Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Migliori client email

di

Hai iniziato a usare la posta elettronica anche per lavoro e vorresti dei consigli sui client da utilizzare per gestire nel miglior modo possibile la tua corrispondenza virtuale? Nessun problema: se mi concedi un po’ del tuo tempo libero, posso infatti indicarti quelli che ritengo essere i migliori client email disponibili per computer, smartphone e tablet, illustrandotene anche le principali funzionalità e caratteristiche.

Ti anticipo subito che di soluzioni alle quale puoi rivolgerti ce ne sono a bizzeffe, sia per quel che concerne il versante Windows che per quanto riguarda macOS e Linux. Stesso discorso vale anche per i dispositivi mobili, siano essi equipaggiati con Android o iOS/iPadOS. Tieni inoltre presente che, nella maggior parte dei casi, si tratta di soluzioni totalmente gratuite ed estremamente semplici da impiegare. Insomma, hai solo l’imbarazzo della scelta!

Individua, dunque, la soluzione che ritieni possa fare maggiormente al caso tuo tra quelle che trovi elencate qui di seguito e inizia pure a servirtene attenendoti alle indicazioni che sto per darti. Ti assicuro che non te ne pentirai. Ora, però, basta chiacchierare e passiamo all’azione! Ti auguro una buona lettura e ti faccio un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Migliori client email Windows e Mac

Ti interessa scoprire quali sono i migliori client email per WindowsmacOS e Linux? Allora prosegui pure nella lettura: qui sotto trovi segnalate quelle che, a mio modesto avviso, rappresentano le più interessanti soluzioni di questo tipo. Mettile alla prova e sono certo che non te ne pentirai!

Posta (Windows 10)

Posta Windows 10

Se stai usando un PC con su installato Windows 10, ti consiglio in primo luogo di rivolgerti a Posta, il client email predefinito del più recente sistema operativo di casa Microsoft. Ha una bella interfaccia utente, è facile da impiegare, supporta vari servizi di posta elettronica, l’uso di account email multipli e, per di più, è totalmente gratis. Da notare che l’applicazione la si trova installata “di serie” sul PC, ma qualora non disponibile o rimossa può essere scaricata dalla relativa sezione del Microsoft Store.

Per potertene servire, fai clic sul campo di ricerca che trovi nella parte in fondo a sinistra della barra delle applicazioni, digita “posta” al suo interno e seleziona il collegamento pertinente dal menu che compare. A questo punto, se sul PC stai utilizzando un account Microsoft, l’applicazione, per impostazione predefinita, risulterà configurata con quest’ultimo e, dunque, potrai cominciare a servirtene subito.

Se, invece, non stai usando un account Microsoft, ti verrà chiesto di configurare il client con l’indirizzo di posta elettronica che intendi impiegare. In questo secondo caso, dovrai quindi selezionare il tipo di account da configurare, scegliendo tra i servizi di posta supportati oppure potrai decidere di procedere con la configurazione manuale, dopodiché dovrai fornire indirizzo email e password e, qualora necessario, i parametri di configurazione di quest’ultimo.

Nel caso in cui dopo aver avviato Posta non comparisse in automatico la schermata per configurare un nuovo account o qualora desiderassi aggiungere un ulteriore indirizzo email a quello già impostato, puoi riuscirci espandendo il menu laterale di sinistra, cliccando sul pulsante con le tre linee in orizzontale posto in alto, selezionando la voce Account da quest’ultimo e, successivamente, cliccando sulla dicitura Aggiungi account che compare nel riquadro a destra.

Per quel che concerne la gestione della posta elettronica, trovi l’elenco delle email nella parte sinistra della finestra del programma: quelle in evidenza nella sezione Evidenziate e tutte le altre nella sezione Altra. Puoi altresì aiutarti nella ricerca delle email di tuo interesse sfruttando i filtri annessi al menu in alto e tramite il campo di ricerca. Tutte le email aperte risulteranno poi visibili a destra.

