Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
eBay Black Week
Migliaia di prodotti in promozione su eBay. Scopri le offerte migliori

Come editare video su PC

di

Hai realizzato alcuni video con la tua videocamera che ti piacerebbe modificare dal tuo computer rimuovendo qualche scena e aggiungendovi degli effetti di vario genere? Beh, non vedo che costa stai aspettando… scarica uno dei tanti software adatti allo scopo e procedi subito! Come dici? È la prima volta che ti ritrovi a compiere un’operazione del genere e vorresti che ti dessi io una mano per riuscirci? Nessun problema.

Se mi dedichi la tua attenzione, infatti, posso illustrarti come editare video su PC sfruttando quelli che, a mio modesto avviso, rappresentano i migliori programmi di editing video disponibili attualmente sia per Windows che per macOS e Linux. Alcuni di essi sono destinati a un uso da parte dei principianti in fatto di video editing, mentre altri sono concepiti per utenti più esperti e professionisti.

Allora? Posso sapere che ci fai ancora lì impalato? Posizionati bello comodo, prenditi un po’ di tempo libero soltanto per e comincia subito a concentrarti sulla lettura di quanto riportato qui di seguito. Sono sicuro che, alla fine, potrai dirti più che soddisfatto dei risultati ottenuti. Scommettiamo?

Indice

DaVinci Resolve (Windows/macOS/Linux)

DaVinci Resolve

Il primo strumento che ti invito a prendere in considerazione per editare video su PC è DaVinci Resolve. Si tratta di un editor video destinato in primo luogo ai professionisti, ma fruibile senza particolari problemi anche dagli utenti meno esperti.

Include numerose funzionalità avanzate, come il supporto 8K, ed è compatibile con Windows, macOS e Linux. Da notare che di base è gratuito, ma eventualmente è disponibile in una variante a pagamento (al costo di 269,00 euro) che offre funzioni aggiuntive, tra cui decine di plug-in ResolveFX e FairlightFX.

Per scaricare il programma sul tuo PC, recati sul relativo sito Web, clicca sul pulsante Scarica presente al centro e, in corrispondenza della dicitura DaVinci Resolve XX, seleziona il nome del sistema operativo che stai impiegando. Compila poi il modulo che ti viene proposto con i dati richiesti e clicca sul pulsante Registrati & Scarica.

A download avvenuto, se stai usando Windows, estrai in una cartella a piacere l’archivio ZIP ottenuto e avvia il file .exe contenuto al suo interno. Nella finestra che ti viene mostrata sul desktop, fai poi clic sui pulsanti , Install e Next.

In seguito, spunta la casella I accept the terms in the License Agreement e clicca ancora sul bottone Next (per due volte di fila). Per concludere, fai nuovamente clic sul bottone Install e premi sui pulsanti Finish e OK. Provvedi quindi ad avviare il programma, selezionando il relativo collegamento che è stato aggiunto al menu Start.

Se stai usando macOS, invece, estrai in una posizione qualsiasi l’archivio ZIP ottenuto, apri il pacchetto .dmg contenuto al suo interno e poi fai doppio clic sull’icona dell’installer del software. Nella finestra che si apre, clicca quindi sui pulsanti Continua (per due volte di fila), Accetta e Installa.

Digita poi la password del tuo account utente su Mac e premi il tasto Invio sulla tastiera, clicca sul tasto Chiudi nella finestra comparsa sulla scrivania e rispondi in maniera affermativa all’avviso mediante il quale ti viene chiesto se desideri spostare il pacchetto d’installazione del programma nel Cestino. A setup ultimato, puoi avviare DaVinci Resolve, selezionando la relativa icona che è stata aggiunta al Launchpad.

Ora che visualizzi la finestra di DaVinci Resolve, importa in esso il video che vuoi editare, facendo clic sul pulsante New project, quindi sul menu File collocato in alto a sinistra e selezionando l’apposita voce dal menu che compare.

Serviti poi degli strumenti e delle funzioni che trovi nell’editor per modificare, secondo le tue esigenze, il filmato che hai dato “in pasto” al programma. Per essere precisi, in alto c’è la barra con i menu per effettuare modifiche e richiamare comandi di vario tipo.

