Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Programmi per fare video

di

Hai girato alcuni filmati durante la festa di compleanno di un tuo amico e vorresti realizzare un montaggio carino da condividere online? Ti piacerebbe creare una presentazione con le foto che hai scattato lo scorso fine settimana, con musica di sottofondo ed effetti di transizione, ma non sai come riuscirci? Vorresti registrare lo schermo del tuo PC per creare dei tutorial video ma non sai a quali software affidarti? Non ti preoccupare: sono tutte operazioni molto più semplici da realizzare di quello che immagini e, se vuoi, posso dimostrartelo.

Se mi dedichi qualche minuto del tuo tempo, posso illustrarti i migliori programmi per fare video da PC, Mac e perfino smartphone e tablet. Che tu sia alla ricerca di un software di montaggio video, di un programma per realizzare video con foto e musica o di un programma per fare tutorial video registrando lo schermo del tuo computer, ti assicuro che troverai sicuramente la soluzione più adatta a te.

Che ne diresti, dunque, di mettere da parte le chiacchiere e di andare sùbito ad approfondire il discorso? Sì? Perfetto. Allora non temporeggiare oltre e inizia subito a scoprire come usare le risorse che trovi elencate di seguito, grazie alle indicazioni che sto per fornirti. Sono sicuro che, alla fine, potrai dirti ben contento e soddisfatto di quanto appreso. Scommettiamo?

Indice

Programmi per fare video su PC

Iniziamo questo excursus tra i programmi per fare video su PC partendo da quelli utili per il montaggio, che permettono di realizzare produzioni video più o meno complesse, applicare effetti, colonne sonore e altro ancora. Trovi indicati qui sotto quelli che, a mio modesto avviso, costituiscono i più interessanti della categoria.

Adobe Premiere (Windows/macOS)

Adobe Premiere

Il primo tra i programmi per fare video su PC che voglio suggerirti di prendere in considerazione è Adobe Premiere: si tratta di un rinomato programma per Windows e macOS che consente di effettuare le più disparate operazioni di montaggio video mediante numerose funzioni e strumenti ad hoc. Per usarlo bisogna sottoscrivere un abbonamento al servizio Creative Cloud (con costi a partire da 24,39 €/mese), ma si può anche scaricare in una versione trial funzionante per 7 giorni.

Per effettuare il download della versione di prova del programma, recati sul sito Internet di Adobe, seleziona la voce Versione di prova gratuita presente in alto e, nella nuova pagina visualizzata, clicca sul bottone Attiva trial. Compila quindi il modulo che ti viene proposto, immettendo i dati richiesti, e scarica il software.

Una volta completato il download, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto, e, nella finestra che compare sul desktop, fai clic sul bottone Esegui. Attendi poi che la procedura d’installazione del programma venga avviata e completata.

Se stai usando macOS, apri invece il pacchetto .dmg ottenuto, fai doppio clic sull’installer di Premiere che si trova al suo interno, immetti la password del tuo account utente su macOS e aspetta, anche in questo caso, che la procedura d’installazione venga portata a termine.

Quando visualizzi la finestra principale di Adobe Premiere sullo schermo, fai clic sul pulsante Nuovo progetto, seleziona la voce File dal menu in alto a sinistra, scegli l’opzione Importa e apri il filmato su cui desideri andare ad agire, dopodiché trascinalo sulla timeline in basso e fai clic destro su di essa, per selezionarlo.

Recati poi nelle schede poste nella parte in alto per aggiungere effetti, suoni, temi ecc. e usa gli strumenti che si trovano a sinistra e a destra per eseguire tutte le regolazioni del caso.

Completate le modifiche, riproduci il filmato in anteprima, facendo clic sul bottone Play collocato sotto il player situato a destra. Se vuoi esportare il filmato elaborato, invece, clicca sul menu File collocato in alto a sinistra, seleziona l’opzione Esporta e clicca su File Multimediali. Per concludere, scegli il titolo che vuoi assegnare al video e premi sul pulsante OK.

Sony VEGAS (Windows)

Zoom Sony Vegas Pro

Un altro ottimo software per fare video al quale puoi rivolgerti è Sony VEGAS: si tratta di una risorsa specifica per l’elaborazione audio e video su Windows molto amata in ambito professionale. È a pagamento (presenta prezzi a partire da 149 dollari, a seconda della versione scelta), ma lo si può scaricare in una versione di prova gratuita funzionante per 30 giorni.

