Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come migliorare la qualità di un video

di

Ogni volta è sempre la stessa storia: realizzi un video, vai a rivederlo e, tra tremolii vari e rumori di sottofondo, il risultato è un vero disastro. Solitamente cancelli il video venuto male, ma questa volta ti piacerebbe rimediare alla situazione applicando delle modifiche al filmato in modo da migliorarne la qualità. C’è solo un problema: non hai la benché minima idea di come fare a ottenere un risultato del genere e vorresti conoscere alcune soluzioni per riuscire nel tuo intento. Se le cose stanno effettivamente così, lasciati dire che sei arrivato nel posto giusto al momento giusto.

Con la guida di oggi, infatti, ti spiegherò come migliorare la qualità di un video sia da computer che da smartphone e tablet suggerendoti varie soluzioni adatte allo scopo. Per prima cosa, ti indicherò una serie di programmi che permettono di stabilizzare i video, ridurne il tremolio, migliorarne i colori e, addirittura, ridurre i rumori di sottofondo, dopodiché ti suggerirò alcune applicazioni che consentono di applicare filtri, effetti e altre migliorie ai video da smartphone e tablet. Inoltre, troverai anche soluzioni online per migliorare la qualità di un video senza ricorrere a programmi o applicazioni da installare.

Se non vedi l’ora di saperne di più e approfondire l’argomento, mettiti comodo, prenditi cinque minuti di tempo libero e leggi con attenzione i prossimi paragrafi. Individua la soluzione che ritieni più comoda e più adatta alle tue esigenze, prova a mettere in pratica le indicazioni che trovi di seguito e ti assicuro che riuscirai a migliorare tutti i tuoi filmati con semplicità. Buona lettura!

Indice

Come migliorare la qualità di un video al computer

Tra le soluzioni per migliorare la qualità di un video, ci sono i programmi da installare sul proprio computer, che consentono di applicare migliorie sia all’audio, riducendo i rumori di sottofondo, che al video, con vari effetti e filtri: ecco una lista di quelli che ritengo più interessanti.

Avidemux (Windows/macOS)

Tra i migliori programmi per il montaggio e la modifica dei video c’è Avidemux. È un software gratuito disponibile per Windows, macOS e Linux che consente anche di applicare migliorie ai video tramite strumenti per regolare i colori, la luminosità, la nitidezza e molto altro.

Per scaricare Avidemux sul tuo computer, collegati al sito ufficiale del programma, clicca sulla voce Download e seleziona l’opzione FossHub relativa al sistema operativo che utilizzi. Completato il download dei file d’installazione, se hai un PC Windows, fai doppio clic sul file avidemux_[versione].exe, pigia sul pulsante Esegui e clicca sui pulsanti Next e I agree, dopodiché pigia sul pulsante Next per tre volte consecutive e fai clic sul pulsante Install per avviare l’installazione.

Se, invece, utilizzi un Mac, fai doppio clic sul file Avidemux_[versione].dmg, trascina Avidemux nella cartella Applicazioni di macOS e apri quest’ultima, dopodiché fai clic destro sull’icona del programma e seleziona la voce Apri dal menu che compare per avviarlo la prima volta evitando le restrizioni di macOS per le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (successivamente non ci sarà bisogno di compiere quest’operazione).

Adesso, fai clic sull’icona della cartella presente in alto, seleziona il video da modificare e pigia sul pulsante Open per importarlo su Avidemux. Seleziona, quindi, la voce Video presente nel menu in alto e clicca sull’opzione Filtri dal menu che compare (se il menu non risulta cliccabile, assicurati che nei menu laterali non ci sia selezionata l’opzione Copy). Nella nuova finestra aperta, scegli uno degli strumenti disponibili dedicati al miglioramento del filmato: Colori per regolare il contrasto, migliorare i colori, gestire la saturazione e la tonalità; Rumore per ridurre il rumore del video e attenuare l’immagine e Nitidezza per gestire la nitidezza del filmato.

Se, invece, vuoi apportare migliorie all’audio del filmato, clicca sulle voci Audio e Filtri presente in alto e, nella nuova finestra aperta, scegli se cambiare il frame rate o se applicare un ritardo alla traccia audio.

Conclusa la modifica del video, seleziona i codec e il formato nel quale salvarlo tramite i menu a tendina presente sotto le voci Output video, Output audioContenitore output presenti nella barra laterale a sinistra, dopodiché fai clic sull’icona del floppy disk in alto a sinistra e pigia sul pulsante Save as per esportare il video modificato. Per saperne di più sul funzionamento del software, ti lascio alla mia guida su come usare Avidemux.

iMovie (macOS)

iMovie è il programma di video editing di casa Apple che si trova installato “di serie” su tutti i dispositivi della mela morsicata. Oltre a proporsi come un valido software per il montaggio di video anche per gli utenti meno esperti, consente di usufruire di numerosi strumenti per migliorare la qualità video e audio dei filmati.

