Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come editare video gratis

di

Vorresti modificare alcuni filmati presenti sul tuo computer, sul tuo smartphone o sul tuo tablet, in modo da tagliare le scene inutili, aggiungere effetti e apportare altri cambiamenti, ma non hai la benché minima intenzione di spendere del denaro per acquistare degli strumenti professionali per il video editing? Beh, non vedo dove sia il problema… puoi fare tutto a costo zero! Come? Leggi questa mia guida, incentrata proprio sull’argomento, e lo scoprirai presto.

Nelle righe successive, infatti, troverai spiegato, in maniera semplice ma non per questo poco dettagliata, come editare video gratis. Devi infatti sapere che esistono vari programmi, servizi online e app per dispositivi mobili che possono essere usati per modificare i video senza sborsare neppure un centesimo e che, contrariamente a quel che si possa pensare, sono in grado di offrire un risultato finale di assoluto livello, per certi versi paragonabile a quello delle ben più blasonate soluzioni commerciali.

Allora? Che ne diresti di mettere sùbito le chiacchiere da parte e di entrare nel vivo del tutorial? Sì? Grandioso. Posizionati dunque bello comodo, prenditi qualche minuto libero soltanto per te e comincia a concentrarti sulla lettura di quanto riportato qui di seguito. Sono certo che, alla fine, potrai dirti più che soddisfatto dei risultati ottenuti. Che ne dici, scommettiamo?

Indice

Come editare un video su PC gratis

Vorresti sapere quali sono gli strumenti che hai dalla tua per editare un video su PC gratis? Allora prosegui pure nella lettura. Qui sotto trovi segnalate quelle che, a parer mio, rappresentano le più interessanti soluzioni della categoria, sia per Windows che per macOS e Linux.

EaseUS Video Editor (Windows)

EaseUS Video Editor

EaseUS Video Editor è uno dei migliori editor video disponibili attualmente su Windows, capace di unire in modo egregio una vasta gamma di strumenti e funzionalità con un’interfaccia utente molto intuitiva tradotta completamente in italiano. Supporta tutti i principali formati di file multimediali (es. AVI, MPEG, WMV, MP4 e MOV) ed è in grado di esportare video compatibili con tutti i dispositivi più diffusi o ottimizzati per le piattaforme online più usate, come YouTube, Facebook e TikTok.

Tra le sue funzionalità, ti segnalo quelle per unire, tagliare e dividere video, ruotare l’immagine, regolare la velocità di riproduzione, lo zoom, aggiungere effetti di colore, transazioni, foto, titoli, sottofondi musicali e narrazioni audio. Si può usare e scaricare gratis, tuttavia per rimuovere la filigrana ed esportare i video in 1080p o risoluzioni superiori occorre acquistare la sua versione completa, scegliendo tra un abbonamento annuale da 28,17 euro/anno, un abbonamento mensile da 17,97 euro/mese o un acquisto una tantum da 46,17 euro.

Detto questo, passiamo all’azione. Per scaricare EaseUS Video Editor sul tuo PC, collegati al sito ufficiale del programma e fai clic sul pulsante Prova Gratuita. Apri, dunque, il file .exe ottenuto e porta a termine il setup cliccando in sequenza sui pulsanti , OK, Avanti (per quattro volte consecutive), Installa e Fine.

EaseUS Video Editor

Adesso, per realizzare un nuovo progetto in EaseUS Video Editor, avvia il programma e scegli un formato tra 9:16 (Ritratto), 16:9 (Schermo panoramico) e 4:3 (Tradizionale), dopodiché segui il breve tutorial iniziale che illustra le funzioni principali dell’applicazione (mostrato solo al primo avvio).

Una volta visualizzata la schermata principale dell’editor, clicca sul pulsante Importa e seleziona la voce Importa file (o quella Importa cartella) per importare nel programma i video che desideri editare. Se vuoi, puoi velocizzare il processo trascinando semplicemente i file nella finestra di EaseUS Video Editor (nel riquadro collocato in alto a sinistra). Allo stesso modo, puoi aggiungere al tuo progetto anche foto e brani musicali.

