Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come trovare film da una scena

di

Chissà quante volte ti sarà capitato di voler vedere o consigliare un film ma, proprio in quel momento, di non riuscirne a ricordare il titolo esatto, vero? Beh, capita a tutti di avere difficoltà nel ricordare nomi e titoli, nonostante si abbiano vivide in mente le immagini del film. In casi come questi, la prima cosa che si prova a fare è descrivere alcune scene del film ad altre persone, sperando che queste abbiano una memoria migliore e riescano a ricordarne il titolo. Purtroppo, però, è una soluzione tutt’altro che garantita.

Proprio per questo motivo, non potendo contare su un supporto umano, hai deciso di interrogare il Web per trovare le risposte in grado di compensare il tuo vuoto di memoria: ti sei collegato a un motore di ricerca e hai cercato le parole che descrivono la scena del film da ricordare. Eppure, anche nell’immenso database dei motori di ricerca non si riesce sempre a trovare la risposta giusta: questo perché, probabilmente, non si pone la domanda (la query) in modo corretto.

In ogni caso, non temere: nel tutorial di oggi, ti darò tutte le “dritte” di cui potresti aver bisogno e ti spiegherò come trovare film da una scena con i motori di ricerca o con alcuni servizi adatti allo scopo. Con un pizzico di fortuna, seguendo attentamente le mie indicazioni, dovresti riuscire a risalire a quei titoli che ora proprio ti sfuggono. Buona lettura e in bocca al lupo per tutto!

Indice

Google

Grazie alle virgolette è possibile perfezionare la ricerca di contenuti su Google

Inizio subito con un capitolo dedicato a un “amico fidato” per tutte le ricerche sul Web, quello che per miliardi di persone è ormai alla stregua di un oracolo da consultare ogni qualvolta non si ricorda qualcosa o si ha un dubbio. Sto parlando di Google ovviamente, d’altronde il motore di ricerca più utilizzato al mondo non potrebbe che essere un valido strumento da usare per trovare film partendo da una scena.

Come dici? Hai già pensato a questa possibilità e hai provato a cercare su Google le scene del film di cui non ricordi il nome ma non hai trovato i risultati che speravi? Ebbene, nonostante Google sia un potentissimo motore di ricerca, a volte è necessario ricorrere ad alcuni accorgimenti per affinare la ricerca di contenuti specifici. Proprio così, esistono dei metodi ben precisi per perfezionare le ricerche su Google. Per farne uso ti basterà seguire i consigli sugli operatori di ricerca che sto per darti.

Una prima tecnica di ricerca che può tornarti utile, specialmente quando la tua ricerca fa specifico riferimento ad una descrizione come quella di una scena di un film, è utilizzare le virgolette. Scrivendo un testo virgolettato, dirai a Google di cercare una corrispondenza esatta rispetto a includere le parole chiave in un ordine o un intervallo diverso da quello che desideri trovare.

Prova tu stesso a raffrontare i risultati di ricerca con o senza virgolette. Per esempio, collegandoti a Google e scrivendo scena porta film “horror”, visualizzerai dei risultati, quindi confrontali con i risultati prodotti dalla ricerca di scena “porta” film horror. Sono differenti, vero? Il motivo per cui questi differiscono è dovuta al fatto che il testo tra virgolette viene considerato da Google come una richiesta di cercare la corrispondenza esatta.

Usa sempre le virgolette solo per le parole chiave che vuoi siano presenti nei risultati, quindi ti sconsiglio di virgolettare tutta la ricerca. Il rischio infatti sarebbe quello di ottenere meno risultati (o risultati meno attinenti) rispetto al non usarle. Un altro vantaggio delle virgolette è la possibilità di cercare direttamente citazioni dei film, basta infatti mettere la citazione nel virgolettato, esattamente così “perché quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare”. Fai pure la prova, se non conoscessi questa frase, per scoprire a quale celebre film risale.

