Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come ottenere il Cashback di Stato senza SPID con Enel X Pay

di

Ultimamente, hai sentito parlare molto del Cashback di Stato, un’iniziativa del Governo Italiano tesa a incentivare i pagamenti con sistemi elettronici nei negozi fisici mediante l’emissione di rimborsi fino a 300 euro l’anno. Effettuando alcune ricerche su Internet hai scoperto che per aderire all’iniziativa, oltre ad avere almeno 18 anni di età ed essere cittadini italiani, bisogna scaricare un’app della Pubblica Amministrazione (IO) e autenticarsi in quest’ultima con la carta d’identità elettronica o con lo SPID, un identificativo unico che permette di accedere a tutti i servizi della PA (e non solo), da richiedere presso uno dei provider autorizzati.

Tutti questi passaggi — la creazione di un’identità digitale SPID, il download dell’app IO e la sua configurazione per il cashback (che, soprattutto nei primi tempi, è risultata piuttosto difficoltosa) — hanno smorzato un po’ i tuoi entusiasmi e quindi ti stavi chiedendo se esistesse un modo per ottenere il Cashback di Stato senza SPID e app IO. Ebbene, sono lieto di informarti che la risposta è affermativa! Tramite le app di alcuni sistemi di pagamento elettronici autorizzati, è infatti possibile aprire un conto direttamente da smartphone, ottenere una carta fisica da associare a quest’ultimo e usarla sia per partecipare al Cashback di Stato che per ottenere i relativi rimborsi senza richiedere le credenziali SPID o usare l’app IO. Come dici? La cosa ti interessa molto e vorresti sapere quali app permettono di usufruire di questa possibilità? Un esempio su tutti è Enel X Pay.

Enel X Pay è un conto smart associato a una carta Mastercard fisica in bioplstica (quindi rispettosa dell’ambiente) che permette di gestire in maniera comoda, sicura e funzionale i propri pagamenti. Permette di effettuare acquisti sia online che nei negozi fisici, eseguire bonifici gratis, scambiare denaro con altri utenti in tempo reale senza commissioni, dividere le spese con amici e parenti, effettuare l’accredito dello stipendio, pagare bollette, bollettini, bollo auto e avvisi PagoPa a soli 0,50 euro (con il piano Standard), prelevare da ATM in Italia e all’estero, eseguire donazioni a Onlus e, ovviamente, partecipare a iniziative come il Cashback di Stato, il Super Cashback di Stato e la Lotteria degli scontrini. Ma non è finita qui! Con la funzione Family, permette anche di richiedere delle carte fisiche per i propri figli con età da 11 a 17 anni, da poter gestire tramite parental control e usare ai fini del Cashback di Stato (concorrono al cashback verso la carta del genitore). Interessante, vero? Allora continua a leggere e scopri come ottenere il Cashback di Stato senza SPID con Enel X Pay.

Indice

Come funziona il Cashback di Stato

Enel X Pay

Prima di spiegarti in dettaglio come ottenere il Cashback di Stato senza SPID con Enel X Pay, credo sia il caso di riassumere in cosa consiste questa iniziativa e quali requisiti prevede.

Ebbene, il Cashback di Stato rientra nel piano Italia Cashless che il Governo ha avviato per incentivare l’uso dei sistemi di pagamento elettronici (come carte e sistemi di pagamento per smartphone) e ridurre l’evasione fiscale per quel che concerne i negozi fisici: almeno per il momento, non rientrano nell’iniziativa gli acquisti effettuati online.

Altra cosa importante da sapere è che il Cashback di Stato è indirizzato esclusivamente ai cittadini italiani maggiorenni e non riguarda gli acquisti legati alla propria attività professionale o imprenditoriale.

Entrando più nel lato pratico della questione, il Cashback di Stato consente di ottenere un rimborso del 10% sugli acquisti effettuati nei negozi fisici tramite strumenti di pagamento elettronici per un massimo di 150 euro a semestre e a patto di effettuare almeno 50 transazioni a semestre. Il massimo di rimborso ottenibile per ciascuna transazione è di 15 euro, quindi anche su acquisti superiori ai 150 euro si ha diritto a massimo 15 euro di cashback.

Il rimborso viene accreditato automaticamente al termine di ogni semestre (entro 60 giorni dalla scadenza in oggetto) sull’IBAN indicato da ogni cittadino nell’app IO o nell’applicazione del sistema di pagamento utilizzata per aderire al Cashback di Stato, come per l’appunto l’app di Enel X Pay (che è disponibile sia per Android che per iOS/iPadOS).

