Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come aumentare qualità video

di

Beh, non è male. Il video è tutto sommato carino, ma credo che si possa fare di meglio“. Prima regola. Mai mentire agli amici: il video che il tuo amico ha registrato ha una qualità davvero pessima. Non si capisce davvero nulla. Seconda regola. Non demoralizzare il tuo amico perché a tutto c’è un rimedio.

Con qualche piccolo trucco, infatti, è possibile aumentare la qualità dei video cercando di salvare il salvabile. Ti stai chiedendo come? La risposta è semplice: tramite dei programmi per PC e delle applicazioni per smartphone, tutto gratis. Come dici? Temi di non riuscire a portare a termine un’operazione del genere perché non hai molta dimestichezza con la tecnologia? Tranquillo, non hai motivo di temere perché se seguirai in modo scrupoloso le mie “dritte” riuscirai a utilizzare le soluzioni di cui ti parlerò a breve senza alcuna difficoltà.

Allora, che ne dici se mettiamo da parte le chiacchiere e ci rimbocchiamo subito le maniche? Bene, vedo che finalmente ti sei convinto! Mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo necessario per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, segui passo-passo le indicazioni che ti darò. Ti auguro buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Indice

Avidemux (Windows/macOS/Linux)

Una delle prime soluzioni che ti consiglio di provare per aumentare la qualità dei video è Avidemux, un ottimo programma di editing video gratuito, rilasciato sotto licenza open source, grazie al quale è possibile correggere i difetti presenti nei video tramite l’applicazione di filtri per la regolazione dei colori, della luminosità, della nitidezza e quant’altro. È disponibile per Windows, macOS e Linux.

Per scaricare Avidemux sul tuo PC, recati sul sito Internet del programma, fai clic sulla voce downloads situata in alto a sinistra, individua l’icona del sistema operativo installato sul tuo PC (es. Windows o Mac OS X) e fai clic sul link in rosso Fosshub situato in corrispondenza della dicitura relativa alla versione corrente del programma.

A scaricamento completato, non ti resta che aprire il pacchetto di installazione e completare il setup seguendo le istruzioni che visualizzi a schermo: su Windows, ad esempio, apri il file .exe appena scaricato, pigia sul pulsante e poi premi sui pulsanti Next, I Agree, Next per altre tre volte consecutive e poi Install e Finish.

Se usi un Mac, invece, apri il file .dmg che hai appena scaricato, trascina Avidemux nella cartella Applicazioni di macOS, fai clic destro sull’icona del programma e pigia sul pulsante Apri dal menu che si apre, così da “scavalcare” le restrizioni applicate da Apple nei confronti delle applicazioni provenienti dagli sviluppatori non certificati (quest’operazione va fatta soltanto al primo avvio del software).

Dopo aver installato e avviato Avidemux sul tuo computer, seleziona la voce Apri dal menu File e seleziona il video che vuoi migliorare. Dopodiché utilizza i menu a tendina situati sotto le voci Output Video e Output Audio per modificare, eventualmente, il formato del file che hai appena caricato.

Per applicare al video i filtri tramite i quali migliorarne la qualità, clicca sul pulsante Filtri che è collocato sempre sotto le voci Output Video e Output Audio. Se hai scelto di applicare un filtro al video, seleziona una delle opzioni situate nella colonna di destra, scegli uno dei filtri presenti nella colonna Filtri disponibili, fai doppio clic su uno di questi e utilizza i menu e le voci presenti nel riquadro relativo al filtro scelto per editare il filmato. Ripeti poi l’operazione per tutti i vari filtri che desideri applicare e, quando hai finito, pigia sul pulsante Chiudi per chiudere la finestra del gestore filtri video.

Non appena sarai soddisfatto del tuo lavoro, pigia sull’icona del floppy disk situata in alto a sinistra e salva il video nel formato e nella posizione che preferisci. Per maggiori informazioni su come usare Avidemux, non esitare a leggere il tutorial che ho interamente dedicato al programma.

iMovie (macOS/iOS)

Se usi un Mac, un iPhone o un iPad, non puoi non prendere in considerazione iMovie, il software di video editing incluso “di serie” su macOS e iOS. Permette di usufruire di alcune interessanti funzionalità che sono utili per correggere i difetti presenti nei video. Vediamo come utilizzarlo sia su desktop che su mobile.

macOS

Per utilizzare iMovie sul tuo Mac, avvia il programma e poi fai clic sulle voci Crea nuovo e Filmato, così da avviare avviare la creazione di un nuovo progetto, pigia poi sull’icona della freccia che punta verso il basso (in alto a sinistra), seleziona il video che vuoi editare e fai clic sul pulsante azzurro Importa i selezionati, in modo da importarlo su iMovie.