Per avviare la composizione di un nuovo messaggio, invece, fai clic sul pulsante (+) collocato nel menu laterale di sinistra, dopodiché compila i campi appositi che vedi comparire nella parte destra della schermata.

Ti comunico inoltre che, sempre mediante il menu laterale di sinistra, puoi selezionare un account diverso da quello in uso, accedere alle cartelle del tuo indirizzo di posta, alla lista contatti, al calendario e alle impostazioni dell’applicazione, cliccando sui pulsanti corrispondenti.

Outlook (Windows/macOS)

Outlook Windows

Outlook è la celeberrima applicazione di Microsoft per la gestione della posta elettronica e del calendario. Si tratta di un client email funzionate sia su Windows che su macOS, di facile utilizzo e al contempo comprensivo di funzionalità avanzate. Da notare che l’applicazione è parte integrante del pacchetto Office 365, motivo per cui, per usarla, è necessario disporre di un abbonamento alla suite per la produttività dell’azienda di Redmond che è a pagamento (con prezzi a partire da 7 euro/mese oppure 69 euro/anno), ma può essere provata gratuitamente per 30 giorni.

Per poterti servire di Outlook, devi scaricare e installare Office 365 sul tuo computer, seguendo le istruzioni sul da farsi che ti ho fornito nella mia guida sull’argomento. In alternativa, se stai usando Windows 10, puoi scaricare singolarmente l’applicazione di Outlook dal Microsoft Store pagando 135 euro una tantum. Su Mac puoi altresì scaricare la singola applicazione di Outlook, visitando la relativa sezione del Mac App Store, ma per usare il programma dovrai disporre di un abbonamento a Office 365.

Una volta effettuato il download e l’installazione di Office o del solo Outlook, per poterti servire del programma procedi nel seguente modo: se stai usando Windows, fai clic sul pulsante Start (quello con la bandierina) posto nella parte in fondo a sinistra della barra delle applicazioni, digita “outlook” nel campo di ricerca visualizzato e seleziona il collegamento pertinente. Se stai usando macOS, invece, accedi al Launchpad cliccando sulla relativa icona (quella con il razzo spaziale) sulla barra Dock e seleziona l’icona di Outlook.

Dopo aver visualizzato la schermata principale di Outlook, configura il tuo account di posta elettronica digitando il relativo indirizzo email nel campo visualizzato sullo schermo, cliccando sul pulsante Connetti, immettendo la password associata e premendo prima sul bottone Connetti e poi su quello Fatto. Così facendo, Outlook dovrebbe impostare automaticamente l’account. Se ciò non accade, puoi procedere con la configurazione manuale, selezionando la dicitura apposita.

In seguito, potrai cominciare a utilizzare Outlook per gestire la posta elettronica. Nella parte sinistra della finestra del programma, infatti, trovi tutte le email (che puoi filtrare con il campo di ricerca); a destra puoi visualizzarne il contenuto (una volta selezionate), mentre in alto ci sono la barra degli strumenti, con i pulsanti per le azioni rapide, per accedere alla rubrica ecc., e la barra dei menu, con i menu per effettuare ulteriori operazioni.

Per comporre un nuovo messaggio, invece, ti basta fare clic sul pulsante Nuovo messaggio di posta elettronica situato in alto a sinistra e compilare i campi annessi all’apposita finestra che successivamente ti verrà mostrata sullo schermo. Per ulteriori dettagli, puoi leggere la mia guida specifica su Outlook.

Thunderbird (Windows/macOS)

Thunderbird Windows

In un articolo sui migliori client email è praticamente impossibile non fare il nome di Thunderbird. Nel caso in cui non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di un programma di casa Mozilla (la stessa software house sviluppatrice del browser Firefox), totalmente gratuito, di natura open source, compatibile con Windows, macOS e Linux, altamente personalizzabile grazie ad apposite estensioni e in grado di supportare tutti i più diffusi servizi di posta elettronica.

Per poterne effettuare il download sul tuo computer, visita il sito Internet del programma e clicca sul pulsante Download gratuito. A scaricamento ultimato, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e fai clic sul pulsante nella finestra che si apre sullo schermo. Successivamente, per concludere il setup, clicca sui pulsanti Avanti (per due volte consecutive), Installa e Fine.

