Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Programmi per rallentare i video

di

Per un tuo progetto personale, hai l’esigenza di rallentare alcuni filmati, creando un effetto slow motion. Non avendolo mai fatto prima d’ora, però, non conosci alcun programma che consenta di modificare la velocità di riproduzione dei video e, per questo motivo, hai effettuato alcune ricerche sul Web, finendo dritto su questa mia guida. Le cose stanno così, dico bene? Allora sono felice di dirti che sei capitato proprio nel posto giusto al momento giusto!

Nei prossimi paragrafi, infatti, ti indicherò alcuni programmi per rallentare i video che puoi prendere in considerazione per modificare la velocità di tutti i tuoi filmati. Oltre a consigliarti alcuni software da installare sul tuo computer per rallentare la velocità dei video sia in tempo reale che in modo permanente, troverai anche alcuni servizi online per rallentare i filmati direttamente dal browser e alcune applicazioni per modificare i video da smartphone e tablet.

Se sei d’accordo e non vedi l’ora di saperne di più, non perdiamo altro tempo in chiacchiere e passiamo sùbito all’azione. Coraggio: mettiti bello comodo, ritagliati cinque minuti di tempo libero da dedicare alla lettura dei prossimi paragrafi e individua la soluzione che ritieni più adatta alle tue esigenze. Sono sicuro che, seguendo attentamente le mie indicazioni e provando a metterle in pratica, riuscirai a rallentare tutti i tuoi video senza riscontrare alcun tipo di problema. Buona lettura e, soprattutto, buon lavoro!

Indice

Software per rallentare i video

Se la tua intenzione è scaricare programmi per rallentare video da installare sul tuo computer, sarai contento di sapere che esistono così tante soluzioni a tua disposizione che hai solo l’imbarazzo della scelta! Ecco, dunque, alcuni software di questo genere che puoi prendere in considerazione per modificare la velocità di riproduzione dei tuoi video.

VLC (Windows/macOS/Linux)

Rallentare un video con VLC

Tra i primi programmi per rallentare i video che mi sento di consigliarti c’è VLC. Infatti, il celebre media player gratuito e open source disponibile per Windows, macOS e Linux, consente di rallentare i video riprodotti in maniera semplicissima. Da sottolineare che il cambio di velocità avviene in tempo reale nel player, senza applicare modifiche permanenti al file originale.

Per rallentare i video con VLC, se non hai ancora scaricato il programma sul tuo PC, collegati al suo sito ufficiale e clicca sul pulsante Scarica VLC, per avviarne il download. Fatto ciò, se hai un PC Windows, fai doppio clic sul file vlc-[versione].exe, seleziona la lingua di tuo interesse e premi sul pulsante OK, dopodiché clicca sui pulsanti Avanti (per tre volte consecutive) e Installa e attendi che la barra d’avanzamento raggiunga il 100%, per completare l’installazione.

Se, invece, hai un Mac, apri il pacchetto dmg appena scaricato, trascina l’icona di VLC nella cartella Applicazioni di macOS e apri il percorso in questione; dopodiché fai clic destro sull’icona di VLC e seleziona la voce Apri per due volte consecutive, per bypassare le restrizioni di macOS riguardanti applicazioni di sviluppatori non certificati (operazione necessaria solo al primo avvio). Per la procedura dettagliata, ti lascio alla mia guida su come scaricare VLC.

Adesso sei pronto per rallentare tutti i video che desideri. Se hai un PC Windows, avvia VLC, clicca sulle voci Media e Apri file nel menu in alto e seleziona il video da modificare. Premi, poi, sull’opzione Riproduzione, collocata nel menu in alto e scegli le voci Velocità e Più lento. In alternativa, fai clic sull’opzione Visualizza, in alto, seleziona la voce Barra di stato dal menu che si apre e premi sull’opzione 1.00x comparsa in basso a destra del player. A questo punto, sposta il cursore verso sinistra per rallentare la velocità del video e il gioco è fatto.

Su Mac, invece, clicca sulle voci File e Apri file nel menu in alto, seleziona il filmato da modificare e clicca sula voce Apri. Fatto ciò, premi sull’opzione Riproduzione visibile nel menu collocato in alto e individua la voce Velocità di riproduzione dal menu che si apre. Sposta, quindi, il cursore verso sinistra, per diminuire la velocità di riproduzione, e il gioco è fatto. Per saperne di più, puoi leggere la mia guida su come rallentare un video con VLC.

