Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come editare un video

di

Dopo aver letto la mia guida su come pubblicare un video su Facebook, hai deciso di caricare sul tuo profilo alcuni filmati che hai realizzato durante il concerto del tuo cantante preferito. Prima, però, vorresti migliorarne la qualità e apportare alcune modifiche, come il taglio di alcune parti superflue e l’aggiunta di effetti e filtri. Non essendo particolarmente ferrato in materia, vorresti conoscere le soluzioni a tua disposizione per riuscire nella modifica dei tuoi filmati. È così? Allora non vedo dove sia il problema: se vuoi, ci sono io qui per aiutarti a riuscire nel tuo intento!

Se mi dedichi qualche minuto del tuo tempo libero, posso spiegarti come editare un video sia da computer che da smartphone e tablet. Infatti, devi sapere che esistono soluzioni per ogni esigenza e, soprattutto, per ogni tipologia di utente: esistono programmi gratuiti che permettono di effettuare semplici tagli e aggiungere transizioni e filtri ai filmati con semplicità; altri software a pagamento (ma con prova gratuita) che dispongono di funzionalità più avanzate rivolte agli utenti più esperti e più esigenti. Inoltre, ci sono dei servizi online che funzionano direttamente dal browser e delle applicazioni per modificare i video direttamente da smartphone e tablet.

Se sei d’accordo, non perdiamo altro tempo in chiacchiere e mettiamoci subito all’opera. Prenditi cinque minuti di tempo libero, dedicati alla lettura dei prossimi paragrafi e scegli la soluzione che ritieni più adatta alle tue esigenze. Leggi con attenzione le indicazioni che sto per darti, prova a metterle in pratica e ti assicuro che editare un video sarà davvero un gioco da ragazzi. Buona lettura!

Indice

Come editare un video su PC

Tra le prime soluzioni da prendere in considerazione per editare un video ci sono i programmi da installare sul proprio computer. Eccone alcuni tra quelli che ritengo più interessanti.

Avidemux (Windows/macOS)

Tra le migliori soluzioni per editare un video c’è Avidemux, uno dei più popolari software per il montaggio di video in ambito open source. Nonostante un’interfaccia apparentemente minimale e povera di funzionalità, con Avidemux è possibile effettuare ritagli al video, aggiungere effetti e filtri, modificare la traccia audio e molto altro.

Per scaricare Avidemux sul tuo computer, collegati al sito Web del programma, fai clic sul pulsante Download e seleziona l’opzione FossHub relativa al sistema operativo di tuo interesse. Completato lo scaricamento, se hai un PC Windows, fai doppio clic sul file avidemux_[versione].exe e pigia sul pulsante Esegui, dopodiché clicca sui pulsanti Next e I agree, pigia sul pulsante Next per tre volte consecutive e fai clic sul pulsante Install per avviare l’installazione.

Se utilizzi un Mac, apri il pacchetto dmg appena scaricato, trascina Avidemux nella cartella Applicazioni di macOS e apri quest’ultima, dopodiché fai clic destro sull’icona del programma e seleziona la voce Apri dal menu che compare per evitare le restrizioni di macOS per le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione necessaria solo al primo avvio).

Adesso, avvia Avidemux, fai clic sull’icona della cartella presente in alto a sinistra e seleziona il video da modificare per importarlo nell’area di lavoro del programma. Procedi, quindi, con le modifiche di tuo interesse: per esempio, se intendi apportare modifiche estetiche aggiungendo filtri ed effetti al filmato, seleziona la voce Video presente nel menu in alto e pigia sull’opzione Filtri dal menu che compare.

Nella nuova finestra aperta, scegli una delle opzioni visibili nella barra laterale a sinistra (Trasforma, Interlacciamento, Colore, Rumore, Nitidezza, Sottotitoli e Varie) e scegli la modifica di tuo interesse tra quelle proposte. Se, invece, vuoi apportare modifiche relative all’audio del tuo filmato, fai clic sulla voce Audio presente nel menu in alto e seleziona l’opzione Filtri dal menu che compare.

Conclusa la modifica del tuo video, seleziona il formato nel quale salvarlo tramite i menu a tendina presenti sotto le voci Output video (per scegliere il codec video), Output audio (per impostare il codec da usare per l’audio) e Contenitore output per scegliere il formato (MKV, MP4, AVI, FLV ecc.). Clicca, quindi, sull’icona del floppy disk presente in alto a sinistra e pigia sul pulsante Save as per esportare il filmato. Per approfondire il funzionamento del software, ti lascio alla mia guida su come usare Avidemux.