Per migliorare un video con iMovie, avvia il programma (se non è più presente sul tuo computer, puoi scaricarlo dal Mac App Store), seleziona l’opzione Crea nuovo e fai clic sulla voce Filmato dal menu che compare. Adesso, importa il video che intendi migliorare cliccando sull’icona della freccia rivolta verso il basso, seleziona il file di tuo interesse e pigiando sul pulsante Importa selezionati.

Seleziona, quindi, il video importato, cliccando sulla sua immagine di anteprima, e pigia sul pulsante + (o trascinalo) per aggiungerlo alla timeline di iMovie. Per apportare migliorie al video in questione, fai clic su di esso (apparirà un contorno giallo a indicarne la selezione) e fai clic su uno degli strumenti visibili sopra il player in alto a destra.

  • Bilanciamento colore (un cerchio bianco e nero): consente di migliorare i colori del filmato utilizzando funzioni come adeguamento del colore, bilanciamento del bianco e bilanciamento della tonalità della pelle. Selezionando, invece, l’opzione Automatico consente di regolare automaticamente i colori della clip.
  • Correzione colore (la tavolozza colori): un ulteriore strumento per migliorare la qualità video agendo manualmente sui colori del filmato.
  • Stabilizzazione (videocamera): è la funzione per ridurre il tremolio dei video e che permette di stabilizzare i filmati mossi, riducendone al minimo la vibrazione.
  • Equalizzatore (linee verticali): consente di migliorare l’audio del filmato con la possibilità di ridurre il rumore di fondo. Inoltre, consente di apportare miglioramenti con la funzione Equilizzatore che permette di migliorare le voci e la musica, di amplificare o diminuire i bassi e di ridurre il brusio di sottofondo.

Oltre alle funzioni appena citate, con iMovie puoi anche ruotare i video e impostare dei “movimenti” alle clip con la funzione Ritaglio (le due L incrociate), puoi aumentare e diminuire la velocità dei filmati agendo sullo strumento Velocità (l’icona dell’orologio) ed applicare filtri ed effetti audio con la funzione Effetti video e audio (i tre cerchi sovrapposti).

Dopo aver apportato le modifiche di tuo interesse e aver migliorato il video, fai clic sul pulsante Condividi (l’icona di una freccia dentro un quadrato) presente in alto a destra, seleziona la voce File e, nella nuova finestra aperta, pigia sui pulsanti Avanti e Salva per esportare il video. Per approfondire il funzionamento del programma, puoi leggere la mia guida su come usare iMovie.

Devi sapere che iMovie è disponibile anche sotto forma di applicazione per iPhone/iPad ma con funzionalità limitate rispetto alla versione per computer. Infatti, tramite l’app di iMovie non è possibile migliorare la qualità audio del filmato e non è possibile stabilizzare il video e regolarne i colori.

Adobe Premiere Pro (Windows/macOS)

Adobe Premiere Pro è uno dei programmi professionali per il video editing più famosi e utilizzati. Tra le sue numerose funzionalità, consente anche di regolare i colori dei filmati, di ridurre il tremolio e mette a disposizione altri strumenti utili per migliorare la qualità dei video. È disponibile per Windows e macOS ed è incluso nella suite Creative Cloud a partire da 24,39/mese. I nuovi utenti possono testarne il funzionamento per 7 giorni scaricando la versione trial di Premiere Pro.

Per scaricare la versione trial di Adobe Premiere Pro, collegati al sito Web di Adobe e fai clic sulla voce Versione di prova gratuita presente nel menu in alto per avviare il download. Completato lo scaricamento, se hai un PC Windows, fai doppio clic sul file Premiere_Pro_Set-Up.exe, pigia sul pulsante Esegui e attendi il completamento dell’installazione. Se, invece, utilizzi un Mac, apri il pacchetto dmg scaricato, fai doppio clic sul file Premiere Pro Installer e inserisci la password del tuo account utente su macOS per avviare l’installazione.

Nella nuova finestra aperta, a prescindere dal sistema operativo che utilizzi, pigia sul pulsante Accedi e, se ne hai uno, inserisci le credenziali di accesso al tuo account, altrimenti clicca sul pulsante Registrati, compila il modulo di registrazione con i tuoi dati personali e pigia sul pulsante Iscrizione.