Usare gli operatori di ricerca per le ricerche Google

Ho per te altri due suggerimenti in merito al perfezionamento della ricerca su Google: il primo è l’uso dell’operatore OR, il quale permette di abbinare due ricerche relazionandole una con l’altra. Un esempio di uso di OR, è quello di cercare due scene dello stesso film per ottenere risultati più precisi. Utilizza OR tra due parole chiave, per esempio in questo modo: scena OR inquadratura chitarra spaccata.

Altro operatore da tenere in considerazione è @, indispensabile quando vuoi esprimere la preferenza di ricerca del contenuto sui social network. Questo metodo può essere utile quando vuoi consultare le discussioni sui social per ottenere risultati attinenti.

Per usare questo operatore scrivi semplicemente il simbolo @ seguito dal social in cui cercare, per esempio @Twitter. Seguendo un criterio simile, potresti usare l’operatore di ricerca # per indirizzare la ricerca agli hashtag. Se hai difficoltà con i simboli speciali, ti suggerisco di consultare la mia guida su come funziona il codice ASCII, dove puoi trovare scorciatoie molto utili per riprodurre i caratteri speciali, anche quelli meno comuni e non presenti sulla tastiera.

YouTube

Gli operatori di ricerca sono validi anche su YouTube

Impossibile non consigliarti lo sconfinato database video di YouTube come punto di riferimento per la ricerca di scene e citazioni famose nei film. Si tratta pur sempre di uno dei social network più utilizzati e ricco di contenuti al mondo, pertanto è senza dubbio uno degli alleati più fedeli quando si fa una ricerca sul Web.

In aggiunta, YouTube segue dei criteri di ricerca quasi identici a quelli di Google, quindi se hai già letto il capitolo precedente sarai lieto di sapere che gli stessi “trucchetti” valgono anche su YouTube. A fare la differenza nelle ricerche più precise è quindi un sapiente utilizzo di operatori di ricerca, come le virgolette oppure l’uso di OR.

Il vantaggio di YouTube rispetto all’uso di Google, sta nella possibilità di consultare immediatamente le scene video caricate dagli utenti. Prendendo come esempio una nota citazione di un imperdibile film d’azione, prova a collegarti a YouTube e scrivi nella barra di ricerca in alto “I’ll be back” (ricorda di includere anche le virgolette). Così facendo scoprirai immediatamente a quale famosissima saga fantascientifica appartiene.

Gli strumenti di ricerca messi a disposizione da YouTube non si limitano però all’uso degli operatori, perché il sito include anche uno strumento di filtri pratico e funzionale. Ti spiego subito come si utilizza.

Iniziando dalla pagina principale del sito, sposta il cursore sulla barra di ricerca collocata in alto al centro e inserisci la citazione o la descrizione del film che vuoi trovare, per poi premere il tasto Invio della tastiera. Quando compaiono i risultati della ricerca, puoi notare anche un piccolo logo con delle levette con scritto accanto Filtri, ed è proprio cliccando qui che puoi impostare le tue preferenze di risultati.

Ricorrere ai filtri per migliorare le ricerche YouTube

Tra i filtri più interessanti, vi è sicuramente il TIPO, che consente di scegliere se i risultati devono riportare video, canali, filmati, playlist o programmi. Altrettanto utile è anche la voce CARATTERISTICHE, perché consente di rifinire la ricerca seguendo specifici parametri tecnici, come il 4K, la Posizione, la presenza di Sottotitoli, video Dal vivo o realizzati compatibilmente con la tecnologia 3D o per i visori. Altri filtri riguardano invece l’ordine, la data di caricamento e la durata.

Il mio consiglio è di sbizzarrirti con i filtri di ricerca finché non avrai trovato il tipo di contenuti più adatto allo scopo della tua ricerca, vedrai che in questo modo potrai approfondirla in breve tempo e rimanere più soddisfatto dei risultati!

What Is My Movie

What Is My Movie è il motore di ricerca ideato per trovare film

Scommetto che a differenza dei due precedenti metodi per trovare film da una scena, questo di cui sto per parlarti non lo avevi ancora utilizzato. Sto parlando di What Is My Movie: un motore di ricerca di film creato da un’azienda collegata all’Università di Oulu, con lo scopo di dimostrare l’efficacia dell’applicazione di algoritmi e regole differenti da quelli solitamente utilizzati.

