Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Programmi per editare video PC

di

Hai registrato un video con la tua videocamera oppure con lo smartphone, vorresti modificarlo per renderlo più accattivante prima di mostrarlo in pubblico, ma non sai quali programmi usare? Direi allora che, per tua fortuna, sei capitato sulla guida giusta, al momento giusto!

Se mi concedi un minimo della tua attenzione, infatti, posso indicarti quelli che, a mio modesto avviso, sono i migliori programmi per editare video da PC attualmente presenti su piazza. Ti anticipo subito che sono disponibili sia soluzioni completamente gratuite e di semplice impiego che programmi a pagamento (ma eventualmente fruibili in versione di prova) destinati agli utenti più avanzati.

Allora? Posso sapere che ci fai ancora lì impalato? Posizionati bello comodo, prenditi del tempo libero soltanto per te e comincia immediatamente a concentrarti sulla lettura di quanto riportato qui di seguito. Sono certo che, alla fine, potrai dirti ben felice e soddisfatto di quanto appreso e che, addirittura, sarai pronto a fornire utili consigli sulla questione ai tuoi amici. Scommettiamo?

Indice

Programmi per editare video PC gratis

Cerchi dei programmi per editare video su PC gratis? Allora metti subito alla prova gli strumenti appartenenti alla categoria che trovi segnalati qui sotto. Ce ne sono sia per Windows che per macOS e Linux. Individua quello che ritieni possa fare maggiormente al caso tuo e scaricalo subito.

Avidemux (Windows/macOS/Linux)

Avidemux

Il primo software gratuito per l’editing video che ti invito a sperimentare è Avidemux. È gratis, funziona su Windows, macOS e Linux, supporta tutti i più diffusi formati video e include tanti strumenti e filtri per apportare modifiche di vario genere ai filmati.

Per scaricare il programma sul tuo computer, visita il relativo sito Internet e seleziona il collegamento win64 xx Final Install (64 bits), FossHub (se stai usando una versione di Windows a 64 bit), win32 xx Final Install (32 bits), FossHub (se stai usando una versione di Windows a 32 bit) oppure xx Mojave QT5 (dmg), FossHub (se stai usando macOS). Nella pagina Web che successivamente ti verrà mostrata, fai clic sul nome del programma.

A download ultimato, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sullo schermo, fai clic sul pulsante Successivo (per tre volte consecutive), dopodiché seleziona la voce Accetto la licenza, premi ancora sul bottone Successivo (per altre due volte), quindi su quello e, per concludere, fai clic sul pulsante Fine. Avvia poi il software, selezionando il relativo collegamento che è stato appena aggiunto al menu Start.

Se stai usando macOS, invece, apri il pacchetto .dmg ottenuto e trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni del Mac. In seguito, facci clic destro sopra, seleziona la voce Apri dal menu contestuale e premi sul pulsante Apri nella finestra che compare sullo schermo, in modo tale da andare ad aggirare le restrizioni volute da Apple nei confronti degli sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio).

Ora che visualizzi la finestra di Avidemux, clicca sul pulsante con la cartella azzurra che si trova in alto a sinistra, seleziona la voce Apri e importa nel programma il filmato relativamente al quale desideri andare ad agire.

Provvedi poi ad apportare al video tutte le modifiche del caso, servendoti dei menu, degli strumenti e dei comandi che trovi nella finestra del software. Per essere più precisi, in alto ci sono i menu per gestire i file, richiamare i filtri ecc., al centro c’è il player con l’anteprima del video da modificare, sulla sinistra trovi i menu a tendina per impostare le preferenze relative a codec e contenitore di output, mentre in basso ci sono i comandi multimediali e la timeline. Per maggiori approfondimenti, puoi fare riferimento al mio post dedicato in maniera specifica a come usare Avidemux.

A modifiche completate, salva il video editato sul tuo PC, cliccando sul menu File posto in alto a sinistra, selezionando la voce Salva da quest’ultimo, immettendo il nome da assegnare al file finale e premendo sui pulsanti Salva e OK.

Kdenlive (Windows/macOS/Linux)

Kdenlive

Un altro tra i programmi per editare video su PC che puoi valutare di impiegare è Kdenlive. Si tratta di un software a costo zero, open source e funzionante su Windows, macOS (dove lo sviluppo è attualmente in fase di stop) e Linux. Offre svariate funzioni per l’editing e il montaggio dei filmati, supporta tutti i più diffusi formati di file video e la sua interfaccia utente è sufficientemente gradevole.