Windows Movie Maker (Windows)

Tra le soluzioni per editare un video da prendere in considerazione c’è anche Windows Movie Maker, il programma di video editing gratuito prodotto da Microsoft. Consente di apportare tagli e modifiche ai filmati importati, ma anche di applicare transizioni ed effetti.

Devi sapere che Windows Movie Maker è incluso nel pacchetto di applicazioni gratuite Windows Essentials, che ora è stato discontinuato. Tuttavia, puoi scaricarlo affidandoti a siti terzi come Cloud Mail o MajorGeeks (solo in inglese). Per approfondire l’argomento, ti lascio alla mia guida su come scaricare Movie Maker.

Dopo aver scaricato e installato Windows Movie Maker sul tuo computer, avvialo e fai clic sulla voce Aggiungi video e foto per selezionare il video da modificare. Tramite le voci Animazioni ed Effetti visivi presenti in alto, puoi applicare al tuo video delle transizioni o aggiungere effetti e filtri, come Bianco e nero, Filtro seppia, Sfocatura ecc. Selezionando, invece, l’opzione Modifica, puoi modificare la velocità del video, aggiungere delle dissolvenze al filmato e gestirne la parte audio.

Concluse le modifiche, puoi esportare il filmato sul tuo computer cliccando sul pulsante Salva filmato in alto a destra. Attendi, quindi, il processo di esportazione la cui durata varia a seconda della lunghezza del filmato. Per saperne di più, puoi leggere la mia guida su come usare Movie Maker.

iMovie (macOS)

iMovie è una valida soluzione per modificare video su Mac. È un programma di video editing di casa Apple ed è installato di serie su tutti i dispositivi della mela morsicata, compreso iPhone/iPad sotto forma di applicazione. In alternativa, è possibile scaricarlo su macOS direttamente tramite il Mac App Store.

Se utilizzi un Mac e ritieni che iMovie sia la soluzione ideale alle tue esigenze, avvia quest’ultimo, fai clic sulla voce Crea nuovo e seleziona l’opzione Filmato dal menu che compare. Clicca, quindi, sull’icona della freccia rivolta verso il basso presente in alto, seleziona il video da editare e pigia sul pulsante Importa selezionati per importare il video di tuo interesse su iMovie.

Adesso, fai clic sull’immagine di anteprima del video appena importato e pigia sul pulsante + per inserirlo nell’area di lavoro di iMovie, dopodiché inizia ad apportare le modifiche di tuo interesse. Se la tua intenzione è di tagliare una parte del filmato, seleziona quest’ultimo, soffermati con il puntatore del mouse sua una delle due estremità del video e, non appena compare l’icona delle due frecce, trascina l’estremità del video verso destra o verso sinistra per ridurne la durata.

Inoltre, dopo aver selezionato il video presente nella timeline di iMovie, puoi correggerne i colori, applicare effetti e ulteriori tagli, aumentarne o diminuirne la velocità ecc. tramite i comandi presenti in alto a destra sopra il player. Selezionando, invece, le voci Audio, Titoli, Sfondi e Transizioni puoi aggiungere al filmato uno o più effetti sonori, del testo e degli effetti di transizione tra una clip e l’altra.

Completata la modifica del filmato da editare, pigia sul pulsante di una freccia dentro un quadrato (in alto a destra) per esportarlo sul tuo computer. Clicca, quindi, sulla voce File e, nella nuova finestra aperta, pigia sui pulsanti Avanti e Salva per esportare il video. Per saperne di più e approfondire il funzionamento del programma, puoi leggere la mia guida su come usare iMovie.

Adobe Premiere Pro (Windows/macOS)

Adobe Premier Pro è tra i migliori programmi professionali per il montaggio e la modifica dei video. È disponibile per PC Windows e macOS ed è incluso nella suite Creative Cloud, disponibile come servizio in abbonamento a partire da 12,19 euro/mese (per avere Adobe Premier Pro a partire da 24,39/mese). Scaricando la versione trial di Premier Pro, è possibile testarne il funzionamento gratuitamente per 7 giorni.

Per scaricare la versione di prova di Adobe Premier Pro, collegati al sito ufficiale di Adobe e fai clic sulla voce Versione di prova gratuita presente nel menu in alto. Completato lo scaricamento, per installare Premier Pro sul tuo PC Windows, fai doppio clic sul file Premiere_Pro_Set-Up.exe e pigia sul pulsante Esegui. Se, invece, utilizzi un Mac, apri il pacchetto dmg scaricato, fai doppio clic sul file Premier Pro Installer e inserisci la password del tuo account utente su macOS per avviare l’installazione.