Avidemux (Windows/macOS/Linux)

Rallentare un video con Avidemux

Avidemux è la soluzione ideale per tutti coloro che necessitano di un programma per rallentare i video gratis in modo permanente (agendo quindi direttamente sul file del filmato). È un software open source disponibile per PC Windows, macOS e Linux che consente non solo di modificare la velocità dei propri filmati ma anche di effettuare disparate operazioni di editing video, su tutti i più diffusi formati di file.

Per scaricare Avidemux sul tuo computer, collegati al sito ufficiale del programma, seleziona la voce Download visibile nella barra laterale a sinistra e premi sulla voce FossHub relativa al sistema operativo di tuo interesse.

Completato lo scaricamento, se hai un PC Windows, fai doppio clic sul file avidemux_versione.exe, premi sul pulsante Successivo per tre volte consecutive, apponi il segno di spunta accanto alla voce Accetto la licenza e clicca nuovamente sul pulsante Successivo (per due volte consecutive), per avviare l’installazione. Attendi, quindi, che la barra d’avanzamento raggiunga il 100% e premi sul pulsante Fine, per chiudere la finestra e avviare Avidemux.

Se, invece, usi un Mac, apri il pacchetto dmg appena scaricato, trascina Avidemux nella cartella Applicazioni di macOS e apri quest’ultima, dopodiché fai clic destro sull’icona di Avidemux, seleziona l’opzione Apri dal menu che compare e clicca sul pulsante Apri, per evitare le restrizioni di macOS per le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione necessaria solo al primo avvio).

Adesso, a prescindere dal sistema operativo installato sul tuo computer, fai clic sull’icona della cartella, in alto a sinistra nella finestra principale di Avidemux, seleziona il video da modificare e imposta i codec video e audio in cui codificare il filmato tramite i menu a tendina Output video e Output audio, visibili nella barra laterale a sinistra.

Fatto ciò, seleziona l’opzione Video, collocata nel menu in alto, premi sulla voce Filtri e, nella nuova schermata visualizzata, fai doppio clic sull’opzione Change FPS, per modificare la frequenza dei fotogrammi del filmato importato e, di conseguenza, la sua velocità. Inserisci, quindi, i valori di tuo interesse nei campi Frame rate sorgente e Frame rate destinazione e premi sui pulsanti OK e Anteprima, per visualizzare il video modificato.

Per salvare le modifiche e avviare l’esportazione del filmato sul tuo computer, seleziona la voce File collocata in alto a sinistra, scegli l’opzione Salva dal menu che si apre e il gioco è fatto. Per approfondire l’argomento, puoi dare un’occhiata alla mia guida su come usare Avidemux.

iMovie (macOS)

Rallentare un video con iMovie

iMovie è il programma di video editing di casa Apple che si trova installato su tutti i Mac (se così non fosse, è possibile scaricarlo gratuitamente dal Mac App Store). Consente non solo di diminuire e aumentare la velocità dei filmati, ma anche di applicare numerose altre modifiche con estrema semplicità.

Per usare iMovie per rallentare i tuoi video, avvia il programma in questione, scegli le opzioni Crea nuovo e Filmato e, nella nuova schermata visualizzata, clicca sull’icona della freccia rivolta verso il basso, per selezionare il video da modificare. Fatto ciò, premi sul pulsante Importa selezionati, seleziona nuovamente il video e clicca sul relativo pulsante +, in modo da importarlo nella timeline di iMovie.

A questo punto, premi sul filmato in questione e accedi alla sezione Velocità, cliccando sull’icona dell’orologio, collocata in alto a destra. Scegli, quindi, l’opzione Lenta tramite il menu a tendina visibile accanto alla voce Velocità e seleziona l’opzione di rallentamento di tuo interesse tra 10%, 25% e 50%. Se, invece, preferisci inserire una percentuale di rallentamento personalizzata, seleziona l’opzione Personalizza e inserisci la percentuale di tuo interesse (da 1% a 99%) nel campo apposito.

Fatto ciò, clicca sull’icona della freccia dentro un quadrato, in alto a destra, scegli l’opzione File e clicca sui pulsanti Avanti e Salva, per esportare il video da iMovie e salvarlo sul tuo computer. Per approfondire l’argomento, ti lascio al mio tutorial su come rallentare un video con iMovie.

Altri programmi per rallentare un video

Rallentare un video con Premiere

Oltre ai software che ti ho indicato nelle righe precedenti, devi sapere che esistono altri programmi per rallentare un video. Ecco, dunque, un’ulteriore lista di soluzioni che puoi prendere in considerazione per modificare la velocità dei filmati di tuo interesse.