Se stai usando macOS, invece, apri il pacchetto .dmg ottenuto e trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni del computer. In seguito, facci clic destro sopra e seleziona la voce Apri per due volte consecutive, in modo tale da avviare il client andando però ad aggirare le limitazioni volute da Apple nei confronti degli sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

Ora che, a prescindere dal sistema operativo impiegato, visualizzi la finestra principale di Thunderbird sullo schermo, configura il programma con il tuo indirizzo di posta elettronica. Per riuscirci, segui la procedura guidata che ti viene proposta, digitando il tuo nome, il tuo indirizzo email e la relativa password nei campi appositi e facendo clic sul pulsante Continua e poi su quello Fatto. Se il software non è in grado di recuperare autonomamente i parametri per la configurazione, digitali “a mano”. Successivamente, potrai configurare nuovi account premendo sul pulsante con tre linee orizzontali (in alto a destra) e selezionando le voci Nuovo messaggio > Crea un nuovo account email dal menu che si apre.

A questo punto, scegli se impostare il client email come predefinito o meno e attendi che venga completata la procedura di sincronizzazione con il tuo account di posta. Potrai così accedere a tutte le cartelle del tuo account nel menu presente a sinistra, al centro della finestra di Thunderbird potrai invece leggere i messaggi selezionati (che puoi individuare con maggiore facilità usando la barra di ricerca), mentre a destra troverai il calendario.

Ti segnalo altresì che in alto c’è la barra degli strumenti per accedere alla rubrica, applicare i filtri ai messaggi ecc. Sempre sulla barra degli strumenti, trovi il pulsante Scrivi, per comporre un nuovo messaggio di posta. Dopo averci cliccato sopra, ti basta compilare i campi annessi alla nuova finestra visualizzata per spedire un’email. Per ulteriori dettagli, puoi consultare il mio post incentrato specificamente su Thunderbird.

Mail (macOS)

Mail macOS

Se stai usando un Mac, per gestire la tua corrispondenza elettronica puoi avvalerti di Mail, il client email predefinito preinstallato in macOS. È facile da usare, ha un’interfaccia utente semplice e intuitiva e permette di gestire alla perfezione gli account email di iCloud e di tutti i più diffusi servizi di posta elettronica. Chiaramente, è perfettamente integrato con il sistema operativo di casa Apple.

Per potertene servire, clicca sull’apposita icona (quella con il francobollo) presente sulla barra Dock. In alternativa richiama il Launchpad, facendo clic sulla relativa icona (quella con il razzo spaziale) che trovi sulla barra Dock e seleziona l’icona di Mail presente nella schermata che ti viene proposta.

Una volta visualizzata la finestra principale di Mail, se sul tuo Mac hai configurato l’uso di iCloud, per impostazione predefinita, l’applicazione risulta impostata con quest’ultimo e potrai quindi cominciare a usare subito Mail.

In caso contrario o comunque se intendi aggiungere un ulteriore account, procedi nel seguente modo: fai clic sul menu Mail posto in alto a sinistra, seleziona la voce Preferenze da quest’ultimo e, nella finestra che si apre sulla scrivania, clicca sulla scheda Account. Successivamente, fai clic sul pulsante (+) posto in basso a sinistra, scegli il provider per l’account email di tuo interesse, premi sul pulsante Continua e segui la procedura di configurazione proposta fornendo i dati richiesti.

In seguito, troverai l’elenco dei messaggi nella parte sinistra della finestra di Mail (che puoi filtrare utilizzando la barra di ricerca) e potrai leggere quelli selezionati nella parte destra. In alto, invece, c’è la barra degli strumenti, con i pulsanti per visualizzare l’elenco delle caselle di posta elettronica e le cartelle, per contrassegnare le email, cestinarle ecc. Ancora più sù c’è la barra dei menu, da cui puoi configurare maggiormente l’uso dell’applicazione.

