Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Amazon Prime Day 2018
Scopri le migliori offerte dell'Amazon Prime Day 2018. Vedi le offerte Amazon

Come ascoltare Spotify offline

di

Finalmente è arrivato il momento di partire per quel viaggio all’estero che hai programmato da tempo: nella lista delle cose da portare con te, c’è anche un posticino dedicato alla musica, a quella che si appresta a diventare la colonna sonora della tua tanto desiderata vacanza. D’altro canto, ormai, sei talmente abituato ai servizi di streaming musicale che proprio non sapresti come fare in assenza di Internet: il problema, in questo caso, è che nel paese in cui ti appresti a recarti hai a disposizione una quantità limitata di traffico Internet, e di certo non sei intenzionato ad usarlo per la musica.

Per questo motivo, hai iniziato a chiederti se esistono servizi di streaming che permettono di scaricare musica da ascoltare anche in assenza di Internet: ebbene, la risposta è sì, e Spotify è certamente uno di questi! Nel giro di qualche secondo, infatti, è possibile configurare l’app per smartphone o tablet, o il programma per computer, affinché i brani contenuti nelle playlist personali vengano scaricati sul dispositivo, per poi poter essere riprodotti anche senza l’ausilio della Rete. L’unico requisito fondamentale, al fine di approfittare di questa possibilità, è disporre di un account Spotify Premium.

Scommetto che ti ho incuriosito, e che ora vorresti capire come ascoltare Spotify offline per vedere se questo è il servizio che fa al caso tuo: allora sei proprio nella guida che fa per te! Nelle righe di seguito, infatti, sarà mia cura illustrarti i prezzi di Spotify Premium, le modalità di abbonamento, le condizioni per approfittare di una prova gratuita e, infine, le varie procedure per effettuare il download dei brani da ascoltare in modalità offline. Dunque, senza esitare oltre, ritaglia qualche minuto di tempo tutto per te e immergiti nella lettura dei consigli che mi appresto a fornirti: sono sicuro che, al termine di questa guida, avrai le idee perfettamente chiare sul da farsi. Non mi resta altro che augurarti buona lettura e… buon ascolto!

Indice

Prezzi di Spotify Premium

Prezzi di Spotify Premium

Spotify, di per sé, ha una politica sui piani Premium davvero semplice: l’abbonamento al servizio, per utenza singola, ha un prezzo unico di 9,99 euro al mese, che diventano poi 4,99 euro se sottoscritto da uno studente. Con questo piano, oltre che scaricare brani sul dispositivo, è possibile accedere all’intero catalogo multimediale di Spotify, di ascoltare i brani nella sequenza desiderata (e non in riproduzione casuale, come accade invece nella versione Free), di effettuare un numero illimitato di “skip” e di riprodurre musica in alta qualità.

Per attivare subito la prova gratuita di Spotify, collegati a questo sito Internet, pigia sul pulsante Inizia la prova gratuita e inserisci le tue credenziali d’accesso nel modulo che ti viene proposto (oppure pigia sul pulsante Accedi con Facebook per autenticarti tramite il tuo account social).

Il secondo piano a pagamento del servizio, invece, è Spotify Premium for Family, che è pensato per le famiglie o, in generale, per chi condivide lo stesso domicilio: ad un prezzo di 14.99 euro al mese permette di “estendere” i vantaggi di Spotify Premium a un massimo di 5 account contemporaneamente. Per ulteriori delucidazioni in merito, ti consiglio di dare un’occhiata al mio approfondimento al riguardo.

Prima di procedere all’abbonamento, puoi provare Spotify Premium gratis per 30 giorni. In fase di registrazione dovrai comunque specificare un metodo di pagamento valido, ma nulla ti sarà addebitato fino al termine del periodo promozionale.

Come dici? Ti ho incuriosito e vuoi subito attivare la prova gratuita di Spotify Premium per provare la funzionalità di fruizione offline della musica? Allora collegati al sito Internet di Spotify, pigia sul pulsante Scegli Spotify Premium e, successivamente, fai clic sul pulsante Inizia la prova gratuita. Se disponi di un account Spotify, effettua l’accesso utilizzando il modulo proposto (oppure pigia sul pulsante Accedi con Facebook se il tuo account è associato al social network).

Se, invece, non disponi di un account, clicca sul link Iscriviti e compila il modulo proposto con le informazioni richieste, dopodiché apponi il segno di spunta accanto alla voce Accetto Termini e condizioni e Informativa sulla privacy Spotify, clicca sulla casella Non sono un robot e poi sul pulsante Iscriviti. A questo punto, aggiungi le informazioni di pagamento utilizzando i moduli proposti nella schermata successiva (puoi scegliere tra carta di credito e PayPal), dopodiché pigia sul pulsante Inizia il periodo di prova e paga dopo 30 giorni.