Più in basso trovi le schede per selezionare effetti, suoni e via discorrendo, mentre al centro c’è il player per riprodurre il filmato. A sinistra, inoltre, trovi elencati gli elementi aggiunti al progetto, in basso ci sono invece la timeline e i pulsanti per apportare altre modifiche, mentre a destra compaiono ulteriori opzioni e menu in base a ciò che hai selezionato.

Quando avrai completato tutte le modifiche, fai clic sul menu File collocato in alto a sinistra e scegli, selezionando la voce apposita, se salvare il filmato come progetto, in modo da poterlo continuare a editare anche in un secondo momento, oppure se esportarlo in uno dei formati di file video supportati.

Avidemux (Windows/macOS/Linux)

Avidemux

Tra le migliori soluzioni per l’editing video su PC gratis rientra a pieno titolo anche Avidemux. Nel caso in cui non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di un software gratuito e di natura open source, il quale include una serie di filtri altamente personalizzabili che permettono di ottenere risultati di livello professionale.

Funziona sia in modalità diretta (senza ricompressione) che in modalità full-processing (con ricompressione di video e audio), permettendo di montare, copiare, tagliare e unire filmati con le stesse caratteristiche. È compatibile con Windows, macOS e Linux.

Per scaricare Avidemux sul tuo computer, visita il relativo sito Web e seleziona il collegamento win64 xx Final Install (64 bits), FossHub (se stai usando una versione di Windows a 64 bit), win32 xx Final Install (32 bits), FossHub (se stai usando una versione di Windows a 32 bit) oppure xx Mojave QT5 (dmg), FossHub (se stai usando macOS). Nella pagina Web successiva, fai poi clic sul nome del software.

A download ultimato, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sul desktop, fai clic sul pulsante Successivo (per tre volte consecutive), seleziona la voce Accetto la licenza, clicca ancora sul bottone Successivo (per altre due volte), poi su quello e, per concludere, premi sul pulsante Fine. Avvia infine il software, selezionando il relativo collegamento aggiunto al menu Start.

Se stai usando macOS, invece, apri il pacchetto .dmg ottenuto e trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni del Mac. In seguito, facci clic destro sopra, seleziona la voce Apri dal menu contestuale e, nella finestra che compare sulla scrivania, premi sul pulsante Apri, in modo da andare ad aggirare le restrizioni volute da Apple nei confronti degli sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

Ora che visualizzi la finestra principale di Avidemux, apri il video relativamente al quale ti interessa andare ad agire, cliccando sul bottone con la cartella azzurra che si trova in alto a sinistra, selezionando la voce Apri e importando il file nel programma.

Provvedi quindi a modificare il filmato come meglio credi, servendoti dei menu, degli strumenti e dei comandi che si trovano nella finestra. Per la precisione, in alto ci sono i menu per gestire i file, richiamare i filtri ecc., al centro c’è il player con l’anteprima del video, a sinistra ci sono i menu a tendina per impostare le preferenze relative a codec e contenitore di output e in basso ci sono i comandi multimediali e la timeline. Per maggiori informazioni, puoi consultare la mia guida specifica su come usare Avidemux.

Quando avrai finito di editare il tuo filmato, procedi con il salvataggio del risultato finale sul computer, facendo clic sul menu File collocato in alto a sinistra, scegliendo la voce Salva da quest’ultimo, digitando il nome da assegnare al file finale e facendo clic sui pulsanti Salva e OK.

Adobe Premiere Pro (Windows/macOS)

Adobe Premiere Pro

Adobe Premiere Pro è un celebre software per Windows e macOS, molto apprezzato soprattutto in ambito professionale, comprensivo di innumerevoli strumenti e opzioni per editare video su PC.

Da notare che è a pagamento e per poterlo usare occorre sottoscrivere l’abbonamento al singolo prodotto (al costo di 24,39 euro/mese) oppure bisogna attivare il pacchetto Creative Cloud (al costo di 60,99 euro/mese), che consente di usare anche altre applicazioni. Il programma, comunque, può essere provato gratis per 7 giorni, senza obbligo di rinnovo.

Per scaricare la versione di prova di Adobe Premiere Pro, visita il sito Web del software e clicca sul collegamento Versione di prova gratuita che si trova in cima. Successivamente, fai clic sul bottone Attiva trial posto in corrispondenza della sottoscrizione di tuo interesse tra quelle disponibili.

