Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come impostare uTorrent

di

Dopo aver letto il mio articolo su come scaricare uTorrent e dopo averci pensato su per qualche giorno finalmente ti sei deciso ed hai scelto di usare il noto software per scaricare file dalla rete Torrent come client principale. Tuttavia se ora sei qui e stai leggendo queste righe mi pare evidente il fatto che non sei soddisfatto pienamente dalle prestazioni di uTorrent e vorresti quindi ricevere qualche “dritta” su come impostarlo al meglio per velocizzare i download. Mi sbaglio? No, appunto. Beh, allora lasciatelo dire: sei capitato nel posto giusto, al momento giusto!

Ho infatti deciso di raccogliere per te alcuni suggerimenti – spero utili – su come impostare uTorrent in modo ottimale, grazie ai quali potrai configurare il software nella maniera più adatta alla tua connessione Internet. Seguendoli dovresti dunque riuscire a velocizzare un po’ i tuoi download evitando di saturare la banda a disposizione della navigazione online. Ti assicuro che è molto più semplice di quello che immagini.

Allora? Si può sapere che cosa ci fai ancora li impalato? Prenditi qualche minuto di tempo libero tutto per te, posizionati ben comodo dinanzi il tuo fido computer ed inizia immediatamente a concentrarti sulla lettura di questo articolo. Sono sicuro che alla fine potrai dirti ben felice e soddisfatto di quanto appreso e che addirittura in caso di necessità sarai pronto a fornire utili consigli a tutti i tuoi amici bisognosi di ricevere dritte analoghe. Che ne dici, scommettiamo?

Indice

Aprire la porte di uTorrent nel modem/router

Se vuoi imparare come impostare uTorrent, il primo passo che devi compiere è quello di configurare il software per fare in modo che funzioni in perfetta sinergia con il modem/router in tuo possesso. Più precisamente quello che devi fare è aprire le porte di uTorrent nel modem/router. Per scoprire come fare, attieniti alle seguenti indicazioni a seconda se quello in tuo possesso è un PC Windows oppure un Mac.

  • Se stai usando uTorrent su Windows, avvia il software, recati nelle impostazioni dello stesso selezionando l’apposita voce che si trova nel menu Opzioni, seleziona la voce Connessione dalla barra laterale di sinistra e prendi nota del valore che si trova accanto alla voce Porta usata per le connessioni in entrata nella finestra che a questo punto andrà ad aprirsi.
  • Se stai usando uTorrent su Mac, avvia il programma, recati nel menu uTorrent in alto a sinistra, fai clic su Preferenze…, seleziona la scheda Network e prendi nota del valore che trovi indicato accanto alla voce Porta TCP in ingresso.

Adesso quello che devi fare è entrare nel pannello di configurazione del tuo modem/router al fine, appunto, di aprire la porta di cui precedentemente hai preso nota e fare in modo che uTorrent possa servirsene senza problemi. Per accedere al pannello di controllo del tuo modem/router, apri il browser che generalmente utilizzi per navigare in rete (es. Chrome) e collegati all’indirizzo 192.168.1.1 oppure 192.168.0.1. Se nessuno dei due indirizzi funziona, ti suggerisco di leggere il mio post su come trovare indirizzo IP router per caricare di trovare subito una soluzione.

A questo punto, dovresti ritrovarti al cospetto della pagina per effettuare il login al pannello di controllo del modem/router. Digita quindi la combinazione di username e password richiesta che se non l’hai modificata dovrebbe essere admin/admin o admin/password. Qualora le combinazioni di nome utente e password per accedere al pannello di gestione del modem/router che ti ho appena fornito dovessero rivelarsi inesatte, puoi scoprire subito quella giusta dando uno sguardo al manuale utente del dispositivo oppure leggendo la mia guida su come vedere la password di modem e router.

In seguito, cerca la funzione relativa all’inoltro delle porte o ai virtual server e crea una nuova regola (oppure un nuovo virtual server) utilizzando i dati che trovi riportati qui di seguito.

  • Porta iniziale e Porta finale (oppure Porta interna e Porta esterna) – In corrispondenza di questi campi devi inserire il numero della porta usata da uTorrent per accogliere le connessioni in entrata.
  • IP destinazione (o Indirizzo IP server) – In corrispondenza di questi campi devi inserire l’indirizzo IP locale del computer sul quale intendi utilizzare uTorrent. Se non sai qual è l’indirizzo IP locale del tuo PC, leggi il mio tutorial su come visualizzare l’indirizzo IP del PC per scoprirlo subito.
  • Tipo porta (o Protocollo) – In corrispondenza di questo campo devi impostare il valore “TCP”.
  • Nome – In corrispondenza di questo campo devi assegnare un nome di tua preferenza alla regola che stai creando nel modem/router (es. uTorrent).