Se desideri ulteriori delucidazioni sulla procedura di attivazione di Spotify Premium, su come disattivare il rinnovo automatico e su come usufruire della trial di 7 giorni (riservato ai soli utilizzatori di Spotify per smartphone e tablet), ti invito a leggere con attenzione la mia guida su come attivare Spotify Premium.

Ascoltare Spotify offline su Windows

Hai deciso di portare con te il computer, dunque ti stai chiedendo se l’applicazione desktop di Spotify permette la fruizione dei brani senza connessione a Internet? Ebbene, la risposta è sì: basta effettuare il download dei brani, degli album o delle playlist che si vogliono  ascoltare, per poi impostare Spotify in modalità offline.

Tanto per iniziare, collegati alla pagina di download di Spotify, attendi che il file (ad es. SpotifySetup.exe) venga scaricato, dopodiché avvialo per dare inizio alla procedura di setup: una volta completata l’installazione, Spotify viene avviato automaticamente. Se disponi di Windows 10, puoi scaricare Spotify direttamente dal Microsoft Store (fai clic su questo link per aprire la pagina dedicata, dopodiché pigia sul pulsante Apri Microsoft Store).

Una volta avviata l’app, pigia sul pulsante Accedi presente nella schermata iniziale di Spotify, digita la tua email e la tua password nei campi preposti e fai clic ancora sul pulsante Accedi. Se il tuo account è collegato a Facebook, pigia invece sul pulsante Accedi con Facebook e segui la procedura a schermo per completare l’autenticazione utilizzando la finestra del browser.

Adesso ti consiglio di aggiungere i brani che desideri scaricare in una playlist personale (in modo da poterli scaricare tutti in un clic). Per creare la tua raccolta personale, pigia sul pulsante (+) collocato in corrispondenza della voce Nuova Playlist (in basso a sinistra), digita il nome che vuoi assegnare alla lista (ad es. Brani Offline) nella casella Nome annessa al nuovo pannello proposto e pigia sul pulsante Crea.

Se lo desideri, puoi “nascondere” la playlist ai tuoi contatti Spotify: identifica il suo nome nel riquadro Playlist collocato all’interno della barra di navigazione sinistra, fai clic destro su di esso e seleziona la voce Rendi segreta dal menu contestuale proposto.

A questo punto, puoi iniziare ad aggiungere i brani alla tua raccolta: avvalendoti della barra in alto, cerca la prima canzone che intendi aggiungere alla tua raccolta, identifica il brano tra i risultati di ricerca, posiziona il mouse in sua corrispondenza, clicca sul pulsante (…) che viene mostrato a schermo, seleziona le voci Aggiungi a playlist > Brani Offline (o qualsiasi altro nome tu abbia assegnato alla tua raccolta) e ripeti l’operazione con tutti gli altri brani che intendi scaricare.

Ascoltare Spotify offline su Windows

Il gioco è praticamente fatto: non ti resta altro che selezionare la raccolta creata facendo clic sul suo nome (collocato nel pannello di navigazione sinistro) e spostare su ON la levetta Download per iniziare a scaricare i brani sul dispositivo; una volta completata l’operazione, Spotify mostrerà la dicitura Download effettuato accanto alla levetta in questione. Puoi ripetere l’operazione anche per le playlist tematiche di Spotify e/o per gli album.

Una delle caratteristiche di Spotify per sistemi desktop è la possibilità di importare nel programma la musica presente sul computer: in tal modo, è possibile includere nelle playlist personali anche brani già salvati sul disco, così da aggiungerli alle playlist di Spotify e di utilizzare il programma stesso per la riproduzione dei succitati brani.

Per farlo, recati nel menu Modifica > Preferenze di Spotify (accessibile previa pressione del pulsante () collocato in alto a sinistra), scorri in basso la schermata immediatamente successiva, identifica la sezione File Locali e scegli se visualizzare in Spotify i brani salvati nella Libreria musicale del PC, nelle cartelle di iTunes e nei Download, spostando su ON le levette annesse. Se lo desideri, puoi aggiungere una cartella contenente musica pigiando sul pulsante Aggiungi una fonte.

Il gioco è praticamente fatto: puoi trovare i brani presenti nelle cartelle selezionate in precedenza all’interno della sezione File locali, collocata nella barra laterale di sinistra. Se lo desideri, puoi aggiungere i summenzionati brani all’interno delle tue playlist personali.

