Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come installare WordPress

di

Dopo aver letto la mia guida su come scegliere un hosting per il proprio sito Internet, anche tu hai deciso di acquistare uno spazio Web per creare il tuo blog e pubblicare contenuti su Internet. A differenza di quanto credevi, però, dopo aver completato l’acquisto e aver ricevuto tutti i dati di configurazione dal tuo provider, hai notato che sul tuo sito non c’è alcuna traccia di WordPress. È così, non è vero? Allora puoi stare tranquillo, non sei stato vittima di una truffa: devi solo installare il celebre CMS (content management system) seguendo le indicazioni che sto per darti.

Con la guida di oggi, infatti, ti spiegherò come installare WordPress indicandoti tutte le soluzioni a tua disposizione. Per prima cosa, ti indicherò come scaricare il CMS sul tuo computer per poi installarlo sia su un domino online che in locale, dopodiché ti elencherò anche la procedura dettagliata per installare WordPress direttamente online su Aruba, Register e Altervista. Come dici? È proprio quello che volevi sapere? Allora non perdiamo altro tempo in chiacchiere e passiamo subito all’azione!

Coraggio: mettiti bello comodo, prenditi cinque minuti di tempo e dedicati alla lettura dei prossimi paragrafi. Individua la procedura d’installazione più adatta alle tue esigenze, segui con attenzione le indicazioni che sto per darti e ti assicuro che, in men che di dica, riuscirai a installare WordPress e iniziare a creare il tuo sito Web. A me non resta altro che augurarti buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Installare WordPress su un dominio

Se hai già acquistato uno spazio Web e vuoi installare WordPress direttamente sul dominio, senza “passare” dal pannello di controllo del tuo provider, tutto quello di cui hai bisogno è un programma per FTP e i file d’installazione di WordPress. Inoltre, devi aver acquistato anche un database MySQL ed essere in possesso dei relativi dati (che solitamente vengono inviati via email dal provider subito dopo l’acquisto).

Quando sei pronto a cominciare, per prima cosa collegati al sito ufficiale di WordPress, pigia sul pulsante Scarica WordPress in alto a destra e, nella nuova pagina aperta, fai clic sulla voce Scarica WordPress [versione] per scaricare l’ultima versione del CMS. Se, invece, vuoi effettuare il download di un’altra versione, scorri la pagina verso il basso, individua la sezione Risorse di sviluppo, scegli l’opzione Versioni Scaricabili e fai clic sulla voce zip o tar.gz (in tal caso, potrebbe esserti utile la mia guida su come aprire file TGZ) della versione di tuo interesse.

Completato il download, apri il pacchetto ZIP appena scaricato per estrarre i file d’installazione di WordPress e avvia il programma per FTP installato sul tuo computer per trasferire i file del CMS scaricati poc’anzi al server che ospita il tuo sito Web. Se non ne hai ancora installato uno, ti consiglio di usare FileZilla, che prenderò come esempio per illustrarti la procedura dettagliata d’installazione di WordPress.

Dopo aver scaricato e avviato FileZilla, fai clic sul pulsante Gestore siti (l’icona dei tre server in alto a sinistra), pigia sul pulsante Nuovo sito e inserisci i dati richiesti nei campi Host, Porta, Protocollo, Criptazione, Tipo di accesso, Nome utente e Password (puoi reperire questi dati all’interno dell’email inviata dal tuo provider di servizi Web o contattando l’assistenza clienti) e pigia sul pulsante Connetti per stabilire la connessione con il server.

Adesso, seleziona la cartella principale del tuo dominio agendo nella sezione Sito remoto di FileZilla, dopodiché seleziona la cartella principale di WordPress (quella estratta poc’anzi sul tuo computer) nella parte sinistra di FileZilla dove compare la voce Sito locale e trascinala all’interno della cartella principale del server. Così facendo, hai avviato il trasferimento dei dati dal tuo computer al server. Per approfondire l’argomento, ti lascio alla mia guida su come usare FileZilla.

