Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare print screen

di

Hai bisogno di salvare quello che ti viene mostrato sullo schermo del computer sotto forma di immagine? Il metodo più semplice per fare ciò è creare uno screenshot, cioè una fotografia del desktop, utilizzando il tasto Print Screen o delle funzioni alternative a quest'ultimo. Si tratta di una procedura molto semplice, che richiede solo l'esecuzione di alcuni comandi, ma se non sei ferrato in ambito tecnologico, potrebbe esserti utile avere una mano in tal senso.

Con la guida di oggi, il mio scopo è proprio quello di illustrarti come fare print screen sul computer, sia che tu abbia Windows che macOS. Ti spiegherò come attuare questa procedura tramite gli strumenti predefiniti dei sistemi operativi in questione, ma te ne consiglierò anche alcuni di terze parti che potrebbero fare al caso tuo. Inoltre, se possiedi uno smartphone o un tablet, ti indicherò come acquisire una schermata in modo semplice e veloce anche su questi device.

Come dici? È proprio quello che stavi cercando? Se le cose stanno così, non perdiamo altro tempo! Mettiti davanti al computer o prendi in mano il tuo smartphone o tablet e leggi attentamente i suggerimenti contenuti nei passi qui sotto. Sono sicuro che riuscirai a raggiungere il tuo obiettivo, potendo così salvare delle schermate da condividere o archiviare. Sei pronto per cominciare? Sì? Mettiamoci subito all'opera allora! A me non resta altro che augurarti una buona lettura e un buon divertimento!

Indice

Come fare print screen su PC

Se quello che ti interessa capire è come fare print screen su PC, andando ad agire su Windows, sia sulle versioni più recenti del sistema operativo che su quelle più datate, trovi proprio qui sotto le indicazioni a cui devi attenerti.

Fare print screen su Windows 11

Come fare screenshot su PC Windows 11

Se vuoi fare print screen su Windows 11, puoi avvalerti dello Strumento di cattura integrato, il quale permette di “fotografare” il desktop, una porzione di esso oppure un'intera finestra.

Per accedervi, digita “cattura e annota” nel menu Start di Windows 11 e seleziona il collegamento pertinente. In alternativa, richiama lo strumento mediante la combinazione di tasti Win+Maiusc+S.

A questo punto, serviti della barra degli strumenti comparsa in alto per stabilire il tipo di selezione da eseguire: forma rettangolare (l'icona del rettangolo), forma libera (l'icona della linea curva), singola finestra (l'icona del rettangolo con il bordo superiore) oppure intero desktop (l'icona del rettangolo con gli angoli in evidenza).

In seguito, traccia la porzione di desktop da acquisire oppure seleziona la finestra da “immortalare” (se necessario) e rilascia la selezione per copiare l'immagine ottenuta negli appunti e incollarla ove desiderato.

Puoi anche decidere di editare lo screenshot tramite lo strumento predefinito per la cattura, cliccando sulla miniatura che compare nell'angolo in basso a destra dello schermo e intervenendo mediante i vari comandi disponibili per aggiungere testo, forme ecc. A modifiche concluse, salva l'immagine cliccando sull'icona del floppy disk situata in alto a destra oppure condividila in altre applicazioni premendo sull'icona della condivisione.

Se lo ritieni opportuno, puoi anche fare in modo che lo screenshot venga salvato immediatamente dopo essere stato acquisito. Per riuscirci, seleziona il pulsante (…) posto in alto a destra nella schermata principale dello Strumento di cattura, scegli la voce Impostazioni dal menu che compare e sposta su ON la levetta accanto alla voce Chiedi di salvare la cattura.

Dalla medesima schermata di cui sopra del tool per realizzare print screen puoi anche fare in modo che lo screenshot venga catturato con un leggero ritardo tra il clic e l'effettiva acquisizione, premendo sull'icona dell'orologio situata in alto e impostando il timer dal menu proposto.

Fare print screen su Windows 10 e precedenti

Come fare screenshot su PC

Se possiedi una versione del sistema operativo di casa Microsoft meno recente e allora vuoi fare print screen su Windows 10 e precedenti, puoi usare una versione dello Strumento di cattura meno aggiornata, ma comunque perfettamente funzionante.

Per potertene servire, accedi al menu Start, digita “strumento di cattura” e apri il primo risultato pertinente.

Ora che visualizzi la finestra del tool sul desktop, clicca sulla freccia angolare posta accanto al pulsante Nuovo oppure sul pulsante Ritarda per definire il tipo di screen da catturare: puoi scegliere tra schermo intero, singola finestra oppure puoi impostare la cattura personalizzata. Premendo sul pulsante Nuovo, invece, viene generata immediata un'istantanea dello schermo.

In seguito, seleziona l'area del desktop o la finestra da catturare e apporta eventuali personalizzazioni allo screenshot ottenuto mediante gli strumenti di editing disponibili nella finestra successivamente proposta.

