Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come velocizzare qBittorrent

di

Dopo aver fatto qualche ricerca in rete ed una bella chiacchierata con il tuo amico esperto in fatto di informatica e nuove tecnologie, sei giunto alla conclusione che rimpiazzare uTorrent con una qualche soluzione alternativa può essere per te più vantaggioso. Per la precisione, dopo aver fatto tutte le valutazioni del caso e dopo aver letto la mia guida sull’argomento ti sei finalmente deciso ed hai optato per qBittorrent.

Come sicuramente già saprai (ed in caso contrario provvedo subito a metterti al corrente della cosa), si tratta di un ottimo software per scaricare file dalla rete BitTorent che ha dalla sua un gran numero di pregi: è totalmente gratis, di natura open source, multi-piattaforma ed include anche un’utile funzione che permette di cercare i file Torrent senza dover passare per il browser. È altresì molto semplice da usare ed offre quasi tutte le features dei più blasonati programmi adibiti allo scopo. Insomma, mille pregi e praticamente zero difetti.

Già… peccato solo che dopo aver avviato il download di alcuni file tu abbia subito notato un’eccessiva lentezza. Di conseguenza, di sei precipitato sul mio sito alla ricerca di una soluzione ed eccoti qui. Come dici? Le cose stanno esattamente in tal modo e vorresti capire se posso darti una mano a risolvere? Certo che si! Segui le istruzioni contenute in questa mia guida incentrata giust’appunto su come velocizzare qBittorrent ed in men che non si dica scoprirai come porre rimedio a questa fastidiosa situazione. Per saperne di più, continua a leggere, trovi spiegato tutto qui sotto.

Indice

Aprire la porta del router

Come per qualsiasi altro software per il download dei file Torrent, il primo fondamentale passaggio che devi compiere per poter velocizzare qBittorrent è quello di aprire la porta utilizzata dal programma per le connessioni in ingresso.

L’operazione, al di là dei complicati paroloni, è decisamente ben più banale di quel che tu possa pensare. Vediamo dunque come procedere.

Scoprire la porta usata

Come velocizzare qBittorrent

Provvedi in primo luogo a scoprire qual’è la porta usata dal programma. Per fare ciò, avvia qBittorrent e seleziona il menu Strumenti che si trova in alto e poi la voce Opzioni…. Se stai usando un Mac, clicca sulla voce qBittorrent sulla barra dei menu e poi su quella Preferenze.

Una volta visualizzata la finestra delle opzioni del programma, seleziona la voce Connessione dalla barra laterale di sinistra e prendi nota del numero (es. 8999) che trovi indicato in corrispondenza del campo Porta usata per le connessioni in entrata:. Quella è la porta utilizzata da qBittorrent per comunicare con l’esterno!

Configurare la porta

Compiute le operazioni di cui sopra, puoi passare all’azione vera e propria, ovvero puoi aprire la porta del router. Per fare ciò, apri il pannello di amministrazione del tuo router avviando sul computer il browser Web che generalmente usi per navigare in rete (es. Chrome), digitando il relativo indirizzo IP nella barra in alto e schiacciando il tasto Invio sulla tastiera.

Generalmente l’indirizzo IP usato per il router è 192.168.0.1 oppure 192.168.1.1. Qualora nessuna delle due “coordinate” si rivelasse esatta, leggi il mio tutorial su come trovare indirizzo IP router per scoprire subito qual è il vero indirizzo del tuo router.

Una volta entrato nel pannello di gestione del router, dovrebbe esserti chiesto di inserire una combinazione di username e password. Solitamente la combinazione da digitare è admin/admin o admin/password ma ci sono anche delle eccezioni.

Se provando a digitare tali dati ti appare un messaggio di errore, puoi scoprire qual è la combinazione per il login prevista dal tuo router consultando il mio tutorial su come vedere la password di modem e router.

Fatta anche questa, recati nella sezione del router dedicata all’inoltro delle porte e creare una nuova regola per aprire la porta di qBittorrent. Digita quindi il numero della porta usata dal programma nei campi relativi alla porta locale e alla porta esterna, digita l’indirizzo IP del tuo computer nell’apposito campo di testo e clicca sul pulsante Salva/Applica per salvare ed applicare i cambiamenti apportati. In alcuni casi il router potrebbe riavviarsi.

Purtroppo non posso darti indicazioni più specifiche sul da farsi in quanto non conosco la marca esatta del router in tuo possesso e ciascuna azienda utilizza per i propri apparecchi un pannello di gestione strutturato in maniera differente.