L’iniziativa legata al Cashback di Stato prenderà ufficialmente il via il 1° gennaio 2021, ma dall’8 al 31 dicembre 2020 è partita una fase di sperimentazione iniziale denominata Extra Cashback di Natale, la quale prevede un cashback del 10%, fino a un massimo di 150 euro, con minimo 10 transazioni effettuate nel suddetto lasso di tempo. Le modalità di adesione e i massimali sono analoghi a quelli del Cashback di Stato di gennaio, mentre il rimborso in questo caso sarà accreditato a febbraio 2021.

Oltre al normale Cashback di Stato, alla fine di ogni semestre verranno emessi dei Super Cashback, cioè dei rimborsi destinati ai primi 100.000 utenti che avranno effettuato il maggior numero di transazioni con sistemi di pagamento elettronici, con premio finale di 1.500 euro a semestre. Maggiori info qui).

La procedura standard per partecipare al Cashback e al Super Cashback di Stato, come accennato in precedenza, prevede l’utilizzo dell’app IO della Pubblica Amministrazione (disponibile per Android e iOS/iPadOS), alla quale bisogna accedere usando la carta d’identità elettronica oppure lo SPID. Qualora non ne avessi mai sentito parlare, lo SPID (acronimo di Sistema Pubblico di Identità Digitale) è un sistema che consente di accedere a tutti i servizi della PA (e non solo) con le medesime credenziali. Si può ottenere, anche gratis, rivolgendosi a uno dei identity provider abilitati.

Ua volta effettuato l’accesso, bisogna aggiungere le carte con le quali si desidera partecipare al Cashback e l’IBAN sul quale si vuole ricevere il rimborso nell’app IO: una procedura non proprio rapida e che, soprattutto nei primi tempi, ha dato più di qualche problema agli utenti. Maggiori info qui.

Per fortuna, con Enel X Pay non c’è bisogno di nulla di ciò! Una volta aperto il conto e richiesta la carta Mastercard in bioplastica (gratis con il conto Standard), è possibile attivare il Cashback di Stato direttamente nell’app del servizio e scegliere l’IBAN del proprio conto Enel X Pay per l’accredito dei rimborsi, senza SPID o app IO (che comunque si può usare successivamente per aggiungere altri metodi di pagamento al Cashback di Stato ed eventualmente cambiare IBAN per la ricezione dei rimborsi).

Altra iniziativa del Governo alla quale è possibile partecipare con Enel X Pay (ma non legata direttamente al Cashback di Stato) è la Lotteria degli scontrini, che prevede l’estrazione di premi in denaro per tutti coloro che effettueranno acquisti nei negozi fisici, sia con sistemi di pagamento elettronici che in contanti, presentando all’esercente un codice personale da poter richiedere gratuitamente sul sito ufficiale dell’iniziativa. Ogni euro spese equivale a un biglietto virtuale per partecipare all’estrazione dei premi in denaro (se non i spende cifra tonda, ogni 50 centesimi spesi si ha diritto a un altro biglietto).

Anche la partenza della Lotteria degli scontrini è prevista per gennaio 2021. Le estrazioni sono settimanali, mensili e annuali con premi fino a 5 milioni di euro l’anno. Le estrazioni destinate ai cittadini che hanno pagato con moneta elettronica sono quelle con i premi più alti e premiano anche gli esercenti. Maggiori info qui).

Come ottenere il Cashback di Stato con Enel X Pay

Fatte le dovute premesse relative al funzionamento del Cashback di Stato, è arrivato il momento di scoprire come partecipare all’iniziativa con Enel X Pay. La procedura, come già detto, è molto semplice: basta aprire il proprio conto da smartphone, richiedere la carta Mastercard in bioplastica utile per effettuare i pagamenti nei negozi fisici (il supporto ad Apple Pay e Google Pay per i pagamenti da smartphone e smartwatch è in arrivo) e selezionare, sempre nell’app Enel X Pay, l’opzione per aderire al Cashback di Stato. Ecco tutto in dettaglio.

Aprire il conto Enel X Pay

Enel X Pay

Se non hai ancora un conto Enel X Pay, puoi rimediare in pochissimi tap, scaricando l’app ufficiale del servizio sul tuo smartphone e seguendo le rapide indicazioni su schermo. A tal proposito, devi sapere che Enel X Pay propone vari piani.