A modifiche ultimate, clicca sull'icona del floppy disk in alto a sinistra e scegli la cartella in cui salvare la schermata. Puoi anche scegliere un formato di output diverso da quello di default che è PNG, selezionando preventivamente una delle voci che si trovano nel menu a tendina Salva come.

Fare print screen da tastiera

Come fare print screen

Se vuoi velocizzare la cattura delle schermate, puoi anche fare print screen da tastiera, premendo alcuni appositi tasti, quelli elencati di seguito.

  • Stamp — consente di catturare uno screenshot di tutto quanto visualizzato sullo schermo e di copiarlo negli appunti di Windows, in modo da poterlo incollare in un qualsiasi programma per grafica. Da notare che su alcune tastiere i suddetto tasto è indicato come Prnt, Prt Scr, Prnt oppure Print. Inoltre, su alcuni notebook è situato su un tasto multifunzione e in questi casi per fare print screen su portatile potrebbe essere necessario premere simultaneamente il tasto Fn.
  • Alt+Stamp — consente di acquisire soltanto la finestra attiva.
  • Win+Stamp — consente di acquisire una schermata dell'intero desktop e la salva come file PNG nella cartella Immagini > Screenshot.
  • Win+Alt+Stamp — consente di acquisire una schermata della finestra attiva e di salvarla direttamente come file PNG nella cartella Immagini > Screenshot.

Altre soluzioni per fare print screen su PC

Come fare print screen

Nel caso in cui gli strumenti predefiniti di Windows per fare print screen non ti avessero soddisfatto, puoi valutare di impiegare altre soluzioni di terze parti adibiti allo scopo, come quelli che ho provveduto a inserire nell'elenco sottostante.

  • Greenshot — è senza indugio uno dei migliori software per l'acquisizione di diverse tipologie di screenshot e integra anche un editor pieno zeppo di funzioni per poterli modificare. È gratis.
  • ShareX — ulteriore programma gratuito e di natura open source adibito alla realizzazione di screenshot. Offre la possibilità di personalizzare da cima a fondo l'interfaccia dell'editor e le modalità di acquisizione e salvataggio delle immagini, le quali possono anche essere caricate in automaticamente nel cloud. È gratis.

Come fare print screen su Mac

Possiedi un computer a marchio Apple e, dunque, ti piacerebbe capire come fare print screen su Mac? Allora le indicazioni alle quali devi attenerti sono quelle che trovi qui sotto, valide per tutte le più recenti versioni di macOS.

Fare print screen su macOS

Screen Mac

Per fare print screen su macOS, puoi avvalerti dell'applicazione predefinita del sistema operativo per compiere questo tipo d'operazione: Screenshot (nota anche come Istantanea schermo).

Per potertene servire, apri il Launchpad cliccando sulla relativa icona (quella con i quadrati colorati) posta sulla barra Dock, accedi alla cartella Altro e avvia l'app cliccando sull'icona della macchina fotografica. In alternativa, puoi aprire Screenshot utilizzando la combinazione di tasti cmd+alt+5.

Ora che visualizzi la toolbar dell'applicazione Screenshot, se desideri fare print screen dell'intero schermo del Mac, seleziona l'opzione Acquisisci l'intero schermo e premi sulla voce Acquisisci oppure fai clic con il tasto sinistro del mouse in un punto qualsiasi dello schermo.

Se poi vuoi realizzare lo screenshot di una determinata finestra puoi farlo scegliendo l'opzione Acquisisci finestra selezionata e cliccando sulla schermata di riferimento.

Tramite l'opzione Acquisisci selezione, selezionando l'area di tuo interesse e premendo sul pulsante Acquisisci puoi invece realizzare lo screenshot di una porzione di schermo.

A prescindere dal tipo di screenshot effettuato, vedrai comparire una sua miniatura nell'angolo in basso a destra dello schermo e facendoci clic sopra potrai accedere all'editor che consente di apportare modifiche all'immagine mediante gli appositi strumenti per aggiungere testo, forme ecc. collocati nel menu relativo alla finestra apertasi.

Inoltre, premendo sull'icona della freccia dentro un quadrato e selezionando una delle opzioni disponibili dal menu proposto puoi condividere la cattura dello schermo a mezzo email o SMS oppure puoi utilizzarlo con altre applicazioni presenti sul tuo Mac.

Per impostazione predefinita, tutti gli screenshot realizzati vengono salvati sulla scrivania. Per modificare la posizione di output e per decidere anche se impostare un timer e visualizzare le summenzionate miniature fluttuanti ti basta fare clic preventivamente sul pulsante Opzioni sulla toolbar di Screenshot e intervenire sulle voci disponibili.

Un'altra cosa che ti faccio notare è che di default gli screenshot vengono salvato in formato PNG. Se desideri modificare il formato di salvataggio, puoi aprire l'app Terminale (la trovi nella cartella Altro del Launchpad) e immettere il comando defaults write com.apple.screencapture type jpg (al posto di jpg puoi inserire il formato di file grafico che preferisci), seguito dalla pressione del tasto Invio sulla tastiera. Per fare i modo che le modifiche vengano effettivamente applicate, prima di chiudere il Terminale impartisci anche il comando killall SystemUIServer.

