Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
eBay Black Week
Migliaia di prodotti in promozione su eBay. Scopri le offerte migliori

Programmi per montare video GoPro

di

Durante la tua ultima gita fuori porta, hai realizzato tantissimi filmati con una GoPro: dopo averli scaricati sul computer, vorresti unirli in un unico filmato da inviare ad amici e parenti, così da mostrare a questi ultimi la bellezza dei posti che hai visitato. Tuttavia, non hai la benché minima idea di quale programma utilizzare a tal scopo.

Se le cose stanno così, ti farà piacere sapere che esistono tantissimi software, alcuni dei quali disponibili anche a costo zero, in grado di soddisfare la tua necessità e adatti anche a chi non è esattamente esperto di editing video. Come dici? Ti ho incuriosito e non vedi l’ora di scoprire quali sono i migliori programmi per montare video GoPro ai quali poterti affidare?

Allora, senza attendere un secondo in più, mettiti bello comodo e prova i programmi che ti consiglierò nelle battute successive di questa guida: sono sicuro che, al termine della lettura, sarai perfettamente in grado di realizzare il filmato dei tuoi sogni da mostrare, con grande orgoglio, a chiunque desideri. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Programmi per montare video GoPro gratis

Se sei alla ricerca di programmi per montare video GoPro gratis, allora questa è proprio la sezione del tutorial che fa al caso tuo: di seguito, infatti, mi appresto a elencarti una serie di software a costo zero quasi sicuramente in grado di soddisfare le tue esigenze.

GoPro Player (Windows 10/macOS)

Programmi per montare video GoPro gratis

GoPro Player, come il nome stesso lascia intendere, è il software ufficiale per computer messo a disposizione da GoPro. Disponibile gratuitamente per Windows 10 (in versione beta) e macOS 10.14 e versioni successive, si tratta di un programma principalmente dedicato all’esportazione in formato MP4 dei video a 360° girati con l’impiego delle camere GoPro MAX, al fine di poterli elaborare successivamente con altri software compatibili.

Tuttavia, GoPro Player prevede anche alcune opzioni di modifica di base da applicare ai filmati elaborati: modifica dell’inquadratura, ritaglio, allineamento ed estrazione di fotogrammi, tanto per citarne alcune.

Per ottenere GoPro Player, collegati al sito Internet ufficiale di GoPro, clicca su riquadro dedicato a GoPro Player e premi il pulsante dedicato al sistema operativo da te in uso, per ottenere il file d’installazione del programma (su Windows) oppure aprire l’apposita pagina del Mac App Store (su macOS).

A questo punto, se impieghi Windows, avvia il file.msi ottenuto, clicca sul pulsante Next, apponi il segno di spunta accanto alla voce I accept the terms in the License Agreement e premi i pulsanti Next, Install, e Finish, in modo da concludere il setup e avviare il programma.

Se il tuo è un Mac, dovrebbe essersi invece aperta, a seguito del “clic” sul pulsante dedicato a macOS, l’apposita schermata del Mac App Store: clicca dunque sui pulsanti Ottieni e Installa, inserisci la password del tuo ID Apple, se necessario, e attendi il completamento dell’installazione del software, che potrai aprire subito dopo, pigiando sul bottone Apri (o mediante l’icona aggiunta al Launchpad di macOS).

A questo punto, le procedure si equivalgono su entrambi i sistemi operativi. Innanzitutto, se non desideri inviare dati analitici a GoPro per contribuire al miglioramento del prodotto e dell’esperienza, rimuovi il segno di spunta dalla casella che compare in basso, quindi clicca su Apri contenuti e seleziona il file video su cui intervenire, in formato .360 o .MP4. Su Mac, puoi inoltre prelevare i file direttamente dalla fotocamera, servendoti del menu Importa > Importa da fotocamera, che risiede in alto.

Dopo aver aperto il filmato nel programma, utilizza la linea temporale posta in basso per navigare al suo interno; per riprodurre il video, clicca sul pulsante Play, collocato a sinistra.

Programmi per montare video GoPro gratis

Per tagliare una parte di video, clicca sul pulsante raffigurante un paio di forbici, utilizza il cursore blu per definire la lunghezza del clip da tagliare e, quando hai finito, clicca sul simbolo (✓), per confermare; per modificare l’inquadratura dell’immagine, fai clic sul pulsante raffigurante un mirino, situato al centro; per estrarre il fotogramma corrente, clicca invece sul simbolo del panorama situato a destra.