Completato il trasferimento di tutti i file, apri il browser che usi solitamente per la navigazione su Internet, collegati al tuo sito Web e pigia sul pulsante Iniziamo. Nella nuova schermata visualizzata, inserisci i dati relativi al tuo database MySQL nei campi Nome database, Nome utente, Password e Host del database e clicca sul pulsante Invio. Se visualizzi la scritta Tutto a posto amico! significa che i dati inseriti sono corretti e il tuo sito Web è in grado di comunicare con il database.

Pigia, quindi, sul pulsante Eseguire l’installazione, inserisci i dati richiesti nei campi Titolo del sito, Nome utente, Password e La tua email, fai clic sul pulsante Installa WordPress, attendi pochi instanti e il gioco è fatto. In automatico sarai reindirizzato al pannello d’amministrazione di WordPress e potrai iniziare a modificare l’aspetto del tuo sito Web e pubblicare i tuoi contenuti. A tal proposito, potrebbe esserti utile la mia guida su come usare WordPress.

Installare WordPress in locale

Per installare WordPress in locale è prima necessario scaricare XAMPP, un’applicazione gratuita disponibile per Windows, macOS e Linux e che consente di creare un server locale sul propio computer.

Per prima cosa, quindi, collegati al sito ufficiale di XAMPP e avvia il download del software cliccando su una delle voci tra XAMPP per Windows, XAMPP per Linux e XAMPP per OS X, a seconda del sistema operativo installato sul tuo computer.

Completato il download, se hai un PC Windows, fai doppio clic sul file xampp-[versione].exe, pigia sul pulsante e fai clic sul pulsante Next per cinque volte consecutive per avviare l’installazione. Attendi, quindi, che la barra d’avanzamento raggiunga il 100% e pigia sul pulsante Finish per completare l’installazione e avviare il pannello di controllo di XAMPP.

Se usi un Mac, apri il pacchetto dmg appena scaricato, sposta XAMPP nella cartella Applicazioni di macOS e apri quest’ultima, dopodiché fai clic destro sull’icona del software e seleziona la voce Apri per bypassare le restrizioni di macOS riguardanti applicazioni di sviluppatori non certificati (operazione necessaria solo al primo avvio).

Completata l’installazione e avviato XAMPP, pigia sul pulsante Start relativo alle voci Apache e MySQL se hai un PC Windows, mentre su Mac clicca sul pulsante Start nella schermata principale del pannello di controllo di XAMPP, dopodiché seleziona la scheda Service e verifica che accanto alle voci Apache e MySQL sia presente l’icona di un tondo verde. In caso contrario, seleziona le singole voci e pigia sul pulsante Start.

Adesso sei pronto per installare WordPress in locale. La procedura più semplice e meno articolata per farlo è scaricare Bitnami, un componente aggiuntivo compatibile con XAMPP che puoi scaricare gratuitamente nella sezione Componenti aggiunti del sito ufficiale di XAMPP. Clicca, quindi, sulla voce WordPress e, se hai un PC Windows, seleziona l’opzione Windows e clicca sulla voce No thanks, just take me to the download per avviare lo scaricamento.

Completato il download, fai doppio clic sul file appena scaricato, scegli la lingua di tuo interesse tramite il menu a tendina Please select the installation language e pigia sul pulsante OK, dopodiché fai clic sul pulsante Next per due volte consecutive, inserisci i dati richiesti nei campi Login, Your real name (il tuo nome) e Email address, scegli una password d’accesso a WordPress indicandola nei campi appositi e pigia sul pulsante Next. Infine, inserisci il nome da dare al tuo sito locale nel campo Blog name e clicca sul pulsante Next per quattro volte consecutive per avviare l’installazione.

Completata l’installazione, pigia sul pulsante Finish e automaticamente si aprirà il tuo browser Web predefinito con la pagina iniziale del sito Web base realizzato in WordPress. Per accedere alla Bacheca del celebre CMS, inserisci l’indirizzo 127.0.0.1/wordpress/wp-login.php nella barra degli indirizzi in alto, digita i dati d’accesso creati in fase d’installazione e pigia sul pulsante Login.

