Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come usare FileZilla

di

Sei seriamente intenzionato a costruire il tuo primo sito Internet e, dopo aver acquistato il piano di hosting a te più congeniale, ti sei chiesto immediatamente come trasferire su di esso tutti i file che ti occorrono usando un metodo semplice e nello stesso tempo efficiente. Numerosi portali di servizi consigliano di trasferire i file tramite il protocollo FTP, per via dell’efficienza e della stabilità nei trasferimenti ma, soprattutto, per l’elevata diffusione di programmi adatti allo scopo.

Uno dei migliori software per la gestione dei trasferimenti tramite FTP è sicuramente FileZilla: un programma gratuito, open source, ricco di funzionalità e dall’interfaccia davvero semplice. Cosa lo rende tanto facile da usare? Tanto per citarti una particolarità di FileZilla, sappi che permette di gestire contemporaneamente più server FTP e di spostare i file semplicemente trascinandoli da un punto all’altro.

Come dici? Ti ho davvero incuriosito e ora non vedi l’ora di capire nel dettaglio come usare FileZilla? Allora questa è sicuramente la guida giusta per te: di seguito, infatti, ti condurrò alla scoperta di questo ottimo programma e ti insegnerò a usarlo al meglio per gestire i trasferimenti di file da e verso il tuo spazio FTP. Pronto a partire? Benissimo: leggi attentamente tutto quanto ho da dirti sull’argomento e ti garantisco che, terminata questa guida, sarai in grado di muoverti all’interno di FileZilla come fossi un vero esperto!

Indice

Come installare FileZilla

Filezilla

Come ti ho già accennato poco fa, FileZilla è un programma disponibile sia per il sistema operativo Windows che per macOS. Nonostante entrambe le versioni del software siano pressoché identiche, le procedure di installazione differiscono invece leggermente, quindi di seguito ti spiegherò come effettuare il setup del programma su entrambe le piattaforme.

Per quanto riguarda Windows, la prima cosa che devi fare è collegarti alla pagina di download di FileZilla e pigiare prima sul pulsante Download FileZilla Client e successivamente sul pulsante Download. Fatto ciò, avvia il file appena scaricato, pigia sui pulsanti Sì I Agree, poi quattro volte sul pulsante Next, togli il segno di spunta dalla casella Accetto di installare Avast Antivirus (per evitare l’installazione automatica del programma annesso), pigia ancora su Next, togli il segno di spunta dalla casella Acconsento a installare Reason Core Security e, infine, clicca sui pulsanti Next Finish. All’apertura del programma, pigia sul pulsante OK.

Se invece disponi di un Mac e dunque del sistema operativo macOS, procedi come segue: collegati a questo sito Internet, clicca sul pulsante Download FileZilla Client, poi sul pulsante Download, e attendi che il file venga copiato sul tuo computer.

A questo punto, avvia il programma di installazione appena scaricato e pigia sul pulsante Agree, dopodiché fai doppio clic sul logo di FileZilla che compare al centro del pannello proposto, clicca sui pulsanti Apri, ContinuaSalta e completa la procedura pigiando sul pulsante Finisci. Quando il programma viene avviato automaticamente, pigia sul pulsante OK nel nuovo pannello che compare e il gioco è fatto.

FileZilla

Nota: presta sempre molta attenzione alle varie finestre mostrate durante l’installazione di FileZilla, in quanto i passaggi per evitare il download di programmi aggiuntivi potrebbero cambiare in qualsiasi momento.

Come aggiungere un account FTP in FileZilla

Come aggiungere un account FTP in FileZilla

Ora che hai finalmente installato FileZilla sul tuo computer, è arrivato il momento di imparare a usarlo. Da questo momento in poi, farò riferimento a FileZilla per Windows: le istruzioni, come ti ho già spiegato rapidamente poco fa, sono comunque valide anche per macOS, in quanto le due versioni del programma sono praticamente uguali.

Fatta questa doverosa premessa, è il momento di passare all’azione: la prima cosa che devi fare è quella di configurare l’account FTP relativo allo spazio Web su cui vuoi caricare i tuoi dati. Tanto per essere chiari, FTP è un protocollo di trasferimento file, ossia un “modo” in cui i programmi spostano dati da un computer connesso a un altro.

Il protocollo FTP è un protocollo client-server, in cui si agisce tramite due “programmi” principali: il server FTP è il software in grado di ricevere dati usando la succitata modalità di trasferimento, ad esempio il server su cui è ospitato il tuo nuovo dominio; il client FTP, invece, è il programma che si occupa di connettersi e trasmettere i dati al server FTP.

