Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come funziona BeReal

di

Recentemente alcuni tuoi conoscenti ti hanno chiesto se utilizzi BeReal. Dal momento che non avevi mai sentito parlarne prima d'ora, ovviamente hai risposto di no e, alla prima occasione utile, hai deciso di fiondarti su Internet per capire esattamente di cosa si tratta. Beh, in tal caso sappi che sei capitato proprio nel posto giusto al momento giusto!

Nelle prossime righe, infatti, avrò modo di spiegarti come funziona BeReal, una piattaforma nata in Francia nel 2020 che, come intuibile dal suo nome, incoraggia gli utenti a mostrarsi nella loro quotidianità senza filtri, cercando di essere il più reali e naturali possibili. Una notifica, infatti, incita l'utente che ha installato l'app sul proprio dispositivo a scattare una foto e postarla entro due minuti dalla ricezione dell'alert: il tutto senza effetti, filtri o altro.

Come puoi ben capire, quindi, BeReal è un social abbastanza diverso dagli altri, che si contrappone a Instagram, TikTok e compagnia proprio per il suo voler promuovere un uso moderato della tecnologia: postare pochi contenuti e senza filtri, per non creare finti canoni estetici o fingere di avere vite da star hollywoodiane quando la realtà è ben diversa. Se ti interessa sapere come puoi avvalertene, non devi fare altro che continuare a leggere: qui sotto trovi spiegato come scaricare BeReal, come creare un account, come postare contenuti alla ricezione della fatidica notifica e altro ancora. Buona lettura e buon divertimento!

Indice

Come scaricare BeReal

Prima di spiegarti come funziona BeReal devi innanzitutto provvedere a scaricare l'app ufficiale del social network. Lascia che ti spieghi come fare ciò sia su Android che su iPhone (da PC, almeno nel momento in cui scrivo, il servizio non è accessibile).

Android

Scaricare BeReal su Android

Se vuoi scaricare BeReal su Android, la prima cosa che devi fare è aprire il Play Store (con un tap sull'icona del triangolo colorato posta nella schermata Home o nel drawer delle applicazioni).

Fatto ciò, fai tap sulla barra di ricerca che si trova in alto, scrivi “bereal” all'interno di quest'ultima e poi premi sul pulsante Cerca (il simbolo della lente d'ingrandimento, situato nell'angolo in basso a destra della tastiera). Ora, individua l'icona di BeReal, sopra (oppure fai tap sul nome BeReal), così da recarti sulla sua pagina di download. Nel caso in cui tu stia leggendo questo tutorial dal device Android sul quale intendi installare BeReal, puoi recarti sulla sua schermata di download premendo direttamente su questo link.

In conclusione, premi sul bottone Installa, attendi che la procedura di installazione venga avviata e completata (qualora ti venisse chiesto di completare la configurazione dell'account inserendo un metodo di pagamento valido, ignora la cosa pigiando sulla voce apposita) e il gioco è fatto.

Se hai un dispositivo senza i servizi di Google, puoi cercare BeReal su store alternativi.

iPhone

Scaricare BeReal su iPhone

Hai un iPhone? Dal momento che BeReal è disponibile anche per iOS, lascia che ti spieghi come installare l'app sul tuo “melafonino”.

Innanzitutto, apri l'App Store, facendo tap sull'icona azzurra raffigurante la “A” bianca stilizzata posta nella schermata Home o nella Libreria app di iOS, pigia sul pulsante Cerca (in basso a destra) e, nel campo di ricerca posto nella parte superiore dello schermo, scrivi “bereal”.

Premi, poi, sul risultato della ricerca corrispondente a BeReal (se stai agendo direttamente dall'iPhone sul quale desideri installare l'app, puoi velocizzare il tutto premendo su questo link), fai tap sul pulsante Ottieni e conferma l'operazione con il Face ID, il Touch ID o la password del tuo ID Apple. Niente di complicato, vero?

Come si usa BeReal

Dopo aver portato a termine il download dell'app ufficiale del servizio è giunto il momento di scoprire come si usa BeReal. Trovi tutto spiegato qui sotto.