Per eseguire il download della trial del programma, recati sul sito Internet di Sony VEGAS, seleziona il collegamento Download relativo alla versione del software che ti interessa, spunta la casella Non sono un robot e clicca sul pulsante Avvia download.

A scaricamento completato, apri il file .exe ottenuto e segui le istruzioni contenute nella mia guida su come scaricare Sony VEGAS Pro per portare a termine il setup.

Quando visualizzerai la finestra principale del software sul desktop, fai clic sul menu File che si trova in alto a sinistra, seleziona le voci Import e Media da quest’ultimo e apri il video su cui è tua intenzione andare ad agire. Successivamente, trascina quest’ultimo sulla timeline in basso e selezionalo.

Serviti poi delle voci che trovi nella scheda a sinistra per applicare effetti, transizioni e preset già pronti all’uso. Ulteriori comandi utili per quel che concerne le modifiche strutturali li trovi sulla barra degli strumenti in alto e nel menu visibile facendo clic destro sui file collocati sulla timeline.

A modifiche ultimate, fai clic sul pulsante Play che si trova sotto il player a destra per visualizzare un’anteprima del risultato finale. Se sei soddisfatto, esporta il video (l’opzione non è fruibile nella versione di prova del programma) facendo clic sul menu File (in alto a sinistra), selezionando da quest’ultimo l’opzione Render as e cliccando sul pulsante Render.

iMovie (macOS)

Screenshot di iMovie

Se stai usando macOS e i programmi per fare video già menzionati non ti hanno entusiasmato, puoi rivolgerti ad iMovie: si tratta di un famoso software per l’editing video reso disponibile da Apple a costo zero. È abbastanza semplice da usare ed è adatto sia a un impiego domestico che professionale. Lo si trova preinstallato su tutti i Mac (ma, qualora rimosso, può essere scaricato gratuitamente dal Mac App Store).

Per usare iMovie, avvia il programma richiamandolo dal Launchpad, tramite Spotlight, Siri o dalla cartella Applicazioni, clicca sul pulsante Crea nuovo nella finestra che compare sulla scrivania e scegli se usare la funzione Filmati (per realizzare un video personalizzato) oppure quella Trailer (per realizzare un video in stile hollywoodiano sfruttando dei modelli preimpostati).

Successivamente, importa il filmato su cui desideri andare ad agire, cliccando sul pulsante con la freccia posto in alto a sinistra, selezionando il file di tuo interesse e premendo sul bottone Importa tutto. Il filmato importato verrà poi aggiunto alla sezione File multimediali che si trova a sinistra.

In seguito, sposta il video sulla timeline in basso e usa le funzioni annesse alle schede Audio, Titoli, Sfondi e Transizioni collocate in alto per aggiungere effetti audio e colonne sonore, scritte, sfondi ed effetti di transizione al video. Ulteriori pulsanti e funzioni utili per, ad esempio, regolare il colore, l’audio ecc., li trovi nella parte destra della schermata del programma.

Completate tutte le modifiche, fai clic sul pulsante Play che trovi sotto il player situato a destra, per visualizzare il filmato elaborato in anteprima. Se il risultato finale ti convince, salva il video cliccando sull’icona della condivisione (quella con il rettangolo e la freccia) posta in alto a destra e indica come esportare il file dal menu che si apre.

Per maggiori dettagli riguardo il funzionamento del programma, ti rimando alla lettura delle mie guide dedicate in via specifica a come usare iMovie, come tagliare un video con iMovie, come sovrapporre due video con iMovie, come rallentare un video con iMovie, come ruotare un video con iMovie e come doppiare con iMovie.

Programmi per fare video con foto e musica

Stai cercando dei programmi per fare video con foto e musica? Allora prova subito le risorse che trovi segnalate qui di seguito, sono certo che sapranno soddisfarti.

Foto (Windows 10)

Foto Windows 10

Stai usando un PC con su installato Windows 10? Forse non ne eri a conoscenza, ma un ottimo software per realizzare video con foto e musica è già incluso “di serie” sul tuo computer: si tratta di Foto, il programma predefinito per il più recente sistema operativo dell’azienda di Redmond, grazie al quale è possibile visualizzare e gestire le raccolte d’immagini e che integra anche delle speciali funzioni utili per lo scopo in questione.

