Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come registrarsi su D-Flight

di

Dopo averci pensato a lungo, anche tu hai deciso di acquistare un drone. Per poterlo alzare in volo, però, devi prima creare un account su D-Flight e ottenere un codice identificato da applicare sul velivolo: si tratta di una procedura semplice, ti hanno detto, ma purtroppo tu, non essendo particolarmente ferrato in materia informatica, non ci sei riuscito.

Le cose stanno così, dico bene? Allora lasciati che ti dia io una mano a raggiungere il tuo scopo. Nei prossimi paragrafi di questa guida, infatti, ti spiegherò come registrarsi su D-Flight fornendoti tutte le indicazioni necessarie per creare il tuo account. Inoltre, troverai la procedura dettagliata sia per ottenere il codice identificativo che dovrai applicare sul drone che per registrare quest’ultimo.

Coraggio: non perdiamo altro tempo prezioso ed entriamo nel vivo di questo tutorial. Mettiti comodo, prenditi tutto il tempo che ritieni opportuno e dedicati alla lettura delle prossime righe. Seguendo attentamente le indicazioni che sto per darti e provando a metterle in pratica, ti assicuro che registrarsi su D-Flight sarà davvero un gioco da ragazzi. Scommettiamo?

Indice

Costo registrazione D-Flight

D-Flight

Prima di spiegarti per filo e per segno come registrarsi su D-Flight, potrebbe esserti utile sapere a cosa serve il portale in questione, chi ha l’obbligo di creare un account su di esso e, soprattutto, quali sono i costi di registrazione.

Innanzitutto, devi sapere che l’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) ha indicato D-Flight come portale ufficiale dedicato agli operatori SAPR (Sistema Aeromobile a Pilotaggio Remoto): sulla piattaforma in questione, dunque, è possibile consultare le zone nelle quali poter volare con i droni, le eventuali limitazioni correlate e usufruire di ulteriori servizi.

Inoltre, il Regolamento UAS-IT pubblicato il 4 gennaio 2021, afferma che gli operatori di UAV (Aeromobile a pilotaggio remoto) hanno l’obbligo di registrarsi, anche ai fini dell’identificazione e dell’imputazione delle responsabilità civili e penali, sul portale D-Flight e di apporre il codice identificativo QR ottenuto sul proprio drone (non è necessario applicare il codice in questione anche sul radiocomando).

Se, dunque, ti stai chiedendo se la registrazione su D-Flight è obbligatoria, devi sapere che chiunque disponga di un drone con telecamera (non considerato giocatolo) o di un drone senza telecamera con una massa al decollo uguale o superiore a 250 grammi, ha l’obbligo di registrarsi come operatore e di applicare il codice identificativo sul velivolo.

Per quanto riguarda i costi di registrazione su D-Flight, devi sapere che è consentito creare un account gratuito con il quale è possibile la consultazione delle mappe. Per ottenere il codice identificativo da applicare sul drone ed eventualmente registrare quest’ultimo (operazione non obbligattoria), è necessario attivare uno degli abbonamenti disponibili tra Base (6 euro/anno) e Pro (24 euro/anno) che si differenziano per i servizi offerti. Maggiori info qui.

Come creare account su D-Flight

D-Flight

Dopo la doverosa premessa iniziale, sei pronto per creare un account su D-Flight. Tutto quello che devi fare è accedere al portale in questione e compilare il modulo di registrazione con i tuoi dati personali.

Per procedere, collegati dunque al sito ufficiale di D-Flight, clicca sul pulsante Servizi collocato in alto a destra e, nella nuova pagina aperta, imposta la lingua italiana, premendo sull’opzione Language e selezionando la voce Italiano dal menu che si apre.

A questo punto, clicca sul pulsante Vai alla registrazione presente nel box Registrati e, nella schermata Crea il tuo account, specifica se sei un utente privato o un’azienda, tramite il menu a tendina Tipologia utente. Inserisci, poi, i dati richiesti nei campi Username, Email, Nome, Cognome, Nazione di nascita, Regione di nascita, Provincia di nascita, Luogo di nascita, Data di nascita e Codice fiscale e premi sul pulsante Prossimo.

Adesso, se ti stai registrando come azienda, inserisci anche tutti i dati richiesti nella sezione Dati azienda, altrimenti specifica i tuoi dati di residenza nei campi Nazione di residenza, Regione di residenza, Provincia di residenza, Luogo di residenza, Codice postale, Indirizzo di residenza, Numero civico di residenza e Telefono.

D-Flight

Fatto ciò, clicca sul pulsante Crea, apponi il segno di spunta accanto all’opzione Acconsento, per accettare i termini del servizio e autorizzare il trattamento dei tuoi dati personali, e premi sui pulsanti Accetta e OK, per completare la registrazione.

A questo punto, accedi alla tua casella di posta elettronica, individua l’email inviata da D-Flight, annota la password contenuta al suo interno e clicca sul pulsante Attiva account. Nella nuova pagina aperta, seleziona l’opzione Accedi, inserisci i tuoi dati d’accesso nei campi Username o email di registrazione e Password e clicca sul pulsante Accedi, per effettuare il primo accesso e modificare la password associata al tuo account.

