Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come registrare un audio

di

Domani hai una riunione di lavoro molto importante e vorresti registrarla, così da poter riascoltare a casa le indicazioni del tuo capo e cercare di svolgere le tue mansioni al meglio. Purtroppo, però, non sai proprio come fare. Il fatto è che non sei mai stato un tipo “tecnologico” e le tue conoscenze in merito alle registrazioni audio sono piuttosto scarse.

Hai provato a guardare sul tuo smartphone, hai cercato soluzioni sul computer, ma non hai trovato niente di adeguato al tuo scopo. Ti sembra tutto troppo complicato e, preso dallo sconforto, hai quasi deciso di rinunciare. Alla fine, però, hai deciso di fare un altro tentativo e di cercare una soluzione online, così sei finito su questo mio tutorial.

Ho indovinato? Bene, perché in questa guida ti spiegherò, in maniera semplice ma non per questo poco dettagliata, come registrare un audio da computer, smartphone e tablet usando soluzioni alla portata di tutti. Prenditi, dunque, qualche minuto di tempo libero, scegli la soluzione che ti sembra più adatta a te e usala seguendo le mie indicazioni. Ti assicuro che, in men che non si dica, riuscirai a registrare i tuoi primi audio al meglio. Detto ciò, non mi resta che augurarti una buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Come registrare un audio dal PC

Il dispositivo che desideri utilizzare per effettuare le tue registrazioni è un PC? Molto bene! Nei paragrafi successivi ti mostrerò come ottenere registrazioni perfettamente udibili, con suoni chiari e puliti, in maniera semplice. A tal scopo, puoi affidarti sia alle soluzioni predefinite di Windows e macOS che ad applicazioni di terze parti. Quali? Trovi spiegato tutto qui sotto.

Come registrare audio su Windows

Registratore vocale Windows

La prima applicazione che voglio mostrarti è il Registratore vocale che puoi trovare già installato all’interno del tuo computer Windows. Essendo un’applicazione integrata nel sistema, ti sarà necessario solamente cercarla tra le quelle presenti sul PC.

Per effettuare la ricerca, scrivi “Registratore vocale” nella barra di ricerca (situata nella barra delle applicazioni in basso o nel menu Start) e clicca sulla voce Apri. Una volta fatto ciò, premi il pulsante , per consentire al registratore vocale di accedere al microfono (se necessario). Nella nuova finestra che si è aperta, clicca poi sul pulsante Rec (con l’immagine di un microfono) per avviare la registrazione.

A registrazione avviata, puoi decidere di stopparla definitivamente, cliccando sul pulsante Stop (il pulsante blu), oppure di metterla in pausa (e successivamente riprenderla dal punto esatto in cui l’hai fermata), cliccando sul pulsante Sospendi registrazione (per riavviarla devi fare di nuovo clic su questo pulsante). Invece, schiacciando il pulsante Aggiungi un evidenziatore (quello con la bandierina) verrà aggiunto un segnalibro per contrassegnare una parte specifica della registrazione che potrai vedere, nel punto esatto, a registrazione terminata.

Hai registrato il tuo primo audio? Bene! Ora, tramite la nuova schermata dell’applicazione, lo puoi riascoltare ed effettuare delle modifiche. Cliccando sul pulsante Taglia potrai tagliare dei pezzi di registrazione semplicemente spostando i due cursori neri e poi, cliccando sul pulsante Salva, decidere se aggiornare la copia originale o salvare una copia del file. Invece, cliccando sul pulsante Rinomina potrai rinominare la tua registrazione. Oltre a questo puoi decidere anche di condividerla o eliminarla, cliccando sui relativi pulsanti.

Ultimo, ma non meno importante, cliccando sul pulsante Visualizzazione altre info (i tre puntini) potrai selezionare la voce Apri percorso file per accedere alla cartella dove vengono salvate le registrazioni. In alternativa, puoi trovarle manualmente aprendo l’Esplora File (l’icona della cartella gialla presente nel menu in basso) e seguendo il percorso Documenti > Registrazione di suoni. I file sono salvati in formato .m4a.

Come registrare audio su Mac

Memo vocali Mac

Utilizzi un Mac? Allora, per registrare i tuoi audio, puoi usare Memo Vocali: un’applicazione integrata nel sistema operativo macOS ideata per registrare in maniera semplicissima delle note vocali tramite il microfono interno del computer o qualsiasi microfono esterno.

Per aprirla, accedi al Launchpad (l’icona del razzo presente sulla barra Dock) e clicca sulla sua icona, dopodiché premi sul pulsante Continua (se visualizzi il messaggio di benvenuto) e scegli se abilitare l’uso della posizione e la sincronizzazione dei tuoi memo vocali su iCloud (ti consiglio di no per la prima richiesta e di sì per la seconda).

