Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come vedere Storie Instagram in anonimo con Qoob Stories

di

Vorresti visualizzare le Storie di alcuni profili Instagram in maniera anonima, senza dunque far comparire il tuo nome tra gli utenti le hanno guardate? Ti piacerebbe scaricare alcune foto e alcuni video dalle Storie di Instagram ma non sai come riuscirci? Stai cercando un modo rapido ed efficace per creare un backup di tutti i contenuti, tra Feed e Storie, che hai postato su Instagram? Se hai risposto in maniera affermativa ad almeno una di queste domande, credo che faresti bene a provare Qoob Stories.

Qualora non ne avessi mai sentito parlare, Qoob Stories è un ottimo software per computer, compatibile con tutte le versioni più diffuse di Windows e macOS, che permette di scaricare contenuti di ogni sorta da Instagram nel giro di un paio di clic. Consente di scaricare le Storie, comprese quelle in evidenza, senza far comparire il proprio nome tra quelli degli utenti che le hanno visualizzate. Permette poi di scaricare foto e video dal Feed agendo anche sui profili privati. Altre interessanti possibilità offerte sono quelle di iscriversi ad hashtag o località, in modo da scaricarne automaticamente i contenuti, e il backup istantaneo del proprio profilo Instagram.

Qoob Stories si può scaricare e usare gratis in versione base. Per avere accesso alle Storie e sbloccare un numero più elevato di download, però, occorre acquistare una licenza per il software. Se vuoi maggiori informazioni e, soprattutto, vuoi scoprire in dettaglio come vedere Storie Instagram in anonimo con Qoob Stories, continua a leggere: trovi spiegato tutto qui sotto.

Indice

Piani di Qoob Stories

Piani Qoob Stories

Prima di entrare nel dettaglio della guida e spiegarti come vedere Storie Instagram in anonimo con Qoob Stories, mi sembra opportuno illustrarti i piani e i prezzi del software, visto che l’accesso alle Storie è consentito solo ai detentori di una licenza.

  • Starter (gratis) — è il piano gratuito di Qoob Stories e, come detto, non comprende l’accesso alle Storie di Instagram. Consente di iscriversi a un numero massimo di 2 profili e di scaricare 200 foto e video dai Feed di questi ultimi. Si può usare solo per scopi personali.
  • Personal (8,54 euro/mese) — consente di iscriversi a 10 profili Instagram con download illimitato di Storie, Storie in evidenza, foto e video del Feed. Supporta anche gli account privati ed elimina le pubblicità. Solo per scopi personali.
  • Professional (30,50 euro/mese) — consente di iscriversi a profili Instagram illimitati con download automatico e senza limiti di download per Storie, Storie in evidenza, foto e video del Feed. Supporta anche gli account privati e il download di post e didascalie in formato testuale. Elimina le pubblicità e si può usare per scopi professionali.

Per attivare un piano a pagamento di Qoob Stories, non devi far altro che premere il relativo tasto di iscrizione sul sito e compilare il modulo che ti viene proposto con i tuoi dati e quelli del metodo di pagamento che intendi utilizzare, a scelta tra carta di credito e PayPal.

È possibile disattivare la sottoscrizione in qualsiasi momento: basta collegarsi a questa pagina Web (oppure selezionare la voce relativa alla gestione della licenza nel menu di Qoob Stories), inserire il numero di licenza e premere sul pulsante Avanti.

Per saperne di più, ti invito a consultare il sito ufficiale di Qoob Stories, dove puoi trovare una tabella comparativa di tutti i piani e altre informazioni utili sulle licenze.

Come funziona Qoob Stories

Qoob Stories

Fatte le dovute premesse di cui sopra, è arrivato il momento di scoprire come funziona Qoob Stories. Qui sotto trovi dunque spiegato come ottenere il software su Windows e macOS e come usarlo per scaricare Storie (comprese quelle in evidenza), foto e video dai tuoi profili Instagram preferiti, anche quelli privati. Buona lettura!

Ebbene, tutto quello che devi fare per scaricare Qoob Stories sul tuo PC è collegarti al sito ufficiale del programma e cliccare sul pulsante Download. Verrà prelevata automaticamente la versione del software più adatta al sistema operativo installato sul tuo computer.

