Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come sproteggere file PDF

di

Hai un file PDF sotto mano che non riesci ad aprire, in quanto bloccato da password? Vorresti stampare o modificare un file PDF ma non puoi riuscirci perché ti viene chiesto di sbloccarlo immettendo una password? Beh, per far fronte a entrambe le circostanze, devi prima rimuovere la protezione applicata al documento di tuo interesse. Se non ricordi la parola chiave giusta, posso provare ad aiutarti io.

Nelle righe successive, trovi illustrato come sproteggere un file PDF ricorrendo ad appositi software per computer, servizi online ad hoc e app per smartphone e tablet, in grado di rimuovere le protezioni dai documenti in tale formato. Mi raccomando però, usali solo per scopi legittimi e non per violare l’accesso a documenti che non sei autorizzato a visualizzare. Io non mi assumo alcuna responsabilità in merito, sia chiaro!

Detto questo, passiamo all’azione: posizionati bello comodo, prenditi qualche minuto tutto per te e comincia subito a concentrati sulla lettura di quanto riportato qui di seguito. Sono certo del fatto che, alla fine, potrai dirti ben contento e soddisfatto di quanto appreso. Che ne dici, scommettiamo?

Indice

Informazioni preliminari

PDF

Prima di entrare nel vivo del tutorial, andando a scoprire quali sono gli strumenti disponibili per sproteggere un file PDF e come poterli usare, è mio dovere fare alcune precisazioni al riguardo.

I documenti PDF possono essere protetti da una password che ne vieta l’apertura, la stampa o la modifica da parte di utenti non autorizzati. Nel primo caso, quello che impedisce la visualizzazione del documento, si parla di user password. Quando, invece, la password blocca solo la stampa, la selezione o la modifica del testo, si parla di owner password.

È importante conoscere questa differenza, in quanto esistono delle applicazioni e dei servizi online che consentono di rimuovere le protezioni dai file PDF, ma difficilmente si occupano di entrambi i tipi di password, anche perché il loro grado di vulnerabilità è molto diverso.

La owner password spesso si riesce a bypassare in pochi istanti, mentre la user password è molto più ostica e può essere scoperta solo con la tecnica del “brute forcing”, ossia tentando tutte le combinazioni di caratteri possibili fino a quando non si trova quella giusta. Operazione, questa, che può richiedere anche diverse ore, se non intere giornate.

Come sproteggere file PDF protetto

Fatte le dovute precisazioni di cui sopra, veniamo al sodo e andiamo a scoprire come sproteggere un file PDF protetto da computer, ricorrendo all’uso di appositi software: qui sotto trovi indicati quelli che ritengo essere i migliori della categoria.

QPDF (Windows/macOS/Linux)

QPDF

Il primo tra gli strumenti utili per sproteggere un file PDF su computer, che ti consiglio di mettere alla prova, è QPDF: si tratta di un tool gratuito, open source e compatibile non solo con Windows, ma anche con macOS e Linux. Consente di intervenire esclusivamente sui PDF protetti da stampa e modifiche. È molto efficace ma, purtroppo, non dispone di un’interfaccia grafica e va usato da riga di comando (nulla di complicatissimo però, promesso!).

Per scaricare il programma su Windows, visita dunque la pagina per il download presente sul sito Internet di SourceForge e clicca sul pulsante Download Latest Version, che si trova in alto a sinistra.

Ultimato il download, estrai l’archivio ZIP ottenuto in una cartella a piacere e avvia QPDF usando il Prompt dei comandi, indirizzandolo direttamente verso la cartella che contiene il programma. Se non sai in che modo riuscirci, tieni premuto il tasto Shift sulla tastiera, fai clic destro sulla cartella bin situata nella cartella in cui hai estratto QPDF e seleziona la voce Apri finestra di comando qui dal menu che ti viene mostrato.

Una volta visualizzata la finestra del Prompt dei comandi, immetti la stringa qpdf --decrypt input.pdf output.pdf (al posto di input.pdf e output.pdf devi digitare i percorsi completi del PDF da sbloccare e del file di output da ottenere) e premi il tasto Invio sulla tastiera. Compiuti questi passaggi, otterrai una versione sbloccata del PDF nella cartella destinata al file di output.

Se stai usando macOS, per scaricare e installare il programma devi affidarti ad Homebrew, un gestore di pacchetti open source e a costo zero che permette di installare vari tipi di software tramite il Terminale. Ciò detto, provvedi innanzitutto ad aprire il Terminale, selezionando la relativa icona (quella con la finestra nera e la riga di codice) presente nella cartella Altro del Launchpad.

