Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Programmi per migliorare video

di

“Grrrrrr che rabbia! Il video che ho registrato l’altro giorno è venuto davvero male e ora non mi resta altro da fare, se non cestinarlo!”. Scommetto che è stato esattamente in questo modo che hai esordito quando, riguardando da computer il filmato che avevi registrato con la tua videocamera, ti sei reso conto che era tutt’altro che soddisfacente. Tuttavia, giungere a una conclusione quale la cancellazione del contenuto mi pare un po’ affrettato. Piuttosto, perché non provi a dargli una bella sistemata usando uno dei software ad hoc che trovi indicati in questo tutorial? Magari non tutto è perduto!

Come dici? La cosa sembra essere interessante e vorresti saperne di più? Molto bene. Allora facciamo così: prenditi cinque minuti solo per te, posizionati bello comodo e comincia subito a concentrarti sulla lettura di questa guida interamente dedicata a quelli che sono i più utili programmi per migliorare i video. Ti anticipo già che ce ne sono sia per Windows che per macOS e Linux, sia gratis che a pagamento. Molti di essi sono abbastanza semplici da usare, altri, invece, un po’ più complessi, ma non per questo impossibili da comprendere.

Ovviamente, tieni presente il fatto che il risultato finale ottenuto dipenderà non solo dai programmi usati, che non posso fare miracoli, ma anche dalla qualità iniziale del filmato. Detta in altri termini: se il tuo video è conciato davvero male, difficilmente potrai ottenere risultati soddisfacenti. Ad ogni modo, tentar non nuoce, quindi mettiti subito all’opera. Buona lettura e in bocca al lupo per tutto!

Indice

Programmi per migliorare video scuri

Hai girato un filmato che, a causa della scarsa illuminazione, risulta essere troppo cupo e ti piacerebbe migliorare questa condizione? Allora metti subito alla prova i programmi per migliorare i video scuri che trovi segnalati qui di seguito: spero vivamente siano in grado di soddisfarti.

Avidemux (Windows/macOS/Linux)

Avidemux

Avidemux è un ottimo programma di editing video gratuito, rilasciato sotto licenza open source, che permette di migliorare i video digitali correggendone i difetti più comuni. Supporta tutti i principali formati di file video (AVI, MP4, WMV, MPG, ecc.) consentendo di applicare loro filtri per la regolazione di vari parametri: colori, luminosità, nitidezza e molto altro ancora. La sua interfaccia utente è spartana ma semplice da usare, anche perché tradotta in italiano. È disponibile per Windows, macOS e Linux.

Per scaricare Avidemux sul tuo PC, recati sul sito Internet del programma e clicca sul collegamento FossHub relativo alla versione di Windows installata sul tuo computer (a 64 bit oppure a 32 bit), sotto il logo del sistema operativo. Se stai usando macOS, invece, seleziona il collegamento collocato sotto il logo di Apple.

A scaricamento ultimato, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che ti viene mostrata sul desktop, clicca sul pulsante Successivo (per tre volte consecutive). Seleziona poi la voce Accetto la licenza, clicca ancora sul bottone Successivo (per altre due volte), su quello con su scritto e, per concludere, su Fine.

Se stai usando macOS, apri il pacchetto .dmg ottenuto e trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni. In seguito, fai clic destro su di essa, seleziona la voce Apri dal menu che ti viene mostrato e premi sul pulsante Apri, in modo tale da aprire Avidemux andando ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio).

Ora che visualizzi la finestra principale del software, clicca sul menu File collocato in alto a sinistra e scegli la voce Apri da quest’ultimo, dopodiché seleziona dal tuo computer il video che intendi migliorare. A questo punto, modifica il codec per l’esportazione del video tramite il menu a tendina Output video che si trova a sinistra e clicca sul bottone Filtri sottostante.

Nella nuova finestra visualizzata, seleziona la voce Colori situata sulla sinistra, fai doppio clic sulla dicitura Contrasto e sposta la manopola sottostante la voce Brightness per modificare il livello della luminosità. Per applicare le modifiche, fai clic sui pulsanti OK e Chiudi.

