Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scaricare Spotify su iPhone

di

I tuoi amici ti hanno parlato di Spotify, un servizio dedicato all’ascolto di musica in streaming, tramite il quale è possibile accedere a un vastissimo catalogo composto da brani appartenenti a ogni genere ed epoca. Incuriosito da questo servizio, vorresti tanto provarlo sul tuo iPhone ma, complice un po’ d’inesperienza con i dispositivi tecnologici e i servizi di streaming, non sai come procedere al download dell’app in questione.

Come dici? Le cose stanno proprio così? Allora non ti preoccupare: se vuoi, posso darti una mano io e spiegarti come scaricare Spotify su iPhone. Nel corso di questo tutorial, infatti, ti farò una panoramica sul funzionamento del servizio e poi ti spiegherò come scaricare gratuitamente la sua app ufficiale per iPhone. Inoltre, ti illustrerò come attivare l’abbonamento a Spotify Premium, nel caso in cui tu fossi intenzionato a usufruire della facoltativa versione a pagamento della piattaforma.

Detto ciò, se sei curioso di saperne di più, prendi in mano il tuo "melafonino" e mettiti seduto bello comodo. Prenditi giusto qualche minuto di tempo libero e leggi con attenzione le indicazioni che sto per fornirti nelle prossime righe, in modo da riuscire nell’intento che ti sei proposto. Arrivati a questo punto, non mi resta altro che augurarti una buona lettura e, soprattutto, un buon ascolto!

Indice

Informazioni preliminari

Spotify

Prima di spiegarti come scaricare Spotify su iPhone, voglio fornirti alcune informazioni preliminari riguardanti questo famoso servizio di musica in streaming. Devi infatti sapere che è possibile usufruire di Spotify gratuitamente, scaricando la sua app ufficiale dall’App Store di iOS.

La versione gratuita di Spotify, tuttavia, permette di riprodurre i brani musicali presenti sulla piattaforma solo in modalità casuale. Inoltre, la riproduzione è interrotta da spot pubblicitari, è possibile saltare solamente un numero limitato di brani ogni ora e non è possibile effettuare il download della musica per ascoltarla in modalità offline.

Per rimuovere tutte queste limitazioni (e ottenere anche la possibilità di ascoltare musica alla massima qualità, cioè a 320kbps) è necessaria la sottoscrizione a Spotify Premium, un abbonamento senza vincoli di permanenza il cui costo è di 9,99 €/mese, dopo un periodo di prova gratuito di un mese (o di tre mesi, in alcuni periodi promozionali).

Altri piani disponibili sono quelli denominati Premium for Family (14,99 €/mese) e Premium for Student (4,99 €/mese) che sono, rispettivamente, pensati per gruppi di persone che vivono nello stesso nucleo familiare e per gli studenti.

A tal proposito, per maggiori informazioni al riguardo, fai riferimento al capitolo successivo di questo mio tutorial in cui ti parlerò meglio di Spotify Premium.

Come scaricare Spotify su iPhone gratis

Come scaricare Spotify su iPhone gratis

Dopo aver fatto chiarezza su quelle che sono le caratteristiche principali di Spotify, è arrivato il momento di spiegarti come scaricare gratuitamente l’app ufficiale del servizio sul tuo iPhone.

Detto ciò, per iniziare, avvia l’App Store di iOS, pigiando sulla sua icona (il simbolo di una "A" stilizzata su sfondo azzurro) situata nella home screen del tuo iPhone. Adesso, individua, tramite il motore di ricerca dello store virtuale di Apple (Cerca), l’app di Spotify, digitando il suo nome, dopodiché fai tap sulla sua icona, per visualizzarne la scheda descrittiva.

Fatto ciò, per scaricare e installare l’app, premi sul pulsante Ottieni e sblocca il download dell’app tramite il Face ID, il Touch ID o la password del tuo account iCloud.

Attendi, quindi, qualche istante, affinché l’operazione venga portata a termine automaticamente. Al termine, premi sul pulsante Apri che ti viene mostrato, per avviare l’app direttamente dall’App Store.

In alternativa, puoi avviare Spotify semplicemente pigiando sulla sua icona la quale, al termine del download e dell’installazione, sarà stata automaticamente aggiunta alla home screen del tuo iPhone. Facile, vero?

Come scaricare Spotify premium iPhone

Come scaricare Spotify premium iPhone

Se ti domandi come scaricare Spotify Premium su iPhone, in quanto sei intenzionato a sottoscrivere l’abbonamento a questa popolare piattaforma di musica in streaming, devi innanzitutto sapere che non esiste l’app di Spotify Premium: tutti i vantaggi dati dalla sottoscrizione dell’abbonamento sono legati all’account e si usufruiscono direttamente nell’app Spotify che hai scaricato sul tuo dispositivo.

Se, dunque, il tuo intento è quello di abbonarti a Spotify, devi sapere che questa procedura non può essere effettuata direttamente dall’app ma soltanto da browser, collegandoti al suo sito Web ufficiale.

Collegati, quindi, alla pagina principale del servizio di musica in streaming, tramite il link che ti ho fornito, premi sull’icona ☰ ed effettua l’accesso al tuo account (Accedi), compilando i campi richiesti relativi alle email e password o premendo sul pulsante Accedi con Facebook, per effettuare il login con il tuo profilo Facebook 8se ti sei registrato a Spotify tramite account Facebook).

Adesso, pigia sul pulsante Scarica Premium e, nella nuova schermata che ti viene mostrata, procedi all’inserimento del metodo di pagamento (Carta di credito o di debito o PayPal) compilando il modulo che ti viene proposto con tutte le informazioni richieste.

Infine, per completare l’operazione, premi sul pulsante Avvia il mio Spotify Premium. Nel caso in cui tu abbia diritto a una prova gratuita, il pagamento avverrà al termine di quest’ultima.

In caso di dubbi o problemi oppure per maggiori informazioni su come attivare o disattivare Spotify Premium, fai riferimento ai miei tutorial in cui ti parlo in maniera più dettagliata di come abbonarsi a Spotify e come disattivare Spotify Premium.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.