L’aspirazione di Valossa (nome dell’azienda che ha creato questo strumento) è quello di portare la ricerca sul Web verso l’uso di metodi descrittivi, quindi strutturare un motore di ricerca in modo tale che sia capace di riconoscere, per esempio, parti di testo contenute in un video.

Questo significa poter mostrare risultati che tengano conto anche della semantica delle parole chiave, e quindi non solo di una corrispondenza delle parole cercate con quelle del risultato, ma anche del loro significato una volta messe assieme. Ma lascia che metta da parte la teoria e che ti spieghi nella pratica come puoi utilizzare questo motore di ricerca.

Descrivi la scena o la citazione per trovare i film in What Is My Movie

Piccola premessa prima di addentrami nella spiegazione riguarda la lingua del sito, cioè l’inglese. Non credo, però, tu debba rinunciare a usare questo interessante strumento se non hai molta confidenza con questa lingua: ti basterà infatti munirti di un traduttore, come Google Traduttore (disponibile anche come app per Android e iOS/iPadOS), per tradurre da italiano a inglese le citazioni o le scene che desideri cercare.

Una volta che ti sarai munito di traduttore (se ne hai bisogno, chiaramente), il primo passaggio è proprio quello di scrivere, nell’apposito box di testo, la frase da tradurre. Procedi dunque collegandoti a What is My Movie e, nella pagina principale del sito, scrivi (o incolla) il testo tradotto nella barra di ricerca per poi schiacciare il tasto Invio della tastiera. Prova a cercare un film basato sulla storia di uno “sfortunato ragioniere”, traducendo questo testo per ottenere “unfortunate accountant”.

Come effettuare una ricerca semantica su What Is My Movie

Molto semplice, vero? Immagino conoscevi già questo classico imperdibile, ma come vedi la ricerca ha prodotto anche altri risultati più o meno attinenti da poter consultare. In altri casi, il risultato non viene riportato ai primi posti e per questo ti suggerisco di scorrere sempre un po’ la pagina per cercare il film individuandone la locandina.

Un’altra possibilità per raffinare la ricerca è data dalla selezione del metodo di ricerca tra General matches (la funzione di base), Title based matches (basata sui titoli dei film) e Traditional search. Questi metodi però non sono fissi ma variano anche in base alle parole cercate.

IMDb

Avviare una ricerca semplice su IMDb

Dimmi un po’, conoscevi già il portale IMDb? Nato come un database di film e serie TV gestito da una comunità di utenti appassionati di cinema, oggi rappresenta uno dei più forniti database di informazioni, notizie e schede di film, videogiochi e serie.

Semplicemente navigando per le pagine di IMDb è possibile scoprire nuovi film, fare ricerche sugli artisti, sui contenuti correlati, leggere le ultime nuove sul (e dal) cinema e prendere parte alla folta comunità di utenti scambiando pareri, opinioni, oppure pubblicando recensioni personali.

Dopo questa premessa, avrai già inteso perché ti consiglio IMDb per sapere come trovare film da una scena. Pensa che è perfino lo stesso sito a seguire questo criterio per stilare classifiche periodiche sui migliori film che raffigurano una particolare scena che li accomuna.

Le possibilità di ricerca offerta da questa piattaforma sono diverse, lascia che te le illustri con degli esempi pratici. Inizia con quella più immediata collegandoti alla pagina principale del sito e cliccando sulla barra di ricerca bianca, in alto, per scrivere il nome di un film. Non preoccuparti se non conosci ancora il titolo del film che vuoi trovare, ci sono diversi modi per risalire a quest’ultimo, come scrivere il titolo di un film con qualcosa in comune con quello che stai cercando.