A questo punto, trascina gli elementi da includere nel tuo progetto sulla timeline collocata basso, disponendoli nell’ordine che più preferisci (oppure aggiungili nel punto corrente della timeline premendo sul pulsante (+) presente sulle loro miniature). Fatto questo, puoi passare alla fase di editing vera e propria, avvalendoti degli strumenti presenti su schermo.

Utilizza, quindi, il player collocato sulla destra per trovare il punto preciso del video da modificare e seleziona la relativa sequenza sulla timeline; utilizza poi i pulsanti che trovi al centro della schermata per dividere o ritagliare il filmato, regolare lo zoom, applicare l’effetto mosaico, registrare una narrazione audio e così via.

Facendo, invece, clic sull’icona della matita (o doppio clic direttamente sulla timeline), puoi modificare i parametri relativi a velocità, orientamento, contrasto, saturazione, volume e dissolvenza dell’audio per la porzione di video selezionata.

Infine, selezionando le schede Testo, Filtri, Transizioni, Elementi e Musica presenti sulla sinistra puoi accedere alla libreria di EaseUS Video Editor che contiene gli elementi in questione: per aggiungere uno di essi al tuo progetto, selezionalo e trascinalo sulla timeline, nel punto che desideri.

Una volta apportate tutte le modifiche al video, per salvarlo, clicca sulla voce Esporta collocata in cima alla finestra e scegli, dalla schermata che si apre, il formato in cui esportare il file. Puoi scegliere tra varie opzioni suddivise nelle schede Video (per scegliere formati di file generici), Audio (per esportare solo l’audio del video) e Piattaforma video (per creare video ottimizzati per piattaforme online come YouTube, TikTok e Facebook).

Fatta la tua scelta, indica la cartella di uscita (nel box sulla destra) nella quale salvare il video e premi sul pulsante Esporta, per avviarne l’esportazione. Più facile di così?!

DaVinci Resolve (Windows/macOS/Linux)

DaVinci Resolve

Il primo strumento che ti consiglio di prendere in considerazione per editare video gratis da computer è DaVinci Resolve. Si tratta di un programma disponibile per Windows, macOS e Linux destinato in primis ai professionisti del video editing, ma utilizzabile senza troppi problemi anche da parte degli utenti con meno esperienza.

Include diverse funzioni avanzate, come il supporto 8K, e di base è a costo zero, ma eventualmente è disponibile anche in una versione a pagamento che costa 269,00 euro e offre funzioni extra, tra cui decine di plug-in ResolveFX e FairlightFX.

Per scaricare il programma sul tuo computer, visita il relativo sito Web, fai clic sul pulsante Scarica che si trova al centro e seleziona il sistema operativo che stai impiegando, in corrispondenza della dicitura DaVinci Resolve XX. Compila quindi il modulo proposto con i dati richiesti e clicca sul bottone Registrati & Scarica.

A scaricamento avvenuto, se stai usando Windows, estrai in una cartella a piacere l’archivio ZIP ottenuto e avvia il file .exe presente al suo interno. Nella finestra che ti viene mostrata sullo schermo, fai poi clic sui pulsanti , Install e Next, spunta la casella I accept the terms in the License Agreement e porta a termine il setup cliccando su Next per altre due volte consecutive, poi Install, Finish e OK.

Se stai usando macOS, invece, estrai in una posizione qualsiasi l’archivio ZIP ottenuto, apri il pacchetto .dmg presente al suo interno e fai doppio clic sull’icona dell’installer del software. Nella finestra che compare sullo schermo, premi sui pulsanti Continua (per due volte di fila), Accetta e Installa. Digita, dunque, la password del tuo account utente su Mac e schiaccia il tasto Invio sulla tastiera, dopodiché clicca sui tasti Chiudi e Sposta, per concludere il setup e spostare il pacchetto d’installazione del programma nel Cestino.