Per servirti dell’applicazione Foto per creare i tuoi video con foto e musica, espandi il menu Start, facendo clic sul relativo pulsante (quello con la bandierina di Windows) posto sulla barra delle applicazioni, cerca Foto nel campo di ricerca e seleziona il risultato pertinente.

Una volta visualizzata la finestra dell’applicazione sullo schermo, clicca sul pulsante Crea situato in alto a destra e scegli, dal menu che compare, se creare un video automatico con musica o un video personalizzato con musica, facendo clic sulla relativa opzione.

Nella schermata successiva, seleziona le foto da includere e premi pulsante Crea situato posto in alto. In seguito, assegna un nome al video che stai per generare mediante il campo apposito visualizzato e fai clic sul bottone OK.

Serviti poi dei pulsanti in alto per personalizzare la tua creazione come meglio credi. Ad esempio, puoi impostare un tema, modificare la durata del video, aggiungere testi, applicare filtri ecc.

Per riprodurre in anteprima il filmato, premi sul pulsante Play. Se sei soddisfatto del risultato, clicca sul bottone con la freccia verso destra e scegli una delle opzioni relative all’esportazione tra quelle disponibili. Al termine dell’esportazione, il video sarà salvato all’interno dell’applicazione Foto e potrai anche visualizzarlo in Esplora File, premendo sul pulsante Visualizza Esplora File.

DVD Slideshow GUI (Windows)

DVD Slideshow GUI

Un altro ottimo programma che ti consiglio di prendere in considerazione è DVD Slideshow GUI: si tratta di un’applicazione gratuita, solo per sistemi operativi Windows ed estremamente facile da usare, che permette di creare slideshow di foto con effetti di transizione, didascalie personalizzate e musiche.

Per scaricarlo sul tuo computer, collegati al suo sito Web ufficiale e clicca prima sul pulsante Download e poi, quando il conto alla rovescia arriva al termine, sul bottone Avanti.

A scaricamento ultimato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che vedi comparire sul desktop, clicca prima sul bottone  e poi su quello Next. Accetta, dunque, le condizioni di utilizzo del programma, mettendo il segno di spunta accanto alla voce I accept the agreement, e concludi il setup facendo clic prima sul pulsante Next per altre cinque volte consecutive e poi sui bottoni Install e Finish.

Ora che visualizzi la finestra principale del software sullo schermo, se la sua interfaccia è in lingua Inglese, traducila in Italiano facendo clic sul menu View posto in alto, sulla voce Language settings e su quella Italian. Dopodiché premi sul bottone per confermare le modifiche.

Successivamente, per cominciare a creare il tuo video con foto e musica, non devi far altro che cliccare sull’icona con le foto e il simbolo [+] collocata in alto a sinistra e selezionare le immagini da usare per la tua creazione. Per modificare l’ordine delle diapositive, selezionale e usa i pulsanti con le frecce posti in alto.

Dopodiché devi cliccare sull’icona della nota musicale per scegliere la musica da usare come sottofondo del filmato e sulla lettera “A” per aggiungere le didascalie. Se vuoi impostare uno sfondo, premi sull’icona con la foto del paesaggio.

Per impostare degli effetti di transizione, invece, seleziona le foto e clicca sull’icona del ciak situata in alto a destra. Quando hai impostato tutti i parametri della presentazione, clicca sul pulsante con la pellicola e il floppy disk per salvare il video. Più facile di così?

Foto (macOS)

Foto macOS

Se stai usando un Mac, ti consiglio di prendere in considerazione Foto, l’applicazione predefinita per organizzare foto e video inclusa "di serie" in macOS. Per servirtene per il tuo scopo, avviala l’applicazione facendo clic sulla sua icona (quella con lo sfondo bianco e il fiore multicolore) posta sulla barra Dock e, se non hai configurato l’uso della libreria foto di iCloud o dello streaming foto, come ti ho spiegato in dettaglio nella mia guida su come archiviare foto su iCloud, importa le immagini che intendi usare facendo clic sul menu File (in alto a sinistra) e selezionando la voce Importa da quest’ultimo. Seleziona poi l’album o le immagini che vuoi includere nella tua creazione.