  • Adobe Premiere (Windows/macOS): il celebre software di video editing incluso nella suite Creative Cloud, disponibile come servizio in abbonamento a partire da 12,19 euro/mese (per avere Adobe Premiere Pro a partire da 24,39/mese con 7 giorni di prova gratuita), consente di modificare la velocità dei video in modo permanente. Per maggiori informazioni, puoi dare un’occhiata alla mia guida su come funziona l’abbonamento Adobe.
  • Wondershare Filmora (Windows/macOS): è tra i migliori programmi gratuiti per il video editing. Anche in questo caso è possibile aumentare e diminuire la velocità dei filmati di proprio interesse in modo permanente. Nella versione gratuita, però, viene applicato un watermark (il logo del programma) ai video esportati, che è possibile rimuovere attivando la versione Pro di Filmora. A tal proposito, potrebbe esserti utile la mia guida su come togliere la scritta Filmora da un video.
  • AVS video editor (Windows): è un software di video editing che dispone di funzionalità avanzate, compresa la possibilità di modificare la velocità dei video, e che permette di applicare oltre 300 effetti ai propri filmati. È disponibile in una versione di prova gratuita, dopodiché ha un costo di 199 euro una tantum (quando non è in offerta) o in abbonamento a 69 euro/anno.

Programmi online per rallentare i video

Se ai programmi da installare sul tuo computer preferisci i servizi online, sarai contento di sapere che esistono diverse soluzioni che poi prendere in considerazione per modificare la velocità dei tuoi filmati. Ecco, dunque, alcuni programmi online per rallentare i video che potrebbero fare al caso tuo.

Clichamp

Rallentare un video con Clichamp

Clichamp è tra i primi servizi online per rallentare i video che puoi prendere in considerazione. Creando un account gratuito è possibile importare i video di proprio interesse, modificarne la velocità ed esportare i filmati con risoluzione massima pari 480p. Per aumentare la qualità di esportazione è necessario attivare un abbonamento a partire da 9 dollari/mese.

Se ritieni Clichamp la soluzione più adatta alle tue esigenze, collegati al sito ufficiale del servizio, clicca sul pulsante Iscriviti, in alto a destra, seleziona la voce Personal e seleziona l’opzione di registrazione che preferisci tra Sign up with Google, per registrarti usando il tuo account Google; Sign up with Facebook, per usare il tuo account Facebook, e Use my email, per creare un account usando un tuo indirizzo email.

Completata la registrazione ed effettuato l’accesso al tuo account su Clichamp, seleziona l’opzione Create a video, in alto a sinistra, scegli il formato di tuo interesse (Social, Square, Widescreen, Cinematic ecc.) e, nella nuova pagina aperta, clicca sulle voci Add media e Browse my file, per caricare il video da modificare.

Completato il caricamento, trascina il filmato in questione nella timeline di Clichamp, fai clic su di esso per selezionarlo e individua la voce Clip speed. Seleziona, quindi, l’opzione Slow tramite l’apposito menu a tendina e scegli una delle opzioni di rallentamento disponibili (0.1x, 0.25x e 0.5x).

Se il risultato finale è di tuo gradimento, clicca sul pulsante Export, in alto a destra, e clicca sulla voce Continue, per avviare l’elaborazione e l’esportazione del video. Non appena la barra d’avanzamento raggiungerà il 100% verrà avviato automaticamente il download del filmato rallentato.

WeVideo

Rallentare un video con WeVideo

WeVideo è un’altra valida soluzione online per modificare la velocità dei video. La versione gratuita del servizio applica numerose limitazioni, come la possibilità di esportare solo 5 minuti di filmato al mese e con una risoluzione massima di 480p. Inoltre, non consente di modificare la velocità dei video e applica un watermark ai filmati esportati. Per rimuovere tali limitazioni e usufruire di tutte le sue funzionalità, è necessario attivare un piano in abbonamento (a partire da 9,99 dollari/mese o 4,99 dollari/mese con fatturazione annuale).

Per rallentare un filmato con WeVideo, collegati al sito ufficiale del servizio, fai clic sulla voce Sign up e premi sul pulsante Buy now relativo a uno dei piani in abbonamento disponibili.

Nella nuova schermata visualizzata, inserisci i dati richiesti nei campi First name, Last name, Email e Password e clicca sul pulsante Sign up for WeVideo, per creare il tuo account e completare il pagamento.