Infine, esporta il filmato modificato facendo clic sul menu File collocato in alto a sinistra, selezionando la voce Salva e, successivamente, indicando la posizione di output che vuoi utilizzare sul tuo computer. Per approfondimenti riguardo l’uso del programma, ti rimando alla lettura del mio post su come usare Avidemux.

Adobe Premiere Pro (Windows/macOS)

Adobe Premiere Pro

Un altro tra gli strumenti utili per migliorare video scuri che ti suggerisco di mettere alla prova è Adobe Premiere Pro: si tratta di uno dei migliori software di stampo professionale per il montaggio e la modifica dei filmati. È compatibile con Windows e macOS ed è a pagamento. Per poterlo usare, infatti, occorre sottoscrivere un abbonamento alla suite Creative Cloud (che presenta costi a partire da 12,19 euro/mese). Tuttavia, è possibile testarne il funzionamento per 7 giorni, scaricandone la trial.

Per cui, per effettuare il download della versione di prova di Adobe Premiere Pro, recati sul sito Internet di Adobe e clicca sulla voce Versione di prova gratuita che si trova in alto, dopodiché premi sul bottone Attiva Trial posto in corrispondenza del nome del programma. Compila, dunque, il modulo che ti viene proposto con i dati richiesti e procedi con il download del software.

A scaricamento ultimato, se stai usando Windows, avvia il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sullo schermo, clicca sul pulsante Esegui. Se, invece, stai usando macOS, apri il pacchetto .dmg ottenuto, fai doppio clic sull’icona dell’installer del programma nella finestra visualizzata e inserisci la password del tuo account utente su Mac, nel campo dedicato.

Adesso, a prescindere dal sistema operativo in uso, clicca sul pulsante Accedi, inserisci i dati del tuo Adobe ID e segui la procedura guidata per avviare l’installazione del programma. Se non hai ancora un ID Adobe, scegli l’opzione Registrati e compila il modulo di registrazione con le informazioni necessarie, dopodiché fornisci gli ulteriori dettagli richiesti.

Una volta installato e avviato Adobe Premiere Pro, premi sul pulsante Ignora per evitare la presentazione delle funzionalità del software, dopodiché fai clic sul menu File (in alto a sinistra) e scegli le opzioni Nuovo e Progetto dal menu che compare. Nella nuova schermata visualizzata, inserisci un nome da assegnare al progetto nel campo Nome e clicca sul bottone OK.

Successivamente, clicca ancora sul menu File (in alto a sinistra), seleziona la voce Importa da quest’ultimo e scegli il video relativamente al quale ti interessa andare ad agire. Dopo aver importato il video nel programma, trascinalo sulla timeline di Adobe Premiere Pro e seleziona la scheda Colore situata nel menu in alto.

Nel box Colore lumetri comparso a destra, fai quindi clic sulla voce Correzioni di base, individua l’opzione Esposizione e trascina verso destra il relativo cursore, in modo tale da aumentarne la luminosità. Se hai bisogno di schiarire ancora di più il video, puoi agire sulle opzioni Luci, Ombre e Bianchi.

A modifiche ultimate, seleziona ancora una volta il menu File e scegli le opzioni Esporta e File multimediali da quest’ultimo, per esportare il filmato modificato. Infine, indica il formato di esportazione che preferisci nel menu a tendina Formato, fai clic sul pulsante Esporta e il gioco è fatto.

iMovie (macOS)

iMovie

Se stai usando un Mac e i programmi per migliorare i video scuri di cui ti ho già parlato non ti hanno convinto in maniera particolare, ti consiglio vivamente di prendere in considerazione l’uso di iMovie, il rinomato software per l’editing video di casa Apple. Lo si trova preinstallato su tutti i Mac ma, qualora rimosso, può comunque essere scaricato dal Mac App Store a costo zero.

Per servirtene, avvia in primo luogo iMovie richiamandolo tramite il Launchpad, Spotlight, Siri o dalla cartella Applicazioni di macOS. Una volta visualizzata la finestra principale del software, seleziona la scheda Progetti e clicca sulle voci Crea nuovo e Filmato. Nella schermata successiva, fai clic sull’icona della freccia rivolta verso il basso, seleziona il video da schiarire e premi sul bottone Importa selezionati.

