Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

File Torrent

di

È da un po’ di tempo che i tuoi amici ti consigliano di scaricare da Internet usando i file Torrent ma non hai capito bene di cosa si tratta? Nulla di complicato, te l’assicuro. I file con estensione “.torrent” sono dei documenti di pochi KB che consentono ad applicazioni come uTorrent, qBitTorrent e Transmission (i cosiddetti client BitTorrent) di scaricare e condividere file sulla rete BitTorrent. Non sai di cosa si tratta? Strano.

La rete BitTorrent è uno dei sistemi peer-to-peer più usati al mondo e i file “.torrent”, per dirla in parole povere, sono dei collegamenti che indirizzano i client BitTorrent verso i file che l’utente desidera scaricare sul proprio computer. Non sono indispensabili, difatti esistono anche dei link speciali denominati magnet link che, se cliccati, permettono di scaricare dati dalla rete BitTorrent senza usare alcun file come intermediario, ma di questo parleremo fra un po’.

Adesso cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sui client Torrent, il loro funzionamento e il ruolo che svolgono file “.torrent” e magnet link all’interno della rete BitTorrent. Ti assicuro che è un argomento meno complesso di quel che sembra, almeno se il tuo scopo è solo quello di impostare correttamente un software e cominciare a scaricare file dalla rete BitTorrent. Buona lettura e buon divertimento!

Dove trovare file Torrent

Cominciamo vedendo come cercare i file Torrent, e più in particolare come trovare quelli che consentono di effettuare download più veloci. Come forse avrai già intuito, quello di cui hai bisogno è un motore di ricerca in grado di “scovare” i file ospitati su tutti i principali siti Torrent e fornire informazioni dettagliate circa il numero di fonti che li condividono online. Eccone alcuni che ritengo fra i migliori attualmente in circolazione.

Torrent Project

File Torrent

Uno dei primi motori di ricerca per i file Torrent che ti consiglio di provare è Torrent Project, il quale è completamente gratuito ed estremamente facile da utilizzare. Basta collegarsi alla sua pagina iniziale e digitare nella barra di ricerca posizionata al centro dello schermo il nome del file che si desidera trovare sulla rete BitTorrent. Non importa il tipo di contenuto: è possibile trovare film, album musicali, giochi, applicazioni e molto altro ancora.

I risultati della ricerca vengono ordinati automaticamente in base al grado di affidabilità, ma se vuoi un consiglio tu ordinali in base al numero di seeders (ossia di fonti complete) cliccando sull’apposita icona collocata nella barra laterale di sinistra. Difatti, maggiore è il numero di persone che condivide un file sulla rete Torrent e maggiore è la velocità con cui quest’ultimo viene scaricato sul computer.

Una volta individuato il file Torrent da scaricare, clicca dunque sul suo nome e scegli se scaricare il file torrent (cliccando sulla voce Download Torrent from torrentproject.se) o se usare il magnet link (cliccando sulla voce Download Torrent with Magnet Link) e far partire automaticamente il download del file all’interno del tuo client predefinito senza passare per il documento di pochi KB usato solitamente come “link”.

Zooqle

File Torrent

Un altro motore di ricerca per i file Torrent che ti consiglio di aggiungere ai preferiti è Zooqle, che in home page ha una lista solo dei file più popolari nell’ambito dei film e delle serie TV ma può essere usato per cercare qualsiasi tipo di file sulla rete BitTorrent.

Per utilizzarlo, collegati alla sua pagina iniziale, digita il nome del file che intendi trovare nel campo che si trova in alto a sinistra e pigia sull’icona della lente d’ingrandimento. Dopodiché disponi i risultati della ricerca in base al numero di fonti disponibili (cliccando per due volte sull’icona della freccia che si trova sopra le barre colorate di verde e giallo) e individua il file da scaricare.

In conclusione, seleziona il file di tuo interesse e scegli se scaricarlo tramite file TorrentMagnet Link cliccando su una delle apposite voci presenti nella barra laterale di destra.

