Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fotografare il desktop

di

Ti è mai capitato di dover scattare una foto al desktop del computer per mostrare la schermata di un programma o il dettaglio di una pagina Web a un tuo amico via email? Se la risposta è affermativa, ma sei ancora fermo al concetto che per fotografare il desktop è obbligatorio premere il tasto “Stamp” della tastiera e incollare la schermata catturata in Paint, stammi a sentire che hai bisogno di un piccolo “corso di aggiornamento”.

Oggi esistono infatti dei tool che permettono di catturare screenshot del desktop in una maniera assai più semplice e veloce rispetto a quella che conosci. Basta premere un apposito comando e si possono creare delle foto perfette dell'intero schermo o solo di porzioni di esso. Nella maggior parte dei casi il tutto è fattibile anche direttamente mediante delle scorciatoie da tastiera.

Come dici? Non mi credi? E allora prenditi qualche minuto di tempo libero e concentrarti su questa mia guida incentrata sull'argomento. Sono certo che rimarrai stupito da quanto semplice e veloce possa essere la cosa e che in caso di necessità sarai anche pronto e ben disponibile a fornire tutte le spiegazioni del caso ai tuoi amici desiderosi di ricevere una dritta analoga. Scommettiamo?

Indice

Come fotografare il desktop del PC

Se vuoi scoprire come fotografare il desktop del PC, ti informo che a seconda della versione di Windows che stai adoperando devi intervenire con strumenti differenti. Ad ogni modo, non temere, trovi spiegato tutto dettagliatamente qui sotto.

Come fotografare il desktop: Windows 10

Cattura e annota Windows 11

Se quello che vuoi fare è fotografare il desktop di Windows 10 e Windows 11, ti comunico che puoi riuscirci rivolgendoti allo strumento Cattura e annota, che è integrato direttamente nel sistema operativo (qualora rimosso, può essere scaricato nuovamente e gratuitamente dalla relativa sezione del Microsoft Store) ed è stato ideato in maniera specifica per compiere l'operazione oggetto di questa guida.

Per potertene servire, avvia il tool facendo clic sul pulsante Start (quello con il logo di Microsoft) presente sulla barra delle applicazioni, digitando “cattura e annota” nel campo di ricerca e selezionando il suggerimento pertinente nel menu che si apre.

Ora che visualizzi la schermata principale del tool sul desktop, fai clic sul pulsante Nuovo collocato in alto a sinistra per avviare la cattura dello schermo. Puoi anche decidere di impostare un timer da 3 o 10 secondi tra la selezione dell'area da catturare e l'effettiva realizzazione della foto, cliccando preventivamente sul pulsante raffigurante la freccia verso il basso che trovi accanto al tasto Nuovo e scegliendo l'opzione che preferisci dal menu proposto.

A questo punto, traccia il rettangolo per la cattura dello screenshot, facendo clic nel punto d'inizio e, continuando a tenere premuto, spostando il mirino appena comparso sino al punto di tuo interesse.

Se necessario, puoi selezionare una modalità di cattura differente da quella rettangolare facendo clic sui pulsanti sulla barra degli strumenti visibile in alto. Per la precisione, il tasto con il disegno curvo permette realizzare uno screenshot tracciando una forma personalizzata, quello con i due rettangoli sovrapposti consente di effettuare l'acquisizione di una specifica finestra di cui sopra, mentre quello con il rettangolo con gli angoli in evidenza consente di acquisire immediatamente una schermata dell'intero desktop. Per reimpostare la funzione di cattura predefinita, ti basta cliccare sul pulsante con il rettangolo che trovi sempre sulla toolbar.

Completata la procedura di acquisizione, si aprirà automaticamente l'editor del programma, tramite cui potrai visualizzare l'immagine acquisita e potrai anche apportavi eventuali modifiche, andandolo a ritagliare, aggiungendovi annotazioni, tratti ed evidenziazioni, tutto adoperando i pulsanti appositi collocati in alto.

Una volta ultimate le modifiche o comunque per salvare l'immagine catturata, premi sul pulsante con il floppy disk in alto a destra e indica la posizione di output, il nome e il formato che preferisci. Puoi altresì premere sul tasto con i due fogli per copiare lo screenshot nella clipboard di Windows e incollarlo ove opportuno.

Se prediligi l'uso delle scorciatoie da tastiera, puoi anche decidere di avvalerti delle seguenti shortcut per fotografare il desktop del tuo PC.

  • Stamp — permette di copiare un'istantanea dello schermo negli appunti di Windows da incollare in qualsiasi programma di grafica.
  • Alt+Stamp — permette di acquisire la finestra attiva sullo schermo, salvando l'immagine nella cartella Immagini/Screenshot.
  • Win+Stamp — permette di acquisire una schermata dell'intero desktop, Immagini/Screenshot
  • Shift/Maiusc+Win+S — permette di richiamare lo strumento Cattura e annota.