Creare un account BeReal

Iscriversi a BeReal

Dopo aver scaricato e avviato l'app BeReal, premi sul pulsante Continua per tre volte di seguito, poi sul bottone Iniziamo e, quindi, provvedi a creare l'account sulla piattaforma.

Per riuscirci, rispondi alle domande che ti vengono poste indicando il tuo nome, la tua data di nascita, il tuo numero di telefono e il codice di verifica che ti viene inviato via SMS al numero mediante cui hai deciso di registrarti, avendo cura di premere sul pulsante Continua di volta in volta.

Successivamente, indica il tuo username, concedile i permessi necessari per funzionare (in primis quello relativo alla ricezione delle notifiche) e segui le indicazioni su schermo per finalizzare la creazione dell'account.

Postare contenuti su BeReal e interagire con i post altri

Postare contenuti su BeReal

Veniamo ora al clou dell'articolo andando a vedere come postare contenuti su BeReal. Come ti ho già accennato nella battute introduttive del post, a differenza degli altri social network, su BeReal non è possibile postare contenuti quando si desidera farlo; lo si può fare solo alla ricezione di una notifica da parte del social network ed entro due minuti dalla ricezione della stessa.

Quando ricevi una notifica BeReal, quindi, fai tap su di essa per aprire l'app e premi sull'anello posto in fondo allo schermo per scattare il tuo primo BeReal, il quale sarà visibile solo ai tuoi amici (il pulsante in basso ti mostra le impostazioni sulla privacy). Pigiando sull'icona del fulmine, su quella delle due frecce circolari e su quella 2x puoi, rispettivamente, attivare/disattivare il flash, cambiare fotocamera e zoomare l'inquadratura.

Nello scattare la foto tieni conto che te ne verrà scattata una anche frontalmente, per immortalare il tuo volto mentre svolgi l'attività che stai postando sul tuo profilo BeReal. Una volta che hai realizzato il contenuto, per pubblicarlo sul tuo profilo, non ti resta che premere Invia ‣ e il gioco è praticamente fatto. I passaggi appena mostrati vanno eseguiti ogni qual volta ti viene inviata la notifica per realizzare un BeReal (se ti va di condividere ciò che stai facendo al momento della ricezione dell'alert). Facile, vero?

Per interagire con i contenuti altrui, ti basta recarti nella scheda I miei amici, dove trovi i contenuti delle persone che hai aggiunto agli amici (operazione che puoi compiere pigiando sull'username di un utente e inviandogli una richiesta di amicizia con un tap sul bottone Aggiungi), oppure in Discovery, per scorrere il feed di BeReal con i contenuti suggeriti/interessanti.

Una volta trovato un contenuto con cui interagire, premi sull'icona della faccia sorridente (in basso a destra del post) e seleziona un emoji con cui interagire. In conclusione, imita l'emoji che hai scelto e che è rappresentato nella parte superiore della schermata, premi sul pulsante di scatto posto in basso e poi premi sul pulsante Continua, per pubblicare la tua reazione “naturale” al post.

In caso di ripensamenti, qualora tu voglia rimuoverla dal post a cui l'hai aggiunta, ti basterà effettuare un tap prolungato su di essa, pigiare sul bottone rosso (x) e confermare l'operazione con un tap sulla voce Elimina.

Personalizzare l'account BeReal

Personalizzare profilo BeReal

Concludo l'articolo spiegandoti come personalizzare l'account BeReal andando ad aggiungere dettagli sul tuo profilo e consentire così alla community di conoscerti meglio.

Tutto ciò che devi fare per riuscire in questo intento è premere sulle iniziali del tuo nome (in alto a destra), pigiare sul pulsante (…) posto anch'esso in alto a destra e, quindi, fare tap sul tuo nome.

A questo punto, fai tap sulle voci Bio e Luogo per aggiungere una biografia e il luogo da cui provieni e, se lo desideri, aggiungi una foto del profilo pigiando sull'icona della fotocamera posta in corrispondenza del pallino contenente le iniziali del tuo nome.

Come foto del profilo puoi usare il BeReal realizzato poc'anzi, una foto già salvata in Galleria oppure scattarne una al momento con la fotocamera del tuo device. Anche qui tutto molto minimal e semplice!

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.