Una volta visualizzata la finestra del Terminale, per installare Homebrew, inserisci il comando /usr/bin/ruby -e "$(curl -fsSL https://raw.githubusercontent.com/Homebrew/install/master/install)", dopodiché premi il tasto Invio sulla tastiera e digita la password di amministrazione del Mac. Fatto ciò, procedi con l’installazione di QPDF, impartendo il comando `brew install qpdf, seguito sempre dalla pressione del tasto Invio.

Completata la procedura d’installazione, digita il comando qpdf --decrypt input.pdf output.pdf (al posto di input.pdf e output.pdf devi immettere i percorsi dei file di input e output) e otterrai una versione sbloccata del tuo file PDF.

PDFCrack (Windows/macOS)

PDFCrack

Un altro valido strumento al quale puoi affidarti per rimuovere la password dai tuoi file PDF è PDFCrack: si tratta di un software gratuito e open source, disponibile per Windows e macOS, il quale permette di sproteggere i file PDF protetti con user password tramite la tecnica della forza bruta, ossia provando a sbloccare il file usando tutte le combinazioni di caratteri possibili. Anche in questo caso, siamo al cospetto di un tool che non dispone di un’interfaccia grafica e va usato da linea di comando. In ogni caso, non temere, non è difficile da usare.

Per scaricare PDFCrack su Windows, visita il sito Internet del programma e clicca sul collegamento Download(pdfcrack-xx.zip, xxk) posto nella barra laterale a destra.

Completato il download, apri l’archivio ZIP ottenuto, estraine il contenuto in una cartella a piacere e avvia il Prompt dei comandi, facendo clic sul pulsante Start (quello con la bandierina di Windows) che trovi nella parte in fondo a sinistra della barra delle applicazioni, digitando “prompt” nel campo di ricerca e selezionando il collegamento pertinente dall’elenco mostrato.

Ora che visualizzi la finestra del Prompt dei comandi sul desktop, impartisci il comando CD "[cartella PDFCrack]" (al posto di [cartella PDFCrack] devi immettere il percorso completo della cartella in cui hai estratto PDFCrack) e premi il tasto Invio sulla tastiera. In seguito, immetti il comando pdfcrack "file.pdf" (al posto di file.pdf, devi inserire il percorso completo e il nome del file da decifrare), provvedendo sempre a premere il tasto Invio successivamente.

Al termine dell’elaborazione, nella schermata del Prompt dei comandi, comparirà la scritta found user-password, seguita dalla password per sbloccare il PDF selezionato.

Se, invece, vuoi scaricare PDFCrack per macOS, visita la pagina dedicata al programma presente sul sito Internet di SourceForge e clicca sul bottone Download Latest Version, situato in cima.

A scaricamento ultimato, apri l’archivio tar.gz ottenuto ed estraine il contenuto in una cartella qualsiasi. Successivamente, avvia il Terminale, selezionando la relativa icona (quella con la finestra nera e la riga di codice) che trovi nella cartella Altro del Launchpad, impartisci il comando cd [cartella PDFCrack] (al posto di [cartella PDFCrack] devi inserire il percorso completo della cartella in cui hai estratto PDFCrack) e schiaccia il tasto Invio sulla tastiera. Fatto ciò, immetti il comando make -f Makefile, seguito sempre dalla pressione del tasto Invio.

Al termine della compilazione del programma, chiudi il Terminale, riaprilo e dai il comando [cartella PDFCrack]/pdfcrack -u "file.pdf" (al posto di [cartella PDFCrack], devi inserire il percorso completo della cartella in cui hai estratto PDFCrack, mentre al posto di file.pdf devi inserire il percorso completo e il nome del file da decifrare), dopodiché premi il tasto Invio sulla tastiera, in modo tale da avviare la ricerca della password per il tuo PDF che, se tutto va per il verso giusto, potrai visualizzare su schermo dopo un po’ di tempo.

Come sproteggere un file PDF online

Come ti dicevo a inizio guida, è altresì possibile sproteggere un file PDF online ricorrendo all’uso di alcuni appositi servizi Web, funzionanti senza il benché minimo problema da qualsiasi browser e sistema operativo. Se la cosa t’interessa, qui sotto ho provveduto a elencarti quelli più interessanti.