Torrentz2

File Torrent

Torrentz2 è un motore di ricerca che fa della semplicità e dell’immediatezza le sue armi più importanti. La sua home page è completamente priva di fronzoli: ci sono solo la barra di ricerca attraverso cui cercare i file sulla rete BitTorrent e le schede (in alto a destra) per navigare tra i file aggiunti più di recente al sito.

Per utilizzare Torrentz, effettua la tua ricerca sul sito, ordina i risultati in base al numero di peers (cioè di fonti disponibili) e clicca sul nome del file che intendi scaricare. Dopodiché scegli uno dei siti che ti vengono “consigliati” da Torrentz e procedi al download del file cliccando sul pulsante del magnet link o del file Torrent.

Altri siti Torrent

Quelli che ti ho appena segnalati non sono gli unici motori di ricerca per i file Torrent. Ci sono tantissimi altri siti, alcuni con dei database propri, altri che fanno da “ponte” verso i database di altri siti, che permettono di trovare film, musica, giochi e tantissimi altri contenuti sulla rete BitTorrent. Se vuoi scoprire quali sono i migliori, consulta il mio post sui siti Torrent.

Nel post che ti ho appena segnalato, ti ho parlato anche di Bit Che, un programma gratuito per Windows che permette di cercare i file Torrent su vari siti senza aprire il browser. È molto comodo, provalo e sono sicuro che non te ne pentirai.

File Torrent

Programmi per scaricare file Torrent

Non hai ancora installato un client per scaricare file Torrent sul tuo PC? Nessun problema. Adesso te ne consiglio alcuni che ritengo fra i migliori della categoria e che possono essere utilizzati su tutti i principali sistemi operativi per computer: Windows, macOS e Linux.

uTorrent (Windows/Mac/Linux)

File Torrent

Qualora non ne avessi mai sentito parlare, uTorrent è uno dei software per scaricare file dalla rete BitTorrent più famosi al mondo. È disponibile sia per Windows che per macOS e Linux e include un’utilissima funzione che ottimizza automaticamente le impostazioni del software in base alla reale velocità della connessione. In questo modo i download vanno sempre veloci – entro i limiti del possibile – e non si satura la banda in upload.

L’unico grosso difetto di uTorrent è che include molti banner pubblicitari e talvolta propone dei contenuti promozionali anche in sede di installazione. Per rimuovere questi fastidi si potrebbe acquistare la versione a pagamento del software (25,23€) ma in fin dei conti i contenuti promozionali si possono bypassare facilmente e con i banner pubblicitari ci si può convivere.

Per scaricare uTorrent sul tuo computer e clicca sul pulsante Scarica uTorrent Per Windows (per due volte consecutive) oppure sul pulsante Scarica Gratis Per Mac a seconda del sistema operativo che utilizzi. A download completato, se stai utilizzando un PC Windows, apri il pacchetto d’installazione di uTorrent (utorrent.exe) e, nella finestra che si apre, clicca prima sul pulsante OK e poi su Avanti due volte consecutive. Accetta quindi le condizioni di utilizzo del software, facendo click sul pulsante Accetto, vai ancora avanti e clicca su Fine per concludere il setup. Se ti vengono proposti dei contenuti promozionali, togli la spunta dalla voce Yes, I’d love to check out this download.

File Torrent

Se stai utilizzando un Mac, per installare uTorrent devi aprire il pacchetto dmg che hai scaricato dal sito Internet del programma e devi avviare l’eseguibile uTorrent presente al suo interno. Nella finestra che si apre, clicca prima sul pulsante Apri e poi su Continue. Rifiuta quindi il download di contenuti promozionali pigiando sul pulsante Decline e attendi che il processo d’installazione del software venga portato a termine.

File Torrent

Al termine dell’installazione, se non hai modificato le impostazioni predefinite del programma, uTorrent verrà impostato automaticamente come client BitTorrent predefinito sul tuo computer. Questo significa che se farai doppio click su un file in formato .torrent o selezionerai un magnet link nel browser, questo verrà importato automaticamente in uTorrent che provvederà a processarlo e quindi avvierà il download dei file dalla rete BitTorrent.