Per scrivere una nuova email, fai clic sul pulsante con la matita e il foglio che si trova in alto a sinistra, dopodiché compila gli appositi campi annessi alla nuova finestra che vedi comparire sulla scrivania.

Migliori client email Android e iPhone

Passiamo ora ai migliori client email per dispositivi mobili, quelli di cui puoi avvalerti su smartphone e tablet Android e su iPhone e iPad. Trovi segnalati qui di seguito quelli che, a parer mio, sono i più interessanti ed efficienti della categoria.

Gmail (Android/iOS/iPadOS)

Gmail Android

La prima soluzione per la gestione della posta elettronica da mobile che ti suggerisco di prendere in considerazione è Gmail. Si tratta dell’app del rinomato servizio di posta elettronica reso disponibile da Google, la quale può essere usata non solo per sfruttare gli account email creati con quest’ultimo, ma anche quelli di altri servizi. È gratis, facile da usare ed è disponibile sia per Android che per iOS/iPadOS.

Da notare che sulla maggior parte dei dispositivi Android l’applicazione risulta preinstallata, quindi per poterla utilizzare non devi far altro che sfiorare la relativa icona (quella con la busta da lettere bianca con i bordi rossi) che trovi nel drawer. Se l’app non è presente sul tuo dispositivo, provvedi prima a scaricarla e installarla, visitando la relativa sezione del Play Store e premendo sul pulsante Installa.

Se stai usando un dispositivo iOS/iPadOS, invece, visita la relativa sezione dell’App Store, premi sul bottone Ottieni, quindi su quello Installa e autorizza il download mediante Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. In seguito, avvia l’app, sfiorando il bottone Apri comparso sullo schermo oppure selezionando la relativa icona che è stata aggiunta in home screen.

Ora che visualizzi la schermata principale di Gmail, fai tap sul pulsante Accedi, seleziona il servizio di posta elettronica che vuoi configurare e segui le istruzioni che ti vengono mostrate sullo schermo, per inserire l’indirizzo email e la password dell’account di tuo interesse. Se Gmail non è in grado di impostare in automatico l’account, dovrai altresì provvedere a digitare i relativi parametri di configurazione.

A procedura ultimata, potrai trovare tutte le email ricevute direttamente nella schermata principale dell’app. Se poi vuoi accedere alle altre sezioni di Gmail, fai tap sull’icona con le tre linee in orizzontale situata nell’angolo in alto a sinistra e individua quelle a te utili dal menu che compare.

Per scrivere una nuova email, invece, fai tap sul pulsante (+) situato in basso a destra e compila i campi annessi alla schermata mostrata successivamente. Per tutti gli approfondimenti del caso, puoi leggere la mia guida specifica su come funziona Gmail.

Outlook (Android/iOS/iPadOS)

Outlook Android

Outlook, il client per la posta elettronica di casa Microsoft di cui ti parlavo nel passo a inizio guida, è disponibile anche sotto forma di app per Android e iOS/iPadOS. In tal caso, però, l’applicazione può essere scaricata e usta in maniera del tutto gratuita e non è necessario sottoscrivere alcun abbonamento a Office per farla funzionare.

Per effettuarne il download e l’installazione sul tuo dispositivo, se stai usando Android, visita la relativa sezione del Play Store e premi sul pulsante Installa. Se stai usando iOS/iPadOS, invece, accedi alla relativa sezione dell’App Store, premi sul bottone Ottieni, quindi su quello Installa e autorizza il download mediante Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. In seguito, avvia l’app, sfiorando il bottone Apri comparso sullo schermo oppure selezionando la relativa icona che è stata aggiunta in home screen.

Ora che visualizzi la schermata principale di Outlook, effettua la configurazione del tuo account di posta elettronica, indicando l’indirizzo email nel campo visualizzato, facendo tap sul pulsante Aggiungi account e digitando la relativa password. Se l’app non è in grado di procedere con la configurazione automatica, ti verrà chiesto di immettere “a mano” gli altri parametri necessari per usufruire del servizio.

