Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come creare siti Web con Mac

di

Hai appena acquistato uno spazio e un dominio Web per realizzare il tuo primo sito Internet, il tuo primo sito sviluppato su un Mac per la precisione, e ti piacerebbe avere qualche consiglio sui programmi da utilizzare. Beh, fino a qualche anno fa ti avrei consigliato sicuramente iWeb, un’applicazione di Apple che permetteva di sviluppare siti Web in maniera molto semplice. Ma purtroppo il suo sviluppo è stato interrotto e non è più disponibile per il download.

Proviamo dunque a guardarci intorno e cerchiamo di scoprire come creare siti Web con Mac con gli strumenti che ci mette attualmente a disposizione il mercato. Per fortuna – non temere – sono tanti e, nonostante Apple sia uscita ufficialmente da questo tipo di “giochi”, non mancano le soluzioni semplici e intuitive che rispecchiano pienamente lo stile cupertiniano. Quanto costano? Dipende tutto dalle tue esigenze.

Se ti accontenti di applicazioni di livello medio te la puoi cavare senza spendere un centesimo, mentre se hai esigenze di tipo professionale devi puntare a qualcosa di più completo, e quindi anche più costoso. Adesso però basta chiacchiere. Da’ un’occhiata qui sotto e scopri quali sono i programmi che fanno maggiormente a caso tuo.

BlueGriffon

Se stai cercando un buon editor WYSIWYG che ti consenta di realizzare siti Web partendo da zero, cioè costruendo “manualmente” ogni singola parte che li compone, ti consiglio di dare un’occhiata a BlueGriffon.

BlueGriffon è un software gratuito e open source che permette di realizzare pagine Web in maniera grafica (quindi usando un editor simile a quello dei documenti di Word) oppure andandone a scrivere direttamente il codice HTML. È basato sul motore di rendering Gecko di Mozilla Firefox, supporta HTML5, CSS3 e tutti gli standard Web più recenti.

Per scaricarlo sul tuo Mac, collegati al suo sito Web ufficiale e clicca sulla voce download dmg. Dopodiché apri il pacchetto dmg appena scaricato, trascina BlueGriffon nella cartella Applicazioni di OS X e avvia il programma facendo click destro sulla sua icona e selezionando la voce Apri dal menu che compare.

L’interfaccia utente del software è talmente intuitiva che non c’è bisogno di spiegare come funziona: in alto ci sono le icone per avviare la creazione di una nuova pagina (il foglio bianco), inserire immagini, link, video e altri contenuti al proprio sito; nella toolbar collocata più in basso ci sono gli strumenti per la formattazione del testo, mentre nella barra di stato (cioè in fondo alla finestra) ci sono le schede per passare dalla visualizzazione grafica WYSIWYG a quella di modifica del codice sorgente.

BlueGriffon supporta anche l’installazione di estensioni – sia gratuite che a pagamento – che permettono di estenderne le funzionalità. Alcune sono già installate “di serie” e le trovi recandoti nel menu Strumenti > Componenti aggiuntivi.

Adobe Dreamweaver

Se vai alla ricerca di soluzioni più professionali per creare siti Web con Mac e hai qualche soldino da investire in esse, vai ad occhi chiusi su Adobe Dreamweaver. Credo sia quasi impossibile che tu non ne abbia mai sentito parlare. Si tratta di uno dei software più usati e completi al mondo per la realizzazione di siti Web. Include un editor WYSIWYG adatto anche a chi non è esperto del mestiere, ma anche un editor avanzato per il codice sorgente delle pagine Web; supporta CSS, JavaScript, ASP, PHP e tantissimi altri framework e linguaggi di scripting. Insomma, include tutto quello di cui si può aver bisogno per realizzare siti semplici o complessi.