Nella nuova finestra aperta, sia che tu abbia Windows che macOS, fai clic sul pulsante Accedi e inserisci i dati di accesso al tuo account. Se non ne hai ancora uno, pigia sul pulsante Registrati, inserisci i tuoi dati nei campi Nome, Cognome, Indirizzo email, Password e Data di nascita e clicca sul pulsante Iscrizione.

Dopo aver effettuato l’accesso al tuo account, indica il livello di competenza in Adobe Premier Pro (Principiante, Intermedio o Avanzato) e fai clic sul pulsante Continua, dopodiché segui la procedura guidata e pigia sui pulsanti Continua e Inizia a installare. Attendi, quindi, che l’installazione raggiunga il 100% e il gioco è fatto.

Adesso sei pronto per editare un video con Adobe Premier Pro. Avvia, quindi, il programma e fai clic sul pulsante Ignora per accedere all’area di lavoro di Adobe Premier Pro, dopodiché clicca sulla voce File presente nel menu in alto, seleziona le opzioni Nuovo e Progetto e pigia sul pulsante OK per avviare un nuovo progetto. Per importare il video che intendi modificare, puoi agire tramite il box presente in basso a sinistra cliccando sull’opzione Browser multimediale e selezionando il file da importare, altrimenti clicca sulle voci File e Importa dal menu in alto e seleziona il video di tuo interesse.

Dopo aver importato il video, trascinalo nella timeline visibile in basso e procedi con l’editing del video selezionando le opzioni disponibili in alto (Assemblaggio, Montaggio, Colore, Effetti, Audio ecc.) a seconda delle modifiche che intendi apportare. Per esempio, se vuoi aggiungere del testo al filmato, seleziona la voce Montaggio e fai clic sull’icona della lettera “T” presente in basso, mentre per modificare i colori del video seleziona l’opzione Colore e apporta le modifiche che desideri tramite gli strumenti presenti nella barra laterale comparsa a destra.

Completata la modifica del video, puoi passare all’esportazione di quest’ultimo. Seleziona, quindi, la voce File presente nel menu in alto e clicca sulle opzioni Esporta e File multimediali dal menu che compare. Nella nuova finestra aperta, seleziona il formato di esportazione tramite il menu a tendina presente accanto alla voce Formato e pigia sul pulsante Esporta per esportare il video modificato.

Altri programmi per editare un video

Se i programmi che ti ho proposto nei paragrafi precedenti non hanno soddisfatto completamente le tue esigenze, devi sapere che esistono così tanti software per modificare i tuoi filmati che hai solo l’imbarazzo della scelta.

  • Final Cut Pro (macOS): è tra i software professionali più utilizzati per il montaggio e la modifica video su Mac. Ha una timeline multitraccia, un’interfaccia di semplice utilizzo (molto simile a quella di iMovie) e consente di applicare ogni tipo di modifica ai propri video. Oltre alle funzionalità base, permette di aggiungere ulteriori funzioni, da installare tramite appositi plugin. È disponibile in una versione di prova gratuita di 30 giorni, dopodiché ha un costo di 329,99 euro.
  • Lightworks (Windows/macOS): è un altro valido programma per l’editing video. Presenta tutte le funzionalità di un comune software di montaggio video, ma nella sua versione gratuita consente l’esportazione dei filmati esclusivamente online (YouTube, Vimeo ecc.). Per non avere limitazioni ed esportare il video anche sul proprio computer, è necessario acquistare la versione Lightworks Pro a partire da 19,99 euro.
  • VideoPad (Windows/macOS/Linux): è la soluzione ideale per gli utenti alle prime esperienze in fatto di montaggio video. Presenta un’interfaccia di semplice utilizzo ma dotata di tutte le principali funzionalità che un buon programma di editing video deve avere. Oltre a permette l’importazione dei filmati presenti sul proprio computer, consente di montare e modificare i video importati da piattaforme online, come per esempio YouTube e Facebook. È disponibile in una versione di prova gratuita di 30 giorni, dopodiché ha un costo a partire da 29,99$.
  • OpenShot (Windows/macOS/Linux): è un programma gratuito e di semplice utilizzo. Propone una timeline multitraccia ed è la soluzione ideale per chi vuole editare un video senza particolari esigenze.

Come editare un video online

Oltre ai programmi proposti nei paragrafi precedenti, da installare sul computer, devi sapere che esistono anche dei servizi per editare un video online, che funzionano direttamente dal browser: ecco una lista di quelli che ritengo più interessanti.