Successivamente, ti verranno mostrati tutti i messaggi di posta elettronica ricevuti nella cartella Posta in arrivo, la quale si suddivide nelle categorie Evidenziata e Altro. Per vedere le altre cartelle, fai tap sulla miniatura del tuo profilo situata nell’angolo in alto a sinistra.

Per scrivere una nuova email, invece, sfiora l’icona con la matita situata nell’angolo in alto a destra e compila i campi annessi alla nuova schermata visualizzata.

Mail (iOS/iPadOS)

Mail iOS

Mail, l’applicazione per macOS di cui ti ho parlato nel passo a inizio guida, è disponibile anche in versione mobile per iPhone e iPad. È gratis e riprende praticamente tutte quelle che sono le principali caratteristiche della sua variante per computer. Da notare che si tratta del client per la posta elettronica predefinito di iOS/iPadOS e che è preinstallato su tutti i dispositivi mobili della “mela morsicata”. Qualora rimosso, può eventualmente essere scaricato nuovamente dalla relativa sezione dell’App Store.

Tieni presente che, se sul tuo iPhone hai configurato l’uso di iCloud, Mail risulterà già pronto all’uso con il relativo servizio di posta elettronica, quindi per potertene servire non dovrai fare altro che selezionare l’icona dell’app (quella con la busta da lettere bianca su sfondo azzurro) presente in home screen.

Se non hai configurato iCloud sul dispositivo o, comunque, vuoi aggiungere un account di posta diverso, devi prima procedere nel seguente modo: fai tap sull’icona delle Impostazioni (quella con la ruota d’ingranaggio) presente in home screen, seleziona la voce Password e account dalla schermata visualizzata e sfiora la dicitura Aggiunti account. Dopodiché indica il tipo di account che intendi aggiungere, fornisci i relativi dati e porta su ON l’interruttore che trovi accanto alla voce Posta, come ti ho spiegato in dettaglio nella mia guida su come impostare Mail su iPhone (valida anche per iPad).

Compiuti i passaggi di cui sopra, una volta visualizzata la schermata principale di Mail, ti ritroverai al cospetto della posta in entrata. Se vuoi visualizzare le altre caselle, invece, ti basta fare tap sulla dicitura Caselle in alto a sinistra.

Ti stai chiedendo come comporre un nuovo messaggio? Nulla di più semplice: sfiora l’icona con la matita e con il foglio che trovi in basso a destra e compila i campi visibili su schermo. Tutto qui!

Altri client email per Android e iPhone

Spark Android

Nessuno dei client email per dispositivi mobili che ti ho segnalato nelle righe precedenti ti ha convinto in maniera particolare e sei quindi alla ricerca di qualche alternativa? In tal caso, ti suggerisco di dare un’occhiata alle ulteriori app che trovi elencate qui di seguito. Sono sicuro che, alla fine, riuscirai a trovare qualcosa in grado di soddisfarti.

  • Spark (Android/iOS/iPadOS) – applicazione gratuita che consente di gestire la posta elettronica in maniera semplice e intuitiva, riducendo il numero di notifiche e mettendo a disposizione degli utenti strumenti avanzati per la gestione delle email. Supporta senza problemi tutti i più diffusi account email.
  • Aqua Mail (Android) – app per soli dispositivi Android, dall’interfaccia pulita e ben curata e facile da usare, tramite cui si può gestire rapidamente la posta elettronica. Da notare che accedendo alle impostazioni si possono applicare numerose personalizzazioni. È gratis, ma propone acquisti in-app (al costo base di 10,99 euro) per sbloccare funzioni extra.
  • Airmail (iOS/iPadOS) – applicazione disponibile in via esclusiva per iPhone e iPad che permette di gestire tutti i principali account email, grazie a un ricco set di funzionalità altamente personalizzabili secondo esigenza. Si integra alla perfezione anche con altre app e supporta la sincronizzazione tramite iCloud. Si scarica gratis, ma per essere sfruttata necessita della sottoscrizione dell’apposito abbonamento tramite acquisti in-app (al costo base di 2,99 euro/mese).
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.