Ad installazione completata, avvia DaVinci Resolve selezionando la relativa icona dal menu Start di Windows o dal Launchpad di macOS, premi sul pulsante New project presente nella finestra principale del software, dopodiché vai nel menu File (in alto a sinistra) e seleziona la voce per importare il video su cui vuoi andare ad agire.

Fatto ciò, serviti degli strumenti e delle funzioni annessi all’editor per modificare il filmato. Per la precisione, in alto trovi la barra con i menu per effettuare modifiche e richiamare comandi di vario tipo, mentre più in basso ci sono le schede per la selezione di effetti, suoni ecc.

Al centro, invece, è presente il player per riprodurre il filmato, a sinistra l’elenco degli elementi aggiunti al progetto, in basso la timeline e i pulsanti per apportare altre modifiche e a destra trovi ulteriori opzioni e menu a seconda di quanto hai selezionato.

A modifiche ultimate, fai clic sul menu File, in alto a sinistra, e scegli la voce apposita per salvare il filmato come progetto, se vuoi continuare con l’editing in un secondo momento, oppure quella per procedere con l’esportazione in un formato a piacere tra quelli supportati (es. AVI o MOV).

Per maggiori informazioni riguardo il funzionamento di DaVinci Resolve, ti invito a visitare il sito ufficiale del programma, sul quale puoi trovare tanti video tutorial che ti aiuteranno sicuramente a muovere i tuoi primi passi nel modo giusto.

iMovie (macOS)

iMovie

Stai usando un Mac? In tal caso, puoi avvalerti anche di iMovie, un’applicazione gratuita di video editing sviluppata direttamente da Apple di livello semi-professionale. È disponibile non soltanto per macOS, ma anche per iOS e iPadOS (come spiegato anche nel passo finale di questo tutorial). Permette di creare e modificare filmati in modo semplice, offrendo tantissime funzioni e strumenti adatti allo scopo.

iMovie è preinstallato su tutti i computer Apple di più recente produzione, ad ogni modo può essere scaricato gratis dalla relativa sezione del Mac App Store.

Per servirtene, dunque, avvialo selezionando la relativa icona annessa al Launchpad. Quando visualizzi la finestra del software, premi poi sul bottone (+) che si trova in alto a sinistra e seleziona, dal menu che si apre, l’opzione Filmato (se desideri realizzare un video personalizzato partendo da zero) oppure quella Trailer (se preferisci creare un clip in stile hollywoodiano usando dei modelli preimpostati).

Una volta visualizzato l’editor del programma, serviti degli strumenti disponibili per editare il tuo video. Per la precisione, in basso trovi la timeline, in alto a sinistra i file multimediali e in alto a destra il player per visualizzare i progetti in anteprima e gli strumenti per applicare gli effetti, modificare la velocità di riproduzione ecc.

Quando avrai terminato con le modifiche, se preferisci salvare il risultato finale ottenuto come progetto, così da poter continuare in un secondo momento con l’editing, fai clic sul menu Progetti, in alto a sinistra, e immetti il nome che vuoi assegnare al file finale nella finestra che ti viene mostrata sullo schermo.

Per esportare il video, invece, fai clic clicca sull’icona della condivisione (quella con il quadrato e la freccia) posta in alto a destra e scegli una delle opzioni disponibili dal menu visualizzato. Per approfondimenti, puoi consultare la mia guida specifica su come usare iMovie.

Come editare video gratis online

Non vuoi o non puoi scaricare nuovi software sul tuo computer? Se le cose stanno così, ti consiglio di valutare di editare video gratis online. In che modo? Utilizzando le soluzioni allo scopo che trovi segnalate proprio qui di seguito.

Kapwing

KapWing

Il primo servizio che ti suggerisco di provare per editare video gratis online è KapWing. Si tratta di un editor per filmati fruibile direttamente via browser, il quale mette a disposizione dei suoi utilizzatori numerosi strumenti ad hoc. Supporta tutti i più diffusi formati video e permette di caricare file aventi un peso massimo pari a 25 MB.

È gratuito, ma applica un watermark ai file di output che può essere rimosso solo a pagamento (6 dollari per singolo file oppure 20 dollari/mese). Da notare, sotto il punto di vista della privacy, che non viene specificato per quanto tempo i file caricati restano sui server del servizio.