Ad ogni modo, la procedura da intavolare è abbastanza semplice. Se però riscontri particolari difficoltà, puoi aiutarti con i seguenti tutorial specifici per brand e per gestore.

Se dopo aver seguito le istruzioni che ti ho appena fornito, la porta utilizzata da qBittorrent dovesse risultare ancora chiusa, ti consiglio di verificare le impostazioni del firewall in uso sul tuo computer che, appunto, potrebbe bloccare le comunicazioni del programma. Per maggiori info, fa’ riferimento al mio post su come disattivare firewall.

Ottimizzare i parametri d’uso

Mettendo in pratica le operazioni di cui sopra hai compiuto i primi passi necessari per poter velocizzare qBittorent. Non è tutto però!

Ora ti tocca mettere mano alle impostazioni del programma andando a regolarne la velocità di download e di upload in base a quella che è la tua velocità di connessione ad Internet. Come si fa? Te lo spiego subito, trovi indicato tutto qui sotto.

Individuare la velocità della connessione

Come velocizzare qBittorrent

Innanzitutto, scopri qual’è la tua velocità di connessione tramite SpeedTest, un famoso sito che, appunto, consente di effettuare lo speed test della velocità di navigazione in rete.

Collegati dunque alla home page del sito in questione, clicca sulla voce IMPOSTAZIONI collocata in alto a destra e imposta l’opzione Kbps in corrispondenza della voce Velocità. Clicca quindi sul pulsante VAI che sta in alto al centro ed attendi che il test venga avviato e portato a termine.

Una volta conosciuti i reali valori della tua connessione ad Internet, per poter aumentare la velocità con cui qBittorrent scarica i file devi scoprire quali sono i parametri da impostare nel programma per consentire a quest’ultimo di scaricare con la massima rapidità. Per compiere questa operazione, ti consiglio di affidarti ad Azureus Calculator, un servizio online che permette di calcolare in maniera esatta i parametri per la connessione da usare nei client Torrent.

Collegati quindi alla pagina principale del sito e digita nel campo di testo collocato accanto alla voce kiloByte/second il valore di upload che hai ottenuto tramite il test eseguito poc’anzi con SpeedTest.

Vedrai i valori elencati sotto le diciture Recommanded for Tools -> Options -> Transfer e Recommanded for Tools -> Options -> Queue cambiare automaticamente in base alla cifra digitata. Quelli sono i valori che devi inserire in qBittorrent per massimizzare le performance del programma.

Regolare le impostazioni del client

Come velocizzare qBittorrent

Adesso devi impostare in qBitorrent i valori ottenuti in precedenza con Azureus Calculator. Quindi, recati nel menu Strumenti > Opzioni… del programma (se stai usando Windows) oppure in quello qBittorrent > Preferenze (se stai usando un Mac). Dopodiché seleziona la voce Velocità che sta a sinistra.

Adesso, compila il campo Invio: presente in corrispondenza della dicitura Limiti di velocità alternativi  Invio: andando a digitare il valore kB/s max upload speed di Azureus Calculator.

Deseleziona poi la casella che trovi accanto alla voce Scaricamento: in corrispondenza della dicitura Limiti di velocità alternativi e premi sul bottone Applica a fondo schermo, per applicare le modifiche apportate.

Clicca ora sulla voce Connessione che trovi sempre a sinistra e compila i campi visualizzati attenendoti all’ulteriore schema che trovi qui di seguito:

  • Limiti connessioni  Numero massimo globale di connessione: -> valore Maximum number of connections globally di Azureus Calculator.
  • Limiti connessioni  Numero massimo di connessioni per torrent: -> valore Maximum number of connections per torrent di Azureus Calculator.

Anche in tal caso, provvedi poi a fare clic sul pulsante Applica, per fare in modo che le modifiche che hai apportato vengano effettivamente applicate.

Per concludere, clicca sulla voce BitTorrent che sta sempre nella parte sinistra della finestra delle opzioni del programma e compila i campi su schermo seguendo quest’altro schema:

  • Accodamento torrent – Numero massimo di scaricamenti attivi: -> valore Max simultaneous downloads di Azureus Calculator.
  • Accodamento torrent – Numero massimo di torrent attivi: -> valore Max active torrents di Azureus Calculator.

Applica i cambiamenti apportati cliccando ancora una volta su Applica poi e premi su OK, per chiudere la finestra relativa alle impostazioni del programma. Se la modifiche per velocizzare qBittorret sono state effettuate in maniera corretta, nel giro di breve tempo dovresti riuscire ad ottenere risultati auspicati e dunque a scaricare i tuoi file in un battibaleno.