A scaricamento ultimato, se utilizzi Windows, apri il file .msi ottenuto e clicca sul pulsante Next; dopodiché apponi il segno di spunta sulla voce I accept the terms in the License Agreement e, per concludere il setup, clicca in sequenza sui pulsanti Next (per due volte consecutive), Install, e Finish.

Installazione Qoob Stories

Se, invece, utilizzi un Mac, apri il file .dmg che hai scaricato e copia l’icona di Qoob Stories nella cartella Applicazioni di macOS. Il gioco è fatto!

Installazione Qoob Stories

Ad installazione completata, sei pronto per approfondire il funzionamento di Qoob Stories. I passaggi da compiere sono gli stessi sia su Windows che su macOS.

Per scaricare Storie Instagram in anonimo, avvia dunque Qoob Stories richiamandolo dal menu Start di Windows o dal Launchpad di macOS, dopodiché accettane le condizioni d’uso e chiudi il messaggio che ti avvisa dell’uso della modalità sicura (un’impostazione, attiva di default ma disattivabile dalle opzioni del programma, che riduce il rischio di superare i limiti di azione previsti da Instagram regolando i tempi di download dei contenuti).

Adesso, poiché la funzione di visualizzazione e download delle Storie è disponibile solo per i detentori di una licenza (se non la si possiede, tutti i profili risultano avere 0 Storie disponibili), devi attivare la tua copia del software. Per fare ciò, premi sul pulsante Attiva collocato in basso a destra, seleziona la voce ‌Attiva l’abbonamento dalla schermata successiva, incolla il tuo codice di licenza nel campo che ti viene mostrato e premi sul bottone Applica. È tutto!

Attivazione Qoob Stories

Ora devi compiere un’altra operazione indispensabile per attivare il download delle Storie: collegare il tuo account Instagram a Qoob Stories. Non temere: la tua password non verrà in alcun modo conservata dal programma; l’autenticazione avverrà infatti tramite un token sicuro che non esporrà la tua password a rischi di sicurezza.

Detto ciò, per collegare il tuo account Instagram a Qoob Stories, clicca sull’icona dell’omino collocata in alto a destra e seleziona la voce Accedi dal menu che ti viene proposto. Ti segnalo che se hai attivato l’autenticazione a due fattori (2FA) su Instagram potresti avere dei problemi ad accedere tramite i codici usa-e-getta generati dalle app di autenticazione. Nel caso in cui i codici ti venissero rifiutati, prova ad attivare la ricezione degli stessi via SMS o a disattivare temporaneamente l’autenticazione a due fattori (per poi ripristinare il tutto, una volta effettuato l’accesso nel programma).

Una volta eseguito il login, è giunto il momento di passare all’azione e scaricare le Storie da Instagram con Qoob Stories. A tal proposito, sappi che hai due possibilità a tua disposizione: cercare “manualmente” il profilo dal quale scaricare i contenuti, tramite la barra di ricerca di Qoob Stories, oppure importare la lista dei profili che segui su Instagram e scaricarne automaticamente tutti i contenuti. Quest’ultima opzione, se segui molti profili, può essere molto impegnativa sia in termini di spazio occupato sul disco che di tempi di download: pensaci molto bene prima di attivarla, mi raccomando!

Per scaricare i contenuti di un singolo profilo cercandolo “manualmente” in Qoob Stories, digita il relativo nome utente nella barra che vedi in alto e seleziona il risultato più pertinente tra i suggerimenti che compaiono. Clicca poi sull’icona con le due barre di regolazione collocata in alto a destra e scegli quali contenuti scaricare tra foto post, video post, Storie e Storie in evidenza. Dalla medesima schermata hai inoltre la possibilità di indicare la data di inizio e fine dei contenuti da scaricare in automatico.

Qoob Stories

Perfetto: ora premi sul bottone Iscriviti a e attiverai l’iscrizione — e quindi il download dei contenuti — dal profilo selezionato. Ti segnalo che oltre agli utenti, puoi cercare e scaricare i contenuti di hashtag e località.

Il più è fatto. Da questo momento in poi, Qoob Stories scaricherà automaticamente sul computer tutti i contenuti legati al profilo/località/hashtag selezionato e te ne mostrerà delle anteprime nella sua finestra principale. Le Storie vengono scaricate in anonimo, quindi chi le ha postate non vedrà il tuo nome tra coloro che le hanno visualizzate.