Chiarito ciò, la prima cosa che devi fare per trasferire i tuoi file sullo spazio Web tramite il protocollo FTP è configurare, come ti ho già accennato, l’account dedicato: le informazioni di cui hai bisogno sono l’indirizzo IP (o host) del server FTP, il nome utente, la password d’accesso e, se necessario, la porta d’ascolto del server.

Solitamente, queste informazioni sono reperibili all’interno dell’email inviata dal proprio provider di servizi Web (ad es. Aruba): se dovessi aver smarrito il messaggio di posta elettronica, puoi contattare l’assistenza dedicata del tuo gestore per richiedere i dati necessari.

A questo punto, clicca sull’icona Gestore Siti di FileZilla collocata in alto a sinistra (in alternativa, puoi selezionare il menu File > Gestore siti o FileZilla > Gestore siti) e pigia sul pulsante Nuovo Sito collocato nella nuova finestra: assegna un nome al sito, digitandolo nell’apposita casella collocata a sinistra, sotto la cartella I miei siti; dopodiché compila la parte destra del pannello di aggiunta con le informazioni richieste.

  • Host – digita l’indirizzo IP o il nome host del server FTP del tuo sito.
  • Porta – digita il nome della porta su cui il server agisce.
  • Protocollo – seleziona la voce FTP – Protocollo trasferimento file dal menu a tendina. Se necessario, puoi avvalerti anche dei protocolli SFTP (FTP tramite SSH) o storj.
  • Criptazione – scegli la voce Usa se disponibile FTP esplicito su TLS.
  • Tipo di accesso – se disponi di una combinazione di nome utente e password per accedere al tuo spazio FTP, seleziona dal menu a tendina le voci Normale (per memorizzare sia il nome utente che la password) o Richiedi Password (in questo modo, dovrai digitare sempre digitare la password per accedere). Se invece hai intenzione di accedere a un server FTP che supporta l’accesso in anonimo, come ad esempio i server di download pubblici, puoi scegliere la voce Anonimo nel menu a tendina.
  • UtentePassword – se necessario, compila questi campi con il nome utente e la password usati per accedere al tuo server FTP.

Se hai bisogno di impostazioni aggiuntive, come la scelta una cartella del computer e una cartella sul server da visualizzare per default nei riquadri del programma, la modifica del fuso orario, del set di caratteri da usare o della modalità di trasferimento, puoi avvalerti delle schede Avanzate, Impostazioni di trasferimentoSet di caratteri collocate nella parte alta del pannello Gestore siti.

Una volta compilati i campi richiesti, fai clic sul pulsante Connetti: se è la prima volta che configuri un sito, potrebbe essere visualizzata una finestra relativa al comportamento nel caso di salvataggio delle password. Collocando il segno di spunta nella casella più adatta, puoi scegliere l’opzione Salva password per memorizzarla senza doverla digitare negli accessi futuri, l’opzione Non salvare la password per digitarla ogni volta nella finestra del programma.

Infine, puoi avvalerti dell’opzione Salva le password protette dalla password principale per memorizzare la password corrente ma impostare anche una password principale da digitare a ogni accesso: quest’ultima opzione, ti permetterà di inserire automaticamente tutte le password che salverai in futuro, semplicemente digitando la password principale. Fai però molta attenzione: una volta impostata, la password principale non può essere più modificata.

Una volta scelta l’opzione più adatta alle tue esigenze, il programma avvia le procedure per connettersi al server FTP configurato: apponi il segno di spunta sulla casella Considera sempre sicuro il certificato nelle sessioni future e pigia sul pulsante OK per procedere di fatto alla connessione (devi farlo soltanto al primo collegamento con il server).

Puoi ripetere la procedura per tutti i server FTP che intendi configurare in FileZilla e richiamarli rapidamente cliccando sulla freccia verso il basso posta accanto al pulsante Apri il gestore siti, a sua volta collocato nell’angolo in alto a sinistra della schermata del programma.

Se, invece, hai bisogno di effettuare la connessione “al volo” a un server FTP, senza memorizzare la configurazione, puoi compilare i campi HostNome utentePasswordPorta, collocati nella barra in alto, dopodiché pigiare sul pulsante Connessione rapida per avviare il collegamento con il server scelto. Se vuoi, puoi connetterti a più server FTP contemporaneamente e visualizzare ciascuna connessione in una scheda separata, richiamabile dall’apposita sezione collocata subito sotto il riquadro dei messaggi (il primo dall’alto).