A questo punto, non ti resta che attivare la modalità offline di Spotify per evitare che il programma si colleghi a Internet per la riproduzione dei brani (anche in caso di connessione disponibile): per farlo, clicca sul pulsante () collocato nell’angolo in alto a destra della schermata di Spotify, e seleziona le voci File > Modalità offline dal menu contestuale proposto; ripeti la medesima procedura per disattivare la modalità offline, quando non ne avrai più bisogno.

Ascoltare Spotify offline su macOS

Ascoltare Spotify offline su macOS

Disponi di un Mac? Non temere: anche Spotify per macOS prevede la possibilità di scaricare i brani sul dispositivo e riprodurli in modalità offline, il tutto nel giro di una manciata di clic.

Per prima cosa, se non l’hai già fatto, collegati alla pagina di download di Spotify, avvia il file appena scaricato (ad es. Install Spotify) e pigia successivamente sul pulsante Apri presente nella finestra d’avviso mostrata dal sistema operativo: tutto ciò che devi fare, a questo punto, è attendere che il programma venga installato automaticamente sul Mac.

Una volta aperta la schermata principale del programma, clicca sul pulsante Accedi e inserisci le credenziali del tuo account (oppure pigia sul pulsante Accedi con Facebook se intendi utilizzare il tuo profilo social): per scaricare i brani sul tuo Mac, non devi fare altro che attenerti alle istruzioni che ti ho già fornito per Windows, poiché le due procedure sono pressoché identiche. Stesso discorso per la selezione dei brani locali dalle cartelle del computer, che puoi selezionare andando nel menu Spotify > Preferenze collocato in alto a sinistra.

Una volta scaricati i brani di tuo interesse, puoi impostare la modalità offline cliccando sul menu Spotify collocato nel pannello superiore del Mac e selezionando Modalità offline.

Ascoltare Spotify offline su Android

Ascoltare Spotify Offline su Android

Se disponi di un account Premium, puoi ascoltare Spotify offline anche sui tuoi dispositivi mobili: così come su PC, tutto ciò che devi fare è aggiungere i brani che desideri scaricare in una playlist personale, che puoi successivamente scaricherai nel giro di un paio di tap.

Cominciamo parlando di Android: se non hai ancora scaricato l’app di Spotify per il sistema del robottino verde, sfiora l’icona del Google Play Store residente nella schermata home o nel drawer (la schermata in cui sono presenti tutte le app installate), digita Spotify nella barra di ricerca collocata in alto, pigia sul pulsante a forma di lente d’ingrandimento e, successivamente, sfiora l’icona dell’app Spotify Music residente tra i risultati di ricerca. Se stai leggendo questa guida dal tuo device Android, puoi anche pigiare su questo link per accedere direttamente alla sezione appropriata dello store.

A questo punto, pigia sul pulsante Installa, attendi il completamento della procedura e avvia l’app pigiando sul pulsante Apri (o richiamandola dal drawer): per effettuare l’accesso, digita le credenziali d’accesso del tuo account Spotify e pigia sul pulsante Accedi, oppure sfiora l’icona Accedi con Facebook e segui le istruzioni a schermo per effettuare il login tramite il social network.

Ora, per creare la playlist con i brani da scaricare, inizia con l’effettuare la ricerca del primo brano avvalendoti della barra di ricerca collocata in alto; una volta identificata la canzone che ti interessa, sfiora sull’icona  collocata in sua corrispondenza, seleziona la voce Aggiungi alla playlist, fai tap sul pulsante Nuova Playlist, assegnale un nome utilizzando il modulo annesso alla schermata successiva (ad es. Brani offline) e pigia sul pulsante Crea.

Ripeti la procedura con tutti i brani successivi, avendo però cura di aggiungere la canzone in questione alla playlist creata in precedenza (disponibile nella lista proposta in fase di aggiunta del brano), senza crearne una nuova ogni volta.

Se intendi effettuare il download dei brani tramite la connessione dati del tuo smartphone o tablet, devi attivare manualmente questa opzione: fai tap sull’icona La mia libreria collocata in basso a sinistra, sfiora il pulsante ⚙ residente in alto a destra, identifica il riquadro Qualità della musica e sposta su ON la levetta in corrispondenza della voce Scarica con dati.

Completata questa operazione, se necessaria, sfiora ancora l’icona La tua libreria collocata in basso, fai tap sulla voce Playlist, scegli la raccolta creata in precedenza e sposta su ON la levetta in corrispondenza della voce Download. Se lo desideri, puoi utilizzare la stessa procedura per effettuare il download delle playlist tematiche messe a disposizione di Spotify o di interi album.