Per scaricare il programma sul tuo computer Windows (dove non necessita di installazione), recati sul relativo sito Internet e clicca sulla voce Versione standalone peri Windows xx.xx.x..

A download ultimato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sul desktop, fai clic sul pulsante (…) per scegliere la cartella in cui estrarre i file del software, dopodiché premi sul pulsante Extract, in modo tale da avviarne l’estrazione. Successivamente, apri la cartella con i file del programma, poi la sottocartella bin e avvia il file kdenlive.exe presente al suo interno.

Ora che visualizzi la finestra di Kdenlive sullo schermo, individua la sezione Contenitore del progetto che si trova in alto a sinistra, fai clic sul corrispondente pulsante con la freccia verso il basso e scegli, dal menu che compare, la voce Aggiungi clip o cartella, in modo tale da selezionare il file video relativamente al quale ti interessa intervenire.

Trascina poi il filmato esportato nel programma sulla timeline, in basso, e apporta tutte le modifiche del caso usando i pulsanti, i menu e le funzioni che trovi nel programma. Per la precisione, in alto trovi i menu per gestire i progetti, i marcatori, la linea temporale, le impostazioni ecc., al centro ci sono le opzioni per regolare le proprietà del video, mentre a destra è presente il player. Per maggiori dettagli, puoi fare riferimento al manuale utente del programma, presente sul suo sito Internet ufficiale.

Quando avrai terminato di modificare il tuo video, per salvare il tutto, fai clic sul menu Salva situato in alto a sinistra e scegli da quest’ultimo la voce Salva come, dopodiché indica la posizione in cui vuoi salvare il file finale, il nome che desideri assegnargli e  il formato. Per salvare il progetto, invece, clicca sul menu Progetto e fa’ la tua scelta dal menu che compare.

iMovie (macOS)

iMovie

Se stai usando macOS e nessuno dei programmi per editare video già menzionati ha saputo soddisfarti, ti consiglio di affidarti all’uso di iMovie. Non ne hai mai sentito parlare? Nessun problema, rimediamo subito. Si tratta di un software gratuito, sviluppato in via esclusiva da Apple per i suoi utenti, tramite cui è possibile modificare e creare filmati usando le numerose funzioni offerte, facilmente fruibili da chiunque. È preinstallato su tutti i Mac di più recente produzione, ma qualora non disponibile può essere scaricato dalla relativa sezione del Mac App Store.

Per potertene servire, richiama il programma selezionando la relativa icona che trovi nel Launchpad, al quale puoi accedere mediante la barra Dock.

Nella finestra del software che a questo punto ti viene mostrata, fai clic sul pulsante (+) posto in alto a sinistra e seleziona, tramite il menu che compare, la voce Filmato (per creare un video personalizzato partendo da zero, curandone i minimi particolari) oppure quella Trailer (per creare una clip in stile hollywoodiano seguendo un modello preimpostato).

Successivamente, a prescindere dalla scelta fatta in precedenza, ti ritroverai al cospetto dell’editor di iMovie, con la timeline oppure le schede del trailer in basso, i file multimediali in alto a sinistra e il player per visualizzare i tuoi progetti in anteprima e gli strumenti utili per applicare effetti, modificare la velocità di riproduzione ecc. in alto a destra. Per ulteriori dettagli, puoi fare riferimento alla mia guida specifica su come usare iMovie.

Quando avrai terminato di modificare il tuo filmato, per salvare il file finale sotto forma di progetto, fai clic sul menu Progetti, in alto a sinistra, e digita il nome vuoi assegnare al file nella finestra che compare. Per esportare il video, invece, fai clic sull’icona della condivisione (quella con il quadrato e la freccia) che si trova in alto a destra e scegli una delle opzioni disponibili dal menu che ti viene mostrato.

Programmi per editare video PC a pagamento

Passiamo adesso ai programmi per editare video su PC a pagamento, i quali, almeno teoricamente, sono destinati a essere utilizzati da un’utenza un po’ più esperta. Qui sotto, dunque, trovi indicati quelli che ritengo essere i più performanti della categoria.

