Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare screenshot

di

Fermo! Non premere sul pulsante “Invia”! Lo so, stai inviando a un tuo amico delle istruzioni su come far funzionare l'applicazione che gli avevi consigliato ieri; ma guarda bene il tuo messaggio: non ha nemmeno un'immagine che mostri il funzionamento del software in questione! Per ovviare a ciò, puoi realizzare una fotografia dello schermo del computer, dello smartphone oppure del tablet, per mostrare come si fa.

Come dici? Ti piacerebbe tanto ma non hai la benché minima idea di come fare screenshot? Beh, non vedo il problema… posso spiegarti tutto io! Se mi concedi qualche minuto del tuo prezioso tempo, posso infatti illustrarti come compiere quest'operazione sia su computer, che su smartphone e tablet. Per riuscirci, puoi utilizzare sia le funzioni disponibili “di serie” sul tuo device che alcuni software concepiti proprio per lo scopo in oggetto.

Scegliere cosa usare spetta a te, in base a quelle che sono le tue preferenze. Ad ogni modo non hai nulla di cui preoccuparti, si tratta di un'operazione molto semplice da effettuare. Buona lettura e buon divertimento!

Indice

Come fare screenshot su PC

Iniziamo questa guida vedendo, insieme, come realizzare screenshot su computer Windows usando alcuni strumenti adatti allo scopo.

Funzione di serie

Tutte le edizioni di Windows pari o successive a Windows 7 integrano un'utility, denominata Strumento di cattura, in grado di acquisire screenshot con estrema facilità. Il funzionamento del suddetto software, però, differisce in base all'edizione di Windows in uso: trovi tutto spiegato qui sotto.

Come fare screenshot su PC Windows 11

Come fare screenshot su PC Windows 11

Lo Strumento di cattura integrato in Windows 11 consente di “fotografare” il desktop, una porzione di esso (rettangolare o disegnata a mano libera) oppure il contenuto di una data finestra con estrema facilità.

Per richiamarlo, premi contemporaneamente i tasti Win (quello raffigurante la bandierina di Windows), Maiusc ed S sulla tastiera e serviti della piccola barra degli strumenti che compare in cima allo schermo, per definire il tipo di selezione da acquisire: forma rettangolare (l'icona del rettangolo), forma libera (l'icona della linea curva), singola finestra (l'icona del rettangolo con il bordo superiore) oppure intero desktop (l'icona del rettangolo con gli angoli in evidenza).

Fatta la tua scelta, disegna la porzione di desktop che intendi acquisire, oppure seleziona la finestra da “fotografare” (se necessario) e rilascia la selezione, in modo da copiare l'immagine ottenuta negli appunti; puoi incollare la foto così ottenuta in qualsiasi programma di grafica tu preferisca e salvarla nel formato che desideri (ad es. JPG, PNG o BMP) o, in alternativa, puoi modificarla con gli strumenti disponibili all'interno dell'editor integrato dello Strumento di cattura e salvarla direttamente da lì.

Come fare screenshot

Per agire in tal senso, fai clic sull'anteprima dello screen che compare — resta visibile per alcuni secondi — nell'angolo in basso a destra dello schermo; una volta apportate le modifiche desiderate, puoi salvare lo screen cliccando sull'icona del floppy disk situata in alto a destra, oppure condividerla all'interno di un'altra app, premendo invece sul simbolo della condivisione.

Se desideri che lo screenshot venga salvato subito dopo l'acquisizione (e non soltanto copiato negli appunti), devi intervenire nelle opzioni dello Strumento di cattura: per riuscirci, apri il menu Start di Windows 10 (facendo clic sul simbolo della bandierina situato a sinistra della barra delle applicazioni), digita le parole strumento di cattura e clicca poi sul primo risultato ricevuto.

Come fare screenshot su PC Windows 11

Giunto alla schermata “principale” dell'utility, seleziona il pulsante (…) posto in alto a destra, scegli la voce Impostazioni dal menu che compare e sposta su ON la levetta posta in corrispondenza della voce Chiedi di salvare la cattura.

Ti segnalo infine che, usando la schermata estesa dello Strumento di cattura (cioè quella richiamabile dal menu Start), puoi far sì che lo screenshot venga catturato applicando un “ritardo” tra il clic e l'effettiva acquisizione: per far sì che ciò avvenga, clicca sul simbolo dell'orologio visibile in alto (prima ancora di cliccare sul pulsante Nuovo) e scegli se acquisire l'immagine dopo 3, 5 o 10 secondi dal clic/rilascio della selezione.