Fatto ciò, sei pronto per modificare la velocità dei tuoi video. Per farlo, seleziona l’opzione Create new, scegli la voce MyMedia collocata nel menu in alto e clicca sui pulsanti Add e Browse to select, per caricare il video da rallentare. Completato l’upload, trascina il filmato in questione nella timeline di WeVideo e fai clic su di esso, per selezionarlo.

A questo punto, premi sul pulsante ☰ relativo al filmato in questione, clicca sull’icona della matita, accedi alla sezione Slow/Fast motion premendo sull’icona dell’orologio e sposta il cursore relativo alla voce Value verso sinistra, per impostare il rallentamento di tuo interesse.

Infine, premi sul pulsante Save changes, per salvare le modifiche, seleziona l’opzione Finish (in alto a destra), inserisci il titolo del filmato nel campo apposito e clicca sul pulsante Set. A questo punto, scegli la risoluzione di tuo interesse e premi sul pulsante Export, per esportare il video sul tuo computer.

Programma per rallentare i video su YouTube

Rallentare un video su YouTube

Se sei alla ricerca di un programma per rallentare i video su YouTube, devi sapere che non è necessario installare alcun software o affidarsi a uno dei servizi online che ti ho indicato nelle righe precedenti. Infatti, la celebre piattaforma di condivisione video di Google consente di modificare la velocità dei filmati scegliendo una delle opzioni disponibili nelle impostazioni del player.

Per procedere, collegati alla pagina principale di YouTube, scrivi il titolo del video che intendi rallentare nel campo Cerca, in alto, e clicca sull’icona della lente d’ingrandimento, per visualizzare i risultati della ricerca. Fatto ciò, premi sull’immagine d’anteprima del video di tuo interesse e, nella pagina del suo player, premi sull’icona della rotella d’ingranaggio.

A questo punto, seleziona l’opzione Velocità di riproduzione e premi su una delle opzioni di rallentamento disponibili: 0.25, 0.50 o 0.75, per rallentare il video rispettivamente del 75%, 50% e 25%. In alternativa, scegli l’opzione Personalizzato e sposta il cursore visibile a schermo verso sinistra, per applicare un rallentamento personalizzato.

Ti segnalo che YouTube è disponibile anche sotto forma di applicazione per dispostivi Android e iPhone/iPad. Anche in questo caso, è possibile rallentare un video accedendo alle Impostazioni del player (premendo sull’icona dei tre puntini) e selezionando l’opzione Velocità di riproduzione. Per approfondire l’argomento, ti lascio alla mia guida su come rallentare un video su YouTube.

Applicazioni per rallentare i video

Rallentare un video con Videoshop

Come dici? Vorresti modificare la velocità dei video da smartphone e tablet? In tal caso, puoi utilizzare la funzione Slow Motion integrata nel tuo dispositivo, per rallentare i filmati realizzati sul momento. In alternativa, puoi affidarti alle applicazioni per rallentare i video che consentono di modificare la velocità dei filmati già esistenti. Eccone alcune di questo genere che potrebbero fare al caso tuo.

  • VideoShow (Android/iOS/iPadOS): è un’applicazione che consente non solo di diminuire e aumentare la velocità dei propri filmati ma anche di applicare tagli, di inserire adesivi, di aggiungere effetti e molto altro ancora. Nella sua versione gratuita applica un watermark ai filmati esportati che è possibile rimuovere effettuando un acquisto in-app di 1,09 euro per ogni singolo video. In alternativa, è disponibile la versione VideoShow PRO (21,99 euro per Android e 32,99 per iOS/iPadOS).
  • Videoshop (Android/iOS/iPadOS): è un vero e proprio editor per la modifica dei video presenti sul proprio dispositivo, comprende anche la funzione di rallentamento dei video. Inoltre, dispone di una funzione Record che permette di registrare video in slow motion in tempo reale. È gratuita ma applica un watermark ai video esportati che è possibile rimuovere con un acquisto in-app di 3,49 euro.
  • iMovie (iOS/iPadOS): è la versione per iPhone e iPad del software di video editing di casa Apple di cui ti ho parlato nei paragrafi precedenti. Seppur dotata di minori funzionalità rispetto alla versione desktop, l’app di iMovie consente di applicare numerose modifiche, compresa la diminuzione della velocità dei filmati. Per saperne di più, ti lascio alla mia guida su come usare iMovie su iPhone/iPad.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.