Se lo desideri, utilizza i pulsanti collocati a destra per zoomare, ruotare o riallineare il video; infine, puoi trovare le opzioni relative al World Lock e al livello orizzonte cliccando sul pulsante raffigurante un rombo barrato, situato in basso a destra.

Ultimate le modifiche, puoi salvarle sul file corrente utilizzando il menu File > Salva di GoPro Player; se, invece, vuoi esportare il video in formato MP4, clicca sul menu File > Esporta, poi sulla voce dedicata alle opzioni avanzate e utilizza le opzioni proposte per definire la risoluzione del filmato, il codec da usare e le opzioni di allineamento.

Quando hai finito, clicca sul pulsante Avanti, indica il nome e la posizione del file in cui esportare il filmato e clicca sul pulsante Salva, per avviare la codifica (che potrebbe impiegare anche alcune ore, a seconda della potenza del computer e della lunghezza del filmato).

DaVinci Resolve (Windows/macOS)

Programmi per montare video GoPro

Altro ottimo software che puoi impiegare per montare i video filmati tramite la GoPro è DaVinci Resolve, un editor video di livello professionale, disponibile sia per Windows che per macOS, che include diverse funzionalità avanzate, tra cui la possibilità di gestire filmati anche a risoluzioni elevate, fino a 8K.

Di base, DaVinci Resolve è un programma gratuito, tuttavia ne è disponibile una versione a pagamento (costa 269€), la quale consente di ottenere caratteristiche aggiuntive, tra cui numerosi plug-in ResolveFX/FairlightFX, strumenti di correzione del colore HDR, strumenti per la manipolazione 3D stereoscopica e l’opzione per la collaborazione multiutente.

Il programma può essere utilizzato per manipolare file video a inquadratura statica, ma non quelli a 360° (con estensione .360) generati tramite le GoPro MAX: in quest’ultimo caso, i clip video dovranno essere preventivamente convertiti in formato MP4, mediante il il programma ufficiale GoPro Player, del quale ti ho parlato poco fa.

Per scaricare DaVinci Resolve, collegati al sito ufficiale del programma, clicca sul pulsante Scarica e fai clic sul bottone più adatto al sistema operativo del tuo computer, nel riquadro sinistro del pannello che si apre (denominato DaVinci Resolve [numero versione]). Successivamente, compila il modulo che ti viene proposto fornendo i dati richiesti (nome, cognome, email, telefono, paese e città) e clicca sul pulsante Registrati & Scarica, per avviare il download del file d’installazione del programma.

A download ultimato, se utilizzi Windows, estrai il pacchetto .ZIP ottenuto in una cartella qualsiasi ed esegui il file .exe che si trova al suo interno; in seguito, clicca sui pulsanti , Install e Next, apponi il segno di spunta accanto alla casella I accept the terms in the License Agreement e, per finire, premi i pulsanti Next per due volte consecutive, Install, Finish e OK.

Se, invece, il tuo è un Mac, apri il pacchetto .dmg ottenuto precedentemente, fai doppio clic sull’icona Install Resolve X.Y.Z che risiede nella finestra che va ad aprirsi e clicca sul pulsante Continua per tre volte consecutive, poi su Accetta e Installa.

Per concludere, digita la password di amministrazione del Mac nell’apposito campo, clicca sul pulsante Installa software e finalizza il tutto premendo i bottoni Chiudi e Sposta.

Se hai bisogno di ulteriori chiarimenti in merito ai passaggi appena visti, ti rimando alla lettura del mio tutorial interamente dedicato all’installazione di DaVinci Resolve.

Ultimato il setup del programma, avvialo dal menu Start di Windows oppure dal LaunchPad di macOS, clicca sul pulsante New Project collocato nella finestra di benvenuto del software, per avviare un nuovo progetto, quindi apri il menu File (si trova in alto a sinistra) e utilizza l’opzione per importare il video per selezionare il filmato di tuo interesse.

A importazione avvenuta, serviti degli strumenti disponibili all’interno dell’editor per applicare le modifiche desiderate: nella parte alta della finestra risiedono i menu che consentono di richiamare i comandi di modifica (ritaglio, rotazione, estrazione e così via), mentre le schede situate poco più in basso consentono di selezionare effetti, suoni, transizioni e altri elementi da aggiungere al clip.

A sinistra, puoi trovare la lista dei contenuti multimediali facenti parte del progetto (e aggiungerne di nuovi), in basso risiede la linea temporale e, a destra, è presente una barra funzione, che cambia a seconda dello strumento selezionato e mostra ulteriori opzioni dedicate allo stesso.