Ora, seleziona la voce I miei file multimediali situata in alto a sinistra, scegli il video che hai importato poc’anzi e clicca sul bottone (+) al fine di aggiungerlo nella timeline di iMovie. Seleziona, poi, il filmato e fai clic su uno dei pulsanti situati in alto a destra per modificarne i parametri: clicca sull’icona della bacchetta magica per utilizzare lo strumento di correzione automatica; pigia sull’icona della mezza luna per modificare il bilanciamento del bianco, la tonalità della pelle e altri parametri ancora; fai clic sull’icona della tavolozza per modificarne i colori del filmato; pigia sull’icona della videocamera mossa per stabilizzare il video e così via.

Dopo aver applicato al video le correzioni desiderate, clicca sul pulsante (▶︎) per riprodurne l’anteprima e verificare se sei soddisfatto del tuo lavoro. Quando avrai finito di correggere i difetti presenti nel video, clicca sull’icona della freccia situata in alto a destra ed esporta il filmato nel formato che più preferisci. Per maggiori dettagli su come usare iMovie, consulta pure la guida che ti ho appena linkato.

iOS

Desideri utilizzare iMovie direttamente sul tuo dispositivo iOS? Pur avendo, per ovvie ragioni, qualche limitazione in più rispetto alla sua controparte desktop, la versione mobile di iMovie può tornarti utilissima per migliorare la qualità dei video che hai realizzato sul tuo iPhone o sul tuo iPad applicando degli effetti.

Per usare iMovie su iOS, avvia l’app e pigia sul pulsante (+) Crea progetto. Dopodiché fai tap sulla voce Filmato per iniziare un progetto vuoto, seleziona il file che vuoi editare dalla libreria del tuo device e seleziona la voce Crea filmato situata in basso.

Il video verrà aggiunto ad iMovie. Fai quindi tap sulla timeline (che verrà evidenziata in giallo) e serviti dei tool presenti nella barra degli strumenti collocata in basso per editare il filmato: pigia sull’icona delle forbici per dividere il filmato; premi sull’icona dell’orologio per regolare la velocità del video e fai tap sul simbolo dei tre cerchi sovrapposti per applicare degli effetti che possano mitigare i difetti presenti in esso.

Per visualizzare l’anteprima del risultato finale, pigia sul pulsante (▶︎) e, se sei soddisfatto del lavoro fatto, pigia sulla voce Fine situata in alto a sinistra per esportare il filmato tramite l’apposito pulsante Condividi (l’icona della freccia che punta verso l’alto).

Adobe Premiere Clip (Android/iOS)

Se desideri aumentare la qualità dei video direttamente dal tuo dispositivo mobile, non puoi non provare Adobe Premiere Clip: si tratta della trasposizione mobile di Adobe Premiere Pro, il software di video editing sviluppato da Adobe. Ti consiglio di provare questa app perché è gratis, facile da utilizzare e include numerose funzioni interessanti, fra cui quelle che permettono di agire sull’esposizione, la luminosità e altri parametri dei video.

Dopo aver installato e avviato Adobe Premiere Clip sul tuo dispositivo Android o iOS, pigia sul pulsante Registrazione gratuita/Registrati e crea il tuo account Adobe tramite il tuo indirizzo email. A registrazione effettuata, pigia sul pulsante viola (+), seleziona la “sorgente” dal quale prelevare il video (es. Dispositivo, Nell’iPhone, etc.) e poi seleziona il video che vuoi editare.

Una volta che avrai selezionato il video da editare, pigia sul pulsante Automatico (se vuoi realizzare una clip utilizzando lo strumento di creazione automatica di Clip) o Forma libera (per procedere manualmente). A questo punto, fai tap sul simbolo dell’otturatore situato in alto a sinistra (su Android) e in basso a sinistra (su iOS) e modifica i parametri relativi all’esposizione, alle luci e alle ombre del video. Pigiando sul pulsante raffigurante i tre cerchi concentrici (solo su Android), inoltre, puoi applicare dei filtri per mitigare i difetti più marcati presenti nel video.

Non appena sarai soddisfatto del lavoro fatto, premi sul pulsante Condividi situato in alto a destra e decidi se salvare il locale il filmato editato o se condividerlo sui social network o sui servizi di cloud storage supportati.