Inoltre, puoi caricare su Spotify dei brani musicali che risiedono sul disco del tuo computer, così da copiarli anche sul dispositivo mobile e renderli disponibili in modalità offline. Per effettuare il caricamento dei brani, devi installare Spotify Desktop sul computer che contiene le canzoni che ti interessano e abilitare l’integrazione con i File Locali, così come ti ho spiegato nella sezione relativa a Spotify per PC.

Fatto ciò, sempre tramite il computer, crea una nuova playlist (utilizzando l’apposito pulsante in basso a sinistra), ad esempio Scaricati dal PC, in cui inserire i brani da trasferire; seleziona poi la voce File Locali dal pannello di navigazione sinistro, fai clic destro su ciascun brano che intendi copiare su Android, dopodiché seleziona la voce Aggiungi alla playlist > Scaricati dal PC (o qualsiasi nome tu abbia dato alla raccolta) dal menu contestuale proposto.

A questo punto, collega il tuo smartphone/tablet alla stessa rete Wi-Fi a cui è collegato il computer, avvia Spotify sul terminale Android, fai tap sull’icona La tua libreria collocata in basso a destra e seleziona la voce Playlist. Il gioco è praticamente fatto: seleziona la playlist creata in precedenza sul computer (ad es. Scaricati dal PC) e sposta su ON la levetta in corrispondenza di download. Alla fine della procedura, i brani vengono messi a disposizione anche sul device Android, e possono essere riprodotti anche quando non sei collegato alla rete. Per ottenere informazioni più specifiche in merito alla procedura appena illustrata, ti esorto a consultare la mia guida su come caricare musica su Spotify.

Per impostazione predefinita, Spotify permette di ascoltare i brani scaricati con il metodo illustrato in precedenza quando Internet è assente (quando non c’è campo, con connessioni dati disattivate e con dispositivo in modalità aereo), per poi tornare alla fruizione di Internet nel momento in cui un collegamento è di nuovo disponibile. Se necessario, puoi impostare manualmente la modalità offline, così da evitare che l’app riproduca brani da Internet anche quando è disponibile una connessione.

In che modo? Semplicissimo: pigia sull’icona La tua libreria collocata in basso a sinistra, tocca il pulsante  collocato in alto a destra, fai tap sulla voce Riproduzione e sposta su ON la levetta in corrispondenza di Modalità offline; ripeti gli stessi passaggi, quando necessario, per far sì che l’app si ricolleghi a Internet.

Ascoltare Spotify offline su iPhone e iPad

Come ascoltare Spotify offline su iPhone e iPad

Se hai a disposizione un iPhone o un iPad e intendi scaricare i brani sul tuo dispositivo, sappi che la procedura di download è altrettanto semplice e può essere portata a termine in pochissimo tempo.

Tanto per iniziare, avvia l’App Store (l’icona a forma di A) richiamandolo dalla schermata home del tuo dispositivo, seleziona la scheda Cerca in basso a destra, digita la parola Spotify nella barra di ricerca in alto, pigia sull’icona a forma di lente d’ingrandimento, seleziona l’icona Spotify Music dalla lista proposta, sfiora il pulsante Ottieni e, se necessario, autenticati tramite Touch IDFace ID o password dell’ID Apple. Se stai navigando dall’iPhone o dall’iPad, puoi aprire immediatamente la sezione appropriata dell’App Store facendo tap su questo link.

Completata la procedura di download, sfiora il pulsante Apri per avviare Spotify, pigia sul pulsante Accedi, effettua il login utilizzando le tue credenziali (oppure l’account Facebook, se necessario), dopodiché segui per filo e per segno le istruzioni che ti ho fornito in precedenza per scaricare brani e playlist su Android: la procedura da attuare è assolutamente identica a quanto visto per il sistema del robottino verde.

L’unica differenza risiede nelle Impostazioni: puoi trovare l’opzione relativa al download dei brani tramite 3G/4G all’interno della sezione Qualità della musica, selezionabile dalla lista delle impostazioni disponibili, mentre l’opzione per impostare Spotify Offline è residente nella sezione Riproduzione.

Ma aspetta, mi stai dicendo che lo spazio sul tuo dispositivo non è sufficiente per ospitare tutti i tuoi brani preferiti, e stai pensando di attivare una tariffa extra per utilizzarlo con Internet? Allora ti consiglio di leggere il mio approfondimento su quanto consuma Spotify: lì troverai tante utili informazioni sul consumo dati relativo alla riproduzione musicale, oltre che le procedure per “abbassare” provvisoriamente la qualità della musica riprodotta, magari per “risparmiare” qualche Giga in più!