Se, invece, hai un Mac, nella pagina di XAMPP dedicata ai componenti aggiuntivi, fai clic sull’opzione WordPress e scegli la voce Linux (il modulo per macOS non è più supportato). Completato lo scaricamento, avvia XAMPP, clicca sulla scheda Service e assicurati che tutte le opzioni disponibili siano attive, dopodiché scegli la voce Network e verifica che l’opzione localhost:8080 sia abilitata. In caso contrario, selezionala e pigia sul pulsante Enable.

Adesso, fai clic sulla scheda Volumes, pigia sul pulsante Mount e, successivamente, sul pulsante Explore. Nella nuova finestra aperta, fai clic sulla cartella Temp e trascina al suo interno il file scaricato poc’anzi (bitnami-wordpress-[versione]-module-linux-x64-installer.run), dopodiché chiudi la finestra, torna su XAMPP, seleziona la scheda General e pigia sul pulsante Open Terminal.

Inserisci, quindi, il comando cd /opt/lampp/temp e pigia sul pulsante Invio della tastiera, digita, poi, il comando chmod +x bitnami-wordpress-[versione]-module-linux-x64-installer.run e pigia nuovamente il tasto Invio. Infine, inserisci il comando ./bitnami-wordpress-5.0.2-1-module-linux-x64-installer.run, pigia il tasto Invio della tastiera e attendi l’avvio dell’installazione di WordPress.

Per procedere, digita il numero corrispondente alla lingua d’installazione di tuo interesse (es. 1 per inglese, 2 per spagnolo ecc.), indica la cartella nella quale vuoi installare WordPress e segui le indicazioni mostrate a schermo per impostare la password e il nome utente per accedere alla Bacheca di WordPress e il nome del blog. Non appena visualizzi la scritta Setup is now ready to begin installing Bitnami WordPress Module on your computer, premi il tasto Y della tastiera per avviare l’installazione, attendi che sia visualizzata la scritta Setup has finished installing Bitnami WordPress Module on your computer e il gioco è fatto.

Adesso, non devi far altro che chiudere il terminale, avviare il tuo browser e inserire l’indirizzo http://localhost:8080/wordpress/wp-login.php nella barra degli indirizzi per accedere alla Bacheca di WordPress con le credenziali create in fase d’installazione.

Per modificare la lingua di WordPress, fai clic sulla voce Settings presente nella barra laterale a sinistra, seleziona la lingua di tuo interesse (es. Italiano) tramite il menu a tendina posto accanto alla voce Site Language e pigia sul pulsante Save changes. Per approfondire l’argomento, ti lascio alla mia guida su come installare WordPress in locale.

Installare WordPress su Aruba

Installare WordPress su Aruba è una procedura semplice che richiede pochi minuti di tempo. Tutto quello che devi fare, se hai già comprato un dominio e selezionato i servizi hosting di tuo interesse, è accedere al pannello di controllo del tuo account e selezionare l’installazione di WordPress.

Collegati, quindi, al sito Web di Aruba, pigia sul pulsante Area clienti presente in alto a destra, seleziona la voce Area clienti relativa all’opzione Hosting e Domini, inserisci i dati d’accesso al tuo account (che ti sono stati forniti tramite email dopo aver acquistato il tuo dominio) nei campi Login e Password e pigia sul pulsante Accedi.

Adesso, individua la sezione Gestione dominio e fai clic sul pulsante Pannello di controllo relativo al dominio di tuo interesse. Nella nuova pagina aperta, scegli l’opzione Hosting linux e pigia sul pulsante Gestisci presente nel box Softaculous App Installer, dopodiché soffermati con il puntatore del mouse sopra la voce WordPress e pigia sul pulsante Installa.

Nella nuova schermata visualizzata, assicurati che accanto alla voce Dominio sia selezionato il sito Web di tuo interesse, scegli il protocollo (Http o Https) da utilizzare tramite il menu a tendina accanto all’opzione Protocollo e specifica la cartella nella quale vuoi installare WordPress nel campo Nella cartella. Inserisci, poi, i dati richiesti nei campi Nome del databaseNome utente del databasePassword del databaseNome host del database (dati che puoi trovare nell’email d’attivazione inviata da Aruba).