Come fare screenshot su Windows 10 e precedenti

Come fare screenshot su PC

Anche nelle edizioni di Windows precedenti alla 11 (ad es. Windows 10) è presente lo Strumento di cattura, ma funziona in modo leggermente diverso: per aprire l'utility in questione, accedi al menu Start di Windows (cliccando sull'icona della bandierina posta in basso a sinistra), digita il suo nome nel campo di ricerca dedicato e apri il primo risultato ottenuto; successivamente, clicca sulla freccia angolare posta accanto al pulsante Nuovo, oppure sul pulsante Ritarda (se presente) per definire il tipo di screen da catturare (intero schermo, finestra oppure personalizzata).

Premendo sul pulsante Nuovo, verrà invece creata subito un'istantanea dello schermo, mentre facendo clic sul pulsante Ritarda (solo su Windows 8.1 e successivi) e sulla freccia collocata accanto a quest'ultimo puoi impostare un timer allo scadere del quale far partire automaticamente la cattura.

Successivamente seleziona l'area del desktop o la finestra da catturare (ammesso che tu non abbia scelto di catturare tutto il desktop) ed eventualmente personalizza lo screenshot ottenuto usando gli strumenti di editing disponibili nella finestra che successivamente vedrai apparire.

Quando sei soddisfatto del risultato, pigia sul floppy disk in alto a sinistra e scegli la cartella in cui salvare la schermata. Se vuoi, puoi anche impostare un formato di output diverso da quello di default (PNG) selezionando una delle voci che si trovano nel menu a tendina Salva come.

Ti segnalo che, su Windows 8.1, puoi catturare un'istantanea dell'intero schermo e salvarla immediatamente usando le scorciatoie da tastiera, premendo contemporaneamente i tasti Win (quello con la bandierina di Windows) e Stamp (altresì denominato PrtScr o Print Screen) sulla tastiera, Win+Ctrl+Stamp oppure Win+Fn+Stamp, a seconda del tuo modello di computer. Sui tablet e sui dispositivi 2-in-1, si può acquisire l'immagine del desktop premendo contemporaneamente i tasti Win+Volume giù. Gli screenshot così ottenuti saranno salvati in maniera automatica nella cartella Immagini/Screenshots di Windows, in formato PNG.

Su Windows 10, invece, le scorciatoie da tastiera ti consentiranno di accedere all'app Cattura e annota, che funziona in maniera analoga allo Strumento di cattura di Windows 11.

Nota: su Windows 7, le schermate acquisite non vengono salvate automaticamente ma soltanto copiate negli appunti. Dunque, per archiviarle, bisogna incollarle in un altro programma di grafica (ad es. Paint), mediante la combinazione di tasti Ctrl+V.

Programmi di terze parti

Come fare screenshot

Se, per qualche motivo, gli strumenti “di serie” di Windows non incontrano alla perfezione le tue esigenze, sappi che esistono molti altri software che consentono di ottenere il risultato desiderato. Eccone alcuni.

  • Greenshot: è un programmino per Windows, il quale consente di catturare lo schermo in molteplici modalità, apportare modifiche alle immagini ottenute e salvare queste ultime in vari formati. Se opportunamente configurato, Greenshot consente di effettuare una serie di operazioni automatiche a seguito dell'acquisizione dell'immagine (ad es. ridimensionamento). È gratuito.
  • ShareX: si tratta di un software per l'acquisizione dello schermo completamente open source, che può essere personalizzato in tutti i suoi aspetti grafici e funzionali (comprese le operazioni da compiere a seguito dell'acquisizione). Non spicca per intuitività ma dispone di interessanti funzionalità per l'automatizzazione di modifiche, salvataggi e upload. È gratuito.
  • Microsoft Edge: il browser di Windows “nasconde” una funzionalità che consente di catturare il contenuto di un'intera pagina Web, senza la necessità di suddividerla in più parti (quando non è interamente visibile su schermo). Per agire in tal senso, apri il sito di tuo interesse e, a caricamento completato, fai clic destro su un punto vuoto della stessa e seleziona la voce Acquisisci schermata Web dal menu contestuale che compare. Indica infine se tracciare un'area di acquisizione oppure se acquisire la pagina completa, premendo sul pulsante dedicato, e procedi poi con il salvataggio dell'immagine ottenuta (cliccando sul simbolo del floppy collocato in cima alla nuova finestra che si apre).

Per saperne di più su quelli che sono i migliori programmi per catturare lo schermo utilizzabili su Windows, consulta la sezione dedicata della mia guida specifica sull'argomento.

Come fare screenshot su Mac

Anche su macOS è possibile realizzare screenshot con facilità, sia mediante le funzioni di serie incluse nel sistema operativo, sia con l'ausilio di applicazioni di terze parti.

Funzioni di serie

Come fare screenshot su Mac

L'applicazione “di serie” di macOS delegata all'acquisizione di screenshot è denominata Screenshot (ex Istantanea schermo) e può essere richiamata dal menu Vai > Utility del computer, oppure premendo la combinazione di tasti cmd+shift+5.