In seguito, digita il tuo indirizzo di posta elettronica nel campo preposto, fai clic sul pulsante Continua, seleziona un metodo di pagamento valido tra quelli disponibili, clicca quindi sul bottone Avvia versione di prova gratuita e aspetta che il download venga portato a termine.

Successivamente, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che visualizzi sullo schermo, clicca sui pulsanti e Continua ed effettua l’accesso al tuo account. Specifica, dunque, il tuo livello di competenza in Adobe Premiere Pro e clicca ancora sul pulsante Continua, dopodiché premi sul bottone Inizia a installare.

Se stai usando macOS, invece, apri il pacchetto .dmg ottenuto e, nella finestra che si apre sulla scrivania, fai doppio clic sull’icona dell’installer di Adobe Premiere Pro. A questo punto, immetti la password del tuo account utente su Mac e clicca sul pulsante OK. In seguito, premi sul pulsante Continua, effettua l’accesso al tuo account Adobe, specifica il tuo livello di competenza con il programma, premi nuovamente sul bottone Continua e poi su quello Inizia a installare.

Una volta visualizzata la finestra principale del programma, a prescindere dal sistema operativo impiegato, avvia la creazione di un nuovo progetto, cliccando sul menu File situato in alto a sinistra, scegliendo la voce Nuovo da quest’ultimo e poi quella Progetto. Adesso, clicca nuovamente sul menu File, seleziona l’opzione Importa e scegli il video relativamente al quale ti interessa andare ad agire.

Serviti quindi dell’editor del programma per modificare il filmato come meglio credi. Per la precisione, in cima trovi i menu per gestire file, sequenze, marcatori e via discorrendo, più giù sono presenti le schede per accedere alle varie sezioni di Adobe Premiere Pro, al centro c’è il player e in basso trovi la toolbar con gli strumenti per l’editing e la timeline.

Quando avrai terminato le modifiche al tuo video, decidi se esportarlo come progetto oppure come video finito, facendo clic sul menu File e cliccando sull’opzione che preferisci dal menu che si apre.

EaseUS Video Editor (Windows)

EaseUS Video Editor

Un altro ottimo programma a cui, a parer mio, faresti bene a rivolgerti è EaseUS Video Editor. Si tratta di un software per creare e modificare video su PC, compatibile esclusivamente con Windows. Presenta una bella interfaccia utente e include tantissimi strumenti utili.

È compatibile con tutti i principali formati di file video, supporta anche i video provenienti da smartphone, tablet, webcam e altri dispositivi e si può provare gratis, tuttavia imprime un watermark ai video realizzati e non ne consente l’esportazione in Full HD. Per aggirare queste limitazioni e sbloccare altre funzioni extra, occorre passare alla versione a pagamento (con prezzi a partire da 29,95 euro/mese oppure 76,95 euro una tantum).

Per scaricare il programma sul tuo computer, recati sul relativo sito Web e fai clic sul pulsante Prova gratuita. A download ultimato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che vedi comparire sul desktop, clicca sui pulsanti , OK, Avanti (per quattro volte consecutive), Installa e Fine, per concludere il setup.

Ora che visualizzi la finestra del programma sullo schermo, scegli il formato che vuoi assegnare al progetto che stai per creare, segui il breve tutorial introduttivo che ti viene proposto e importa il video relativamente al quale ti interessa andare ad agire, facendo clic sul pulsante Importa.

Serviti poi degli strumenti, delle funzioni e dei menu che trovi nell’interfaccia del programma per procedere con l’editing. Per la precisione: in alto c’è la barra dei menu per editare il filmato, a sinistra trovi le schede per aggiungere ulteriori elementi e per visualizzare quelli aperti nel progetto, a destra c’è il player con l’anteprima del filmato, al centro ci sono gli strumenti per le modifiche strutturali e in basso trovi la timeline.