Come fotografare il desktop: Windows 7

Strumento di cattura

Possiedi un computer più datato e, dunque, vorresti scoprire come fotografare il desktop di Windows 7 o comunque di una versione meno recente del sistema operativo di casa Microsoft? In tal caso, puoi avvalerti di un'altra utility predefinita presente sulle versioni di Windows più “vetuste”: Strumento di cattura.

Per potertene servire, avvia il tool premendo sul pulsante Start (quello con il logo di Microsoft) che trovi sulla barra delle applicazioni, digitando “strumento di cattura” nel campo di ricerca visualizzato e selezionando poi il suggerimento pertinente tra quelli proposti.

Ora che sul desktop visualizzi la barra degli strumenti del programma, per fotografare il desktop clicca sul pulsante Nuovo presente su di essa e servirti del puntatore per tracciare un rettangolo con l'area di schermo di riferimento, facendo clic, continuando a tenere premuto e rilasciando la “presa” sino al punto di tuo interesse.

Se hai necessità di “immortalare” il desktop in un formato diverso dal predefinito che è quello rettangolare, puoi riuscirci premendo preventivamente sul pulsante con la freccia verso il basso situato sulla toolbar di Strumento di cattura e scegliendo l'opzione Cattura formato libero per realizzare uno screenshot tracciando una forma personalizzata, Catturare una singola finestra per catturare lo screenshot di una specifica finestra oppure Cattura schermo intero per realizzare uno screenshot dell'intero desktop. Per reimpostare il formato di cattura predefinito, invece, scegli l'opzione Cattura rettangolare.

Dopo aver catturato lo screenshot, si aprirà l'editor del programma con all'interno l'immagine ottenuta e su cui puoi eventualmente intervenire andando ad apportare modifiche varie con gli strumenti disponibili, ad esempio aggiungendo tratti ed evidenziazioni. A modifiche completate o comunque per salvare lo screenshot, fai clic sul pulsante con il floppy disk situato in alto a sinistra e indica posizione, nome e formato di output.

Come fotografare il desktop del Mac

Come fotografare il desktop

Possiedi un computer a marchio Apple e ti piacerebbe capire come fotografare il desktop del Mac? Ti accontento subito! Si tratta di un'operazione possibile senza dover ricorrere all'uso di soluzioni di terze parti. Basta usare l'applicazione Screenshot (altrimenti nota come Istantanea schermo) che è inclusa di serie sul sistema operativo di casa Apple e che permette appunti di creare un'instantanea dello schermo e il gioco è fatto.

Per potertene servire, accedi al Launchpad cliccando sulla relativa icona (quella con i quadrati colorati) situata sulla barra Dock, apri la cartella Altro e avvia l'app Screenshot cliccando sulla sua icona (quella con la macchina fotografica).

Ora che visualizzi la barra degli strumenti dell'applicazione, se desideri catturare uno screenshot dell'intero schermo del Mac devi selezionare l'opzione Acquisisci l'intero schermo e premere sulla voce Acquisisci (o fare clic con il tasto sinistro del mouse in un punto qualsiasi dello schermo), per catturare una finestra specifica devi invece scegliere l'opzione Acquisisci finestra selezionata e cliccare sulla finestra di tuo interesse, mentre scegliendo l'opzione Acquisisci selezione e selezionando l'area di tuo interesse (facendo clic nel punto d'inizio e, continuando a tenere premuto, spostando il mirino appena comparso sino al punto di fine) e premendo sul pulsante Acquisisci è possibile fare lo screenshot di una specifica porzione dello schermo.

Tutta le schermate catturate vengono salvate in automatico sulla Scrivania di macOS, ma eventualmente è possibile modificare la posizione di output dalle preferenze di Screenshot. Per riuscirci, dunque, premi sul menu Opzioni che si trova sulla barra di Screenshot e seleziona una delle opzioni disponibili che trovi in corrispondenza della sezione Salva in dal menu che si aperto.

Ti segnalo altresì che sempre dal medesimo menu di cui sopra, dalle sezioni Opzioni e Timer dello stesso, puoi regolare altre proprietà avanzate per la realizzazione degli screenshot, come l'inclusione del puntatore del mouse negli screenshot e l'impostazione di un timer per ritardare la cattura dello schermo ecc.

A prescindere dalla tipologia di screenshot effettuato, ogni volta che ne realizzi uno viene mostrata la relativa miniatura nell'angolo in basso a destra dello schermo e facendoci clic sopra puoi accedere all'editor mediante cui apportare modifiche “al volo” all'immagine ottenuta, usando gli strumenti di editing appositi, quelli per aggiungere forme, testi ecc., annessi alla finestra visualizzata. Inoltre, premendo sull'icona della freccia dentro un quadrato e selezionando una delle opzioni disponibili è possibile condividere lo screen tramite email o SMS o usarlo con altre applicazioni presenti sul Mac.