I contenuti vengono salvati nella cartella Immagini/Qoob Stories del computer, in sotto-cartelle aventi i nomi dei profili ai quali ci si è iscritti: all’interno delle stesse troverai inoltre le cartelle story, con i contenuti delle Storie, e highlights, con i contenuti delle Storie in evidenza.

Se vuoi cambiare la cartella predefinita in cui vengono salvati i contenuti, puoi farlo cliccando sull’icona dell’omino collocata in alto a destra, selezionando la voce Impostazioni dal menu che compare e premendo sul pulsante Sfoglia nella finestra successiva (dove potrai cambiare anche le impostazioni relative all’aggiornamento automatico dei profili e all’uso della modalità sicura).

Finder

Se hai deciso di scaricare anche foto e video dal Feed oltre che le Storie, potrai riconoscere immediatamente queste ultime per la forma delle loro anteprime, rotonda anziché quadrata, e per l’indicatore posto in alto (xx post — xx storia, dove al posto di xx ci saranno i numeri di post e Storie presenti nel profilo selezionato). Per visualizzare tutti i contenuti di un profilo, premi sull’icona (->) presente sulla destra del relativo riquadro.

Cliccando sull’anteprima di un contenuto, puoi visualizzare lo stesso a dimensione intera, mentre cliccando sull’icona ⋮ presente su ciascuna anteprima puoi visualizzare la foto, mostrarla in Esplora File/Finder, visualizzarla su Instagram o condividerla su Facebook e Twitter.

Inoltre, ti segnalo che cliccando sul pulsante ⋮ posto in alto a destra nel riquadro di ciascun profilo, località o hashtag aggiunto a Qoob Stories puoi accedere a un menu mediante il quale visualizzare dettagli, mostrare i contenuti scaricati nell’Esplora File/Finder e mostrare i contenuti originali su Instagram. Sempre il medesimo menu contiene l’opzione Più, tramite la quale copiare un collegamento al profilo selezionato o esportare i suoi post come file CSV/TXT. L’opzione rimuovi, invece, permette di rimuovere il profilo selezionato da Qoob Stories e quindi interrompere il download dei relativi contenuti.

Per interrompere il download dei contenuti di un profilo momentaneamente, senza rimuovere quest’ultimo da Qoob Stories, puoi premere sulla (x) collocata sempre in alto a destra. Le altre icone presenti nel programma permettono invece di fissare un determinato profilo/località/hashtag (la puntina) in alto, cercare tra le iscrizioni (la lente d’ingrandimento) e ordinarle in base a vari criteri (le due frecce).

Qoob Stories

Desideri iscriverti automaticamente a tutti i profili che segui su Instagram? In questo caso, clicca sul menu Modifica di Qoob Stories (in alto) e seleziona le voci Iscriviti a > Account che sto seguendo da quest’ultimo, dando poi conferma della tua scelta.

Nel medesimo menu trovi anche le opzioni per iscriverti soltanto alle Storie degli account che segui, al tuo stesso account (per avere un backup dei tuoi contenuti salvato in locale) o ai post che hai salvato su Instagram.

Qoob Stories

Inoltre, sempre tramite il menu Modifica di Qoob Stories, puoi gestire le tue iscrizioni scegliendo se aggiornare iscrizioni bloccate, aggiornare tutte le iscrizioni, mettere in pausa tutte le iscrizioni o rimuovere tutte le iscrizioni. Comodo, vero?

Per maggiori informazioni

Qoob Stories

A questo punto dovresti le idee abbastanza chiare su come funziona Qoob Stories e sulle tante funzionalità offerte dall’applicazione. In caso di ulteriori dubbi o curiosità, è comunque disponibile il Centro assistenza ufficiale, anche in lingua italiana, che contiene le risposte a tutte le domande più frequenti poste dagli utenti.

Per servirtene, non devi far altro che visitare il link che ti ho appena fornito e selezionare uno degli argomenti presenti nella pagina che si apre. Verrai così rimandato al relativo articolo informativo con tutte le indicazioni del caso.

Articolo realizzato in collaborazione con Qoob.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.