Clicca poi sul filmato appena importato e premi sul pulsante [+] per aggiungerlo alla timeline di iMovie. Dopo aver fatto ciò, seleziona ancora una volta il filmato e scegli lo strumento Correzione colore premendo sulla relativa icona (quella con la tavolozza dei colori) situata in alto a destra e sposta i cursori visualizzati sopra il player, per schiarire il filmato.

A modifiche ultimate, effettua l’esportazione del filmato modificato facendo clic sull’icona del rettangolo e della freccia situata in alto a destra, scegliendo la voce File dal menu che compare e cliccando sui pulsanti Avanti e Salva. Per ulteriori dettagli riguardo il funzionamento del programma, ti rimando alla lettura della mia guida generica su come usare iMovie.

VLC (Windows/macOS/Linux)

VLC

Forse non tutti lo sanno ma VLC, il popolarissimo media player gratuito disponibile per Windows, macOS e Linux rilasciato sotto licenza open source, è in grado non solo di riprodurre tutti i formati di file video esistenti (o quasi) ma anche di applicare filtri e correzioni ai filmati in tempo reale, mentre li si riproduce sul computer. Ecco perché ti suggerisco di usarlo per lo scopo in questione.

Se il tuo scopo è quello di correggere un video scuro “al volo” e non in maniera permanente, provvedi dunque a scaricare VLC sul tuo computer recandoti sul suo sito Internet ufficiale e facendo clic sul pulsante Scarica VLC. A download ultimato, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sullo schermo, clicca sui pulsanti OK, Avanti per tre volte consecutive e Installa, per concludere il setup.

Se stai usando macOS, apri il pacchetto .dmg appena ottenuto, trascina l’icona di VLC nella cartella Applicazioni del computer, fai clic destro su di essa, seleziona la voce Apri dal menu contestuale e clicca sul pulsante Apri, in modo tale da avviare il programma andando però ad aggirare le restrizioni imposte da Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione necessaria solo al primo avvio).

A questo punto, se stai usando Windows, clicca sul menu Media situato nella parte in alto a sinistra della finestra del programma, seleziona la dicitura Apri file e apri il video relativamente al quale desideri andare ad agire. Successivamente, clicca sul menu Strumenti e seleziona l’opzione Effetti e filtri da quest’ultimo. Nella nuova finestra aperta, seleziona la scheda Essenziale, spunta la casella Regolazione immagine e sposta verso destra il cursore presente accanto all’opzione Luminosità, per schiarire il filmato.

Se utilizzi un Mac, invece, clicca sulla voce File situata nella parte in alto a sinistra della barra dei menu e poi la voce Apri file, dopodiché premi sul pulsante Sfoglia e seleziona il video di tuo interesse. A questo punto, seleziona l’opzione Finestra nel menu in alto, clicca sulla voce Effetti video dal menu che compare, seleziona la scheda Di base nella nuova finestra visualizzata, spunta la casella accanto all’opzione Regolazione immagine e sposta destra il cursore relativo alla voce Luminosità.

Programmi per migliorare video sgranati

Nel riprodurre un filmato che avevi registrato, ti sei reso conto del fatto che questo risulta essere leggermente sgranato e vorresti, dunque, che ti suggerissi qualche software per risolvere il problema? Detto, fatto. Qui di seguito, infatti, trovi indicati quelli che, a mio modesto avviso, costituiscono i più interessanti programmi per migliorare i video sgranati: provali subito!

Avidemux (Windows/macOS/Linux)

Avidemux

Se hai a che fare con un video sgranato, puoi ottimizzare questo aspetto avvalendoti di Avidemux, il software per Windows, macOS e Linux già menzionato nel passo a inizio guida. Per servirti di Avidemux per lo scopo in questione, avvialo richiamandolo dal menu Start o tramite il collegamento sul desktop, se stai usando un PC Windows, oppure mediante il Launchpad, Spotlight, Siri o dalla cartella Applicazioni, se stai usando macOS.

