Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come liberare la RAM del Mac

di

Sei solito eseguire un mucchio di applicazioni contemporaneamente sul tuo Mac e, sebbene le prestazioni del sistema si mantengano generalmente buone, ogni tanto ti capitano dei fastidiosi rallentamenti che ti costringono a interminabili secondi di inattività?

Forse potresti risolvere il problema liberando la RAM del tuo computer e lasciando che i nuovi processi abbiano a disposizione quanta più memoria possibile. Si tratta di un’operazione molto più semplice di quello che immagini. Se non ci credi, leggi le indicazioni su come liberare la RAM del Mac che sto per darti e prova a metterle in pratica.

Prima di vedere in dettaglio come liberare la RAM del Mac, è meglio chiarire alcuni concetti fondamentali cercando di capire meglio come funziona la gestione della memoria su OS X. Per renderti questo passaggio più semplice, recati nella cartella Altro del Launchpad ed avvia l’utility Monitoraggio attività. Ora guarda bene i valori elencati nella sezione Memoria di sistema dell’applicazione:

  • Libera indica la quantità di RAM attualmente disponibile.
  • Wired è il quantitativo di memoria utilizzata dai processi e che non può essere utilizzata per lo swap (ossia non può essere trasferita momentaneamente sul disco fisso).
  • Attiva è il quantitativo di memoria utilizzata attualmente dai processi e che può essere utilizzata per lo swap.
  • Inattiva è una parte della memoria che OS X tiene “in caldo” per dei processi che sono stati chiusi ma potrebbero essere riaperti. Serve quindi a velocizzarne l’eventuale riapertura ma all’occorrenza viene liberata per lasciare spazio ai nuovi processi avviati dall’utente.

Ora, sebbene la gestione della RAM da parte di OS X sia abbastanza efficiente, capitano delle volte in cui la memoria inattiva non viene liberata dal sistema e le nuove applicazioni sono costrette a utilizzare lo swap per funzionare. Lo swap, copiando i dati sull’hard disk, finisce col rallentare l’andamento generale del Mac.

Per evitare il verificarsi di queste situazioni, puoi liberare la memoria inattiva “manualmente” dando un comando dal terminale: purge.

Avvia quindi il Terminale di OS X (lo trovi nella cartella Altro del Launchpad), digita il comando purge e premi il tasto Invio sulla tastiera del computer per avviare il processo di liberazione della RAM inattiva. Dopo qualche secondo, potrai notare nel monitoraggio attività come la quantità di memoria inattiva sia diminuita a favore della memoria libera.

Nel caso in cui il tuo Mac non eseguisse correttamente il comando purge, prova ad installare i tool di sviluppo Xcode (distribuiti gratuitamente da Apple) ed esegui nuovamente la procedura.

rm1

Se la procedura di cui sopra ti sembra un po’ troppo scomoda, puoi liberare la RAM del Mac anche con delle pratiche applicazioni gratuite. Una delle migliori, in questo campo, è sicuramente Memory Clean che permette anche di programmare la pulizia della memoria quando il livello di RAM libera raggiunge una determinata soglia.

Per installare Memory Clean sul tuo Mac, collegati a questa pagina Web e clicca sul pulsante Visualizza nel Mac App Store per visualizzare la scheda della app nel MAS. Nella finestra che si apre, clicca sul pulsante Installa, digita la password del tuo ID Apple e clicca su Accedi per completare download e installazione dell’applicazione.

rm2

A questo punto, non ti rimane che avviare Memory Clean e cliccare su Start Memory Clean per far comparire l’icona del software nell’area di notifica di OS X (accanto all’orologio). Per liberare la RAM inattiva in maniera istantanea, clicca quindi sull’icona di Memory Clean e seleziona la voce Clean Memory nella finestra che si apre.

Se invece vuoi programmare la pulizia automatica della memoria, fai click destro sull’icona dell’applicazione e seleziona la voce Preferences dal menu che compare. Nella finestra che si apre, metti il segno di spunta accanto alla voce Auto Clean e digita nel campo Threshold level la soglia di memoria libera che si deve raggiungere per avviare la pulizia automatica. Facile, vero?