Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come stabilizzare i video ed eliminare il tremolio

di

Durante il tuo ultimo viaggio, hai realizzato numerosi filmati con l’idea di montare un video della tua vacanza. Riguardando i filmati, però, ti sei accorto che sono presenti dei tremolii che rendono il video poco stabile e di scarsa qualità. Ho indovinato, vero? Allora non devi disperarti: puoi facilmente ridurre il tremolio e migliorare la qualità dei tuoi filmati. Come si fa? Te lo dico sùbito.

Se mi dedichi qualche minuto del tuo tempo libero, infatti, posso spiegarti come stabilizzare i video ed eliminare il tremolio utilizzando delle soluzioni che ti permetteranno di ottenere ottimi risultati. Hai diverse soluzioni che puoi prendere in considerazione: dalle app che permettono di ridurre il tremolio direttamente da smartphone e tablet ai più classici software che consentono di stabilizzare i filmati dal PC.

Coraggio, mettiti comodo, prenditi cinque minuti di tempo libero e leggi con attenzione i prossimi paragrafi. Scegli la soluzione che ritieni più adatta alle tue esigenze, prova a mettere in pratica le indicazioni che sto per darti e sono sicuro che riuscirai, in poco tempo, a stabilizzare i tuoi video: non ti prometto miracoli, ma sicuramente qualche miglioria la puoi riscontrare, soprattutto se il tremolio del filmato di partenza non è estremamente accentuato. Buona lettura e buon divertimento!

Indice

Google Foto (Android)

Google Foto

Google Foto è il celebre servizio di Google che, oltre a proporsi come galleria di foto e video, permette anche di modificare immagini e filmati. Con la funzione Stabilizzazione, disponibile solo sulla versione dell’app per dispositivi Android, è possibile ridurre il tremolio dei video e ottenere risultati di ottima qualità.

Per stabilizzare i video con Google Foto, avvia l’app che dovrebbe essere già installata “di serie” sul tuo smartphone o tablet Android, a meno che non sia un device senza Play Store (in questo caso dovrai ripiegare su qualche altra alternativa). Adesso, scorri la schermata principale e individua il video di tuo interesse, altrimenti fai tap sul pulsante Ricerca (in basso) e cercalo. Dopodiché apri il filmato da stabilizzare premendo sulla sua anteprima.

Successivamente, tocca un punto qualsiasi dello schermo mentre il filmato è in riproduzione e premi il pulsante Modifica (l’icona con le tre barre di regolazione posta in basso). Quando sullo schermo compare l’editor di Google Foto, premi sul pulsante Stabilizza (l’icona del rettangolo storto all’interno del rettangolo in piano) e attendi che il filmato venga stabilizzato dall’algoritmo dell’applicazione.

Attendi quindi che il processo di stabilizzazione sia concluso e, in automatico, potrai visualizzare il risultato finale con la possibilità di salvare il video sul tuo dispositivo: tocca il pulsante Salva copia (in basso a destra), così da salvare il file di output come copia, e il gioco è fatto.

Per maggiori informazioni circa il funzionamento di Google Foto, dai un’occhiata alla mia guida sull’argomento.

Emulsio (iOS/iPadOS)

Stabilizzare video

Emulsio è la soluzione ideale per rimuovere automaticamente il tremolio dei video realizzati con iPhone e iPad. Permette di usare tecniche di stabilizzazione avanzate, regolare l’intensità dello stabilizzatore e di vedere il confronto del video prima e dopo l’elaborazione. Nella versione gratuita applica un watermark che è possibile rimuovere sottoscrivendo l’abbonamento, che parte da 0,99 euro/mese o 5,99 euro/anno.

Purtroppo sullo store di Apple – almeno nel momento in cui scrivo – non è facile trovare app gratuite al 100% che consentano di fare questo genere di operazioni in modo accurato e senza applicare watermark, il che obbliga all’acquisto se si vuole ottenere un risultato pulito, soprattutto se bisogna includere il clip stabilizzato in progetti professionali.

Ciò detto, dopo aver scaricato Emulsio dall’App Store, avvia l’applicazione in oggetto pigiando sulla sua icona (il simbolo ▶︎ rosso su sfondo chiaro) e concedile i permessi necessari per funzionare. Seleziona, quindi, il video da modificare per importarlo nell’area di lavoro dell’app (toccando la sua anteprima) e attendi che venga completata l’analisi dello stesso.

Ora, premi sulla dicitura Successivo fino a completare il tutorial iniziale dell’app e fai tap sull’icona del cerchio diviso a metà per stabilizzare il filmato. Così facendo, visualizzerai una linea che divide in due il video: pigia sul pulsante ▶︎ per riprodurre il video e vedere le differenze tra il clip originale e quello stabilizzato. Inoltre, puoi spostare il cursore presente a destra per aumentare o diminuire l’intensità di stabilizzazione agendo sulla barra di regolazione posta sulla destra.

Se il risultato finale è di tuo gradimento, fai tap sull’icona della freccia all’interno del quadrato (in basso a destra) e, dopo aver scelto il tipo di file, la qualità video e la qualità audio, seleziona la voce Esporta (in alto a destra): dopo l’elaborazione dello stesso, pigia sulla voce Salva come nuovo video (nel menu che si è aperto) e il gioco è fatto.

Wondershare Filmora (Windows/macOS)

Filmora

Tra i programmi che permettono di stabilizzare i video c’è anche Wondershare Filmora. È un software di montaggio video di semplice utilizzo che consente di applicare effetti, modificare foto, video e musica. È disponibile per PC Windows e Mac in una versione di prova gratuita, dopodiché ha un costo di 49 euro.