  • Free (gratis) — comprende il pagamento di bollettini, bollo auto e avvisi PagoPA a 2 euro per operazione.
  • Standard (1 euro/mese) — comprende il conto online, la carta Mastercard sia virtuale che in biplastica, la possibilità di effettuare acquisti nei negozi fisici e online, lo scambio di denaro con altri utenti Enel X Pay senza commissioni, la divisione delle spese con altre persone, l’eccezione di bonifici gratis, il pagamento di bollettini, bollo auto e avvisi PagoPA a 0,50 euro/operazione (i bollettini Enel Energia sono gratis) e molto altro ancora L’imposta di bollo è di 2 euro se il saldo a fine periodo (31 dicembre) risulta superiore a 77,74 euro; il limite di ricarica annuo è di 100.000 euro; il limite di spesa è di 500 euro al giorno (o per singola spesa) e di 3.000 euro al mese; il limite di prelievo è di 500 euro al giorno e 3.000 euro al mese. Maggiori info qui.
  • Family (+1 euro/mese per conto) — come accennato nelle battute iniziali di questo tutorial, Enel X Pay permette di aprire dei conti e di richiedere delle carte, controllabili con parental control, per i propri figli con età dagli 11 ai 17 anni. In questo modo è possibile da monitorare e bloccare le loro attività da app e avere altre carte da usare per il Cashback (concorrono verso la carta del genitore, il quale, essendo maggiorenne, può partecipare all’iniziativa). I conti aperti con il piano Family hanno gli stessi vantaggi di quelli Standard, ma senza la possibilità di pagare bollettini, bollo auto e avvisi PagoPA o inviare/ricevere bonifici, e con inoltre un tetto di spesa e di prelievo di 500 euro. Maggiori info qui.

Quando sei pronto per aprire il tuo conto, scarica dunque l’app di Enel X Pay da Play Store, se utilizzi un dispositivo Android, oppure da App Store, se hai un iPhone/iPad, e avviala.

Fatto ciò, premi sul pulsante Accedi, leggi il tutorial iniziale dell’app e vai nella scheda Registrati. A questo punto, immetti nome, cognome e codice fiscale negli appositi camp di testo, vai avanti e inserisci anche numero di telefono, indirizzo email e password che vuoi usare per accedere al conto.

Superato anche questo step, vai avanti, accetta condizioni e informativa privacy e verifica la tua identità immettendo il codice di conferma che ti viene inviato via SMS nell’apposito campo dell’app e aprendo il link di verifica che ti è stato recapitato via email.

Ora, premi sul link per aprire l’app Enel X Pay, scegli se autorizzare lo sblocco tramite volto/impronta e fai tap sul pulsante Apri conto. Ti verrà mostrata una schermata con il riepilogo dell’occorrente per procedere: assicurati di avere tutto a portata di mano.

Fai, quindi, tap sul pulsante Continua e scegli se verificare la tua identità tramite Carta d’identità cartacea, Carta d’identità elettronica, Passaporto o Patente: fatta la tua scelta, scatta una foto frontale e una foto posteriore ai documenti richiesti; dopodiché fai un video selfie seguendo le indicazioni su schermo.

Enel X Pay

Realizzato il video, fornisci anche i dati dei documenti che hai scelto per identificarti, immetti i tuoi dati personali e poi il tuo indirizzo di residenza nei moduli che ti vengono proposti; rispondi alle domande che ti vengono fatte su professione, grado di esposizione politica e reddito e richiedi il certificato di firma digitale premendo sull’apposito bottone.

Per concludere, consulta con attenzione la documentazione che ti viene sottoposta, accettala, fai la stessa cosa con le clausole e firma digitalmente il contratto immettendo il codice di verifica che ricevi via SMS. Il tuo conto sarà attivo entro poche ore: il tempo di verificare dati e documenti da parte dello staff di Enel X Pay.

Una volta ricevuta la notifica di apertura del conto, apri l’app Enel X Pay e segui le indicazioni su schermo per ricaricare almeno 10 euro e poter iniziare a usare tutte le sue funzionalità. Puoi eseguire una ricarica istantanea tramite un’altra carta (anche non intestata a te) oppure puoi effettuare un bonifico verso il tuo Enel X Pay (le coordinate le puoi trovare premendo sul pulsante IBAN nella sezione Carta dell’app).

Richiedere la carta

Enel X Pay

Una volta aperto il conto, devi richiedere la carta Mastercard fisica in bioplastica da usare nei negozi fisici per aderire al Cashback di Stato (Google Pay e Apple Pay non sono ancora supportati).