Dopo aver installato uTorrent, accedi al menu Opzioni > Configurazione guidata di quest’ultimo ed effettua il test della linea per ottimizzare automaticamente i parametri di download e di upload del programma. Prima di compiere quest’operazione assicurati di aprire le porte nel router come spiegato nella parte finale di questo tutorial.

Se ti servono maggiori dettagli sul test della connessione di uTorrent (che è disponibile solo su Windows) e/o vuoi informazioni più dettagliate sul funzionamento del programma, consulta la guida ad uTorrent che ho pubblicato precedentemente sul blog. Se usi un Mac, da’ un’occhiata anche al mio tutorial su come velocizzare uTorrent Mac in cui ti ho spiegato come velocizzare uTorrent al massimo su macOS.

Transmission (Mac/Linux)

Scaricare file Torrent

uTorrent è disponibile anche per Mac, ma se utilizzi un computer di casa Apple ti consiglio di optare per Transmission e di impostarlo come client predefinito per scaricare i file Torrent. Anche in questo caso, stiamo parlando di un’applicazione gratuita ed estremamente facile da usare che garantisce il massimo delle prestazioni nei download.

Per scaricarla sul tuo Mac, collegati al suo sito Internet ufficiale e clicca prima sul link Download now e poi sulla voce Transmission-x.xx.dmg situata accanto al logo di macOS. A download completato apri il pacchetto dmg appena scaricato e trascina l’icona di Transmission nella cartella delle Applicazioni.

Successivamente, fai click destro sull’icona del software e seleziona la voce Apri dal menu che compare per avviarlo. Così come uTorrent, anche Transmission diventa automaticamente il client predefinito con cui vengono aperti i file di tipo Torrent e vengono processati i magnet link.

qBitTorrent (Windows/Mac/Linux)

File Torrent

Qualora uTorrent e/o Transmission non incontrassero i tuoi gusti, prova qBitTorrent. Si tratta di un ottimo client BitTorrent gratuito e open source che è molto facile da usare ed è privo di contenuti pubblicitari. È compatibile non solo con Windows, ma anche con macOS e Linux e include una funzione di ricerca per i file Torrent che permette di trovare i file sulla rete BitTorrent senza aprire il browser.

Per scaricare qBitTorrent sul tuo PC, collegati al suo sito Internet ufficiale e clicca sulla voce qBittorrent vxx 32-bit and 64-bit installers and PGP signature collocata accanto alla bandierina di Windows, oppure sulla voce qBittorrent vxx (DMG and PGP signature) collocata accanto al logo di macOS, a seconda del sistema operativo che stai utilizzando. Dopodiché per avviare effettivamente il download del programma, clicca sul link Download qBittorrent Windows oppure sul link Download qBittorrent Mac OS X presente nella pagina che si apre.

A scaricamento completato, se utilizzi un PC Windows, apri il pacchetto d’installazione di qBitTorrent (qbittorrent_xx_setup.exe) e clicca prima su  e poi su OKAvanti. Metti quindi il segno di spunta accanto alla voce Accetto le condizioni della licenza e concludi il setup cliccando prima su Avanti per due volte consecutive e poi su Installa e Fine.

File Torrent

Se utilizzi un Mac, al termine del download, apri il pacchetto dmg che contiene qBitTorrent e copia l’icona del programma nella cartella Applicazioni di macOS. Dopodiché fai click destro sulla medesima icona e seleziona la voce Apri dal menu che compare. Questo procedimento è necessario solo al primo avvio, poiché qBitTorrent non proviene da uno sviluppatore certificato e quindi senza tale accorgimento macOS ne vieterebbe l’esecuzione.

File Torrent

A questo punto, qBitTorrent dovrebbe essere diventato il tuo client BitTorrent predefinito e dovrebbe essere pronto ad accogliere sia i file .torrent che i magnet link. Se vuoi sfruttare la funzionalità di ricerca inclusa nel programma, seleziona la voce Motore di ricerca dal menu Visualizza e accetta l’installazione di Python, un componente gratuito indispensabile per il funzionamento del motore di ricerca sotto Windows (su macOS non è necessaria l’installazione di alcun componente aggiuntivo).