Il software è disponibile per Mac OS X e Windows come parte dell suite Creative Cloud di Adobe. Come facilmente intuibile non è gratuito (si paga 24,39 euro/mese per l’abbonamento al piano base del servizio) ma si può provare a costo zero per un periodo di 30 giorni. Per scaricare la trial, collegati al sito di Adobe utilizzando il link che ti ho appena fornito, indica il tuo livello di conoscenza di Dreamweaver (esperto o principiante) nell’apposito menu a tendina ed esegui l’accesso con il tuo account Adobe. Se non ne hai ancora uno, crealo pigiando sul bottone Registrati per ottenere un ID Adobe.

Verrà scaricato automaticamente sul tuo computer l’installer per scaricare (e installare sul Mac) la versione di prova di Dreamweaver. Apri il pacchetto dmg che lo contiene, avvia l’eseguibile Creative Cloud Installer e digita la password del tuo account utente su OS X per far partire l’installer.

A questo punto, attendi che compaia il riquadro per effettuare l’accesso al tuo ID Adobe, esegui il login e dovrebbe partire in automatico la procedura per scaricare e installare la trial di Dreamweaver.

MarsEdit

Hai aperto un blog e ti piacerebbe gestirlo direttamente dal desktop del tuo Mac? Allora credo proprio che tu debba provare MarsEdit. Si tratta di un editor offline per blog che supporta WordPress, Blogger, Tumblr, TypePad, Movable Type e tutte le piattaforme di blogging che supportano un’interfaccia MetaWeblog o AtomPub standard. Costa 39,95$ ma è disponibile in una versione di prova gratuita che consente di testarne tutte le potenzialità per un periodo di 30 giorni.

Per scaricare MarsEdit sul tuo Mac, collegati al sito Web del programma e clicca sulla voce Free, 30-day trial: Download MarsEdit xx. Dopodiché trascina il software nella cartella Applicazioni e avvia quest’ultimo facendo click destro sulla sua icona e selezionando la voce Apri dal menu che compare.

Nella finestra che si apre, metti il segno di spunta accanto alla voce I already have a blog e pigia sul bottone Continue; digita il nome e l’indirizzo del tuo blog negli appositi campi di testo, clicca sul pulsante Finish e attendi qualche istante affinché il software si metta in comunicazione con l’indirizzo indicato. Immetti dunque le credenziali d’accesso per entrare nel pannello di amministrazione del sito, pigia su OK e il gioco è fatto.

Da questo momento in poi, puoi creare nuovi post sul tuo blog semplicemente pigiando sul bottone New post che si trova in alto a sinistra o modificare quelli già pubblicati selezionandoli dalla finestra principale dell’applicazione. Il resto è superfluo spiegarlo: MarsEdit dispone di un comodo editor WYSIWYG in cui ogni funzione è rappresentata da un comodo pulsante o menu di semplicissimo utilizzo. Al termine del lavoro, potrai decidere se postare l’articolo direttamente sul tuo blog (Send to blog), salvarlo localmente come bozza (Save as draft) o visualizzarne un’anteprima in tempo reale (Preview).

FileZilla

Che tu abbia creato un sito Internet tradizionale o un blog, molto probabilmente avrai bisogno di un client FTP per caricare online tutte le pagine e i file che compongono la tua “creatura”. Ce ne sono diversi a cui puoi rivolgerti, come ad esempio FileZilla che è gratuito, open source e molto facile da usare.

Per scaricare FileZilla sul tuo Mac, collegati al sito Internet del programma usando il link che ti ho appena fornito e clicca sulla voce FileZilla_xx_macosx-x86.app.tar.bz2. Mi raccomando, non pigiare sul pulsante verde di SourceForge perché rimanda a una versione del programma che include inutili software promozionali aggiuntivi.

A download completato, apri il pacchetto tar.bz2 appena scaricato, trascina l’icona di FileZilla nella cartella Applicazioni di OS X e avvia il software facendo click destro sulla sua icona e selezionando la voce Apri dal menu che compare.

Nella finestra che si apre, utilizza i campi di testo collocati in alto per digitare le “coordinate” del tuo sito/blog (host, nome utente, password e porta), clicca sul pulsante Connessione rapida e comincia a caricare file online eseguendo un semplice trascinamento nel pannello di destra.