Una volta visualizzata la finestra principale di Avidemux sullo schermo, clicca sul menu File situato in alto a sinistra, seleziona la voce Apri da quest’ultimo e apri il video che vuoi migliorare. In seguito, provvedi a cambiare il codec per l’esportazione del video tramite il menu a tendina Output video, che si trova a sinistra, e fai clic sul pulsante Filtri, poco poco più in basso.

Nella nuova finestra che si apre sullo schermo, seleziona la voci Rumore e/o Nitidezza sulla sinistra, fai doppio clic sui filtri che intendi usare dall’elenco sulla destra e regola i parametri disponibili nell’ulteriore finestra che si apre, secondo le tue esigenze. Per applicare le modifiche, clicca poi sui pulsanti OK e Chiudi.

In conclusione, esporta il video modificato facendo clic sul menu File situato in alto a sinistra, selezionando la voce Salva da quest’ultimo e, successivamente, indicando la posizione di output sul tuo computer.

VLC (Windows/macOS/Linux)

VLC

Ebbene sì! VLC, il media player gratuito per Windows, macOS e Linux di cui ti ho parlato anche nel passo presente a inizio guida, può essere utile anche per migliorare i video sgranati in tempo reale (quindi senza modificare il file video in sé). In che modo? Te lo spiego subito. In primo luogo, avvia il programma richiamandolo dal menu Start o tramite il collegamento sul desktop, se stai usando un PC Windows, oppure mediante il Launchpad, Spotlight, Siri o dalla cartella Applicazioni, se stai usando macOS.

Ora che visualizzi la finestra del software sullo schermo, se stai usando Windows, apri il video di tuo interesse facendo clic sul menu Media situato in alto a sinistra e selezionando la voce Apri file da quest’ultimo. In seguito, clicca sul menu Strumenti e seleziona la voce Effetti e filtri dallo stesso.

Nella nuova finestra visualizzata, recanti nella scheda Effetti video e verifica che risulti selezionata la scheda Essenziale (altrimenti pensaci tu). Provvedi quindi a selezionare le caselle accanto alle voci Accentuazione, Rimozione banding e Granulosità pellicola e trascina i relativi cursori verso destra o verso sinistra, per correggere la visualizzazione del filmato.

Se, invece, stai usando macOS, apri il file video di tuo interesse facendo clic sulla voce File collocata nella parte in alto a sinistra della barra dei menu e poi su quella Apri file. A questo punto, clicca sul menu Finestra che trovi sempre in alto a sinistra e seleziona la dicitura Effetti video da quest’ultimo.

Infine, recati nella scheda Di base annessa alla nuova finestra visualizzata, spunta le caselle presenti accanto alle voci Accentuazione, Rimozione banding e Granulosità pellicola e sposta i relativi cursori verso destra o verso sinistra a seconda del risultato finale desiderato.

Programmi per migliorare video VHS

VHS

Hai seguito la mia guida su come riversare le videocassette su PC e ora vorresti sapere quali software usare per poter migliorare i video VHS? Beh, come ti ho indicato anche nel mio tutorial sull’argomento, puoi innanzitutto avvalerti dei programmi forniti in dotazione con l’acquisto della strumentazione apposita per compiere l’operazione in questione.

In alternativa, a seconda dei parametri su cui hai bisogno di andare ad agire, puoi sfruttare i software e che ti ho già segnalato nelle righe precedenti oltre che quelli che trovi indicati nella mia guida su come migliorare la qualità di un video e nel mio post dedicato ai programmi per editing video gratis.

Programmi per migliorare video di sorveglianza

Telecamera IP

Utilizzi delle telecamere per tenere sotto controllo la tua abitazione e vorresti capire di quali programmi puoi avvalerti per migliorare i video di sorveglianza ricavati? Anche in tal caso, dopo aver esportato il filmato di tuo interesse sul computer, come ti ho spiegato nel mio tutorial dedicato al funzionamento delle telecamere IP, puoi avvalerti delle risorse che ti ho già descritto in questa mia guida, a seconda dei parametri su cui è tua intenzione andare ad agire.

