata successiva e verifica che l’interruttore accanto alla voce Acquisisci con trascinamento palmo risulti impostato su ON (altrimenti provvedi tu).

Altre opzioni per fare screenshot Samsung

Smartphone Samsung

Esistono anche altre opzioni per catturare schermate sui dispositivi Samsung. Più precisamente, se sul tuo dispositivo hai abilitato l’assistente vocale Bixby, come ti ho spiegato nella mia guida sull’argomento, puoi riuscire nel tuo intento anche semplicemente pronunciando un comando del tipo “Hey Bixby, fai uno screenshot”. Puoi fare la stessa cosa anche con l’assistente vocale di Google, di cui ti ho parlato in dettaglio nel mio post specifico, pronunciando un comando del tipo “Ok Google, fai uno screenshot”.

Se, invece, stai usando uno smartphone Samsung Galaxy Note (o un tablet dell’azienda sud-coreana che supporta l’uso dell’S Pen), puoi usare il pennino per scattare uno screenshot, estraendo quest’ultimo dal relativo alloggiamento, accedendo alle opzioni di Air Command e selezionando l’opzione Scrittura schermo oppure quella Selezione intelligente.

App per fare screenshot Samsung

App per fare screenshot

Nel caso in cui le funzioni predefinite del tuo smartphone non dovessero soddisfatti o comunque in alternativa, per fare screenshot su Samsung puoi valutare di ricorrere all’uso di alcune apposite app di terze parti, solitamente comprensive anche di funzionalità extra. Se la cosa ti interessa, qui di seguito trovi segnalate quelle che, a mio modesto avviso, rappresentano le più interessanti della categoria.

  • Screenshot Pro — si tratta di un’applicazione dal funzionamento molto semplice, ma altamente efficace. Permette di realizzare screenshot sui dispositivi Android usando la combinazione di tasti predefinita e di modificarli con scritte, ritagli, disegni a mano e aggiungendo l’effetto mosaico. L’immagine finale può poi essere condivisa sui social o in altre app.
  • Screenshot facile — si tratta di un’applicazione gratuita che offere la possibilità di catturare gli screenshot in maniera estremamente facile, utilizzando un’icona annessa al menu delle notifiche, il pulsante della fotocamera oppure le combinazioni di tasti standard. Se poi il dispositivo impiegato è stato sottoposto alla procedura di root (se non sai di che cosa si tratta, puoi consultare il mio tutorial sull’argomento), è possibile realizzare degli screenshot anche agitando il cellulare.
  • LongShot – come intuibile dal nome, si tratta di un’app che permette di eseguire screenshot di intere pagine Web e che va ad unire automaticamente le immagini ricavate. È molto facile da usare ed è totalmente gratis, ma propone acquisti in-app (al costo di 2,09 euro) per sbloccare tutte le funzioni.

Per ricevere ulteriori dettagli riguardo queste e altre app per catturare lo schermo sui dispositivi basati sulla piattaforma mobile del “robottino verde”, ti suggerisco di consultare la mia guida su come fotografare lo schermo di Android, tramite cui ho provveduto a indicarti tutta una serie di applicazioni utili allo scopo che puoi eventualmente scegliere di utilizzare in alternativa a quelle che ti ho appena segnalato.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.