Nelle sezioni Impostazioni del sitoAccount admin inserisci il nome e la descrizione del tuo blog e specifica i dati da usare come credenziali d’accesso, dopodiché scorri la pagina verso il basso e pigia sul pulsante Installa per avviare l’installazione di WordPress. Conclusa l’installazione non devi far altro che collegarti alla schermata di login del tuo sito (es. www.nomesito.it/wp-login.php) e accedere con i tuoi dati. Per la procedura dettagliata, puoi leggere la mia guida su come installare WordPress su Aruba.

Installare WordPress su Register

Così come su Aruba, anche installare WordPress su Register è una procedura pressoché automatica. Tutto quello che devi fare, se hai già acquistato un dominio e uno spazio Web, è assicurarti di aver attivato un hosting Linux e un database MySQL, necessari per usare WordPress.

Se, invece, non sei ancora cliente di Register, collegati al sito Internet dell’hosting, fai clic sulla voce WordPress presente nel menu principale e scegli l’opzione Hosting WordPress, dopodiché seleziona la voce Acquista il servizio e procedi con l’acquisto indicando il dominio di tuo interesse e specificando il metodo di pagamento per concludere l’acquisto. A tal proposito, potrebbe esserti utile la mia guida su come comprare un dominio Web.

Completata l’attivazione del servizio, fai clic sul pulsante Area clienti presente nella pagina principale di Register, inserisci i dati d’accesso al tuo account nei campi Username e Password e pigia sul pulsante Accedi. Adesso, nel pannello di controllo, fai clic sulla voce I tuoi prodotti presente nel box a destra e  seleziona il dominio di tuo interesse presente nella sezione Servizi hosting, dopodiché pigia sul pulsante Gestisci per accedere al CPanel di Register, individua la sezione Softaculous App Installer e scegli l’opzione WordPress.

Nella nuova pagina aperta, pigia sul pulsante Install Now, assicurati che accanto alla voce Scegli un dominio sia selezionato quello di tuo interesse, dopodiché specifica il protocollo da usare (Http o Https) e indica la cartella nel quale installare WordPress (puoi lasciare vuoto se desideri un’installazione nella cartella principale del tuo dominio).

Nella sezione Impostazioni del sito inserisci il nome e la descrizione del sito nei campi appositi, dopodiché scegli il nome utente e la password da usare per accedere alla Bacheca di WordPress, scorri la pagina verso il basso e pigia sul pulsante Installa. Attendi, quindi, che la barra d’avanzamento raggiunga il 100% e il gioco è fatto.

Adesso, digita l’indirizzo www.nomesito.it/wp-login.php nella barra degli indirizzi del tuo browser e inserisci i dati creati poc’anzi per iniziare a pubblicare contenuti sul tuo sito.

Installare WordPress su Altervista

Se hai deciso di aprire un blog con WordPress affidandoti ad Altervista, devi sapere che questa piattaforma gratuita prevede l’installazione di WordPress in automatico. Tutto quello che devi fare è registrarti al servizio, scegliere il nome del blog che stai aprendo e verificare la tua identità.

Per procedere, quindi, collegati alla pagina principale di Altervista, fai clic sulla voce Crea sito e pigia sul pulsante Prosegui. Nella nuova schermata visualizzata, inserisci il nome da visualizzare nell’URL del tuo sito nel campo in alto, specifica i tuoi dati personali nei campi Nome, Cognome, Sesso, Anno di nascita ed Email e apponi il segno di spunta accanto alla voce Non sono un robot per verificare la tua identità, dopodiché metti il segno di spunta accanto all’opzione Ho letto e accetto la pagina delle condizioni d’uso e l’informativa sulla privacy e pigia sul pulsante Prosegui.

Per completare la registrazione e installare WordPress su Altervista, accedi alla tua casella di posta elettronica, apri l’email di verifica inviata dallo staff di Altervista e fai clic sul link d’attivazione contenuta al suo interno. Entro pochi istanti, riceverai una seconda email contenente i dati d’accesso al tuo nuovo sito Web: pigia, quindi, sul pulsante Accedi contenuto nell’email (o collegati all’indirizzo nomesito.altervista.org/wp-login.php), inserisci i tuoi dati d’accesso nei campi Nome utente e Password e pigia sul pulsante Accedi per accedere alla Bacheca di WordPress.