Sappi altresì che agli screenshot delle singole finestre viene automaticamente applicato un effetto ombra che puoi eventualmente disattivare sempre agendo da Terminale, impartendo i comandi defaults write com.apple.screencapture disable-shadow -bool true e killall SystemUIServer (per riattivare l'ombreggiatura ti basterà impartire nuovamente i medesimi comando, cambiando true in false nel primo).

Se la soluzione inclusa “di serie” in macOS non dovesse soddisfarti, puoi rivolgerti a CleanShot X, una rinomata utility che permette di realizzare screenshot e video dell'intero desktop (comprensive anche di audio interno), di parte di esso oppure di una singola finestra in modo facilissimo. È a pagamento (presenta prezzi a partire da 29$ una tantum), ma si può usare anche tramite il servizio Setapp, il quale consente di accedere liberamente a oltre 200 applicazioni a pagamento per macOS in cambio di una quota mensile oppure annuale (con prezzi a partire da 9,99$/mese e prova gratuita di 7 giorni), come ti ho spiegato nella mia guida sull'argomento.

Fare print screen da tastiera

Tastiera Mac

Se prediligi l'uso delle combinazioni di tasti, ti comunico che puoi anche fare print screen da tastiera sul tuo Mac. In che modo? Come indicato di seguito.

  • cmd+shift+3 — consente di “immortalare” l'intero schermo del Mac.
  • cmd+shift+4 — consente di catturare una singola porzione dello schermo e, tramite il mirino che comparire, si può selezionare l'area di riferimento tenendo premuto il tasto sinistro del mouse.
  • cmd+shift+4+barra spaziatrice — consente di fare print screen di una singola finestra di cui sopra, selezionando con il cursore (che nel frattempo ha assunto la forma di una fotocamera) quella d'interesse e facendoci clic sopra.
  • ctrl+cmd+shift+3 — consente di realizzare uno screenshot dell'intero schermo del Mac senza salvarlo in automatico sulla scrivania per poterlo incollare ove desiderato.
  • ctrl+cmd+shift+4 — consente di catturare solo una porzione di schermo o di una singola finestra di cui sopra, in modo da poter incollare successivamente l'immagine ottenuta.

Ti segnalo che a tutte le combinazioni di tasti appena menzionate è possibile aggiungere la pressione del tasto control per salvare lo screenshot nella clipboard anziché in un file.

Come fare print screen su Android

Smartphone Android

Passiamo, adesso, al mondo mobile e andiamo a scoprire come fare print screen su Android. Puoi riuscirci sempre servendoti delle funzioni predefinite del sistema operativo, è un gioco da ragazzi.

Tipicamente, basta premere tasto accensione+tasto Volume basso o tasto accensione+tasto Home. Le immagini ottenute vengono salvate automaticamente nella galleria fotografica del dispositivo, in formato PNG e possono essere visualizzate avviando l'app di gestione immagini integrata (es. Google Foto) e, in genere, accedendo alla sezione Raccolta oppure a quella Album e selezionando la voce Screenshot.

Alcuni dispositivi Android permettono anche di fare print screen mediante l'esecuzione di una gesture, dopo aver attivato la funzione apposita nelle impostazioni. Per fare un esempio pratico, per fare print screen Samsung si può catturare uno screenshot facendo scorrere il bordo della mano sullo schermo, a palmo aperto e con tutte e quattro le dita distese, attivando prima la funzione nella sezione Impostazioni > Funzioni avanzate > Movimenti e gesti di Android e spostando su ON la levetta posta in corrispondenza dell'opzione Acquisisci con trascinamento palmo, come spiegato in dettaglio nelle mie guide su come fotografare lo schermo su Android e come fare screenshot Samsung.

Come fare print screen su iPhone

iPhone 13

Possiedi un “melafonino” e quindi ti interessa capire come fare print screen su iPhone (o iPad)? Anche in tal caso non devi fare nulla di particolarmente complicato, basta usare le funzioni “di serie” ed è fatta.

Per la precisione, raggiungi la schermata che intendi “fotografare” sul tuo iPhone e se possiedi un dispositivo con Face ID premi contemporaneamente il tasto di accensione del telefono e il tasto Volume su, mentre se possiedi un iPhone dotato di tasto Home fisico devi premere contemporaneamente quest'ultimo tasto e il tasto di accensione.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, comparirà un'anteprima dello screenshot nell'angolo in basso a sinistra dello schermo e premendoci sopra avrai la possibilità di modificare l'immagine ottenuta, aggiungendovi sottolineature, annotazioni, forme ecc.

Per confermare le modifiche eventualmente apportate, sfiora il tasto Fine e decidi se e in che modo salvare lo screenshot, come ti ho spiegato in dettaglio nella mia guida su come fotografare lo schermo di iPhone.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.