Ora non ti resta che avviare la tua prima registrazione. Per procedere, clicca dunque sul pulsante Rec (il cerchio rosso). In seguito, se vuoi interrompere momentaneamente la registrazione, clicca sul pulsante Pausa (le due barrette rosse); se invece vuoi terminare la registrazione, premi sul pulsante Fine. Nella parte sinistra della finestra comparirà l’elenco delle registrazioni man mano che ne farai di nuove.

Una volta finito di registrare, nella nuova schermata che si aprirà, potrai riascoltare la tua registrazione cliccando sul pulsante ▶︎ oppure modificarla, premendo il pulsante Modifica, posto nell’angolo superiore destro. Le opzioni di modifica consentono di sostituire, tagliare o eliminare un pezzo di registrazione.

Per sostituire, cioè sovrascrivere una parte di registrazione con un nuovo audio, posiziona la testina di riproduzione (la linea blu che scorre lungo l’onda di registrazione) nel punto esatto dal quale vuoi che cominci la sovrascrittura dell’audio. Ora premi sul pulsante Sostituisci per registrare sopra la parte selezionata. Quando hai finito, clicca sul pulsante Interrompi e poi su quello Fine.

Per tagliare o eliminare un pezzo della registrazione, invece, clicca sul pulsante Taglia (il rettangolo nell’angolo superiore destro) e, infine, sposta la testina gialla a destra e a sinistra impostando gli estremi della sezione che desideri tagliare. Ora non ti resta che premere sul pulsante Taglia oppure su Elimina, infine su Salva.

Se vuoi cancellare direttamente tutta la registrazione selezionala dall’elenco, fai clic destro e seleziona la voce Elimina dal menu contestuale. Per rinominarla, invece, fai clic sul suo nome, cancella il testo e scrivi il nome che desideri. Infine, per spostare la tua registrazione, selezionala dall’elenco, tieni premuto il clic sinistro e trascinala sulla Scrivania o in una cartella del Finder. I file sono salvati in formato .m4a.

Come registrare audio con Audacity

Registrare audio con Audacity

L’ultima soluzione per PC che voglio proporti consiste in Audacity, uno dei migliori programmi di editing audio gratuiti e open source, disponibile per Windows, macOS e Linux. Non ti spaventare, non si tratta di nulla di troppo complicato, Audacity è adatto anche per i principianti. La sua interfaccia è intuitiva e completamente in italiano. Vuoi provarlo? Bene, allora segui bene quello che sto per dirti.

Come prima cosa, effettua il download del programma collegandoti al suo sito Internet ufficiale e cliccando prima sul pulsante Download Audacity e poi, se utilizzi un PC Windows, sulla voce Audacity For Windows. In seguito, fai clic sul link Audacity x.x.x installer, quindi su Audacity Windows installer e il gioco è fatto.

Al termine del download, apri il file .exe ottenuto, clicca sul pulsante per consentire all’applicazione di apportare modifiche sul dispositivo, seleziona la lingua e premi su OK. Clicca poi su Avanti per quattro volte e su Installa. Attendi qualche secondo, poi premi nuovamente su Avanti e su Fine, per concludere il setup. Audacity si aprirà automaticamente.

Se utilizzi un Mac, procedi invece in questo modo: collegati al sito ufficiale di Audacity e clicca sul pulsante Download Audacity. Ora premi sul pulsante Audacity for macOS; nella nuova pagina apertasi, premi sul link Audacity x.x.x .dmg file e poi su Audacity macOS dmg, per scaricare il file .dmg per installare il programma.

Al termine del download, apri il file .dmg scaricato e trascina l’icona del programma all’interno della cartella Applicazioni. Fatto? Benissimo. Ora non ti resta che aprire Audacity agendo tramite il Launchpad o cercando l’icona nella cartella Applicazioni. Clicca poi sul pulsante Consenti (per autorizzare l’apertura di un software che non proviene da sviluppatori certificati, operazione necessaria solo al primo avvio).

Ora sei pronto per cominciare a usare Audacity. La prima cosa da fare è scegliere il microfono giusto. Clicca, quindi, sul menu a tendina in corrispondenza dell’icona del microfono e scegli l’opzione Microfono integrato per registrare i suoni esterni al computer, come la voce. Il programma per Windows, a differenza di quello per Mac, offre anche la possibilità di registrare i suoni riprodotti dal computer, selezionando la voce Microsoft Sound Mapper dallo stesso menu.

Non ti resta, poi, che avviare la registrazione cliccando sul pulsante Rec (il pallino rosso). Puoi decidere di metterla in pausa, cliccando sul pulsante Pausa (le due linee), oppure di terminarla, cliccando sul pulsante Stop (il quadrato). Per salvare la tua registrazione, seleziona invece la voce File dal menu in alto a sinistra, seleziona la voce Esporta audio da quest’ultimo, digita un nome da assegnare al file, scegli il formato di output (es. MP3), la cartella di destinazione e clicca su Salva. Se vuoi, nella nuova finestra, inserisci i tag metadati e premi sul pulsante OK.