YouTube

Non tutti sanno che su YouTube, la celebre piattaforma di condivisione e visualizzazione video di Google, è disponibile un editor integrato che permette di modificare i filmati caricati sul proprio canale, applicando miglioramenti qualitativi e aggiungendo effetti e filtri.

Per editare un video online con YouTube, collegati alla pagina principale della piattaforma di Google, fai clic sul pulsante Accedi (in alto a destra) e seleziona l’account Google associato al tuo canale YouTube. Effettuato l’accesso al tuo canale, fai clic sulla tua foto collocata in alto a destra e seleziona la voce Creator Studio dal menu che compare.

Nella nuova pagina aperta, pigia sul pulsante Modifica relativo al video da editare e seleziona l’opzione Miglioramenti dal menu in alto. Scegli, quindi, la modifica da apportare agendo dal menu a destra: se vuoi cambiare i colori del video, sposta i cursori presenti sotto le opzioni Saturazione, Contrasto, Luce di riempimento e Temperatura colore, mentre per effettuare dei ritagli pigia sul pulsante Ritaglia, seleziona le parti di video da tagliare e fai clic sul pulsante Fine.

Pigiando, invece, sull’icona della freccia, puoi ruotare il video di 90 gradi, mentre agendo sulle opzioni Timelapse e Slow motion puoi impostare la velocità del filmato. Inoltre, selezionando le voci Filtri e Effetti di sfocatura puoi aggiungere filtri ed effetti al video. Concluse le modifiche, fai clic sul pulsante Salva per renderle effettive.

Devi sapere che tramite l’editor di YouTube, puoi anche aggiungere una traccia audio al tuo filmato. Per farlo, seleziona l’opzione Audio presente nel menu in alto, scegli la traccia di tuo interesse e clicca sulla voce Aggiungi al video, dopodiché impostane la durata e pigia sul pulsante Salva modifiche. Per approfondire l’argomento, puoi leggere le mie guide su come funziona YouTube e su come tagliare un video da YouTube.

Altri servizi online per editare video

Come tagliare un video online

Il tuo video non è destinato al caricamento su YouTube e stai cercando un modo alternativo per modificare i tuoi filmati senza ricorrere all’installazione di programmi per computer? Nessun problema! Ecco una lista di altri servizi online per editare video che potrebbero fare al caso tuo.

  • Video ToolBox: è un potente editor online che consente di caricare i propri filmati e applicare numerose operazioni di editing video. Per utilizzarlo è richiesta la registrazione, ma è completamente gratuito e supporta numerosi formati di video (3GP, AVI, FLV, MKV, MOV, M4V, MP4, MPEG, MPG ecc.). La dimensione massima di caricamento consentita per i file è 1,5 GB.
  • WeVideo: oltre a proporsi come un servizio di montaggio video online, consente di caricare e modificare sia i video presenti sul proprio computer che da altri servizi, come Facebook, Google Drive, Dropbox e Instagram. Nella sua versione gratuita permette di importare filmati non più lunghi di 15 minuti e di esportarli con una risoluzione massima di 480p. Per rimuovere tali limitazioni e usufruire di funzionalità aggiuntive, è necessario sottoscrivere un piano in abbonamento a partire da 4,99$/mese.
  • Clipchamp: è un servizio online gratuito che permette sia la conversione che la compressione dei video. Inoltre, è un ottimo editor online che permette di tagliare, ruotare e specchiare filmati, ma anche di aggiungere foto, testi, filtri, transizioni e bilanciare i colori. È richiesta la registrazione.

Come editare un video dal telefono

Se ti stai chiedendo come editare un video dal telefono, devi sapere che esistono applicazioni da scaricare e installare su smartphone e tablet che consentono di tagliare, ruotare, aggiungere effetti e transizioni ai filmati presenti nella libreria del proprio dispositivo. Eccone alcune che puoi prendere in considerazione.

KineMaster (Android/iOS)

Tra le migliori applicazioni per editare un video da smartphone e tablet c’è KineMaster, disponibile per device Android e iOS. Nella sua versione gratuita applica un watermark (il logo dell’applicazione): per rimuoverla e accedere a tutte le funzionalità, è necessario sottoscrivere un piano in abbonamento a 3,56 euro/mese o 28,46 euro/anno su Android e 5,49 euro/mese o 45,99 euro/anno su iPhone/iPad.