Adobe Premiere Pro (Windows/macOS)

Adobe Premiere Pro

Adobe Premiere Pro è un rinomato editor video per sistemi operativi Windows e macOS che, come facilmente intuibile dal nome stesso, è distribuito dalla stessa software house di Photoshop, il famoso programma per il photo editing. È piuttosto semplice da usare, anche da parte degli utenti alle prime armi ed è molto apprezzato in ambito professionale, grazie alle numerose funzionalità avanzate che esso offre. Per poter essere impiegato, richiede di sottoscrivere l’abbonamento apposito (al costo di 24,39 euro/mese) oppure il pacchetto Creative Cloud (al costo di 60,99 euro/mese), che include anche l’uso di altre applicazioni. Il programma, comunque, può essere provato gratis per 7 giorni, senza obbligo di rinnovo.

Per scaricare la versione di prova di Adobe Premiere Pro, recati sul sito Internet del programma e clicca sul collegamento Versione di prova gratuita che si trova in alto, dopodiché premi sul bottone Attiva trial posto in corrispondenza della sottoscrizione di tuo interesse tra quelle proposte.

In seguito, digita il tuo indirizzo di posta elettronica nel campo preposto, premi sul pulsante Continua e scegli un metodo di pagamento valido tra carta di credito e PayPal. Successivamente, clicca sul pulsante Avvia versione di prova gratuita e attendi che il download del programma venga avviato e portato a termine.

A questo punto, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che vedi comparire sullo schermo, clicca sul pulsante Esegui. Inserisci poi i dati del tuo account Adobe nei campi Indirizzo email e Password e clicca sul pulsante Accedi, dopodiché specifica il tuo livello di competenza in Adobe Premiere Pro e fai clic sui pulsanti Continua e Inizia a installare.

Se stai usando macOS, apri il pacchetto .dmg ottenuto, fai doppio clic sull’icona dell’installer di Adobe Premiere Pro nella finestra che si apre sulla scrivania, digita la password del tuo account utente su Mac e premi sul bottone OK. Fai quindi clic sul pulsante Continua, effettua il login al tuo account Adobe, indica il tuo livello di competenza con il programma, premi nuovamente sul bottone Continua e clicca sul pulsante Inizia a installare.

Una volta conclusa l’installazione di Adobe Premiere Pro e dopo aver visualizzato la finestra del programma sullo schermo, clicca sul menu File che si trova in alto a sinistra, seleziona la voce Nuovo da quest’ultimo e poi quella Progetto, in modo tale da avviare la creazione di un nuovo progetto. Fatto ciò, clicca nuovamente sul menu File, seleziona da esso l’opzione Importa e scegli il video su cui andare ad agire.

Serviti quindi dell’editor del programma per apportare tutte le modifiche del caso al tuo filmato: in alto trovi le schede per accedere alle varie sezioni del software, al centro c’è il player con l’anteprima del video da modificare e in basso trovi la toolbar con vari strumenti di editing e la timeline. Nella parte ancora più in alto della finestra, invece, ci sono i vari menu per gestire file, sequenze, marcatori ecc. Per ulteriori dettagli, puoi fare riferimento alla guida utente resa ufficialmente disponibile da Adobe.

Sony VEGAS Pro (Windows)

Sony Vegas Pro

Sony VEGAS Pro è un altro famoso software di stampo professionale per l’elaborazione audio e video. Include tantissime funzioni utili a soddisfare le esigenze più comuni degli utenti ed è disponibile soltanto per sistemi operativi Windows. È a pagamento (presenta prezzi a partire da 16,67 euro/mese oppure 299,00 euro una tantum, a seconda della versione scelta), ma lo si può scaricare in una versione di prova gratuita funzionante per 30 giorni.

Per effettuare il download della trial del programma, recati sul relativo sito Internet, seleziona il collegamento 30 giorni di prova relativo alla versione del software che ti interessa, spunta la casella I’m not a robot e clicca sul pulsante Avvia download.

A scaricamento completato, apri il file .exe ottenuto e segui le istruzioni contenute nella mia guida su come scaricare Sony VEGAS Pro, per portare a termine la di setup.

Ad installazione ultimata, ti sarà mostrata la finestra principale del software sullo schermo. A quel punto, potrai importare il video su cui desideri andare ad agire, facendo clic sul menu File che si trova in alto a sinistra, selezionando le voci Import e Media da quest’ultimo e aprendo il file di tuo interesse. Successivamente, trascina il video sulla timeline in basso e selezionalo.