L'utility si presenta sotto forma di una barra degli strumenti posta in sovrimpressione sulla parte bassa dello schermo, tramite la quale si può scegliere la modalità di acquisizione: le prime tre icone sono dedicate agli screenshot e permettono, rispettivamente, di catturare tutto lo schermo del Mac, catturare una finestra specifica o una porzione di schermo.

A seguire, vi sono due icone relative alla registrazione video, che permettono di registrare tutto lo schermo del Mac o una porzione di Scrivania; infine c'è il pulsante Opzioni, che permette di regolare alcune impostazioni relative agli screenshot, come la possibilità di includere il puntatore del mouse nelle catture, mostrare la miniatura fluttuante degli screenshot dopo la loro realizzazione oppure no e impostare un timer per ritardare la cattura dello schermo.

Dopo aver regolato le tue preferenze, clicca sul pulsante Acquisisci e, se necessario, traccia la porzione di schermo da acquisire oppure fai clic sul bordo della finestra da fotografare; ad acquisizione conclusa, si aprirà automaticamente la app Anteprima e ti verrà mostrata un'anteprima, appunto, dello screenshot appena ottenuto.

Come fare screenshot su Mac

Per salvarlo, seleziona la voce Salva dal menu File che risulta collocato in alto a sinistra e serviti del pannello successivo per indicare la cartella di salvataggio, il nome del file e il formato dello stesso; per finire, clicca sul pulsante Salva e il gioco è fatto.

Ti segnalo che macOS consente anche di acquisire screenshot “al volo”, senza passare dall'applicazione Screenshot, mediante una serie di comode scorciatoie da tastiera, che ti elenco di seguito.

  • cmd+shift+3: consente di acquisire l'intero contenuto della Scrivania.
  • cmd+shift+4: consente di tracciare una porzione di schermo da acquisire, oppure di acquisire una singola finestra. Per eseguire quest'ultima operazione, dopo aver premuto i tasti necessari, posiziona il cursore del mouse sulla finestra di tuo interesse e premi la barra spaziatrice sulla tastiera, per fotografarne il contenuto.

Le immagini acquisite vengono salvate in automatico sulla scrivania, in formato PNG. Tenendo premuto anche il tasto control, insieme alle combinazioni di cui sopra, lo screenshot viene salvato nella clipboard anziché sulla scrivania (o nella cartella impostata come posizione predefinita per gli screenshot).

Se lo desideri, puoi modificare “al volo” gli screenshot realizzati facendo clic sull'anteprima dell'immagine che compare nell'angolo in basso a destra dello schermo e servendoti degli strumenti dell'editor che compare sullo schermo. Per salvare i cambiamenti, clicca sul pulsante Fine posta in alto; per condividerla, premi invece sul pulsante della condivisione.

Applicazioni di terze parti

Come fare screenshot

Laddove l'applicazione Istantanea Schermo non fosse adatta alle tue esigenze, puoi rivolgerti a uno dei tanti software alternativi adatti allo scopo.

  • CleanShot X: si tratta di un'utility che consente di fotografare l'intera Scrivania, parte di essa oppure il contenuto di una finestra (incluse le parti non immediatamente visibili) nel giro di un paio di clic. L'applicazione è a pagamento, con prezzi a partire da 29$ una tantum, ma può essere utilizzata in modo “gratuito” abbonandosi al servizio Setapp, il quale consente di accedere liberamente a oltre 200 applicazioni a pagamento per macOS, in cambio di una quota mensile oppure annuale (con prezzi a partire da 9,99$/mese e prova gratuita di 7 giorni). Maggiori info qui.
  • Shottr: è un'applicazione che consente di acquisire schermate di vario tipo, incluse quelle “a scorrimento”, e di modificarle in pochissimo tempo aggiungendovi annotazioni, fumetti e altri elementi grafici. È gratuita.
  • Monosnap: si tratta di un'applicazione, disponibile anche per Windows, che consente di catturare rapidamente immagini dello schermo e di applicarvi frecce, linee, rettangoli di selezione e testo. Di base, l'applicazione è gratuita ma presenta alcune limitazioni, che possono essere bypassate sottoscrivendo un piano a pagamento (con prezzi a partire da 2,50$/mese per uso personale e non commerciale).

Per approfondimenti, dà uno sguardo al mio tutorial su come fare screenshot su Mac, ricco di informazioni in merito.

Come fare screenshot su Android

Come fare screenshot su Android

A dispetto di quanto si potrebbe pensare, acquisire uno screenshot su smartphone e tablet animati dal sistema operativo Android è semplicissimo! Ti segnalo che le indicazioni qui presenti valgono sia per i telefoni che per i tablet animati dal robottino verde: pertanto, se ti stai chiedendo come fare screenshot su tablet Samsung o su tablet di altri produttori, direi che ti trovi nella sezione giusta.