Flud (Android)

File Torrent

Chi l’ha detto che per scaricare file dalla rete BitTorrent bisogna utilizzare per forza un PC?! Se hai uno smartphone o un tablet equipaggiato con il sistema operativo Android, puoi installare la app gratuita Flud e scaricare qualsiasi file dalla rete BitTorrent direttamente sul tuo dispositivo portatile.

Il funzionamento di Flud è molto simile a quello di uTorrent (disponibile anch’esso in versione Android), qBitTorrent e altri client per computer. Dopo aver selezionato un file .torrent o un magnet link nel browser, non devi far altro che selezionare Flud dalla lista delle applicazioni che compare sullo schermo e confermare l’avvio del download.

Come scaricare file Torrent (e magnet link)

Ora sei pronto a scaricare qualsiasi file presente sulla rete BitTorrent. In che modo? Semplicemente facendo doppio click su un file .torrent oppure selezionando un magnet link nel browser. Una volta compiute una di queste due operazioni, il client BitTorrent che hai installato sul PC si avvierà automaticamente e, probabilmente, ti chiederà in quale cartella desideri salvare i file che stanno per essere aggiunti alla coda di download.

File Torrent

Una volta scelta la cartella del download, il client BitTorrent analizzerà il file .torrent o il magnet link che gli hai dato “in pasto” ed entro qualche secondo comincerà a scaricare i dati dalla rete BitTorrent.

In termini di prestazioni e/o di privacy, non ci sono grosse differenze fra l’utilizzo dei file “.torrent” e dei magnet link. Questi ultimi ci impiegano qualche secondo in più per “carburare” ma non necessitano di un server d’appoggio per ottenere le coordinate del download, quindi potenzialmente sono più longevi, ma si tratta di dettagli. Scegli semplicemente la soluzione che ti sembra più comoda per le tue esigenze.

ATTENZIONE: scaricare contenuti protetti da copyright in maniera abusiva può essere considerato un reato. Non è assolutamente mia intenzione incentivare la pirateria e, pertanto, non mi assumo responsabilità circa l’uso che potrebbe essere fatto delle informazioni presenti in questo post (che è da intendersi come a puro scopo illustrativo).

Non dimenticare di aprire le porte nel router!

Per consentire al tuo client BitTorrent di accogliere le connessioni in entrata e scaricare alla massima velocità possibile, devi recarti nel pannello delle impostazioni del tuo router e devi aprire le porte, cioè i canali di comunicazione che uTorrent, qBitTorrent e simili utilizzano per comunicare con l’esterno.

Per compiere quest’operazione, apri il browser che utilizzi solitamente per navigare in Internet (es. Chrome) e collegati all’indirizzo del tuo router, che dovrebbe essere 192.168.1.1 oppure 192.168.0.1. Ti verrà chiesto di digitare una combinazione di username e password per accedere al pannello di configurazione del dispositivo: se non hai impostato una combinazione personalizzata, prova con admin/admin oppure con admin/password.

File Torrent

A questo punto, individua la funzione del router relativa all’inoltro porte o ai virtual server, avvia la creazione di una nuova regola oppure un nuovo virtual server e compila il modulo che ti viene proposto nel seguente modo.

  • Porta pubblica/Porta locale – inserisci il numero della porta usata dal tuo client BitTorrent. Puoi scoprire qual è la porta utilizzata dal tuo client BitTorrent recandoti nelle sue impostazioni e selezionando la voce relativa alla connessione.
  • IP di destinazione/Indirizzo IP server – inserisci l’indirizzo IP locale del tuo PC. Se non sai come visualizzare l’indirizzo IP del PC leggi il tutorial che ho dedicato all’argomento.
  • Nome – qui puoi digitare un nome di tua preferenza (es. uTorrent o qBitTorrent).

Clicca quindi sul pulsante per salvare le impostazioni e il gioco è fatto. Se qualche passaggio non ti è chiaro e/o non sei riuscito a individuare la sezione del tuo router dedicata all’inoltro porte, consulta i miei tutorial dedicati alle varie marche di router (ognuna delle quali presenta un menu di configurazione strutturato in maniera diversa).