Dopo aver effettuato l’accesso al tuo account, fai clic su una delle voci tra Principiante, Intermedio e Avanzato a indicare il tuo livello di competenza in Adobe Premiere Pro e pigia sul pulsante Continua, dopodiché fai clic sui pulsanti Continua e Inizia a installare e attendi che l’installazione raggiunga il 100%.

Adesso sei pronto per migliorare la qualità dei tuoi video con Adobe Premiere Pro. Avvia, quindi, il software e pigia sul pulsante Ignora per accedere all’area di lavoro di Premiere Pro, dopodiché fai clic sulla voce File presente in alto e seleziona le opzioni Progetto e Nuovo per avviare un nuovo progetto. Clicca nuovamente sulla voce File, seleziona l’opzione Importa dal menu che compare e scegli il video da importare e da migliorare.

Se il video importato presenta dei tremolii e intendi stabilizzarlo, trascina il filmato nella timeline di Adobe Premiere Pro, fai clic sulla voce Effetti video presente a sinistra e seleziona l’opzione Distorsione. Individua, quindi, l’effetto Stabilizza alterazione e trascinalo sopra il video da migliorare per avviare un’Analisi in background con la quale il software analizza il filmato e apporta le migliorie andando a eliminare il tremolio.

Se, invece, vuoi modificare i colori del video, clicca sulla voce Colore presente in alto e apporta le modifiche che desideri tramite gli strumenti presenti nella barra laterale comparsa a destra. Completate le modifiche, seleziona la voce File nel menu in alto e clicca sulle opzioni Esporta e File multimediali, dopodiché seleziona il formato di esportazione e pigia sul pulsante Esporta per salvare il video modificato.

Altri programmi per migliorare la qualità di un video

Oltre ai software che ti ho indicato nei paragrafi precedenti, devi sapere che ci sono così tanti programmi per migliorare la qualità di un video che hai solo l’imbarazzo della scelta. Ecco un’ulteriore lista che potrebbe fare al caso tuo.

  • Windows Movie Maker (Windows): è il programma di video editing gratuito prodotto da Microsoft incluso nel pacchetto di applicazioni gratuite Windows Essentials (che ora è stato discontinuato). Tra i suoi punti di forza, c’è anche la possibilità di migliorare la qualità dei video riducendone il tremolio con la funzione Stabilizzazione video. Per approfondire l’argomento, ti lascio alle mie guide su come scaricare Movie Maker e come usare movie Maker.
  • VLC (Windows/macOS/Linux): è uno dei più utilizzati e famosi lettori di file audio e video. Tra le sue innumerevoli funzioni, consente anche di apportare modifiche ai video al fine di migliorarne le qualità sia audio che video: la soluzione ideale per chi vuole migliorare un filmato in modo non permanente. Per saperne di più, puoi leggere la mia guida su come scaricare VLC.
  • Sony VEGAS (Windows): è uno dei migliori programmi di video editing su PC Windows. Al fine di migliorare la qualità dei propri filmati, permette di ridurre il tremolio, di migliorare i colori e stabilizzare il video. Inoltre, sono disponibili decine e decine di effetti per ridurre il contrasto, aumentare la luminosità e la nitidezza. Sony Vegas ha un costo a partire da 199 dollari con la possibilità di testarne il funzionamento per 15 giorni scaricando la versione di prova gratuita. Puoi trovare maggiori informazioni leggendo la mia guida su come scaricare Sony VEGAS Pro.
  • Final Cut Pro (macOS): è tra le migliori soluzioni per editare un video su Mac. Oltre a permettere ogni tipo di modifica e applicare numerosi effetti ai filmati, con la funzione Balance color consente di ottimizzare i colori dei video aumentandone, di conseguenza, la qualità. È disponibile in una versione di prova gratuita di 30 giorni, dopodiché ha un costo di 329,99 euro e permette di aumentarne le funzionalità con l’installazione di ulteriori plugin.

Come migliorare la qualità di un video online

Se ai programmi da installare sul tuo computer preferisci i servizi che consentono di migliorare la qualità di un video online, esistono soluzioni anche di questo genere. Eccone alcune tra quelle che ritengo più interessanti.

YouTube

Se il video che intendi migliorare è destinato al caricamento su YouTube, devi sapere che la celebre piattaforma di condivisione e visualizzazione video di Google consente di apportare migliorie ai filmati direttamente tramite un apposito editor.

Per migliorare un video su YouTube, collegati alla pagina principale della piattaforma di Google, fai clic sul pulsante Accedi presente in alto a destra e seleziona l’account Google associato al tuo canale YouTube. Adesso, fai clic sull’icona della telecamera presente in alto, seleziona l’opzione Carica video dal menu che compare e procedi con il caricamento del tuo video. A tal riguardo, potrebbe esserti utile la mia guida su come pubblicare un video su YouTube.