In alternativa, puoi prendere in considerazione l’uso dei software di cui ti ho parlato nella mia rassegna cui programmi per editing video gratis e nel mio articolo su come migliorare la qualità di un video.

Programmi per migliorare video online

Screenshot di Clipchamp

Non vuoi o non puoi scaricare nuovi programmi sul tuo computer e ti piacerebbe che ti consigliassi qualche applicazione per migliorare i video online? Detto, fatto! Qui di seguito, trovi elencati quelli che, a parer mio, rappresentano alcuni tra i migliori servizi della categoria. Provali subito e vedrai che non te ne pentirai.

  • Clipchamp – editor video online gratuito, grazie al quale è possibile modificare (e creare) i propri filmati apportandovi le più disparate modifiche e migliorie. Da notare che consente di esportare i video soltanto con una risoluzione pari a 480p. Per aggirare tale limitazione, è necessario sottoscrivere un abbonamento a pagamento (al costo di 6 dollari/mese). Inoltre, i filmati elaborati non vengono caricati sui server dell’azienda.
  • WeVideo – altro servizio online grazie al quale è possibile editare filmati dalla finestra del browser andando ad applicarvi svariate modifiche. Consente altresì di creare nuovi filmati e presentazioni. Di base è gratis, ma permette di usufruire di un massimo di 5 minuti di video al mese e questi possono essere esportati con una risoluzione massima di 480p. Per eliminare tali limitazioni, occorre sottoscrivere un abbonamento apposito (con costi a partire da 4,99 dollari/mese). Da notare che non viene specificato come vengono trattati i file degli utenti dopo l’upload sui server dell’azienda.
  • KapWing – altro servizio online gratuito per l’editing dei video che offre strumenti vari adibiti allo scopo. Applica una filigrana al filmato esportato, la quale può essere eventualmente rimossa effettuando il pagamento di 6 dollari sul singolo video oppure sottoscrivendo un abbonamento illimitato (al costo di 20 dollari/mese).

App per migliorare video

InShot

E per quanto riguarda il versante mobile? Esistono delle app per migliorare i video senza dover necessariamente passare dal PC? La risposta è affermativa. Qui di seguito, infatti, trovi indicate una sfilza di applicazioni adibite proprio a tal scopo. Mettile subito alla prova, vedrai che non te ne pentirai.

  • Adobe Premiere Clip (Android/iOS) – è praticamente la versione mobile di Adobe Premiere Pro, il software di cui ti ho parlato nelle righe precedenti. Consente di apportare svariate modifiche ai filmati e di migliorarne la qualità regolando l’esposizione, le ombre e le luci. È gratis.
  • InShot (Android/iOS) – app che consente di applicare filtri, effetti, bordi e scritte ai filmati e di correggerne l’orientamento. È gratis, ma offre acquisti in-app (a partire da 2,29 euro) per sbloccare funzioni aggiuntive.
  • Quik (Android/iOS) – app di casa GoPro che consente effettuare semplici operazioni di video editing in mobilità, sfruttando i vari strumenti disponibili. Gratis.
  • ActionDirector (Android) – app sviluppata da CyberLink tramite cui è possibile editare e creare video aggiungendovi effetti speciali vari. È gratis, ma offre acquisti in-app (a partire da 4,29 euro/mese) per rimuovere il watermark che viene applicato ai filmati elaborati e per sbloccare funzioni extra.
  • iMovie (iOS) – è la controparte per iPhone e iPad del programma di casa Apple di cui ti ho parlato nelle righe precedenti. È molto semplice da usare e i risultati che è possibile ottenere sono decisamente ottimi. Gratis.
  • VLC (Android/iOS) – è la controparte mobile del player multimediale per Windows, macOS e Linux che ti ho parlato in maniera particolareggiata nelle righe precedenti. Anche su Android e iOS, consente di riprodurre i filmati apportandovi modifiche alla luminosità, al contrasto ecc. in tempo reale. È gratis.