Da notare che per impostazione predefinita tutti gli screenshot catturati con l'utility di macOS vengono salvati in formato PNG, ma volendo è possibile modificare questo comportamento aprendo l'applicazione Terminale, impartendo il comando defaults write com.apple.screencapture type jpg (al posto di jpg va inserito il formato di file grafico preferito) e premendo il tasto Invio sulla tastiera. Per rendere le modifiche effettive, prima di chiudere il Terminale bisogna inserire anche il comando killall SystemUIServer.

Se prediligi l'uso delle scorciatoie da tastiera, ti comunico che puoi avvalerti delle funzioni di macOS per la cattura degli screenshot anche direttamente tramite le seguenti combinazioni di tasti.

  • cmd+alt+5 — permette di aprire l'applicazione Screenshot.
  • cmd+shift+3 — permette di catturare l'intero schermo.
  • cmd+shift+4 — permette di catturare una specifica finestra.
  • cmd+shift+4 — permette di catturare una singola porzione dello schermo.
  • ctrl+cmd+shift+3 — permette di catturare l'intero schermo salvando l'immagine ottenuta solo nella clipboard di macOS.
  • ctrl+cmd+shift+4 — permette di catturare una porzione dello schermo salvando l'immagine ottenuta solo nella clipboard di macOS.

Come fotografare il desktop del cellulare

Se, invece, quello che ti interessa fare è andare a fotografare il desktop del cellulare, sia che si tratti di Android che di un iPhone, le istruzioni che devi seguire sono quelle che trovi qui sotto. Non temere, è molto semplice, hai la mia parola.

Come fotografare il desktop: Android

Come fotografare lo schermo Android

Se desideri fotografare il desktop di Android, ti comunico che puoi riuscirci adoperando delle combinazioni di tasti apposite, valide sugli smartphone (e i tablet) di tutti i principali produttori hardware, ovvero: Power+Home sui terminali Android dotati di tasto Home fisico; Power+Volume giù sui terminali Android che non dispongono del tasto Home fisico.

In tutti i casi, la realizzazione dello screenshot viene segnalata con il lampeggiamento dello schermo e l'emissione di un suono simile a quello di uno scatto realizzato con una macchina fotografica.

Gli screenshot realizzati vengono salvati nella cartella Screenshots do Android e per poterli visualizzare occorre aprire l'applicazione Foto/Galleria oppure raggiungere la posizione di riferimento tramite un file manager (es. Files di Google).

Se poi vuoi condividere rapidamente uno screenshot che hai realizzato, puoi farlo aprendo il menu delle notifiche di Android (scorrendo il dito dalla cima dello schermo verso il basso), premendo sul pulsante Condividi che si trova sotto la dicitura Screenshot acquisito e selezionando l'applicazione di riferimento.

Tieni comunque presente che molti produttori hanno l'abitudine di personalizzare i propri dispositivi aggiungendo app, funzioni e look caratteristici ad Android. Tra le feature soggette a personalizzazioni c'è anche quella per la cattura degli screenshot, che su molti terminali si può richiamare mediante apposite gesture e scorciatoie. Purtroppo non posso essere più preciso perché non conosco marca e modello esatti del dispositivo da te posseduto, ma ad esempio se vuoi fotografare desktop Samsung puoi leggere la mia guida specifica sull'argomento, mentre se ti interessa capire come procedere con un terminale HUAWEI puoi leggere quest'altro mio tutorial ad hoc.

Come fotografare il desktop: iPhone

Come fotografare il desktop

Possiedi uno smartphone o un tablet a marchio Apple e, dunque, ti stai domandando come fotografare il desktop dell'iPhone (o dell'iPad, non cambia nulla)? Se la risposta è affermativa, puoi riuscirci usando le seguenti combinazioni di tasti: Power+Volume su se stai usando un iPhone dotato di Face ID; Power+Home se stai usando un iPhone dotato di tasto Home fisico.

Quando la cattura dello schermo viene effettuata, sul display compare un flash e viene riprodotto un suono come quello dell'otturatore della macchina fotografica. Inoltre, tutti gli screenshot realizzati vengono mostrati di volta in volta in miniatura nell'angolo in basso a sinistra dello schermo e premendoci sopra è possibile visualizzare l'immagine ottenuta e accedere all'editor per apportarvi modifiche di vario genere, aggiungendo testi, disegni ecc.

Da notare che tutti gli screenshot realizzati vengono salvati automaticamente nella galleria di iOS, a cui è possibile accedere adoperando l'app Foto.

Programma per fotografare il desktop

Computer portatile e ragazzo

Se cerchi un programma per fotografare il desktop diverso dalle soluzioni “di serie” di Windows e macOS che ti ho già suggerito, ti informo che hai dalla tua svariate soluzioni alle quali poterti rivolgere, sia gratis che a pagamento, come quelle di cui ti ho parlato nella mia guida sui programmi per catturare lo schermo.

Esistono anche delle app per Android e iOS/iPadOS alle quali puoi valutare di rivolgerti: le più interessanti della categoria le trovi indicate nel mio post sulle app per fare screenshot.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.