Inserisci, quindi, la chiave d’accesso che hai ricevuto tramite email nel campo Password attuale, crea una nuova password inserendola nei campi Password e Conferma password e clicca sui pulsanti Conferma e OK, per modificare la password e accedere a D-Flight.

Come registrare drone su D-Flight

D-Flight

Se ti stai chiedendo se è necessario registrare drone su D-Flight, devi sapere che la risposta è negativa. Infatti, l’unica registrazione obbligatoria, come ti ho già detto nelle righe iniziali di questa guida, è quella relativa all’operatore, cioè la persona che comanda il drone.

Inoltre, ci tengo a precisare che il regolamento UAS-IT prevede la richiesta di un singolo codice identificativo da applicare su tutti i droni in proprio possesso. Questo significa che se disponi di più di un drone, dovrai attivare un singolo abbonamento e usare il codice identificativo ottenuto per tutti i droni con cui operi.

Infine, ti segnalo anche che attivando un abbonamento D-Flight, oltre a ottenere un codice operatore da apporre obbligatoriamente sul drone, viene rilasciato anche un codice drone che serve esclusivamente per usare alcuni servizi di D-Flight. Se intendi usufruire di questi servizi, dovrai anche registrare il tuo drone.

Chiarito questo, collegati alla pagina principale di D-Flight, clicca sul pulsante Servizi e, se ancora non lo hai fatto, accedi con le credenziali associate al tuo account: premi, quindi, sull’icona dell’omino, in alto a destra, inserisci i dati richiesti nei campi Username o email di registrazione e Password e premi sul pulsante Accedi.

Adesso, fai clic sul tuo nome, in alto a destra, seleziona l’opzione Account dal menu che si apre e, nella nuova schermata visualizzata, premi sul pulsante Acquista collocato nella barra laterale a sinistra, per accedere allo store di D-Flight. Fatto ciò, scegli l’abbonamento di tuo interesse tra Abbonamento Base e Abbonamento Pro e clicca sul pulsante Acquista.

A questo punto, premi sull’opzione Carrello, in alto, clicca nuovamente sul pulsante Acquista, inserisci i dati associati al tuo account D-Flight nei campi Email e Password e premi sul pulsante Accesso. Assicurati, poi, che i tuoi dati di fatturazione siano corretti, clicca sul pulsante Continua e, nella sezione Metodo di pagamento, apponi il segno di spunta accanto al metodo di pagamento che preferisci tra PayPal, Bonifico bancario, Carta di credito (sono accettate carte dei circuiti Visa, MasterCard, Maestro e American Express) e MyBank.

Infine, apponi il segno di spunta accanto all’opzione Ho letto ed accetto termini e condizioni e clicca sui pulsanti Continua e Conferma ordine, per procedere al pagamento e ottenere i D-Coin: una sorta di valuta utilizzata su D-Flight, con cui attivare l’abbonamento scelto in precedenza.

Torna, quindi, su D-Flight, accedi nuovamente alla sezione Account e clicca sul pulsante Abbonati come utente Base o Abbonati come utente Pro, per riscattare il tuo abbonamento utilizzando i D-Coin appena ottenuti.

D-Flight

Seleziona, poi, la scheda Operatore SAPR, apponi il segno di spunta accanto all’opzione Operatore SAPR, scegli uno dei documenti disponibili (es. carta d’identità) nel menu a tendina Tipologia di documento e inseriscine i dati nei campi ID documento, Rilasciato da, Rilasciato il e Scadenza il. Fatto ciò, apponi il segno di spunta accanto alla voce Accetto relativa alle opzioni Consenso ai vincoli normativi operatore e Accettazione vincoli informativi DPR 445 del 2000.

A questo punto, clicca sul pulsante Salva, per salvare i dati, segui le indicazioni mostrate a schermo per inviare tramite email una copia del tuo documento d’identità e attendi la verifica da parte dello staff di D-Flight che, solitamente, avviene entro due giorni lavorativi.

Non appena ricevi l’email di conferma da parte di D-Flight, accedi nuovamente alla sezione Account e, nella barra laterale a sinistra in prossimità del tuo nome, potrai visualizzare il QR code operatore che dovrai stampare e applicare su tutti i droni con i quali operi.

Infine, se vuoi anche registrare il tuo drone (che ricordo non è un’operazione richiesta dal regolamento europeo e dal regolamento UAS-IT), torna nella schermata principale del tuo account D-Flight, clicca sul pulsante Associa un drone e, nella nuova schermata visualizzata, apponi il segno di spunta accanto all’opzione Sono operatore di questo drone.

D-Flight

Inserisci, poi, i dati del drone nei campi Nome del drone, Produttore drone, Modello drone, Stato, MTOM, Flight controller, GCS e APR e, se hai un’assicurazione per il drone in questione, specificane i dati nei campi Compagnia assicurativa, Nome assicurazione, ID assicurazione e Data scadenza assicurazione.

Dopo aver inserito tutti i dati richiesti, clicca sul pulsante Salva, per associare il drone al tuo account, e il gioco è fatto.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.