Una volta concluso il tuo lavoro, utilizza il menu File > Save, per salvare il tutto sotto forma di progetto, oppure il menu File > Export, per esportarlo in un formato a piacere tra quelli supportati, con la codifica e la risoluzione che preferisci. Per approfondire il discorso riguardante DaVinci Resolve, ti invito a prendere visione della sezione Videotutorial presente sul sito ufficiale del software, ricca di filmati utili a muovere i primi passi al suo interno.

Altri programmi per montare video GoPro gratis

Altri programmi per montare video GoPro gratis

Come dici? Ritieni valide le soluzioni che ti ho suggerito, ma avresti bisogno di conoscere altri programmi per montare video GoPro gratis che siano un po’ più semplici da usare, seppur meno “potenti”? In tal caso, ti farà piacere sapere che la maggior parte degli editor video gratuiti presenti in circolazione può manipolare i filmati realizzati tramite la GoPro (per la GoPro MAX con inquadratura a 360°, è necessario convertirli preventivamente in formato statico, mediante GoPro Player). Di seguito ti elenco quelli che, a mio parere, sono i migliori.

  • Lightworks (Windows/macOS) — si tratta di uno dei migliori software dedicati a chi ha un minimo di esperienza nel campo dell’editing video, il quale, mediante i numerosissimi strumenti inclusi, consente di ottenere risultati di livello professionale. Di base è un programma gratuito, ma ne esiste una versione a pagamento che include alcune funzionalità aggiuntive (come la possibilità di creare contenuti stereoscopici).
  • Avidemux (Windows/macOS) — è un ottimo programma di manipolazione video, dall’interfaccia piuttosto minimale ma non per questo scarna in termini di funzionalità. Tra le altre cose, Avidemux consente di ritagliare ed esportare parti di filmato, applicare filtri ed effetti di vario tipo, transcodificare i file (ossia convertirli da un formato all’altro) e molto altro. È gratuito e open source.
  • Wondershare Filmora (Windows) — si tratta di un software di editing e montaggio video che consente sia di modificare clip video singoli, anche in modo incisivo, sia di montare tra loro più filmati, applicando effetti, transizioni, audio e molto altro. La versione gratuita del software non ha limitazioni di alcun tipo, se non l’applicazione di una filigrana sui lavori effettuati; per rimuoverla, è necessario acquistare la versione completa del programma, che costa 44,99€/anno o 59,99€ una tantum.
  • EaseUS Video Editor (Windows) — è un programma di editing video dall’interfaccia semplice ma funzionale, pensato per montare tra loro più clip in un unico filmato, applicando effetti, transizioni ed altri elementi grafici. È disponibile in due versioni: una gratuita, che consente di esportare i video a risoluzione massima di 720p e applica una filigrana ai lavori; e una a pagamento, con prezzi a partire da 17,97€/mese, che elimina queste ultime limitazioni.
  • iMovie (macOS) — è la soluzione ufficiale di Apple pensata per l’editing e il montaggio video, inclusa “di serie” su tutti i Mac. Nonostante l’interfaccia intuitiva e adatta anche ai poco esperti, iMovie include tantissimi strumenti di manipolazione e montaggio video: filtri, effetti, transizioni, equalizzazione audio, modifica della velocità, stabilizzazione, correzione colori e molto altro. Se ti interessa approfondire il funzionamento di questo programma, da’ pure uno sguardo al tutorial che ho dedicato all’argomento.

Programmi per montare video GoPro a pagamento

Oltre alle soluzioni gratuite che ti ho mostrato fin qui, esistono numerosi software di manipolazione video coperti da licenza commerciale, ricchi di strumenti e funzionalità dedicate alla modifica di filmati e clip realizzati in numerosi formati, tra cui quelli provenienti dalle fotocamere GoPro.

Adobe Premiere Pro (Windows/macOS)

Programmi per montare video GoPro a pagamento

In una guida dedicata ai programmi per montare video GoPro a pagamento non si può non citare Adobe Premiere Pro: si tratta di un programma commerciale, disponibile per Windows e macOS, che include un’enorme quantità di strumenti orientati alla manipolazione (ma anche alla creazione) di filmati di vario tipo, inclusi quelli provenienti dalla GoPro (fatta eccezione per i filmati a 360 gradi, che devono essere preventivamente convertiti o gestiti mediante il plugin GoPro FX Reframe).

Per poter usufruire di Adobe Premiere Pro è necessario sottoscrivere un abbonamento ad Adobe Creative Cloud, per il singolo prodotto (24,39€/mese), oppure per l’utilizzo di tutti i software compresi nella suite (60,99€/mese). In ogni caso, il programma può essere provato gratuitamente per 7 giorni, senza obblighi di rinnovo.

