Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Scopri le migliori offerte sul canale Telegram ufficiale. Guarda su Telegram

App per intelligenza artificiale

di

Negli ultimi tempi, stai cominciando ad avvalerti anche tu delle tecnologie di intelligenza artificiale (IA o, nell’acronimo inglese, AI) per soddisfare diverse esigenze personali o lavorative. Trovi infatti che il loro utilizzo porti diversi interessanti vantaggi e, inoltre, sei molto curioso di scoprire tutti gli ambiti alle quali possono essere applicate anche quando si è in mobilità, dunque sotto forma di app per smartphone e tablet.

In effetti, in Rete è possibile trovare una vasta gamma di app per intelligenza artificiale dotate di capacità di apprendimento automatico e analisi dei dati che possono risultare utili in diversi contesti, facilmente installabili su un dispositivo mobile. Alcune di esse, ad esempio, sono state progettate per rispondere a domande e fornire informazioni in relazione ad argomenti di vario genere, e sono allo stesso tempo in grado di generare testi creativi, eseguire ricerche semantiche, tradurre, o assistere l’utente nello svolgimento di diverse tipologie di compiti legati al linguaggio.

Altre, invece, tramite apposite funzionalità di riconoscimento visivo, permettono di elaborare le foto in varie modalità, allo scopo di migliorarle, oppure per eseguire ricerche e fornire informazioni di dettaglio sui soggetti in esse presenti, o ancora generare immagini nuove sulla base di specifiche indicazioni fornite dall’utente. Insomma, come puoi facilmente intuire, si tratta di un panorama molto variegato, il quale è oltretutto in continua e rapida evoluzione. Se, a questo punto, vuoi saperne di più sul funzionamento di alcune fra le più diffuse applicazioni per IA e renderti meglio conto di come stiano repentinamente “rivoluzionando” le abitudini di ciascuno di noi, non ti resta che consultare i prossimi capitoli di questa guida. Ti auguro buona lettura!

Indice

App per parlare con intelligenza artificiale

Per cominciare, desidero mostrarti alcune delle più note e funzionali app per parlare con intelligenza artificiale, dotate di appositi algoritmi di elaborazione del linguaggio naturale (NLP) che permettono di interagire in maniera molto fluida e scorrevole, tramite il dispositivo mobile, con piattaforme IA al fine di ottenere informazioni e assistenza in relazione a una vasta gamma di ambiti e argomenti.

ChatGPT (Android/iOS/iPadOS)

interfaccia app ChatGPT

La prima risorsa di cui desidero parlarti è ChatGPT, una delle più note app per intelligenza artificiale gratis disponibili in questo ambito. Nello specifico, si tratta di una piattaforma open-source sviluppata da OpenAI basata sul modello di linguaggio GPT (Generative Pre-trained Transformer), il quale utilizza reti neurali trasformative pre-addestrate per generare testo coerente con le domande poste dall’interlocutore umano.

Nella versione gratuita dell’app, compatibile con dispositivi Android (verifica su store alternativi se il tuo device non ha i servizi Google) e iOS/iPadOS, è possibile avvalersi della versione GPT 3.5 e, in misura limitata, della versione GPT-4o, che è molto più potente e performante e garantisce risposte accurate prese in tempo reale dal Web. Per sfruttare quest’ultimo in modo illimitato con tutti i vantaggi del caso, nonché l’accesso a feature “beta”, bisogna sottoscrivere l’abbonamento Plus, che parte da 20$ al mese.

Se non sai come scaricare ChatGPT, leggi la mia guida dedicata. Una volta avviata l’app, per interagire con il sistema occorre per prima cosa effettuare la registrazione, operazione che puoi eseguire associando il tuo account Google o Apple, oppure completando l’iscrizione tramite indirizzo email.

Successivamente, dopo aver visualizzato il messaggio di benvenuto, ti troverai al cospetto di un’interfaccia alquanto essenziale: in basso è presente un campo che permette di digitare del testo o, premendo il simbolo del microfono ivi presente e fornendo i permessi per l’accesso alla relativa funzionalità, pronunciare i quesiti da sottoporre all’IA. In quest’ultimo caso, dovrai fare tap sul pulsante [◾️] al termine della registrazione per avviare l’elaborazione della richiesta.

Le risposte vengono quindi fornite testualmente nella parte alta della schermata. Premendo il simbolo [☰] collocato in alto a sinistra, invece, avrai modo di accedere a un menu che ti consentirà di visualizzare la cronologia delle chat, avviarne una nuova, o gestire le preferenze dell’app, utili ad esempio per cancellare ed esportare le conversazioni, definire l’aspetto dell’interfaccia, impostare il linguaggio, oppure accedere all’Help Center per ottenere assistenza. Per maggiori dettagli su come usare ChatGPT, leggi la mia guida sul tema.