Come trasferire file con FileZilla

Come trasferire file con FileZilla

L’operazione di trasferimento file con FileZilla è estremamente semplice: ti anticipo da subito che il tutto avviene con un banale trascinamento del file in questione, tuttavia bisogna comprendere la disposizione dei riquadri della finestra del programma, in modo da essere sicuri di copiare o spostare i file nei percorsi corretti. Non preoccuparti se all’inizio può sembrarti complesso: sono sicuro che, una volta lette le mie dritte, sarai in grado di muoverti con assoluta semplicità!

Andando dall’alto verso il basso, la finestra di FileZilla è composta da sei riquadri: il riquadro del registro messaggi, due riquadri contenenti l’albero delle cartelle collocati subito sotto, seguiti a loro volta da due riquadri per la gestione dei file e, infine, dal riquadro dei trasferimenti. Di seguito ti spiego la funzione di ciascuno di essi.

  • Riquadro del registro messaggi – qui compaiono tutti i messaggi relativi alla “comunicazione” tra il server FTP e FileZilla: in altre parole, in questo riquadro è possibile visualizzare l’esito di ogni richiesta (avvenuta connessione, accesso a una cartella, inizio del trasferimento di un file, fine del trasferimento di un file, errori di connessione o di trasferimento, e così via). Può essere disattivato e attivato premendo il pulsante Visualizza o nasconde la finestra del registro messaggi collocato nella barra degli strumenti in alto: si tratta, precisamente, del secondo pulsante partendo da sinistra.
  • Riquadri con l’albero delle cartelle – collocati subito sotto al riquadro dei messaggi, questi riquadri contengono la “gerarchia” delle cartelle del disco del PC (o directory locali, sulla parte sinistra) e quella delle cartelle sul server FTP (o directory remote, sulla parte destra). Utilizzandoli, è possibile navigare rapidamente sia tra le cartelle del computer che tra quelle del server FTP semplicemente cliccando su di esse: i file all’interno vengono visualizzati nei riquadri immediatamente sottostanti (di cui ti parlerò tra pochissimo). I riquadri locale e remoto possono essere disattivati, rispettivamente, pigiando sul terzo e sul quarto pulsante collocati nella barra degli strumenti superiore.
  • Riquadri per la gestione dei file – questi riquadri mostrano i file contenuti nelle cartelle selezionate tramite i pannelli subito superiori. Anche in questo caso, la parte sinistra mostra il contenuto della cartella del computer (locale), mentre quella destra mostra il contenuto della cartella del server FTP (remota).
  • Riquadro dei trasferimenti – questa sezione della finestra di FileZilla mostra lo stato dei trasferimenti di file e cartelle. Se necessario, può essere disattivata pigiando sul quinto pulsante della barra degli strumenti in alto.

Una volta compresa la funzione delle sezioni del programma, il trasferimento dei file dal computer al server FTP è semplicissimo: per prima cosa, seleziona le cartelle sorgente (quella del computer da cui copiare il file) dalla parte sinistra e destinazione (quella del server FTP su cui copiare il file) dalla parte destra dei riquadri ad albero, dopodiché “afferra” il file da copiare dalla parte sinistra del riquadro di gestione file, e trascinalo nella parte destra del medesimo riquadro per avviare il trasferimento.

Se vuoi, puoi effettuare selezioni e trasferimenti multipli (aiutandoti con i pulsanti Ctrl/cmd e Alt/shift) o spostare, sempre trascinandole da una parte all’altra, anche intere cartelle. Qualora avessi bisogno di cercare un file poiché non ne ricordi la posizione, puoi avvalerti del pannello di ricerca richiamabile cliccando sull’icona a forma di binocolo (la prima da destra) collocata nella barra degli strumenti superiore.

Seguendo la medesima procedura, ma invertendo il verso di trasferimento (trascinando cioè i file da destra a sinistra del pannello di gestione file), puoi scaricare file dal server FTP al computer. Il progresso dei trasferimenti viene mostrato immediatamente nel riquadro inferiore: se vuoi, puoi visualizzare soltanto i trasferimenti incompleti/in errore o i trasferimenti completati utilizzando le sezioni Trasferimenti non completatiTrasferimenti completati, collocate immediatamente sotto al riquadro.

Tengo inoltre a precisare che, per impostazione predefinita, FileZilla permette il trasferimento simultaneo di due file per volta: in caso di trasferimento di più file, quelli rimanenti vengono inseriti in coda e avviati non appena un trasferimento precedente viene completato o fallisce. Il limite di trasferimenti simultanei può essere modificato, fino a un massimo di 10 e un minimo di 1, tramite la sezione Impostazioni del programma (di cui ti parlerò a breve).

Tanto per essere precisi, esistono anche altri modi per trasferire i file con FileZilla, che ti illustro brevemente di seguito.