Purtroppo non posso essere più preciso sul da farsi poiché ogni marca e modello di modem/router ha un pannello di gestione strutturato in maniera diversa e personalmente non sono a conoscenza del nome esatto dell’apparecchio in tuo possesso. Ad ogni modo, se ritieni di aver bisogno di esempi più pratici riguardo le operazioni da compiere per ciascuna marca di modem/router, puoi consultare le mie guide tematiche che trovi indicate qui sotto.

Impostare uTorrent su Windows

Ora che hai finalmente provveduto ad aprire la porta del programma nel modem/router, puoi passare al secondo step per impostare uTorrent: aprire il programma e regolarne i settaggi in base alla velocità della tua connessione ad Internet. Come si fa? Te lo spiego subito!

Nel caso specifico di Windows, uTorrent include una funzione di configurazione automatica che va ad analizzare la velocità della connessione della rete a cui il computer risulta essere collegato, verifica l’apertura delle porte nel modem/router e regola tutti i parametri relativi a download e upload in base ai risultati ottenuti.

Per potertene servire, provvedi innanzitutto ad avviare il software sul tuo computer dopodiché seleziona la voce Configurazione guidata dal menu Opzioni, accertati che ci sia il segno di spunta accanto al menu a tendina Banda presente nella finestra che si apre e seleziona il nome di una località vicina (es. Milan, IT) da quest’ultimo.

Adesso, verifica che ci sia il segno di spunta anche in corrispondenza della voce Rete, clicca sul bottone Inizia i test ed aspetta qualche istante affinché compaiano i risultati del test. In seguito, uTorrent ti mostrerà la reale velocità della tua connessione Internet e ti dirà se la porta usata per le connessioni in entrata è aperta o meno. Se tuto è andato per il verso giusto, e quindi se in corrispondenza delle voci Banda e Rete compaiono due segni di spunta verdi, pigia sul pulsante Salva & Chiudi e uTorrent regolerà automaticamente i parametri relativi alla velocità di upload e al numero di connessioni contemporanee in base alla reale velocità della connessione Internet.

In caso di esito negativo, vale a dire se al posto dei segni di spunta verdi vedi apparire delle x rosse o dei segni di spunta gialli, controlla di aver configurato in maniera corretta il tuo modem/router ripetendo i passaggi visti insieme in precedenza ed accertati del fatto che nessun firewall impedisca al programma di funzionare in maniera corretto.

Per fare ciò, vai nel Pannello di controllo e clicca prima sull’icona Sistema e sicurezza e poi sulla voce Consenti programma con Windows Firewall o Consenti app con Windows Firewall (la dicitura può variate in base alla versione di Windows in uso). Se non riesci a trovare questa opzione, cerca Windows Firewall in Start o nel Pannello di controllo. Clicca quindi sul pulsante Modifica impostazioni e barra le due caselline collocate accanto al nome di uTorrent.

Se il programma non è in elenco, selezionalo manualmente dalla lista dei software installati sul PC facendo clic sul pulsante Consenti un altro programma… o Consenti un’altra app… (anche in questo caso la dicitura può essere diversa in base all’edizione di Windows utilizzata).

Per velocizzare la risoluzione dell’eventuale problematica riscontrata, puoi anche provare a cercare su Google il messaggio di errore restituito da uTorrent in seguito al test. Consultando i vari risultati della ricerca dovresti riuscire a trovare una spiegazione dell’errore e dei consigli per riuscire a far fronte alla cosa.

Tieni comunque conto del fatto che nella maggior parte dei casi la regolazione automatica dei parametri del software permette di impostare uTorrent in maniera corretta e non richiede ulteriori interventi da parte dell’utente. Talvolta, però, può accadere che il setup non porti ai risultati sperati. Se questo è il tuo caso, puoi procedere andando a regolare manualmente i settaggi del programma attenendoti ai seguenti suggerimenti.

  1. Verifica in primis la reale velocità della tua connessione ad Internet utilizzando lo speed test di Ookla. Prima di avviare lo speed test, accertati che non ci sia nessun download in corso (ed in caso contrario interrompi tutto) dopodiché fai clic sul pulsante IMPOSTAZIONI che si trova in alto a destra e imposta il valore Misurazione velocità su kilobytes;
  2. Recati poi nel menu Opzioni di uTorrent, clicca su Impostazioni e poi su Banda e regola i parametri del programma in questo modo:
    • La velocità massima di download deve essere impostata su un valore pari al 90% della velocità di download emersa dallo speed test per evitare blocchi della navigazione Internet durante il download dei Torrent.
    • La velocità massima di upload deve essere impostata su un valore pari all’80% della velocità di upload emersa dallo speed test per evitare blocchi della navigazione Internet durante il download dei Torrent).
    • Il numero massimo di download e Torrent attivi andrebbe lasciato su un valore di massimo di 4-5.
    • Il numero massimo di peer connessi per torrent va calcolato moltiplicando 1,4* la velocità massima dell’upload (es. 1,4*100 se hai impostato 100 kilobytes nel campo relativo alla velocità massima di upload).
    • Il numero massimo di connessioni globali dovrebbe essere pari a 400 per le connessioni fino a 10 Mega e 800 per quelle da 20 Mega in su.