Successivamente, clicca di nuovo sul menu File, seleziona la voce Crea da quest’ultimo, quindi quella Presentazione e scegli la dicitura Foto. Assegna, dunque, un titolo alla presentazione che stai per creare, digitandolo nel campo apposito, e premi sul pulsante OK, per andare avanti.

Apporta quindi tutte le modifiche del caso al tuo video, servendoti dei pulsanti annessi all’editor che ora ti viene proposto. Per la precisione, facendo clic sui due rettangoli situati a destra puoi selezionare il tema che preferisci, premendo sull’icona della nota musicale puoi impostare una musica di sottofondo, mentre cliccando sull’icona con il cronografo puoi modificare le impostazioni relative alla durata.

A modifiche ultimate, premi sul pulsante Play posto in basso al centro per visualizzare un’anteprima del video finale. Se questo ti convince, esportalo facendo clic sul bottone Esporta collocato in alto a destra, indicando nome, posizione e formato e premendo sul pulsante Salva.

Programmi per fare video tutorial

Cerchi dei programmi per fare video tutorial e non sai a quali risorse rivolgerti? Allora sono ben lieto di comunicarti che ho qui per te proprio quello che fa al caso tuo.

OBS (Windows/macOS/Linux)

OBS

Il primo tra i programmi per fare video tutorial che ti consiglio di utilizzare è OBS. Non ne hai mai sentito parlare? Nessun problema, rimediamo subito: si tratta di un software gratuito e open source che permette di realizzare registrazioni dello schermo del computer, acquisire flussi audio/video da fonti esterne e trasmettere video in streaming. È disponibile per Windows, macOS e Linux ed è anche abbastanza semplice da usare.

Per scaricarlo sul tuo PC, recati sul suo sito Internet ufficiale, fai clic sul logo del sistema operativo che usi sul tuo computer e premi sul bottone Download Installer che vedi comparire in basso a destra.

Completato lo scaricamento, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sul desktop, clicca sui pulsanti , Next e I Agree. In seguito, clicca ancora una volta sul bottone Next, quindi su quello Install e, per concludere, su quello Finish. Se durante il setup compare un avviso mediante cui ti viene segnalato che risulta necessario installare anche Visual C++, acconsenti alla cosa: si tratta di un componente gratuito, prodotto da Microsoft, necessario per il corretto funzionamento del programma.

Se stai usando macOS, apri invece il pacchetto .pkg ottenuto e, nella finestra che compare sullo schermo, premi sul bottone Continua per due volte di fila e poi su quello Installa. A questo punto, immetti la password relativa al tuo account utente sul computer, clicca sul bottone Chiudi e, infine, su quello Sposta. Avvia poi il programma tramite il Launchpad oppure mediante Spotlight, Siri o dalla cartella Applicazioni.

Una volta visualizzata la finestra principale di OBS sullo schermo, segui la rapida procedura di configurazione guidata proposta, dopodiché premi sul pulsante Impostazioni che si trova in basso a destra, seleziona la voce Uscita dalla barra laterale di sinistra, spunta la casella Attiva le impostazioni avanzate di codifica e scegli il formato e il bitrate che desideri impiegare per le tue registrazioni dal menu a tendina Formato di registrazione.

Provvedi altresì a indicare il percorso in cui desideri salvare le registrazioni, premendo sul bottone Sfoglia presente in corrispondenza della dicitura Percorso di registrazione. Ricordati poi di salvare i cambiamenti apportati alle impostazioni, facendo clic sui pulsanti Applica e OK.

Compiuti i passaggi di cui sopra, recati nella finestra principale del programma e scegli da quali fonti effettuare la registrazione, facendo clic sul bottone [+] che si trova in corrispondenza della sezione Fonti, selezionando la voce Cattura lo schermo dal menu che si apre e premendo sul pulsante OK per due volte.

Se, invece, vuoi catturare solo la finestra di un’applicazione, seleziona l’opzione Cattura la finestra, mentre per registrare la finestra di un software a tutto schermo, scegli l’opzione Cattura finestra a schermo interno.

A questo punto, se necessario, sposta/ridimensiona il riquadro relativo alla ripresa dello schermo usando il mouse sull’anteprima della registrazione presente nella parte centrale della finestra di OBS, dopodiché regola il volume dell’audio da catturare mediante le barre in basso al centro e clicca sul pulsante Avvia registrazione.