PDF Candy

PDF Candy

Un ottimo servizio online che puoi valutare di usare per sproteggere un file PDF è PDF Candy: si tratta di una risorsa tramite la quale è possibile compiere operazioni di vario tipo sui documenti in questione, che risulta essere facile da usare e che non richiede pagamenti per accedere a funzionalità extra. Non pone limiti per quel che concerne l’upload dei file e, inoltre, tutela la privacy degli utenti eliminando ciò che viene caricato sui suoi server entro poche ore. Da notare, però, che nel caso dello sblocco dei PDF bisogna conoscere la parola chiave, in modo tale da ottenere una versione “libera” del documento.

Per usare PDF Candy, visita la home page del servizio e trascinaci sopra il file di tuo interesse. Se preferisci selezionarlo in maniera “manuale”, clicca prima bottone Aggiungi file. Se, invece, il tuo documento si trova su Google Drive o Dropbox, puoi caricarlo da lì, cliccando sull’icona relativa al servizio di tuo interesse.

Ad upload avvenuto, digita la password utile per sbloccare il PDF nel campo Password presente in basso, dopodiché clicca prima sul pulsante Sbloccare PDF e poi su quello Scarica file, per effettuare il download della versione sbloccata del documento. Se poi preferisci archiviare il file su Google Drive oppure su Dropbox, seleziona le relative icone e il gioco è fatto.

App per sproteggere file PDF

Passiamo, infine, alle app per sproteggere i file PDF da smartphone e tablet, senza dover necessariamente passare dal computer: qui sotto trovi indicate quelle che, secondo me, faresti bene a prendere in considerazione.

iLovePDF (Android/iOS)

iLovePDF

iLovePDF è un’ottima applicazione gratuita, disponibile sia per Android che per iOS, grazie alla quale è possibile compiere operazioni di vario genere sui PDF selezionati. I documenti, infatti, possono essere convertiti in altri formati, modificati, divisi ecc. Chiaramente, è anche possibile sproteggere i PDF protetti da owner password, tutto in una manciata di tap. È gratis, ma offre acquisti in-app per sottoscrivere il piano a pagamento del servizio (al costo di 5,99 euro/mese oppure di 48,99 euro/anno), il quale consente di rimuovere la pubblicità e di usufruire di funzionalità aggiuntive.

Per scaricare l’app su Android, visita la relativa sezione del Play Store e premi sul pulsante Installa. Se, invece, stai usando iOS, accedi alla relativa sezione di App Store, premi sul bottone Ottieni, quindi su quello Installa e autorizza il download tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. Successivamente, avvia l’app premendo sul bottone Apri comparso sullo schermo oppure selezionando la relativa icona che è stata appena aggiunta in home screen.

Ora che visualizzi la schermata principale dell’app, fai tap sul pulsante Sblocca, indica se prelevare il PDF protetto dal dispositivo, da Google Drive oppure da Dropbox e seleziona il documento da sbloccare. In seguito, premi sul pulsante Sblocca PDF comparso in basso, attendi che il procedimento di sblocco venga portato a termine e, quando vedi comparire la scritta Completato! sul display, premi sul pulsante Vai al file, per accedere alla versione senza password del documento.

PDF Utility (Android)

PDF Utility

Se stai utilizzando un dispositivo Android, puoi altresì valutare l’uso dell’app PDF Utility, per lo sblocco dei PDF: si tratta di uno strumento gratuito, facile da usare e tramite il quale è possibile intervenire in vari modi sui PDF e sbloccare quelli protetti da owner password. Consente, infatti, di creare una copia sbloccata dei PDF, a patto però di conoscere la password con cui sono protetti. Da notare che è eventualmente disponibile in una versione a pagamento (al costo di 2,79 euro), la quale consente di aggirare il limite di 2,5 MB per l’upload dei documenti stabilito per la versione free e permette di accedere ad altre caratteristiche extra.

Per scaricare l’app sul tuo dispositivo, visita la relativa sezione presente sul Play Store e premi sul pulsante Installa. In seguito, avvia PDF Utility sfiorando il pulsante Apri comparso sul display oppure selezionando la relativa icona che è stata appena aggiunta in home screen.

Ora che visualizzi la schermata principale dell’app, seleziona l’icona Unlock PDF, premi sul bottone Select File e seleziona il PDF relativamente al quale ti interessa andare ad agire. Digita, dunque, la password usata per proteggere il documento nel campo File owner password e premi sul bottone Decrypt File.

A procedura ultimata, ti verrà mostrato un apposito messaggio su schermo. A quel punto, potrai scegliere se aprire il documento sbloccato ottenuto (facendo tap sulla voce Open) o se condividerlo (premendo sulla voce Share). Tutto qui!

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.