Impostare uTorrent su Mac

Come impostare uTorrent

Sulla versione Mac di uTorrent la procedura di ottimizzazione guidata non è disponibile. Se vuoi configurare in maniera ottimale i parametri del software devi agire manualmente.

Per fare ciò, accertati innanzitutto che sulla tua rete non ci sia nessun download in corso (ed in caso contrario interrompili) dopodiché collegati al sito Internet di SpeedTest utilizzando il link che ti ho fornito qualche riga più su, pigia sul bottone IMPOSTAZIONI che si trova in alto a destra, imposta il valore Misurazione velocità su kilobytes e clicca sul bottone SALVA. Successiva avvia la misurazione della velocità della connessione ad Internet facendo clic prima sul pulsante Esegui un test di velocità collocato in alto a destra e poi su INIZIA TEST.

A test ultimato, collegati al sito Web di Azureus Calculator, un servizio online che permette di calcolare esattamente i parametri da usare nei client Torrent in base alla velocità effettiva della connessione Internet, e compila il modulo con i dati della tua connessione ricavati digitando nel campo di testo collocato accanto alla voce kiloByte/second il valore di upload ottenuto nel test di SpeedTest.

Adesso devi riportare i valori generati da Azureus Calculator nelle impostazioni di uTorrent sul tuo Mac. Apri quindi il pannello di configurazione del programma facendo clic prima sulla voce uTorrent annessa alla barra dei menu e poi su quella Preferenze… dopodiché seleziona la scheda Banda e se presente togli il segno di spunta dalla voce Gestisci automaticamente la banda. In seguito, compila i campi del modulo sottostate come riportato qui di seguito avendo cura di spuntare le sezioni da compilare per inserire i relativi valori.

  • Upload:  Limita manualmente a: -> valore kB/s max upload speed di Azureus Calculator.
  • Download:  Limita manualmente a: -> valore kB/s max download speed di Azureus Calculator.

Adesso spostati nella scheda BitTorrent e compila questi altri campi:

  • Connessioni:  Limite globale:-> valore Maximum number of connections globally di Azureus Calculator.
  • Connessioni:  Limite per torrent: -> valore Maximum number of connections per torrent di Azureus Calculator.
  • Code: – Attiva limiti trasferimento -> valore Max active torrents di Azureus Calculator.
  • Code: – Attiva limiti download -> valore Max simultaneous downloads di Azureus Calculator.

Per confermare ed applicare le modifiche, chiudi la finestra delle impostazioni di uTorrent e prova a scaricare qualche file. Se la modifica delle impostazioni del programma è stata effettuata correttamente, nel giro di breve tempo dovresti riuscire ad ottenere i tuoi file.

In caso contrario, verifica innanzitutto che nessun firewall impedisca ad uTorrent di funzionare a dovere. Per fare ciò, recati nella sezione Preferenze di sistema di macOS/OS X, clicca sull’icona di Sicurezza e Privacy nella finestra visualizzata sulla Scrivania, clic sulla scheda Firewall ed accertati che il lucchetto in basso a sinistra risulti aperto e che quindi sia possibile apportare modifiche al firewall. In caso contrario, cliccaci sopra e digita la password relativa al tuo account sul Mac dopodiché premi su Sblocca.

Successivamente fai clic sul bottone Opzioni firewall…, individua la voce uTorrent nel riquadro al centro ed assicurati che in sua corrispondenza sia presente un pallino verde e la dicitura Consenti connessioni in entrata. Se invece è presente un rosso e la scritta Blocca connessioni in entrata, cliccaci sopra e scegli l’altra opzione disponibile annessa al menu che ti viene mostrato e poi premi su OK. Verifica inoltre che in corrispondenza della voce Impedisci tutte le connessioni in entrata presente in alto non ci sia alcun segno di spunta (ed in caso contrario toglilo tu).

Se invece uTorrent non è proprio presente tra i programmi consentiti dal firewall, clicca sul pulsante + (simbolo più), recati nella cartella Applicazioni del tuo Mac, seleziona l’icona del programma e poi pigia sul bottone Aggiungi. Clicca poi sul pulsante OK per confermare ed applicare le modifiche apportate.