  • Tramite Esplora File/Finder – puoi muovere file dal computer al server FTP e viceversa trascinandoli dalle finestre di Esplora File/Finder ai riquadri remoti (quelli collocati a destra) di FileZilla, e viceversa.
  • Tramite il menu contestuale – facendo clic destro su un file o su una cartella, in ciascuno dei riquadri di FileZilla, viene mostrato un piccolo menu contestuale che permette di effettuare diverse operazioni, tra cui l’upload/download dei file, l’aggiunta alle relative code, le operazioni di apertura/modifica, ridenominazione ed eliminazione dei file, la creazione di nuove cartelle e, in caso di file presenti sul server, la copia degli indirizzi Web diretti e la gestione dei permessi.

Come configurare FileZilla

Come configurare FileZilla

Ora che ti ho spiegato come usare FileZilla per connetterti ai server FTP di cui necessiti e trasferire file tra questi ultimi e il tuo computer, è arrivato il momento di dare un’occhiata alle impostazioni del programma, così da configurarlo nel dettaglio e adattarlo a quelle che sono le tue esigenze.

Per accedere al gestore delle impostazioni di FileZilla, clicca sul menu Modifica > Impostazioni… in Windows, oppure FileZilla > Impostazioni… su Mac. Di seguito ti spiego come utilizzare le sezioni e le voci che vengono proposte.

  • Connessione – da qui è possibile gestire tutto quanto riguarda la connessione al server FTP, come il timeout (cioè il tempo che deve trascorrere prima di dichiarare fallita un’operazione), il numero dei tentativi di riconnessione e il ritardo tra i tentativi di connessione falliti.
    • FTP – questa sezione permette di gestire le impostazioni sui dettagli del trasferimento dati tramite FTP, tra cui la modalità (attiva/passiva) e i relativi settaggi, oltre che le impostazioni sull’utilizzo di un proxy specifico.
    • SFTP – questa sezione ha la funzione di importare le chiavi private per le connessioni FTP tramite SSH, al fine di utilizzare l’autenticazione tramite chiave pubblica (evitando dunque di usare la combinazione username/password).
    • Proxy Generico – qui si può impostare un eventuale proxy da usare in fase di collegamento.
  • Trasferimenti – questa sezione permette di gestire le impostazioni principali relative ai trasferimenti di file, come il limite di trasferimenti simultanei, il limite di download/upload concorrenti o i limiti di velocità (per limitare l’uso della banda).
    • Tipi di file – da questa sezione si può decidere se trasferire i file con codifica ASCII, binaria o automatica. Lascia tutto intatto se non sai cosa significa.
    • Azione per i file esistenti – qui è possibile indicare a FileZilla come comportarsi nel caso in cui il file da trasferire esista già nella posizione scelta. Puoi decidere se richiedere un’azione ogni volta, sovrascrivere il file a patto che soddisfi una precisa condizione (sia più recente o abbia dimensione differente), riprendere il trasferimento del file qualora fosse stato lasciato in sospeso, rinominare il file o, semplicemente, ignorarlo.
  • Interfaccia – da qui si può impostare il comportamento generale del programma. Puoi scegliere di salvare o meno le password, impostare (se necessario) la password principale, scegliere la disposizione dei riquadri, la posizione del registro dei messaggi e molto altro.
    • Temi – permette di scegliere un tema di icone da usare nel programma.
    • Formato data/ora e Dimensioni file – da qui è possibile scegliere come visualizzare la data e l’ora, oltre che le unità di misura delle dimensioni dei file, all’interno del programma
    • Elenchi file – da questa sezione è possibile scegliere come gestire le liste dei file e come il programma deve comportarsi quando si fa doppio clic su un file o su una cartella.
  • Lingua – da qui è possibile impostare la lingua del programma.
  • Modifica file/Associazioni tipi di file – queste sezioni permettono la scelta dei programmi e dei parametri da usare per l’apertura e la modifica dei file dall’interno del programma.
  • Aggiornamenti, Connessione e Debug – queste sezioni permettono di gestire, rispettivamente, la frequenza e la modalità degli aggiornamenti, i log relativi ai messaggi e le opzioni per il debug, utili per l’analisi dei malfunzionamenti.

Prima di concludere, mi preme farti una raccomandazione ben precisa e che ti consiglio di tenere a mente: non agire su un’impostazione se non hai compreso esattamente ciò a cui serve, poiché potresti compromettere la qualità dei trasferimenti e la stabilità del programma stesso.

Infine, se ritieni che FileZilla non faccia al caso tuo e vorresti prendere in esame qualche altro programma adatto allo scopo, ti invito a consultare il mio articolo sui migliori programmi per FTP: troverai sicuramente ciò che stai cercando!