Dunque, per scaricare il programma, collegati al suo sito Internet, clicca sul bottone Versione di prova gratuita posto in alto e poi sul pulsante Attiva trial, collocato in corrispondenza dell’abbonamento di tuo interesse, tra quelli disponibili.

Ora, digita il tuo indirizzo email nell’apposito campo, clicca sul pulsante Continua e scegli un metodo di pagamento tra quelli supportati (carta di credito oppure PayPal) e indica le informazioni necessarie per concludere la transazione. Ultimato il pagamento, imposta la password da usare per accedere al tuo ID Adobe, clicca sul pulsante Avvia versione di prova gratuita e attendi che il pacchetto d’installazione del programma venga scaricato sul computer.

A download ultimato, apri il file ottenuto e, se impieghi Windows, clicca sui pulsanti e Continua, per autenticarti con l’ID Adobe; in seguito, indica il tuo livello di competenza con il programma e clicca sui bottoni Continua e Inizia a installare, per ultimarne il setup.

Se, invece, stai usando macOS, fai doppio clic sull’icona di Adobe Premiere Pro annessa alla finestra che compare, digita la password del Mac nell’apposito campo e clicca sui pulsanti OK e Continua, in modo da effettuare l’accesso all’ID Adobe. Per installare il software, clicca sui bottoni Continua e Inizia a installare.

A installazione completata, dovrebbe aprirsi su schermo la finestra iniziale di Adobe Premiere Pro: chiudi dunque il tutorial di benvenuto, clicca sul pulsante Nuovo progetto (oppure sul menu File > Nuovo > Progetto, collocato in alto a sinistra) per creare un nuovo progetto vuoto. Definisci dunque il nome del progetto e, se necessario, le impostazioni per video, audio e acquisizione, se necessario, e clicca sul pulsante OK. Fatto ciò, utilizza il menu File > Importa per selezionare il clip video su cui intervenire.

A questo punto, utilizza le sezioni situate in alto per visualizzare la modalità di editing più adatta all’operazione che intendi compiere: assemblaggio, montaggio, correzione colore, aggiunta di effetti, modifica dell’audio, o aggiunta di elementi di grafica. Per ciascuna sezione, sono disponibili, oltre che un visualizzatore (al centro) e una sequenza temporale (in basso), anche l’elenco dei file multimediali importati nel progetto (a sinistra) e una serie di strumenti specifici, in base alla funzionalità e/o all’elemento selezionato (a destra).

Quando sei soddisfatto del tuo lavoro, recati nel menu File > Esporta > File multimediali e, avvalendoti delle opzioni che ti vengono proposte, definisci il formato di esportazione del file, la codifica da applicare e le opzioni di rendering e ritaglio. Quando hai finito, clicca prima sul nome del file output, per scegliere la cartella di destinazione, e poi sul pulsante Esporta, per concludere.

Altri programmi per montare video GoPro a pagamento

Altri programmi per montare video GoPro a pagamento

Se ritieni che le soluzioni che ti ho indicato poc’anzi non siano molto adatte a quelle che sono le tue esigenze, sappi che sono disponibili numerosi altri software a pagamento, sempre dedicati al montaggio di clip provenienti dalle videocamere GoPro (e non solo), che vale la pena provare: di seguito te ne elenco alcuni.

  • Sony VEGAS Pro (Windows) — è un ottimo software dedicato alla manipolazione video, che include un’enorme quantità di funzioni ed effetti, caratterizzato da un’interfaccia utilizzabile sia dai neofiti che dagli addetti ai lavori. Costa 16,67€/mese o 299€ una tantum e può essere provato gratuitamente per 30 giorni. Maggiori info qui.
  • Lightworks Pro (Windows/macOS) — è la versione a pagamento del celebre software Lightworks, del quale ti ho già parlato in precedenza, che include strumenti aggiuntivi come la possibilità di creare contenuti stereoscopici, di creare file per YouTube con risoluzione fino a 4K UHD e di usare tutti i più celebri formati di esportazione noti. Lightworks Pro ha un prezzo di partenza pari a 19,99€/mese.
  • Corel VideoStudio Ultimate (Windows) — si tratta di un software di editing video molto potente e completo, dotato di tutti gli strumenti necessari per manipolare i propri filmati con qualità professionale. VideoStudio Pro include inoltre un’interfaccia dedicata ai neofiti, che consente di semplificare notevolmente il processo di editing video mediante menu e pulsanti di semplice comprensione. Costa 89,99€, ma in alcuni periodi promozionali il prezzo può essere scontato.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.