Ciò detto, per utilizzare KapWing, visita la relativa home page, clicca sul pulsante Start editing e trascina il video relativamente al quale ti interessa andare ad agire in corrispondenza del box or, drag and drop a file here. In alternativa, puoi caricare il filmato da editare, cliccando sulla voce Click to upload e selezionandolo “manualmente”.

Aspetta poi che la procedura di upload del filmato venga portata a termine w serviti degli strumenti annessi all’editor che ti viene mostrato per procedere con le modifiche. Per essere più precisi, quello che devi fare è usare la barra d’avanzamento sita in basso per raggiungere il punto del filmato da editare e scegliere il tipo di modifica da apportare, tramite le schede, i pulsanti e i menu disponibili sullo schermo.

Per tagliare il filmato e apportare altre modifiche strutturali, invece, fai clic sull’anteprima del video collocata al centro e sfrutta i comandi appositi presenti nel menu di destra.

A lavoro concluso, per scaricare il video modificato, fai clic prima sul pulsante Publish collocato in alto a destra e poi su quello Download. Se la cosa piò interessarti, ti informo che prima di procedere con il download puoi anche decidere di regolare la qualità finale del file finale, premendo sul pulsante con la ruota d’ingranaggio collocato nella parte in alto a destra dell’editor e selezionando l’opzione che preferisci dal riquadro che ti viene mostrato.

Altre soluzioni per editare video gratis online

Clipchamp

Se le soluzioni online di cui ti ho già parlato non ti hanno convinto in maniera particolare, puoi provare a rivolgerti alle valide alternative che trovi elencate di seguito.

  • Clipchamp – si tratta di un servizio online per l’editing dei video, fruibile previa creazione di un apposito account. Include svariati strumenti per la creazione di filmati personalizzati e offre anche diversi modelli da usare per strutturare i propri progetti. Di base è gratis, ma non è possibile esportare i video a 720p oppure a 180p. Per aggirare questa limitazione, bisogna passare alla versione a pagamento (con prezzi a partire da 9 dollari/mese).
  • WeVideo – si tratta di un altro servizio Web per editare e montare video. È gratis, ma non permette di esportare filmati più lunghi di 5 minuti e con una risoluzione superiore ai 480p. Per aggirare tali limiti, bisogna sottoscrivere uno dei piani in abbonamento disponibili (con prezzi a partire da 4,99 dollari/mese).
  • Kizoa – servizio online per il montaggio video che risulta incredibilmente semplice da usare e offre risultati finali di buon livello. Consente di intervenire sui video applicandovi effetti, transizioni, animazioni ecc. Si può usare previa registrazione di un account e di base è gratis, ma propone anche piani a pagamento (con prezzi a partire da 29,90 euro una tantum) per rimuovere il watermark che viene applicato ai file di output e sbloccare altre funzioni extra.

Come editare video gratis con app

Adesso voglio spiegarti come editare video gratis con app, quindi agendo da smartphone e tablet. Se la cosa ti interessa, prosegui pure nella lettura: di seguito trovi segnalate quelle che, a parar mio, rappresentano tra le migliori soluzioni per Android e iOS/iPadOS.

KineMaster (Android/iOS/iPadOS)

KineMaster

KineMaster è un’applicazione gratuita per Android e iOS/iPadOS che permette di intervenire sui video che le vengono dati “in pasto” grazie ai numerosi strumenti per tagliare scene, aggiungere titoli, musiche di sottofondo ecc. Include altresì dei modelli per la creazione di montaggi video pronti all’uso. Da notare che propone acquisti in-app (con costi a partire da 2,29 euro) per rimuovere il watermark applicato ai file di output e per sbloccare anche altre funzioni extra.