Altre app per parlare con intelligenza artificiale

schermate app Alexa

Se la risorsa suggerita nel precedente capitolo non ti ha convinto del tutto e, dunque, desideri provare altre app per parlare con intelligenza artificiale, dai un’occhiata a quelle che ti riporto di seguito.

  • Alexa (Android/iOS/iPadOS) — questo popolare assistente virtuale basato su intelligenza artificiale e sviluppato da Amazon, con il quale è possibile interagire principalmente tramite comandi vocali, è utilizzabile oltre che con gli smart speaker Amazon Echo anche da smartphone e tablet mediante la relativa app. Maggiori info qui.
  • Google Assistant (Android/iOS/iPadOS) — l’assistente vocale basato su IA sviluppato da Google non ha bisogno di particolari presentazioni. Come probabilmente già saprai, è integrato nativamente nei device Android più recenti e nei dispositivi Google Home, ma è disponibile come app anche per iPhone e iPad. Può essere facilmente interpellato pronunciando le frasi “Hey Google” o “OK Google”, e utilizzando un linguaggio naturale e discorsivo per effettuare diverse tipologie di richieste. Permette ad esempio di ottenere informazioni di vario genere, ma anche di eseguire comandi specifici. Maggiori info qui.
  • Bing (Android/iOS/iPadOS) — il noto motore di ricerca targato Microsoft è stato potenziato con l’intelligenza artificiale GPT-4 di Open AI. Consente di ricevere informazioni dettagliate su qualsiasi argomento in modalità vocale e testuale, in maniera del tutto gratuita. In alternativa, ti segnalo anche l’esistenza dell’app Microsoft Copilot che permette di chattare con una IA basata sui modelli OpenAI, GPT-4 e DALL·E 3. La trovi sul Play Store e store alternativi per Android e su App Store per iPhone/iPad.

App per foto intelligenza artificiale

Se cerchi delle app per foto intelligenza artificiale, sarai lieto di sapere che hai solo l’imbarazzo della scelta; tuttavia, occorre innanzitutto determinare l’uso che intendi farne. Molte di queste, ad esempio, permettono di eseguire il miglioramento delle immagini sfruttando algoritmi avanzati di elaborazione in grado di ottimizzarne automaticamente l’aspetto. Altre, invece, consentono di ottenere informazioni sul soggetto di uno scatto, ripreso ad esempio con la fotocamera dello smartphone, tramite apposite tecnologie di riconoscimento visivo evolute.

Photo Director (Android/iOS/iPadOS)

schermate app Photo Director

Photo Director è una preziosa applicazione per dispositivi Android (verifica su store alternativi) e iOS/iPadOS che consente di apportare miglioramenti automatici alle immagini tramite l’intelligenza artificiale, o modificarle in vari modi tramite appositi effetti. È gratuita, ma per sbloccare alcune funzionalità occorre sottoscrivere un abbonamento con costi a partire da 4,39 euro/mese e una settimana di prova free.

Una volta avviata, dopo aver accettato i termini di utilizzo, pigia sul simbolo della [X] posto in alto a sinistra per saltare le schermate dimostrative iniziali e quella che propone l’acquisto di un piano PRO. A seguire, premi la funzione Miglioramento AI nella schermata principale, fornisci i necessari permessi per l’accesso ai contenuti multimediali, quindi seleziona l’immagine che desideri elaborare dalla galleria del dispositivo.

Successivamente, sfiora il menu Strumenti posto in basso a sinistra e pigia una delle funzionalità ivi presenti in base alle tue esigenze (come detto, alcune prevedono la sottoscrizione di un piano Premium), quindi interagisci con l’eventuale selettore relativo al tool prescelto e attendi l’elaborazione del contenuto.

Se si tratta di una funzione a pagamento, potrai comunque verificare il risultato dell’ottimizzazione pigiando il pulsante Prova nella notifica che compare (in questo caso, però, per poter registrare le modifiche dovrai aderire almeno alla settimana di prova gratuita). Al termine, se sei soddisfatto, sfiora il simbolo [✓] collocato in alto a destra per salvare l’immagine rielaborata.

Ti consiglio poi di provare tutte le altre funzionalità dell’app, ad esempio quelle che consentono di stilizzare un ritratto, creare avatar, modificare lo sfondo e così via.