VLC (Windows/macOS/Linux/mobile)

Desideri migliorare un video “al volo”, per una riproduzione veloce, senza applicare realmente i filtri al file di origine? Allora ti consiglio di provare VLC. Forse non tutti lo sanno ma VLC, uno dei media player gratuiti più apprezzati al mondo, è in grado non solo di riprodurre quasi tutti i formati video possibili e immaginabili, ma anche di applicare filtri e correzioni varie ai video in tempo reale, mentre questi vengono riprodotti. Com’è possibile tutto ciò? È sufficiente richiamare il menu relativo agli effetti video, scegliere il parametro che si desidera modificare e il gioco è fatto.

Prima di illustrarti più nel dettaglio come procedere, scarica VLC sul tuo PC (se non l’hai ancora fatto): collegati al sito Internet del programma e clicca sul pulsante Scarica VLC. Se utilizzi un PC Windows, una volta completato il download, apri il file .exe appena scaricato e, nella finestra che si apre, clicca sul pulsante . Dopodiché seleziona la voce Italiano dall’apposito menu a tendina, premi sul pulsante OK, fai clic sul bottone Avanti per tre volte consecutive e concludi il setup pigiando su Installa e Fine.

Se usi un Mac, invece, apri il pacchetto .dmg appena scaricato, trascina VLC nella cartella Applicazioni di macOS, fai clic destro sull’icona del programma e pigia sul pulsante Apri, in modo tale da scavalcare le restrizioni applicate da Apple nei confronti dei software provenienti da sviluppatori non certificati (questa operazione è necessaria soltanto al primo avvio di VLC).

Dopo aver installato e avviato VLC, clicca sul menu Media (su Windows) o File (su macOS), seleziona la voce Apri file… e seleziona il video di cui vuoi migliorare la qualità.

Se utilizzi la versione per Windows di VLC, apri il menu Strumenti, seleziona la voce Effetti e filtri e, nella finestra che si apre, seleziona la scheda Effetti audio per modificare la qualità dell’audio tramite l’equalizzatore, il compressore, lo spazializzatore e così via. Per modificare i parametri del video, invece, seleziona la scheda Effetti video e poi seleziona una delle sotto-schede che visualizzi (es. Essenziale, Ritaglio, Colori, Geometria, Sovrimpressione, etc.), così da modificare i parametri desiderati.

Se utilizzi la versione per macOS di VLC, invece, apri il menu Finestra e, in base alle correzioni che vuoi apportare al tuo filmato, seleziona la voce Effetti video… o Effetti audio… e poi utilizza gli strumenti messi a disposizione da VLC per editare il video.

VLC è disponibile anche sotto forma di app per Android, iOS e Windows 10 Mobile. Tuttavia, su smartphone e tablet consente di regolare solo pochi parametri video, come la luminosità, la saturazione ecc.

Altre soluzioni utili per aumentare qualità video

Le soluzioni di cui ti ho parlato nei paragrafi precedenti non ti hanno particolarmente soddisfatto? Beh, allora è il caso di rivolgersi a soluzioni un po’ più professionali, come quelle elencate qui sotto: sono sicuro che ne troverai qualcuna che possa fare al caso tuo.

  • Adobe Premiere Pro (Windows/Mac) — si tratta di uno dei migliori programmi di video editing professionali: fa parte della suite di Adobe Creative Cloud‎ e, tra le sue numerose feature, ne integra diverse volte a migliorare la qualità dei video. Può essere provato gratuitamente per 7 giorni, poi bisogna sottoscrivere uno dei piani d’abbonamento fra quelli disponibili, a partire da 24,39 euro/mese.
  • Sony VEGAS (Windows) — è uno dei software per il video editing più apprezzati dagli utenti Windows. Integra varie feature grazie alle quali è possibile stabilizzare i video e migliorarne i vari parametri. Trattandosi di un software usato in ambito professionale, è a pagamento (la versione base costa 149 euro), ma è possibile testarne le funzionalità per un periodo di prova di 30 giorni. Per approfondirne la conoscenza, dai pure un’occhiata alla guida su come scaricare Sony VEGAS Pro.
  • AVS Video Editor (Windows) — si tratta di un altro apprezzato software per il montaggio video che permette di migliorare i principali parametri dei filmati tramite numerose feature avanzate. Il suo costo parte da 39 euro/anno, ma è possibile testarne le funzionalità attivando la trial gratuita per un periodo di prova limitato.