Per richiedere la carta e riceverla gratuitamente a casa tua, seleziona l’icona della carta nel menu dell’app Enel X Pay e premi sulla voce richiedi carta fisica. Leggi poi le informazioni che ti vengono mostrate a schermo, vai avanti e verifica che i dati relativi all’indirizzo di spedizione siano corretti (altrimenti modificali). Premi, dunque, sul pulsante Conferma ordine e il gioco è fatto.

Una volta ricevuta, dovrai attivare la tua carta inserendo il codice presente nella documentazione allegata (precisamente sotto la carta) nella sezione Attiva carta fisica dell’app Enel X Pay. Attivando la carta fisica, la carta virtuale associata al tuo conto adotterà lo stesso codice CVC e la stessa data di scadenza (quindi se avevi già registrato la carta virtuale su siti o negozi online, dovrai modificare queste informazioni).

Inoltre, sappi che la prima volta che userai la carta fisica in un negozio dovrai inserirla necessariamente nel POS e inserire il relativo PIN per effettuare il pagamento; dalle volte successive potrai pagare anche in modalità contactless.

Se hai dei figli con età compresa tra 11 e 17 anni e vuoi richiedere delle carte anche per loro (al costo di 1 euro/mese per ciascuna carta), puoi farlo tramite la funzione Family di Enel X Pay. Otterrai così dei conti e delle carte Mastercard in bioplastica per i tuoi figli (fino a un massimo di cinque) con la possibilità di controllare movimenti, saldi, gestire e bloccare le operazioni tramite parental control da app.

Per richiedere una carta per i tuoi figli, recati nella sezione Carte dell’app Enel X Pay e fai tap prima sulla voce Diventa Family e poi su Continua; scegli il colore della carta in bioplastica da richiedere, immetti indirizzo email e numero di cellulare del minore a cui desideri intestarla, indica il suo documento da usare per l’identificazione (carta d’identità cartacea, carta d’identità elettronica e passaporto) e segui le indicazioni su schermo per effettuarne la verifica (devi fotografare il documento come fatto anche per l’apertura del conto).

Enel X Pay

Una volta ricevute, dovrai attivare le carte nell’app come da indicazioni precedenti; dopodiché queste ultime potranno essere usate per effettuare acquisti sia online che nei negozi fisici. Anche se intestate a minori, le carte saranno utili ai fini del Cashback di Stato in quanto concorreranno verso la carta del genitore.

Ti segnalo che tutte le carte associate al contro Enel X Pay possono essere controllate tramite l’apposita sezione dell’applicazione: entrando in Sicurezza carta potrai ad esempio bloccare temporaneamente la stessa o bloccarla definitivamente per sospetta frode. Comodo, vero?

Attivare il Cashback di Stato

Enel X Pay

Una volta attivata la carta (o le carte), non ti resta che registrarle nell’apposita sezione dell’app Enel X Pay per partecipare al Cashback di Stato, al Super Cashback (compreso quello di Natale) e alla Lotteria degli scontrini.

Per usufruire di questa possibilità, premi sull’icona delle due linee orizzontali presente in basso a destra nell’app di Enel X Pay e fai tap prima sulla voce Programma Cashback e poi sul pulsante Attiva programma. Seleziona, dunque, la carta da collegare al cashback, premi sul bottone Collega e accetta di ricevere l’accredito del Cashback sull’IBAN di Enel X Pay.

Successivamente, qualora decidessi di installare anche l’app IO della Pubblica Amministrazione, potrai usare quest’ultima per aggiungere altri metodi di pagamento per la partecipazione al Cashback di Stato e cambiare l’IBAN per l’accredito dei rimborsi.

Missione compiuta! Adesso puoi effettuare pagamenti nei negozi fisici con Enel X Pay e partecipare al Cashback di Stato, secondo le regole previste dall’iniziativa. Per gestire le carte o confermare l’uso dell’IBAN di Enel X Pay per i rimborsi, puoi in qualsiasi momento recarti nella sezione Programma Cashback dell’app Enel X Pay, come spiegato qualche riga più su.

Per maggiori informazioni sulla partecipazione al Cashback di Stato con Enel X Pay, ti invito a visitare il sito ufficiale di Enel X Pay. Se, invece, ti servono informazioni più dettagliate sul funzionamento generale di Enel X Pay, puoi leggere il mio tutorial dedicato.

Articolo realizzato in collaborazione con Enel X Pay.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.