Altre app per intelligenza artificiale foto gratis

schermate app Remini

Come dici? Non sei rimasto del tutto soddisfatto dalla risorsa da me consigliata nel precedente capitolo? Nessun problema, ho selezionato per te delle altre app per intelligenza artificiale foto gratis grazie alle quali potrai applicare tecnologie di miglioramento automatico alle immagini presenti nella galleria del tuo device o fruire di funzioni di riconoscimento visivo IA per ottenere informazioni sui soggetti ritratti.

  • Remini (Android/iOS/iPadOS) — app basata su tecnologie IA dal funzionamento molto semplice che permette di rimuovere velocemente sfocature e altre tipologie di disturbi dalle foto con un solo tap. È gratuita con annunci in-app, ma è possibile sottoscrivere un piano PRO con costi a partire da 2,99 euro alla settimana per rimuoverli e ottenere risultati ancora più “puliti”.
  • AI Enhancer (Android) — anche in questo caso si tratta di un’app dedicata esclusivamente al miglioramento automatico delle immagini tramite intelligenza artificiale. Può essere utilizzata gratuitamente visualizzando inserzioni pubblicitarie durante l’elaborazione, oppure si può attivare un abbonamento PRO con costi a partire da 5,49 euro al mese.
  • Google Foto (Android/iOS/iPadOS) — anche la celebre app presente “di serie” sui dispositivi Android e disponibile anche per iPhone e iPad applica diverse tecnologie di intelligenza artificiale. Ad esempio, vi è l’IA generativa che crea automaticamente le raccolte di Ricordi, oppure quelle per il miglioramento delle immagini, delle quali ci si può avvalere utilizzando gli strumenti presenti nel menu Modifica (alcuni sono però disponibili solo a pagamento sottoscrivendo un abbonamento Google One). Da non dimenticare la funzionalità Google Lens (integrata solo nella versione Android – per i device iOS/iPadOS è disponibile come app separata) che sfrutta tecnologie IA di riconoscimento visivo per eseguire ricerche e ottenere informazioni in relazione ai soggetti presenti nelle fotografie, tradurre il testo in esso presenti e molto altro. Per maggiori informazioni su come funziona Google Foto, leggi la mia guida dedicata.

App per creare immagini intelligenza artificiale

Più che l’elaborazione e l’ottimizzazione delle foto, sei attratto dall’idea di poter generare illustrazioni e altre tipologie di grafiche tramite l’IA? In tal caso, prova le app per creare immagini intelligenza artificiale che ti segnalo di seguito. Qualora non dovessero soddisfarti, ti ricordo che puoi avvalerti di sistemi avanzati come DALL·E e Midjourney per generare immagini con IA partendo da richieste testuali.

GenZArt (Android/iOS/iPadOS)

schermate app genZart

GenZArt è una divertente applicazione grazie alla quale puoi trasformare le tue idee in immagini in maniera molto intuitiva semplicemente fornendo al sistema delle indicazioni testuali. È gratis (ma è possibile sottoscrivere un abbonamento Premium al costo di 3,99 euro al mese con 3 giorni di prova gratuita per sbloccare funzionalità e contenuti esclusivi), ed è compatibile con Android (verifica su store alternativi) e iOS/iPadOS.

Per avvalertene, dopo averla avviata fai tap sul simbolo della bacchetta magica posto nel menu in basso (al centro), quindi digita nel campo Enter prompt le parole in grado di descrivere l’immagine che desideri venga creata. Successivamente, seleziona formato e stile e premi il pulsante Generate sottostante e attendi l’elaborazione del contenuto.

Se il risultato di soddisfa, puoi scaricarlo sul tuo device pigiando la funzione Download sottostante, altrimenti puoi richiedere la produzione di una nuova immagine sfiorando l’opzione Retry. Il pulsante Shop, invece, permette di applicare l’illustrazione su alcune tipologie di prodotti, nello specifico tazze, magliette e felpe, visualizzarne l’anteprima e procedere a un eventuale acquisto dell’articolo.

Altre app intelligenza artificiale disegni

schermate app Generatore artistico AI

Al fine di fornirti un panorama più completo di soluzioni text-to-image per dispositivi mobili, di seguito ti riporto una selezione con altre app intelligenza artificiale disegni che reputo altrettanto valide e funzionali.

