Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Siti per editare video

di

Ti piacerebbe modificare alcuni video preseti sul tuo computer ma non disponi di alcun programma adatto allo scopo e, soprattutto, non puoi installarne di nuovi perché il disco fisso è troppo pieno o molto più semplicemente perché si tratta di un’operazione occasionale? In tal caso, puoi valutare di fare tutto direttamente dal browser, usando dei servizi online appositamente preposti allo scopo.

Come dici? La cosa sembra essere interessante e vorresti saperne di più? Detto, fatto! Se mi concedi qualche minuto del tuo prezioso tempo posso indicarti quelli che, a mio modesto avviso, rappresentano i migliori siti per editare video. Nella maggior parte dei casi, possono essere usati in maniera completamente gratuita; inoltre sono facilmente fruibili da chiunque, anche dai meno esperti in fatto di editing.

Allora? Posso sapere che ci fai ancora lì impalato? Posizionati bello comodo, individua il servizio che si confà maggiormente alle tue esigenze e metti subito in pratica le relative indicazioni d’uso. Sono sicuro che, alla fine, potrai dirti ben contento e soddisfatto dei risultati ottenuti. Che ne dici, scommettiamo?

Indice

Informazioni preliminari

Icona video

Prima di indicarti quelli che ritengo essere i migliori siti per editare video in circolazione, ci sono alcune informazioni preliminari che è mio dovere fornirti.

Innanzitutto, tieni presente che l’uso di soluzioni cloud, come quelle che trovi segnalate in questa guida, andrebbe evitato per i file sensibili o che comunque è preferibile che restino privati. I contenuti “delicati”, infatti, è meglio trattarli con soluzioni offline, come quelle che ti ho segnalato nella mia rassegna sui programmi per editare video, o quantomeno con strumenti sui quali è possibile avere un controllo diretto.

Inoltre, se propio ritieni sia il caso di usare una soluzione per editare video online, presta particolare attenzione alle regole relative alla privacy del servizio che hai scelto. Nella maggior parte dei casi, servizi di questo tipo specificano se i file vengono caricati sui loro server e, qualora così fosse, per quanto tempo permangono prima della rimozione.

Da ultimo, ma non meno importante, sappi che per usufruire di servizi del genere è consigliabile disporre di una connessione a Internet sufficientemente veloce, così da poter eseguire senza problemi l’upload dei video da editare, oltre che il download del file eventualmente modificato. Se non sai come verificare le prestazioni della tua connessione, puoi consultare la mia guida su come vedere velocità Internet.

Siti per editare video gratis

Fatte le doverose precisazioni del caso, direi che possiamo finalmente entrare nel video della guida e andare a scoprire, dunque, quelli che sono i migliori siti per editare video gratis. Li trovi segnalati qui di seguito, unitamente alle relative istruzioni d’uso.

Kapwing

KapWing

Il primo tra i siti per editare video che ti suggerisco di prendere in considerazione è Kapwing. Si tratta di un semplice editor video online che mette a disposizione dei suoi utilizzatori svariati strumenti ad hoc. Supporta tutti i più diffusi formati video e consente di caricare file aventi un peso massimo pari a 25 MB. È gratis, ma applica un watermark ai file di output che può essere rimosso solo a pagamento (al costo di 17 dollari/mese). Per quel che concerne il discorso privacy, non viene specificato per quanto tempo i file caricati restano sui server del servizio.

Per utilizzare Kapwing, provvedi in primo luogo a vistare la home page del servizio, dopodiché premi sul bottone Start editing e trascina il video che vuoi editare in corrispondenza del box or, drag and drop a file here. In alternativa, puoi caricare il filmato manualmente, facendo clic sulla voce Click to upload e selezionando il file di tuo interesse.