Audacity offre moltissime altre funzionalità per modificare e migliorare le tue registrazioni. Se vuoi imparare a tagliare pezzi di audio, modificare la velocità, la qualità o regolare il volume, ti consiglio la mia guida su come usare Audacity dove troverai tutte le informazioni utili a tal riguardo.

Come registrare audio dal telefono

Per questioni di praticità hai scelto di effettuare le tue registrazioni audio da smartphone o tablet? Nessun problema: ci sono moltissime soluzioni che puoi utilizzare sia su Android che su iPhone/iPad. Riuscirai facilmente nel tuo intento e potrai ottenere un’ottima registrazione anche tramite questi dispositivi. Vuoi scoprire come? Bene, allora procedi nella lettura e scoprirai come registrare un audio mediante i tuoi dispositivi mobili.

Come registrare audio su Android

Registratore vocale Android

Se utilizzi un dispositivo Android, è probabile che questo disponga di un Registratore vocale integrato. Per cercarlo, recati nella Schermata Home o nel drawer delle app e controlla tra le icone e le cartelle disponibili.

Una volta individuata (il nome potrebbe variare a seconda della marca e del modello) fai tap su di essa e aprila. Tramite il pulsante Rec, quello centrale, puoi avviare la registrazione e interromperla, facendo tap sul pulsante Pausa (le due linee). Per concludere definitivamente la registrazione, premi su Stop (solitamente rappresentato da un quadrato o da un segno di spunta). Il file verrà salvato in maniera automatica sul dispositivo.

Registratore vocale Android 2

Il tuo dispositivo non possiede un registratore integrato? Allora posso consigliarti un’app per Android tra le più apprezzate. Si tratta di Registratore Vocale di Triveous, disponibile in versione gratuita sul Play Store di Google e su store alternativi. Ne è poi disponibile una versione PRO (da 4,99 euro al mese o 19,99 euro all’anno).

Nella versione free, l’app consente di registrare in formattato m4a sperimentale, aggiungere note e immagini, ed effettuare alcune modifiche come la cancellazione del rumore e dell’eco. La versione a pagamento, invece, offre delle funzionalità in più come l’archiviazione nel Cloud Skyro, la sincronizzazione tra dispositivi, la condivisione della registrazione come link e il supporto.

Dopo aver scaricato e installato l’applicazione sul tuo dispositivo, aprila facendo tap sulla relativa icona. Per avviare una registrazione, premi poi sull’icona del microfono posta in basso. Per attivare altre funzioni avanzate, premi sul pulsante menu (i tre puntini) e seleziona la voce Impostazioni dal menu a comparsa. Nella nuova schermata che si apre, seleziona la voce Core Audio per modificare i parametri.

Come registrare audio su iPhone

Memo vocali iPhone

Utilizzi un iPhone? Allora sono felice di comunicarti che, installata direttamente sul dispositivo, c’è l’app Memo Vocali, la stessa disponibile su Mac. Il suo funzionamento è pressoché identico.

Per utilizzarla accedi alla tua schermata Home e fai tap sull’icona Memo Vocali. Una volta aperta non ti resta che fare tap sul pulsante Rec (il pallino rosso) per avviare la registrazione. Quando desideri terminarla, invece, fai tap sul pulsante Stop (il quadrato rosso).

Per avere accedere alle altre funzionalità, a registrazione avviata, allarga la schermata nera, trascinandola verso l’alto. In questo modo troverai i pulsanti Pausa (le due righe), Riprendi e Fine (sul quale fare tap dopo aver terminato). Inoltre, potrai modificare la tua registrazione sostituendone una sezione, tagliandola o eliminandone una parte.

Se desideri più informazioni per utilizzare al meglio l’app Memo vocali, ti consiglio di leggere la mia guida su come registrare audio con iPhone, dedicata completamente all’argomento.

Registratore iPhone2

Memo Vocali non fa per te? Non c’è problema, esistono numerose altre app che puoi scaricare dall’App Store, come ad esempio, Registratore vocale-Voz. La sua interfaccia semplice e intuitiva consente, in maniera totalmente gratuita (ma con la presenza di pubblicità), di registrare audio, salvarli sul dispositivo, modificarli e condividerli sui social o con i propri contatti. Dalle Impostazioni, inoltre, si può decidere il formato del file (M4A, AIFF o WAV) e modificare il Canale da Mono a Stereo.