Quando avrai finito di modificare il tuo video, decidi se salvarlo sotto forma di progetto, in modo da poterlo modificare anche successivamente, cliccando sul menu File in alto a sinistra e cliccando sula voce apposita, oppure se esportarlo come video “vero e proprio”, scegliendo l’opzione Esporta dal menu e poi il formato di output.

iMovie (macOS)

iMovie

Se possiedi un Mac e nessuno dei programmi per montare video su PC che ti ho già consigliato ti ha convinto in modo particolare, ti suggerisco di rivolgerti ad iMovie. Si tratta di un’applicazione gratuita sviluppata direttamente da Apple e resa disponibile solo per macOS (oltre che per iOS e iPadaOS). Grazie a essa, è possibile creare e modificare filmati sfruttando le tantissime funzioni integrate. È piuttosto semplice da usare, ma i risultati finali sono degni di nota.

Da notare che iMovie è preinstallato su tutti i computer dell’azienda della “mela morsicata” di più recente produzione ma, qualora non presente, può essere scaricato dalla relativa sezione del Mac App Store. Per usarlo, avvia dunque il programma selezionando la relativa icona che trovi nel Launchpad.

Una volta visualizzata la finestra di iMovie sullo schermo, fai clic sul pulsante (+) collocato in alto a sinistra e seleziona, dal menu che compare, l’opzione Filmato (per realizzare un video personalizzato partendo da zero) oppure quella Trailer (per creare una clip in stile hollywoodiano seguendo un modello preimpostato).

Dopo aver fatto la tua scelta, ti ritroverai al cospetto dell’editor del programma. Serviti, dunque, degli strumenti disponibili per procedere con l’editing del video. Per l’esattezza, in basso basso è presente la timeline, in alto a sinistra ci sono i file multimediali, mentre in alto a destra ci sono il player per visualizzare i progetti in anteprima e gli strumenti per applicare effetti, cambiare la velocità di riproduzione ecc. Per ulteriori dettagli, puoi consultare la mia guida specifica su come usare iMovie.

A modifiche ultimate, decidi se salvare il risultato finale come progetto, in modo da continuare a editarlo successivamente, facendo clic sul menu Progetti collocato in alto a sinistra e digitando il nome da assegnare al file nella finestra che si apre. Se, invece, vuoi esportare il video, clicca sull’icona della condivisione (quella con il quadrato e la freccia) situata in alto a destra e scegli una delle opzioni disponibili dal menu che compare.

Altre soluzioni per editare video su PC

Kdenlive

Nessuna delle soluzioni per editare video su PC che ti ho suggerito nelle righe precedenti ti ha convinto in maniera particolare e vorresti sapere se esistono delle soluzioni alternative? Ma certo che sì. Trovi elencate proprio qui di seguito quelle che, a mio avviso, meritano di essere prese in considerazione.

  • Sony VEGAS Pro (Windows) – celebre programma professionale per l’editing video concepito solo per Windows. Consente di modificare, unire e creare contenuti video tramite i tantissimi strumenti offerti e le innumerevoli funzionalità disponibili. È a pagamento (costa 16,67 euro/mese oppure 299,00 euro una tantum), ma si può provare gratis per 30 giorni. Maggiori info qui.
  • Final Cut Pro X (macOS) – è l’applicazione di video editing professionale resa disponibile Apple ed è fruibile soltanto su macOS. Lo si può considerare come una versione molto più avanzata e professionale di iMovie. È a pagamento (costa 329,99 euro), ma si può provare gratuitamente per 90 giorni.
  • Kdenlive (Windows/macOS/Linux) – software open source che consente di tagliare video su PC e apportare modifiche di vario altri tipo, oltre che di montare filmati. Ha un’interfaccia utente semplice e intuitiva, offre svariate funzioni e supporta tutti i più diffusi formati di file. È compatibile con Windows, macOS e Linux ed è completamente gratis.
  • Lightworks (Windows/macOS/Linux) – si tratta di un celebre programma a costo zero per l’editing video professionale. È compatibile con Windows, macOS e Linux e include numerose funzionalità, sia base che avanzate, per modificare praticamente in ogni modo i video.
  • Movavi Video Editor (Windows/macOS) – software per montare e modificare filmati con tante funzioni, filtri ed effetti. È utilissimo anche per creare video con foto, per acquisire le immagini dalla webcam del computer e per registrare quel che accade sul desktop. È a pagamento (costa 29,95 euro), ma lo si può provare gratis per 7 giorni con alcune limitazioni.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.