Se, invece, hai già caricato il video da modificare sul tuo canale, fai clic sulla tua foto in alto a destra (o sull’icona dell’omino se non hai personalizzato il tuo account) e seleziona la voce Creator Studio, dopodiché clicca sull’opzione Gestione video presente nella barra laterale a sinistra e pigia sul pulsante Modifica relativo al video da modificare.

Adesso, seleziona la scheda Miglioramenti presente in alto e pigia sul pulsante Stabilizza per eliminare il tremolio del video. Clicca, invece, sul pulsante Correzione automatica per apportare automaticamente delle migliorie ai colori e alla luminosità del filmato, mentre se preferisci gestire in prima persona i miglioramenti, agisci sui cursori presenti sotto le voci Saturazione, Contrasto, Luce di riempimento e Temperatura colore.

Infine, seleziona la voce Filtri per applicare al video dei filtri che potrebbero ulteriormente migliorarne la qualità, altrimenti fai clic sul pulsante Salva per salvare le modifiche o Salva come nuovo video per salvare il video migliorato senza sovrascrivere il filmato originale.

Altri servizi online per migliorare la qualità di un video

Oltre a YouTube, purtroppo non esistono molti altri servizi online per migliorare la qualità di un video e quelli esistenti offrono funzionalità limitate. Il mio consiglio, quindi, è di affidarti a soluzioni di altro genere, come i programmi di cui ti ho parlato nei paragrafi precedenti. Tuttavia, se vuoi conoscere altre soluzioni online eccone alcune che puoi prendere in considerazione.

  • Video Stabilize: è un servizio online gratuito che permette di stabilizzare i filmati riducendone al minimo il tremolio. Inoltre, consente di apportare altre modifiche al video caricato, come la rotazione e il ritaglio. Oltre a caricare i filmati dal proprio computer, permette di caricare anche quelli disponibili su account di servizi di cloud storage (Google Drive, Dropbox e OneDrive).
  • Clipchamp: la soluzione ideale per chi vuole migliorare la qualità dei video intervenendo sui colori del filmato. Infatti, Clipchamp è un editor online gratuito che permette sia di ruotare e tagliare i video caricati che di apportare numerose modifiche, come l’aggiunta di testo, filtri e transazioni. Richiede la registrazione.

App per migliorare la qualità di un video

Hai registrato un video con il tuo smartphone ma è venuto poco stabile e vorresti migliorarlo direttamente dal tuo dispositivo? Nessun problema: puoi affidarti alle app per migliorare la qualità dei video che consentono di stabilizzare i filmati, migliorarne i colori e molto altro. Eccone alcune che puoi prendere in considerazione.

  • Adobe Premiere Clip (Android/iOS): è la versione mobile di Adobe Premiere Pro, il software di video editing di cui ti ho parlato nei paragrafi precedenti. Oltre a consentire di cambiare la velocità dei video, di applicare dissolvenze e molto altro, permette di migliorare la qualità dei video regolando l’esposizione, le ombre e le luci del filmato. È gratuita ma richiede la registrazione.
  • VivaVideo (Android/iOS): è un’applicazione che consente di creare e montare filmati direttamente dal proprio dispositivo mobile e di migliorarne la qualità intervenendo sui colori. Infatti, con la funzione Regola è possibile impostare la luminosità, l’ombreggiatura, il contrasto, la messa a fuoco, la saturazione, la temperatura, la vignettatura e la sfumatura dei video. Nella versione gratuita ha numerose limitazioni, come l’esportazione in bassa qualità: per avere a disposizione tutte le funzionalità, è necessario acquistare la versione completa al costo di 3,69 euro per Android e di 3,49 euro per iPhone/iPad.
  • Emulsio (iOS): l’applicazione ideale per chi ha la necessità di migliorare la qualità di un video che presenta un tremolio. Con avanzate tecniche di stabilizzazione, consente di regolare l’intensità dello stabilizzatore e di vedere il confronto del video prima e dopo l’elaborazione. Nella sua versione gratuita applica un watermark ai video modificati che è possibile rimuovere con un acquisto in app di 8,99 euro.
  • InShot (Android/iOS): è una valida applicazione per creare video utilizzando il proprio dispositivo mobile. Tra le sue funzionalità, permette di importare filmati e regolarne la luminosità, il contrasto, il calore, la saturazione, le ombre, la nitidezza e molto altro. Inoltre, consente di applicare effetti e filtri.