Per scaricare l’app sul tuo dispositivo, se stai usando Android, visita la relativa sezione del Play Store e premi sul pulsante Installa (se hai uno smartphone senza Play Store, puoi effettuarne il download da uno store alternativo). Se stai usando iOS/iPadOS, accedi invece alla relativa sezione dell’App Store, fai tap sul pulsante Ottieni, quindi su quello Installa e autorizza il download tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. In seguito, avvia l’app, premendo sul pulsante Apri comparso sullo schermo oppure sfiorando l’icona aggiunta in home screen.

Ora che visualizzi la schermata principale di KineMaster, fai tap sul pulsante circolare con il simbolo (+) situato al centro, indica le dimensioni che vuoi assegnare al filmato, premi sul pulsante Media posto a destra e seleziona il video che si trova nella Galleria del dispositivo che è tua intenzione editare.

Successivamente, seleziona la timeline comparsa in basso e sposta il cursore presente su di essa nel punto del video che intendi modificare. In seguito, sfrutta le opzioni presenti nel menu che vedi comparire a destra per apportare tutte le varie modifiche: puoi tagliare specifiche scene del filmato, premendo sul pulsante con le forbici, puoi regolare la velocità di riproduzione, facendo tap sulla dicitura Controllo velocità ecc.

Tutte le modifiche apportate al video risultano visibili in anteprima nel player sulla sinistra. Per applicare i cambiamenti apportati, provvedi poi a selezionare il segno di spunta presente nella parte in alto a destra dello schermo, mentre per annullare o ripetere le modifiche serviti delle frecce poste a sinistra.

Quando avrai terminato con l’editing del filmato, salva il risultato finale ottenuto, premendo sul pulsante con la porta e la freccia che si trova a destra, poi sull’anteprima del video e, infine, sull’icona della condivisone (quella con il quadrato e la freccia). Per concludere, regola le impostazioni relative alla qualità e premi sul bottone Export per salvare il file nella Galleria del dispositivo.

iMovie (iOS/iPadOS)

iMovie

Se possiedi un iPhone oppure un iPad, per editare video gratis in mobilità puoi valutare di affidarti alla versione di iMovie per iOS/iPadOS. Come nel caso della variante per Mac, di cui ti ho parlato nel passo a inizio guida, l’applicazione è completamente gratuita, è stata sviluppata direttamente da Apple e permette di creare ed editare video in modo semplice ma al contempo professionale, mediante i tanti strumenti e le innumerevoli funzioni disponibili.

Per eseguire il download dell’app sul tuo dispositivo, visita la relativa sezione dell’App Store, premi sul bottone Ottieni, quindi su quello Installa e autorizza l’installazione tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. In seguito, avvia l’app, sfiorando il bottone Apri comparso sul display oppure selezionando la relativa icona che è stata aggiunta in home screen.

Una volta visualizzata la schermata principale di iMovie, premi sul pulsante Crea progetto, scegli l’opzione Filmato, seleziona il video che si trova nella Galleria del tuo device Apple che desideri editare e premi sulla dicitura Crea filmato sita in basso.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, seleziona il video aggiunto alla timeline nella parte in basso dell’editor che ti viene mostrato, sposta il cursore nel punto esatto su cui vuoi intervenire e seleziona il pulsante corrispondente all’azione da effettuare dal menu collocato a fondo schermata: premendo sull’icona con le forbici puoi tagliare il video, facendo tap su quella con il tachimetro puoi intervenire sulla velocità di riproduzione ecc.

Per applicare un tema preimpostato e modificarne le opzioni, invece, sfiora l’icona con l’ingranaggio situata in basso a destra nella schermata dell’editor. Per aggiungere altri file multimediali al progetto, invece, fai tap sul pulsante (+) posto poco sopra la timeline.

Tutte le modifiche apportate risultano visibili nel player che si trova al centro dello schermo. Se per una qualsiasi ragione vuoi annullarle, fai tap sul pulsante con la freccia.

Conclusa la procedura di editing, salva il video nella Galleria del tuo iPhone o iPad, facendo tap sulla dicitura Fine in alto a sinistra, sfiorando l’icona della condivisione (quella con il quadrato e la freccia), scegliendo l’opzione Salva video dal menu che si apre e indicando la dimensione per l’esportazione che preferisci.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.