Accertati anche che la porta utilizzata dal programma per le connessioni in ingresso risulti effettivamente aperta recandoti nella scheda Network delle impostazioni di uTorrent e sincerandoti che in corrispondenza della voce Porta TCP in ingresso: sia presente un pallino verde. Se invece il pallino è di colore giallo o rosso, recanti nuovamente nel pannello di amministrazione del modem/router ed effettua da capo la procedura che ti ho indicando nelle righe precedenti per aprire la porta.

Altre dritte utili

Come impostare uTorrent

Tieni poi presente il fatto che alcuni provider impongono dei filtri sul traffico Torrent che impediscono di scaricare alla massima velocità anche se il modem/router e il client usato per il download sono configurati in maniera corretta. Al verificarsi di una situazione di questo tipo, è possibile aumentare impostare uTorrent andando ad attivare una funzione denominata Cifratura del protocollo che consente di bypassare le restrizioni in oggetto imposte dei gestori telefonici.

Per attivare la cifratura del protocollo, devi recarti nel menu Opzioni di uTorrent, fare clic sulla voce Impostazioni, selezionare la dicitura BitTorrent dalla barra laterale di sinistra e scegliere l’opzione abilitata dal menu a tendina In uscita. Clicca poi sul bottone OK per salvare i cambiamenti apportati.

Su Mac, invece, la funzione può essere abilitata andando nel menu uTorrent, facendo poi clic su Preferenze…, selezionando la scheda BitTorrent dalla finestra che si apre ed apponendo il segno di spunta accanto alla dicitura Abilita che trovi in corrispondenza della dicitura Criptazione in uscita:.

Un’altra funzione che voglio suggerirti di prendere in considerazione per poter importare uTorrent al meglio è quella di configurare e sfruttare la funzione denominata Pianificazione che, come facilmente intuibile dal nome stesso, consente di ottimizzare l’uso della banda da parte di uTorrent e di programmare il comportamento del software in base ad orari specifici.

Recandoti nella sezione Pianificazione delle impostazioni di uTorrent e mettendo il segno di spunta accanto alla voce Abilita pianificazione, puoi quindi selezionare i giorni e gli orari in cui limitare la banda a disposizione del programma (usando la tabella verde) ed impostare i limiti di download ed upload da utilizzare negli appositi campi.

Su Mac la pianificazione la trovi invece recandoti nel menu uTorrent, cliccando ancora una volta su Preferenze… e selezionando la scheda Pianificazione dalla finestra che si apre. È davvero facile e può tornare utile in molte circostanze.

Impostare uTorrent su Android

Sapevi già che uTorrent è disponibile anche per smartphone e tablet Android? No? Beh, allora non perdere altro tempo prezioso ed effettuane subito il download direttamente dal Play Store. L’app è gratuita e può permetterti di scaricare i file Torrent di tuo interesse direttamente sul tuo device mobile in maniera semplicissima.

A download completato, attendi che la procedura di installazione dell’app venga avviata e portata a termine, avvia uTorrent pigiando sulla sua icona che è stata aggiunta alla schermata del dispositivo in cui sono raggruppate tutte le app o facendo tap sul bottone Apri che trovi nella relativa sezione del Play Store ed usa la lente d’ingrandimento collocata in alto a destra per cercare i file Torrent da scaricare (verrà eseguita una semplice ricerca su Google).

Successivamente tappa sul bottone per il download e scegli uTorrent come app in cui aprire il collegamento. Per maggiori info sul da farsi, puoi consultare il mio articolo su come usare uTorrent per Android. mediante cui ho provveduto a descriverti con dovizia di particolari l’intera procedura.

Alternative ad uTorrent

Se nonostante tutti gli accorgimenti di cui sopra uTorrent non ti soddisfa, puoi prendere in considerazione l’idea di scaricare i file Torrent di tuo interesse ricorrendo all’uso di una delle tante soluzioni alternative disponibili sulla piazza. Qui di seguito trovi elencate quelle che a parer mio sono le migliori.

  • qBitTorrent – Si tratta di un ottimo software gratuito ed a carattere open source. Funziona su tutti i principali sistemi operativi per computer e include tutte le funzioni di uTorrent. Consente inoltre di cercare file sulla rete BitTorrent grazie a un comodo motore di ricerca interno.
  • Transmission – Si tratta di un client BitTorrent essenziale, comodo e di natura open source funzionante anch’esso su tutti i principali sistemi operativi per computer. È molto “gettonato” su Mac. Non include tutte le funzioni di uTorrent ma è abbastanza rapido e funziona alla grande.
  • Deluge – È un altro client gratuito, open source e multi-piattaforma. Include numerose funzioni interessanti ma risulta essere un tantino più avido di risorse rispetto a qBitTorrent. Ad ogni modo, vale senz’altro la pena provarlo.
  • Flud – È un buon client BitTorrent per smartphone e tablet Android. È dotato di una bella interfaccia e di funzionalità interessanti.