Aspetta poi che la procedura di upload del video venga completata, dopodiché usa gli strumenti disponibili nell’editor che ti viene mostrato, per apportare tutte le varie ed eventuali modifiche. Per la precisione, puoi determinare il tipo di modifica da apportare tramite le schede Text, Images, Timeline, Scenes, Audio, Subtitles e Shapes che trovi in alto, usando i relativi pulsanti e menu, così da poter aggiungere testi, immagini, sottotitoli ecc.

Invece, se hai bisogno di tagliare il filmato e apportare altre modifiche strutturali, fai clic sull’anteprima del video che trovi al centro della pagina serviti dei comandi appositi che ti vengono proposti nel menu a destra.

Quando avrai terminato con le modifiche, riproduci il filmato premendo sul pulsante Play in basso a sinistra. Se i cambiamenti apportati sono di tuo gradimento e vuoi quindi salvare e scaricare il video, clicca sul bottone Publish in alto a destra e su quello Download. Se prima di procedere con il download vuoi regolare la qualità finale del video, clicca sul bottone con la ruota d’ingranaggio e seleziona l’opzione che preferisci.

WeVideo

WeVideo

In un articolo su quelli che sono i più interessanti siti per modificare video è praticamente impossibile non parlare di WeVideo. Si tratta, per l’appunto, di un altro servizio per editare e montare video in modo semplice, veloce e direttamente dalla finestra del navigatore. È gratuito, ma non permette di esportare filmati più lunghi di 5 minuti e con una risoluzione superiore ai 480p. Per aggirare tali limitazioni, va sottoscritto uno dei piani in abbonamento (con prezzi a partire da 4,99 dollari/mese). Da notare che non viene specificato come vengono trattati i file degli utenti dopo essere stati caricati sui server dell’azienda

Per utilizzare WeVideo, il primo passo che devi compiere è quello di collegarti alla home page del servizio e registrare il tuo account. Per riuscirci, compila con i dati richiesti (nome, cognome, email e password) il modulo che ti viene mostrato sulla destra, premi sul pulsante Sign up for WeVideo e specifica le tue esigenze e preferenze. In alternativa, puoi registrarti usando l’account Google oppure quello Facebook, premendo sui pulsanti appositi e fornendo i dati per il login.

In seguito, fai clic sul pulsante Video, indica l’orientamento che vuoi assegnare al filmato e premi sul pulsante Start editing, così da accedere all’editor del servizio. Importa, dunque, il video da modificare, premendo sull’icona della cartella presente in alto, sul pulsante Add e, successivamente, sul bottone Browse to Select. In alternativa, puoi trascina il filmato direttamente nella finestra del navigatore.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, trascina il filmato sulla timeline in basso, collocandolo nel punto che preferisci, e inizia pure a servirti delle funzionalità messe a disposizione da WeVideo per apportare tutte le varie ed eventuali modifiche. Più precisamente, selezionando le icone in alto, ovvero quella con la “A”, quella con la nota musicale, quella con il quadrato bicolore e quella con il quadretto, e poi le funzioni annesse alle schede proposte puoi aggiungere testi, musiche, effetti di transizione ecc.

Se, invece, hai bisogno di apportare modifiche strutturali al filmato, seleziona quest’ultimo sulla timeline e clicca sulle icone con la matita, con la lineetta, con l’altoparlante e con le lettere “FX” annesse al menu che vedi comparire immediatamente sopra per tagliare il video, regolare il volume, l’opacità ecc.

A modifiche ultimate, riproduci il filmato modificato premendo sul bottone Play che trovi nel player in alto a destra. Se vuoi procedere con l’esportazione, fai clic sul pulsante Finish in cima alla schermata, digita il titolo che vuoi usare, seleziona l’anteprima che preferisci e premi sui pulsanti Set ed Export. Infine, scarica il filmato, facendo clic sul player video visualizzato, quindi sul pulsante con la freccia verso il basso e sul bottone Download.