Prova cercando Pulp Fiction, per visualizzare immediatamente un’anteprima dei contenuti correlati alle parole chiave inserite. Il primo risultato è la scheda del film con tutte le informazioni, le notizie, il cast, le foto del set, le interviste, i commenti e le recensioni, oltre alla parte delle notizie tecniche correlate alle riprese. Subito sotto questa sezione, viene mostrata in anteprima la parte con i video relativi alle parole chiave inserite, mentre nelle righe successive vi sono i risultati secondari.

Già questi contenuti potranno esserti d’aiuto per scoprire contenuti interessanti, ma IMDb permette di fare anche ricerche decisamente più avanzate. Per sfruttare immediatamente queste possibilità, collegati a questa pagina, per accedere alla Ricerca di titoli avanzata. Da qui, potrai spuntare moltissime preferenze e inserire più di una parola chiave nelle svariate sezioni, come Title Type (il tipo di prodotto che cerchi), Release Date (data di rilascio), Genres, Title Groups (macro categorie, per esempio relative a premi e candidature) e Countries (la nazionalità del prodotto). Vi sono poi altre interessanti opzioni, come l’inserimento di specifiche Keywords, linguaggio e perfino la possibilità di descrivere la trama nel box Plot o il Cast/Crew.

Ricorrere allo strumento di ricerca avanzata di IMDb

A questo potente strumento di ricerca avanzata si aggiunge anche la pagina Advanced Search, dove poter ricercare contenuti sulla base del tema trattato. Ecco come devi fare per usufruirne: collegati alla pagina dedicata e, nel box Search Within a Topic, prova a cercare secondo i criteri Movies, TV and Video Games, selezionando nel box Plot con quale criterio cercare (come plot per contenuti della trama o quote per citazioni), quindi scrivi nel box accanto delle parole chiave. Quando avrai impostato il tutto, fai clic sul tasto blu SEARCH.

L’altra parte del box Search Within a Topic permette di fare ricerche sulle persone che hanno partecipato alla creazione dei contenuti, inserendo per esempio informazioni sulle Biographies (biografie) o sulle citazioni (con l’opzione Quotes). Una volta scelta una di queste opzioni, inserisci nel box accanto le parole chiave e clicca sul tasto blu SEARCH, per avviare la ricerca.

Tutte queste interessanti funzioni di ricerca che ti ho appena spiegato sono altrettanto disponibili tramite l’app di IMDb. Hai capito bene, puoi scaricare l’applicazione ufficiale di questo portale specializzato in cinema usando il Play Store se hai un cellulare o tablet Android, oppure dall’App Store per terminali iOS e iPadOS. Così facendo avrai sempre a portata di mano tutte le risorse del sito di IMDb, compreso lo strumento di ricerca avanzata!

Per utilizzare l’app, recati sul rispettivo store, ad esempio per farlo da Play Store fai tap sull’icona ▶︎ con i colori di Google e cerca nella barra di ricerca il nome IMDb, dopodiché fai tap sul primo risultato. Ti basterà poi premere sul tasto verde Installa, per iniziare il download e l’installazione. Una volta terminato quest’ultimo processo, appare il tasto verde Apri, in alternativa recati nella home del tuo dispositivo e fai tap sull’icona gialla dell’app.

L'app di IMDb propone strumenti di ricerca avanzata

L’applicazione ti proporrà di effettuare l’accesso oppure di registrarti. Poiché l’app può benissimo funzionare anche senza essere registrati, ti basta fare tap sulla voce Non registrarti, in basso, per proseguire.

Provvedi ora a inserire tutte le informazioni richieste: Nome, Indirizzo email e una password, per poi fare tap sul tasto giallo Crea l’account di. Finita questa procedura, puoi procedere all’uso vero e proprio delle funzioni di ricerca. Inizia dalla pagina principale e fai tap sul logo della lente di ingrandimento, in alto a destra, per poi scrivere, nella barra di ricerca, il nome del film da trovare. Per ricorrere invece alla funzione di ricerca avanzata, sempre dal menu di ricerca, fai tap sulla scritta TROVA FILM E PROGRAMMI TV posta appena sotto la barra di ricerca, così da avere accesso a tutti i filtri dell’app.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.