  • Generatore artistico AI (Android/iOS/iPadOS) — anche questa applicazione consente, in maniera del tutto simile a quella esposta nel capitolo precedente, di generare interessanti immagini in una vasta gamma di stili artistici semplicemente fornendo una descrizione dell’opera al sistema. È gratuita con inserimenti pubblicitari che possono essere rimossi sottoscrivendo un abbonamento con costi a partire da 5,49 euro/settimana.
  • Wombo (Android/iOS/iPadOS) — applicazione gratuita (con inserimenti pubblicitari removibili dietro sottoscrizione di un piano PRO a 10,99 euro al mese) grazie alla quale è possibile generare immagini in base a un prompt testuale. Dispone anche di un editor che consente di apportare modifiche di vario genere alle illustrazioni.
  • PixAI (Android/iOS/iPadOS) — se cerchi un’applicazione interamente dedicata alla creazione automatica di disegni fanart e personaggi anime di alta qualità, ti consiglio di provare questa soluzione, del tutto gratuita e priva di pubblicità.

App intelligenza artificiale per scrivere

Il tuo lavoro ti porta a dover realizzare spesso contenuti testuali originali e, dunque, vorresti adoperare delle app intelligenza artificiale per scrivere da cui trarre spunto? Allora prova le soluzioni che ti suggerisco nei prossimi capitoli, sviluppate appositamente per tale esigenza.

Writecream (Android/iOS/iPadOS)

schermate app Writecream

La prima app che desidero proporti per creare contenuti in formato testuale è Writecream, una risorsa particolarmente semplice e intuitiva, di base gratuita e compatibile con dispositivi Android (verifica la disponibilità su market di app alternativi se il tuo device non ha i servizi Google) e iOS/iPadOS.

Una volta avviata l’app, esegui innanzitutto la registrazione di un account compilando i campi Your Name, Email Address e Password nel modulo proposto alla schermata iniziale, quindi premi il pulsante Sign up Now: in tal modo, ti verranno assegnati i primi crediti utili per creare contenuti.

Successivamente, seleziona il genere di contenuto che devi realizzare (ad esempio Email, Social Media, Copywriting e così via), e individua nell’area sottostante la specifica tipologia che reputi idonea all’occorrenza, premendo quindi il relativo pulsante Create.

Una volta fatto ciò, fornisci le parole chiave al sistema digitandole nel campo Information, dopodiché pigia il bottone Generate ivi presente e attendi che venga elaborato il testo. Gli output verranno restituiti in una nuova schermata, e ti basterà pigiare il simbolo dei due fogli sovrapposti posto in alto a destra nel riquadro del risultato per copiarlo e riportarlo in qualsiasi editor di testo presente nel tuo dispositivo.

Sfiorando il pulsante [☰] collocato in alto a sinistra potrai accedere a un menu contenente altre funzioni per scrivere testi più lunghi, ma anche generare immagini, creare voiceover in varie lingue e molto altro.

Ogni interazione comporta l’erosione di uno o più crediti, ma potrai eventualmente effettuare un upgrade dell’account alla versione Unlimited (il cui costo è di 4$ al mese) per ottenere crediti illimitati e accedere a funzionalità aggiuntive.

Altre app intelligenza artificiale per scrivere testi

schermate app Whisper AI

Di seguito trovi un elenco con altre app intelligenza artificiale per scrivere testi, selezionate da me appositamente per consentirti di avere più opzioni di scelta.

  • Whisper AI (Android) — questa applicazione polivalente, basata sulle tecnologie ChatGPT, permette di avvalersi di una vasta gamma di strumenti di intelligenza artificiale, fra i quali spiccano diversi tool di scrittura creativa, utili ad esempio per la realizzazione dell’articolo di un blog o per la trascrizione di un file audio. Di base è gratuita, ma è possibile sottoscrivere un abbonamento Premium (con costi a partire da 10,99 euro/settimana) per ottenere risorse illimitate e velocizzare il processo di creazione.
  • NexBot AI Robot Scrittura Poe (Android) — si tratta di un’app che permette di creare diverse tipologie di contenuti testuali in una vasta gamma di lingue e con molteplici stili e, da prove effettuate, si è rivelata alquanto efficace nella produzione di testi originali in italiano. È gratuita con annunci in-app, i quali possono essere rimossi aderendo a un piano PRO, con costi a partire da 8,99 euro/settimana.
  • Genie (Android/iOS/iPadOS) — applicazione dotata di tecnologia ChatGPT che rientra nella categoria dei chatbot, con funzioni di assistente virtuale. Su richiesta, dunque, puoi richiedere anche la creazione di testi specifici su vari argomenti in italiano. È compatibile anche con dispositivi iOS e, sotto questo aspetto, può essere senz’altro considerata come una delle migliori app intelligenza artificiale iPhone. Con un account free, ogni giorno vengono assegnati 10 crediti che permettono di effettuare altrettante interazioni. La versione a pagamento, con costi a partire da 7,99 euro/settimana, permette di superare tali limitazioni.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.