Per scaricare Wondershare Filmora sul tuo computer, collegati al sito del programma e clicca sul bottone Provalo gratis (al centro della pagina). A download completato, se stai adoperando un PC Windows, apri il file .exe ottenuto e clicca sui pulsanti , Installa e Inizia Ora.

Se stai utilizzando un Mac, invece, apri il pacchetto .dmg che hai ottenuto, fai clic sul pulsante Accetto, fai doppio clic sull’installer di Filmora (nel riquadro apertosi sullo schermo) e, quindi, fai clic sul pulsante Apri e segui le istruzioni che compaiono a schermo per completare il setup.

Aperto il programma, pigia sul bottone Crea un nuovo progetto collocato in alto, fai clic sul pulsante Importa (in alto a sinistra), seleziona il filmato da importare in Wondershare Filmora e poi trascinalo nella timeline (in basso). Adesso, fai clic sull’icona con le tre barre di regolazione (sopra la timeline), spunta la casella Stabilizzazione e, se necessario, regola il livello di stabilizzazione mediante l’apposita barra di regolazione.

Non ti resta che attendere il completamento dell’analisi delle vibrazioni del video, scegliere dal menu apposito l’elaborazione dei bordi (es. Nessuno, Piastrella, etc.), cliccare sul pulsante OK e, infine, esportare il video cliccando sul bottone apposito (in alto), per poi scegliere formato e cartella di destinazione del file di output.

iMovie (macOS)

Stabilizzare video

iMovie è la migliore soluzione da prendere in considerazione per stabilizzare i video su Mac. Il programma di video editing targato Apple è installato di serie su tutti i computer del colosso di Cupertino (lo si può scaricare dal Mac App Store, qualora sia stato disinstallato in passato) ed è disponibile anche sotto forma di applicazione per iOS/iPadOS (dove però non permette di ridurre il tremolio o di stabilizzare i video).

Per migliorare la qualità di un video presente sul tuo Mac, avvia dunque iMovie e fai clic sulle voci Crea nuovo (+) e Filmato per avviare un nuovo progetto. Pigia poi sull’icona della freccia rivolta verso il basso presente in alto a sinistra, seleziona il filmato di tuo interesse e fai clic sulla voce Importa i selezionati per importare il video su iMovie.

Adesso, seleziona la voce I miei file multimediali, seleziona il video importato poc’anzi e pigia sul pulsante + per aggiungerlo all’area di lavoro, dopodiché seleziona il video e fai clic sul pulsante Stabilizzazione (l’icona della videocamera) collocata in alto a destra sopra il player. Apponi, quindi, il segno di spunta accanto alla voce Stabilizza video mosso e visualizzerai la scritta Analizzo per individuare movimento dominante a indicare che la procedura è in corso.

Se lo desideri, puoi regolare la stabilizzazione applicata al filmato trascinando il cursore accanto alla voce Stabilizza video mosso. Pigia poi sul pulsante ▶︎ per riprodurre il filmato e vedere gli effetti della stabilizzazione. Se il risultato è di tuo gradimento, fai clic sul pulsante di una freccia dentro un quadrato (in alto a destra), seleziona la voce File e, nella nuova finestra aperta, pigia sui pulsanti Avanti e Salva per esportare il video.

Per approfondire il funzionamento del software e avere qualche dettaglio in più circa il suo utilizzo, puoi leggere la mia guida su come usare iMovie.

Altre soluzioni per stabilizzare i video

Stabilizzare video

Se le applicazioni menzionate in precedenza non hanno soddisfatto completamente le tue esigenze e vuoi conoscere altre soluzioni per stabilizzare i video, dai un’occhiata alla lista che segue, che comprende sia programmi per computer che app per smartphone e tablet.

  • Movavi Video Editor (Windows/macOS) — un programma di editing video che, tramite la funzione di stabilizzazione integrata, permette di ridurre il tremolio dei filmati. È disponibile gratuitamente per 7 giorni, dopodiché ha un costo a partire da 32,95 euro.
  • Adobe Premiere Pro (Windows/macOS) — è uno dei più celebri programmi per creare e modificare video, l’ideale per chi vuole una soluzione più professionale. Fa parte della suite di Adobe Creative Cloud‎ e, tra le sue numerose funzionalità, offre anche quella per stabilizzare i video e ridurne il tremolio. Dopo una prova gratuita di 7 giorni, ha un costo a partire da 24,39 euro/mese. Maggiori info qui.
  • VEGAS Pro (Windows) — è un programma per il montaggio video destinato ai PC Windows. Tra le sue numerose funzionalità, permette di ridurre il tremolio e stabilizzare i video. È disponibile a pagamento (a partire da 14,99 euro/mese oppure 399 euro una tantum), ma permette una trial gratuita di 30 giorni. Maggiori info qui.
  • AVS Video Editor (Windows) — software per il montaggio video che consente di apportare modifiche ai video importati nell’area di lavoro. Tramite la funzione Stabilizza video, consente di migliorare la qualità dei filmati con tremolio. Ha un costo a partire da 39 euro/anno, ma è possibile provarlo attivando una trial gratuita.
  • Horizon Camera (Android/iOS/iPadOS) — questa app consente di realizzare filmati (sempre in modalità landscape) che sono stabilizzati automaticamente grazie alla lettura dei dati provenienti dai vari sensori di movimento integrati nel device. Di base è gratis, ma per rimuovere la filigrana e accedere a tutte le sue funzioni, occorre effettuare acquisti in-app a partire da 0,99 euro.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.