Dopo aver scaricato KineMaster dallo store del tuo dispositivo, avvia l’applicazione pigiando sulla sua icona (la lettera “K” su sfondo rosso), dopodiché fai tap sul pulsante + e seleziona l’opzione Progetto vuoto per accedere all’area di lavoro. Pigia, quindi, sull’opzione Media e seleziona il video da modificare per aggiungerlo alla timeline di KineMaster.

Adesso, scegli una delle opzioni disponibili a seconda delle modifiche che intendi apportare al filmato: Audio per aggiungere effetti sonori, sia scaricandone dallo store di KineMaster che selezionando canzoni e registrazioni dal proprio dispositivo; Voice per aggiungere registrazioni vocali da registrare in tempo reale e Layer per inserire effetti, testo, adesivi e per disegnare a mano libera sul video.

Inoltre, pigiando sull’icona della rotella d’ingranaggio presente nel menu a sinistra, puoi gestire il volume e applicare dissolvenze al filmato. Concluse le modifiche, fai tap sull’icona di una freccia dentro un quadrato per esportare il video scegliendone la risoluzione (4K 2160p, FHD 1080p, HD 720p, 540p, 480p e 360p), il frame rate e la qualità, dopodiché pigia sul pulsante Export e il gioco è fatto.

iMovie (iOS)

Come accennato in precedenza, iMovie è disponibile anche sotto forma di applicazione per iPhone/iPad. Nonostante abbia minori funzionalità rispetto alla versione desktop, è comunque un potente strumento gratuito che permette di apportare modifiche a un video utilizzando il proprio dispositivo mobile.

Per editare un video con iMovie, avvia quest’ultimo, fai tap sulla voce Crea progetto e seleziona l’opzione Filmato, dopodiché seleziona il video da modificare e fai tap sulla voce Crea filmato per importarlo nella timeline di iMovie.

Adesso, fai tap sull’icona della rotella d’ingranaggio presente in basso a destra per aggiungere filtri (Bianco e nero, Bicromia, Blu, Film muto ecc.) e applicare un tema al tuo video (Viaggi, Notizie, Vivace, Divertente ecc.). Inoltre, spostando la levetta accanto alle voci Dissolvenza dal nero e Dissolvenza in uscita dal nero da OFF a ON puoi impostare una dissolvenza.

Se, invece, vuoi modificare la velocità del video, tagliarne delle parti o aggiungere del testo, fai tap sul video presente nella timeline di iMovie per selezionarlo e pigia su una delle icone disponibili in basso: le forbici per dividere, separare e duplicare parti di video; l’orologio per aumentare o diminuire la velocità del filmato; il megafono per gestire il volume dell’audio e la lettera “T” per aggiungere testo personalizzato al video.

Conclusa la modifica del tuo filmato, fai tap sulla voce Fine e pigia sull’icona di una freccia dentro un quadrato per esportare il video. Seleziona, quindi, la qualità di esportazione (Media 300p, Grande 540p, HD 720p e HD 1080p) e il gioco è fatto.

App per editare un video

Se le soluzioni menzionate in precedenza non hanno incontrato il tuo gusto, ecco una lista di app per editare un video alternative che potrebbero fare al caso tuo.

  • InShot (Android/iOS): è un’applicazione gratuita di editing video che consente di apportare numerose modifiche ai filmati presenti nella libreria del proprio dispositivo. Tra le sue principali funzionalità, permette di effettuare tagli ai video, applicare filtri, effetti, bordi e scritte e di ruotare i filmati realizzati con un’orientazione sbagliata.
  • VideoShow (Android/iOS): è un’altra applicazione che permette di editare i video tramite il proprio dispositivo mobile. Oltre a funzioni come il taglio e la rotazione dei filmati, consente di aumentarne la velocità, di inserire sottotitoli e musica e, addirittura, di usare template pronti all’uso per personalizzare i propri video. Nella versione gratuita ha funzionalità limitate e consente di esportare il video modificato applicando un watermark che è possibile rimuovere con un acquisto in app di 1,09 euro. Per accedere a tutte le funzionalità, invece, è necessario acquistare la versione Pro (14,99 euro su Android e 9,99 euro su iPhone/iPad).
  • VivaVideo (Android/iOS): è un’applicazione simile a VideoShow che propone le medesime funzionalità, oltre alla possibilità di aggiungere audio al filmato registrandolo direttamente dal microfono del proprio dispositivo. Nella versione gratuita consente di esportare video non superiori ai 5 minuti, con qualità massima di 480p e applicando un watermark: per rimuovere tali limitazioni bisogna acquistare la versione VivaVideo Pro al costo di 3,69 euro per Android e 3,49 euro per iPhone/iPad.