Serviti quindi dell’editor del programma per apportare tutte le modifiche del caso. Per la precisione, mediante le voci che trovi nella scheda a sinistra puoi applicare effetti, transizioni e preset già pronti all’uso, mentre ulteriori comandi utili per effettuare modifiche strutturali li trovi sulla barra degli strumenti in alto e nel menu visibile facendo clic destro sui file collocati sulla timeline. A destra, invece, c’è il player per visualizzare in anteprima i risultati finali. Per maggiori dettagli, puoi fare riferimento alla sezione dedicata ai tutorial online che trovi sul sito Internet del programma.

Quando avrai completato le modifiche, esporta il video (l’opzione non è però disponibile nella versione di prova del programma) facendo clic sul menu File che si trova in alto a sinistra, selezionando da quest’ultimo l’opzione Render as e cliccando sul pulsante Render.

Final Cut Pro (macOS)

Final Cut Pro

Se possiedi un Mac e nessuno dei programmi a pagamento per editare video che ti ho già suggerito ti ha convinto particolarmente, ti consiglio di provare Final Cut Pro X. Si tratta di una soluzione più avanzata e potente rispetto a iMovie e include tante funzioni destinate agli utenti più esperti, come il supporto ai video a 360°, al multicam e all’HDR, la rimozione avanzata del rumore e altro ancora. Si può acquistare e scaricare dalla relativa sezione del Mac App Store (al costo di 329,99 euro), ma è disponibile anche sotto forma di trial funzionante per 30 giorni.

Per scaricare la versione di prova gratuita del programma, recati sulla pagina Web apposita che trovi sul sito Internet di Apple, compila il modulo collocato sulla sinistra con i dati richiesti e clicca sul pulsante Scarica la demo gratuita.

A download ultimato, apri il pacchetto .dmg ottenuto, poi il file .pkg contenuto al suo interno e, nella finestra che ti viene mostrata sulla scrivania, premi sul pulsante Continua (per due volte di seguito). In seguito, premi sui bottoni Accetta e Installa, digita la password di amministrazione del Mac, schiaccia il tasto Invio sulla tastiera e porta a termine il setup, cliccando sui pulsanti Chiudi e Sposta.

A questo punto, avvia Final Cut Pro X selezionando la relativa icona che trovi nel Launchpad, al quale puoi accedere mediante la barra Dock, e una volta visualizzata la finestra principale del programma sullo schermo, importa in esso il video da editare, trascinandolo nell’apposito riquadro situato in alto a sinistra.

Serviti quindi di tutti gli strumenti annessi all’editor per apportare le modifiche desiderate. Per maggiori dettagli in merito al funzionamento di Final Cut Pro, ti invito a consultare l’archivio di training che Apple mette a disposizione di tutti gli utenti sul suo sito Internet.

Altri programmi per editare video sul PC

Lightworks

Adesso voglio segnalarti altri programmi per editare video sul PC, sia gratis che a pagamento, ai quali puoi valutare di affidarti, tanto su Windows quanto su macOS. Li trovi elencati di seguito.

  • DaVinci Resolve (Windows/macOS/Linux) – un editor video non lineare con supporto 8K e varie funzioni avanzate. È gratis nella sua versione gratuita ma ne esiste anche una versione Studio, a pagamento, che include DaVinci Neural Engine, strumenti di 3D stereoscopico, collaborazione multiutente, decine di plug-in ResolveFX e FairlightFX e altro ancora.
  • Lightworks (Windows/macOS/Linux) – è un famoso programma per editare video, di tipo professionale ma completamente gratuito. È multipiattaforma e include tante funzioni basilari e più avanzate per apportare modifiche di vario genere ai filmati che gli vengono dati in pasto.
  • Wondershare Filmora (Windows/macOS) – programma che permette di apportare modifiche ai file video, ma anche di creare presentazioni con immagini, musica e filmati già registrati. È abbastanza facile da usare e include numerose funzioni. Di base è gratis, ma applica un watermark ai video e prevede altre limitazioni che possono essere rimosse solo passando alla variante a pagamento (con costi a partire da 44,99 euro/anno oppure 69,99 euro una tantum).
  • AVS video editor (Windows) – software di video editing per soli sistemi operativi Windows, il quale dispone di svariate funzionalità avanzate e che consente di applicare più di 300 effetti differenti ai video in lavorazione. È a pagamento (costa 199 euro una tantum oppure 69 euro/anno). Eventualmente, però è disponibile anche in versione di prova gratuita.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.