Ad ogni modo, tutto ciò che devi fare è aprire l'app (o il sito Web) che intendi “fotografare” e, successivamente, premere la combinazione di tasti Power+Volume giù (sui dispositivi sprovvisti di tasto Home fisico), oppure Power+Home (sui dispositivi che dispongono di tasto Home fisico).

Le immagini così ottenute vengono salvate automaticamente nella galleria fotografica del dispositivo, solitamente in formato PNG o JPG, e possono essere visualizzate semplicemente avviando l'app di gestione immagini integrata (ad es. Foto oppure Galleria). In alcuni casi, potrebbe essere necessario recarsi nella scheda relativa alla Raccolta oppure agli Album e fare tap sul riquadro Screenshot, per visualizzare le schermate acquisite.

Sui dispositivi dotati di un'edizione di Android relativamente recente e di specifiche caratteristiche dello schermo, potrebbe essere possibile acquisire una foto dello schermo anche previa esecuzione di una specifica gesture, dopo aver abilitato la funzionalità apposita.

Per esempio, sugli smartphone Xiaomi dotati di sistema operativo MIUI 13 (e successivi), è possibile ottenere un risultato del genere recandosi nel menu Impostazioni > Impostazioni aggiuntive > Funzioni gestuali > Cattura uno screenshot: dopo aver spostato su ON la levetta corrispondente alla dicitura Scorri in basso con 3 dita, si può ottenere uno screenshot effettuando uno swipe con tre dita, dalla parte alta dello schermo verso il basso.

Al bisogno, è possibile anche attivare l'acquisizione di una porzione di schermo: per farlo, recati nel menu Impostazioni > Impostazioni aggiuntive > Funzioni gestuali > Screenshot parziale, attiva la levetta corrispondente alla voce Screenshot parziale e, per “fotografare” una precisa parte di schermo, effettua un tap prolungato su quest'ultimo con tre dita e traccia la parte di tuo interesse, mediante il cursore che ti viene proposto.

Su alcuni smartphone Samsung, invece, puoi acquisire uno screenshot semplicemente facendo scorrere il bordo della mano sullo schermo, a palmo aperto e con tutte e quattro le dita distese, mantenendo sempre il contatto con il display: per abilitare questa funzione, recati nel menu Impostazioni > Funzioni avanzate > Movimenti e gesti di Android e sposta su ON l'interruttore corrispondente alla voce Acquisisci con trascinamento palmo.

Per saperne di più riguardo l'argomento, ti rimando alla lettura del mio tutorial generico su come fotografare lo schermo su Android, oppure delle mie guide specifiche dedicate ai dispositivi Samsung, Huawei e Xiaomi.

Come fare screenshot su iPhone

Come fare screenshot su iPhone

Acquisire una “foto” dello schermo di iPhone è altrettanto semplice: se possiedi un telefono munito di Face ID (che prevede dunque lo sblocco tramite riconoscimento del volto), premi contemporaneamente il tasto di accensione del telefono (quello che si trova a destra) e il tasto Volume su; se, invece, possiedi un iPhone dotato di tasto Home fisico oppure virtuale, devi invece premere contemporaneamente quest'ultimo tasto e il tasto di accensione, posto di lato (oppure in alto, sui modelli di iPhone pari o inferiori al 5s). Quest'ultima procedura è valida anche per realizzare screenshot di iPad.

Ad acquisizione avvenuta, vedrai comparire un'anteprima dell'immagine nell'angolo in basso a sinistra dello schermo: facendo tap su di essa, avrai la possibilità di apportare alcune modifiche all'immagine, andando ad aggiungervi sottolineature, annotazioni, forme, disegni, cancellature e altro. Per confermare le modifiche apportate, basta premere sul pulsante Fine e scegliere se salvare lo screenshot come foto nel Rullino, sul dispositivo o iCloud Drive, oppure se disfartene.

A partire da iOS 14, poi, è possibile sfruttare la funzionalità Tocco posteriore, che consente di effettuare determinate operazioni (tra cui l'acquisizione di screenshot) poggiando il dito sul logo della mela morsicata posto sul retro del telefono. Per abilitare questa funzionalità, recati nel menu Impostazioni > Accessibilità > Tocco > Tocco posteriore, premi sulla voce Tocco doppio (se vuoi che la schermata venga acquisita toccando il logo della mela per due volte consecutive) oppure Tocco triplo (se vuoi che la schermata venga acquisita toccando il logo della mela per tre volte consecutive) e seleziona la voce Screenshot dal menu che compare.

Per approfondimenti in merito alle procedure appena spiegate, oppure per ottenere ulteriori informazioni sull'acquisizione di pagine Web, sull'unione di più screenshot e su alcune app di terze parti utili allo scopo, leggi con attenzione le mia guide in cui trovi spiegato come fotografare lo schermo di iPhone e come fare screenshot su iPad.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.