Aggirare i filtri dei provider

Come velocizzare qBittorrent

Tieni poi ben presente il fatto che alcuni provider applicano dei filtri sul traffico Torrent i quali impediscono di scaricare alla massima velocità anche se il router e il client usato per il download sono configurati in maniera corretta. In questi casi, è possibile “aggirare l’ostacolo” andando ad abilitare la cifratura del protocollo, la quale, appunto bypassa le restrizioni dei provider e dunque permette sfruttare al massimo la velocità della connessione.

Per attivare la funzionalità in questione, recati sempre nel menu Strumenti > Opzioni… del programma (se stai usando Windows) oppure in quello qBittorrent > Preferenze (se stai usando un Mac). Successivamente seleziona la voce BitTorrent a sinistra.

Individua ora la dicitura Modalità di cifratura: che trovi in corrispondenza della sezione Privacy e seleziona l’opzione Esigi cifratura dal relativo menu a tendina. Infine, applica e conferma le modifiche apportate cliccando sui pulsanti Applica e OK posti in basso. Et voilà!

Cercare i file con più fonti

Come velocizzare qBittorrent

Altra operazione fondamentale per poter velocizzare qBittorrent, o meglio il download dei file di tuo interesse tramite il client, consiste nel cercare e scaricare i Torrent con più fonti (seed e peer).

Per trovarli, puoi avvalerti dell’apposito motore di ricerca interno. Per usarlo, recati nel menu Visualizza che sta in alto e seleziona l’opzione Motore di ricerca da quest’ultimo. Se stai usando un PC Windows, accetta anche l’installazione di Python, un componente necessario per la fruizione della suddetta funzionalità.

Recati poi nella scheda Ricerca comparsa nella parte in alto di qBittorrent e pigia prima sul pulsante Estensioni di ricerca… e poi su Controlla aggiornamenti, per aggiornare tutti i plugin di ricerca.

Digita dunque nel campo di ricerca apposito il nome del file che vuoi trovare sulla rete BitTorrent, clicca su Cerca e attendi qualche secondo.

Ordina poi i risultati di ricerca per Distributori cliccando sulla scheda apposita, in modo tale da visualizzare prima i file Torrent con più fonti e dunque che puoi scaricare con maggiore rapidità rispetto ad altri. Dopodiché fai doppio clic sul Torrent di tuo interesse per avviarne il download.

Se poi non vuoi utilizzare il motore di ricerca interno o comunque se sfruttandolo non riesci a reperire ciò che effettivamente cerchi, puoi affidarti ad uno dei tanti siti Internet appositi. Per scoprire quali sono i migliori e come usarli, leggi il mio post dedicato proprio ai migliori siti Torrent.

Principali alternative

Come scaricare file Torrent

Per concludere in bella, come si suol dire, desidero segnalarti alcune soluzioni alternative che puoi prendere in considerazione qualora il funzionamento di qBittorent alla fine non dovesse soddisfarti.

Escludendo uTorrent (che è praticamente il client per la gestione dei file Torrent più diffuso e che presumo tu abbia già provato prima di approdare a qBittorent), trovi dunque indicati qui di seguito quelli che ritengo essere i migliori programmi appartenenti alla categoria in questione.

  • BitTorrent – Si tratta del client ufficiale per scaricare file dalla rete Torrent. E gratis (ma eventualmente disponibile anche in una variante a pagamento con funzioni extra), disponibile per Windows, Mac e Linux ed ha funzioni ed interfaccia abbastanza simili ad uTorrent.
  • Transmission – Disponibile per Windows, Mac e Linux, si tratta di un client Torrent gratuito, leggerissimo e semplicissimo da usare, il quale non include alcun contenuto pubblicitario. Ha un’interfaccia utente piuttosto pulita ed offre svariate opzioni per personalizzare e gestire i download.
  • Deluge – Essenziale e leggero, questo client Torrent alternativo è in grado di assolvere allo scopo a cui è preposto in maniera impeccabile senza però gravare eccessivamente sulle prestazioni del computer. Supporta il controllo da remoto ed i Torrent privati. È gratis ed è disponibile per Windows, Mac e Linux.

Per maggiori dettagli riguardo i software di cui sopra e per scoprire degli altri, puoi fare riferimento alla mia guida dedicata proprio ai programmi per BitTorrent.