Avviare una registrazione è molto facile. Devi solo fare tap sull’icona dell’app e successivamente sul pulsante Rec (il pallino rosso). Puoi interromperla facendo tap sul pulsante Pausa (le due linee) e riprenderla. Per interromperla definitivamente, fai tap sul pulsante Stop (il quadrato), rinomina il file e premi sulla voce OK. Dal menu in basso potrai vedere le tue registrazioni salvate, facendo tap sull’icona con le cuffie.

Come registrare un audio su Classroom

Hai la necessità di creare un audio su Google Classroom, la piattaforma di Google per la didattica online? Mi dispiace comunicarti che non è possibile creare direttamente un audio tramite questa piattaforma, però puoi comunque caricare un audio registrato in altro modo. Nei prossimi paragrafi ti spiegherò come fare; si tratta, infatti, di una procedura estremamente semplice che può essere svolta nel giro di pochi secondi.

Da PC

Registrare audio Classroom

Come prima cosa, registra il tuo audio con il registratore integrato nel tuo PC oppure tramite Audacity, seguendo i suggerimenti che ti ho dato precedentemente.

Ora non devi far altro che accedere a Google Classroom tramite il tuo browser, selezionare il Corso nel quale desideri inserire il file audio e cliccare sulla voce Condividi qualcosa con il corso. In seguito, fai clic sul pulsante Aggiungi e seleziona File dal menu a tendina. Nella nuova finestra, premi sul pulsante Seleziona file da dispositivo e scegli il file audio salvato precedentemente sul computer.

Non ti resta, infine, che fare clic sul pulsante Carica e attendere il completamento dell’operazione. Una volta caricato il file, aggiungi una descrizione e premi il tasto Pubblica.

Da smartphone e tablet

Audio app Classroom

Se agisci tramite l’app di Google Classroom per Android o iOS/iPadOS, il procedimento che devi compiere è molto simile a quello descritto in precedenza per la versione PC del servizio.

Registra, dunque, l’audio tramite l’app di registrazione vocale del tuo device, apri l’app di Classroom, accedi al Corso sul quale vuoi caricare il file audio e fai tap sulla voce Condividi qualcosa con il corso.

Ora premi sul pulsante Allega (quello a forma di graffetta) e seleziona la voce File. Nella nuova schermata cerca la cartella nella quale risiede il file. Nel caso di dispositivo Android potrai scegliere tra differenti cartelle come Recenti o Audio. Su iPhone, invece, potrai cercare tra iCloud e i file salvati direttamente sul dispositivo.

Una volta trovato l’audio, fai tap su di esso; attendi il caricamento, aggiungi una descrizione e premi sul pulsante Invia (quello a forma di freccia).

Come registrare un audio su PowerPoint

Desideri usare PowerPoint per aggiungere una narrazione audio alle tue presentazione? Nessun problema: si tratta di una funzionalità presente nel celebre software Microsoft, molto comoda e semplice da usare. Ora ti mostro come avvalertene.

Da PC

Audio PowerPoint PC

Se preferisci agire da PC, come prima cosa accedi a Microsoft PowerPoint, crea una presentazione oppure aprine una già esistente. Ora, nella diapositiva nella quale desideri inserire un audio, seleziona dal menu in alto la voce Inserisci e clicca sul pulsante Audio. Dal menu a comparsa, seleziona quindi la voce Registra audio, consenti a PowerPoint di accedere al microfono (cliccando sul pulsante OK) e, all’apertura della finestra chiamata Registra Audio, clicca sul pulsante Rec.

Ora non ti resta che parlare e interrompere la registrazione, schiacciando il pulsante Stop quando hai finito. Come ultima cosa, clicca sul pulsante Inserisci, per inserire la tua registrazione nella diapositiva. Comparirà l’immagine di un altoparlante, che potrai spostare dove desideri (sempre all’interno della diapositiva). Cliccandoci sopra potrai avviare l’audio.

Da smartphone e tablet

PowerPoint app

Utilizzando l’app di Microsoft PowerPoint per Android la procedura rimane praticamente invariata. Accedi a quest’ultima e seleziona una presentazione già esistente o, eventualmente, creane una nuova.

Nella diapositiva nella quale desideri inserire la tua registrazione audio, se utilizzi uno smartphone, fai tap sulla freccia (in basso) e successivamente sulla voce Home. Su tablet, invece, basta selezionare la scheda Home presente in alto. Seleziona poi la voce Inserisci e fai tap su Audio. A questo punto, seleziona l’app del registratore installata sul tuo dispositivo e registra un audio, premendo su Rec.

Una volta terminato, fai tap sul pulsante Stop e salva la registrazione in formato MP3, WAV o MID/MIDI. Seleziona, infine, la traccia audio da inserire ed essa verrà annessa automaticamente alla diapositiva. La procedura, purtroppo, non può essere eseguita tramite l’app di Microsoft Power Point per iPhone i iPad.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.