Clipchamp

Clipchamp

Clipchamp è un altro tra i siti per editare video che, a parer mio, faresti bene a mettere alla prova. È un editor incredibilmente semplice da usare che offre tutti gli strumenti necessari per tagliare i filmati, ruotarli, inserire effetti, musiche di sottofondo e molto altro ancora. È a costo zero, ma per usarlo occorre registrarsi e, inoltre, consente di esportare i video soltanto con una risoluzione pari a 480p. Per aggirare questa limitazione, bisogna sottoscrivere un abbonamento a pagamento (al costo di 6 dollari/mese). Per quel che concerne il discorso privacy, il servizio non fornisce informazioni riguardo come vengono trattati i file degli utenti.

Per editare i tuoi video con Clipchamp, collegati alla home page del servizio e fai clic sul pulsante Prova gratis. Nella nuova pagina che ti viene mostrata, seleziona l’opzione Personal nel box a destra e indica se preferisci registrarti usando l’email, l’account Google o quello Facebook, dopodiché fornisci i dati richiesti per potare a termine la procedura di registrazione.

Una volta effettuato l’accesso al servizio, clicca sul pulsante (+) Create a video che si trova in alto a sinistra. Ora che visualizzi l’editor del servizio, clicca prima sul pulsante Add media posto in alto a sinistra e poi su quello Browse my files, per selezionare e caricare il video sul quale andare ad agire. In alternativa, puoi trascinare il filmato direttamente nella finestra del browser.

Ad upload avvenuto, sposta il video sulla timeline del servizio posta in basso e fai clic sulle voci Stock, Media, Text, Overlay, Background, Transition e Logo per aggiungere testi, sfondi, effetti di transizione ecc. Se, invece, vuoi bilanciare i colori, applicare filtri e apportare altre modifiche strutturali, seleziona i file aggiunti sulla timeline e premi sui pulsanti Layout, Transform, Filters, Adjust colors, Fade, Speed e Audio.

A modifiche ultimate, per visualizzare un’anteprima del risultato finale, premi sul pulsante Play situato sotto il player a destra. Per salvare il video modificato, invece, clicca sul pulsante Export video che si trova in alto, seleziona l’opzione 480p in corrispondenza della voce Resolution, quindi quella Standard sotto la dicitura Optimization e attendi che venga prima completata l’elaborazione del filmato e poi avviato il download dello stesso.

Altri siti per editare video online

Video Toolbox

Nessuna delle soluzioni che ti ho già suggerito ti ha convinto in maniera particolare e, dunque, vorresti capire a quali altri siti per editare video online poterti rivolgere? Ti accontento subito. Qui di seguito, infatti, trovi segnalati ulteriori servizi Web che puoi valutare di impiegare per modificare i tuoi filmati direttamente dalla finestra del browser.

  • Video ToolBox – dall’interfaccia scarna e poco moderna non lo si direbbe, ma si tratta di un potente editor video online che consente di apportare disparate modifiche ai filmati che gli vengono dati “in pasto”. È completamente gratis, ma per usarlo bisogna creare un account apposito. Supporta svariati formati di video (anche quelli meno diffusi) e la dimensione massima di caricamento consentita per i file è pari a 1,5 GB.
  • Kizoa – è tra i migliori siti per montaggio video gratis presenti in circolazione, il quale risulta essere anche molto facile da usare e offre risultati finali di buon livello. Permette di applicare ai filmati effetti, transizioni, animazioni ecc. Per usarlo, però, occorre registrare un account apposito. Da notare che di base è gratuito, ma applica un watermark ai filmati e sono previste altre limitazioni che possono essere aggirate sottoscrivendo uno dei piani a pagamento (con prezzi a partire da 29,90 euro una tantum).
  • Magisto – è un altro rinomato video editor fruibile online, il quale offre tutti gli strumenti necessari per editare e creare filmati in maniera semplice e veloce. Considerando le sue caratteristiche, rientra a pieno titolo anche tra i migliori siti per tagliare video. Di base è gratis, ma consente di esportare un video con una durata limitata e applica altre limitazioni. Per aggirarle, va sottoscritto l’abbonamento a pagamento (al costo di 4,99 dollari/mese).
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.