Quando lo vorrai, potrai interrompere la registrazione facendo clic sul pulsante Ferma registrazione posto in basso a destra. Il filmato ottenuto verrà salvato in automatico nella cartella indicata in precedenza nelle impostazioni del programma.

Screencast-o-Matic (Windows/macOS)

Screencast-o-Matic

Se la risorsa per creare video tutorial di cui ti ho già parlato non ti ha convinto in maniera particolare, ti invito a prendere in considerazione l’uso di Screencast-o-Matic: si tratta, in realtà, di un servizio online che consente di creare registrazioni dello schermo del computer scaricando una piccola applicazione su Windows e macOS. È gratis, ma con alcune limitazioni: permette di realizzare registrazioni aventi una durata massima pari a 15 minuti, imprime un watermark sui filmati e non cattura l’audio del computer ma solo quello del microfono. Per aggirarle, bisogna sottoscrivere un piano a pagamento, con costi a partire da 1,50 $/mese.

Per usare Screencast-o-Matic, recati dunque sul sito Internet del servizio e premi sul bottone Start recording for free. Nella nuova pagina visualizzata, verifica che risulti selezionato l’Italiano nel menu a tendina a sinistra (altrimenti provvedi tu), clicca sul bottone Launch Free Recorder, poi sul collegamento Download launcher e il plugin necessario per far funzionare Screencast-o-Matic verrà scaricato sul tuo computer.

Completato il download, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sullo schermo, fai clic sul pulsante . Se stai usando macOS, invece, apri il pacchetto .dmg ottenuto, fai doppio clic sull’icona della scatola aperta presente nella finestra che vedi comparire sulla scrivania e premi sul pulsante OK.

Successivamente, se desideri registrare solo lo schermo del computer (o parte di esso), clicca sul pulsante Schermo e definisci l’area del desktop da filmare regolando l’apposito rettangolo di selezione. Per registrare anche quanto ripreso con la webcam, invece, clicca sul pulsante webcam e colloca il relativo riquadro nel punto dello schermo che preferisci. Per attivare tutte e due le funzioni, clicca sul bottone Entrambi. Per definire la risoluzione e scegliere se attivare o meno il microfono, poi, seleziona, rispettivamente, le voci Dimensioni e Narrazione.

Avvia quindi la registrazione dello schermo premendo sul pulsante Rec. Per interromperla, poi, clicca sui pulsanti Pausa e Fatto. Scegli quindi se aggiungere testi e musica al filmato ottenuto sfruttando i comandi annessi all’editor che compare e salva il video finale premendo sul pulsante indicate la sua durata e scegliendo la posizione per l’output.

Programmi per fare video online

Non vuoi o non puoi scaricare nuovi software sul tuo computer per cui ti piacerebbe che ti suggerissi dei programmi per fare video online? Ti accontento subito.

WeVideo

WeVideo

WeVideo è un ottimo servizio Web che permette di creare montaggi video partendo da filmati e foto salvati sul computer oppure su servizi online quali Facebook, Flickr, Google Drive, Dropbox e Instagram, in pochissimi clic. Sì può usare gratis, ma permette di realizzare un massimo di 5 minuti di video al mese, che possono essere esportati a una risoluzione massima di 480p. Tali limitazioni possono essere aggirate sottoscrivendo un piano a pagamento, a partire da 4,99 dollari/mese. Da notare che non viene indicato come vengono trattati i dati dopo essere stati caricati sui server dell’azienda.

Per usare WeVideo, recati sulla sua home page e crea un account fornendo i dati richiesti nei campi a destra. In seguito, premi sul bottone Sign up for WeVideo, sul pulsante Try it relativo all’opzione Free che trovi scorrendo la pagina e clicca sui pulsanti Continue (per due volte consecutive) e My dashboard.

Seleziona, dunque, la voce Media dal menu in cima, premi sui pulsanti Import e Browse to select, scegli i file video (e/o le foto) che vuoi usare e aspetta che il caricamento degli stessi venga portato a termine. Per prelevare i file dai servizi di cloud storage e dai social network supportati, invece, clicca prima sulle relative icone in basso.

Ultimato l’upload, clicca sulla voce Dashboard che si trova in alto, scegli l’opzione Create new per creare un nuovo progetto, premi sull’icona della cartella posta in cima e trascina i file appena caricati sulla timeline del servizio collocata in basso.

Successivamente, serviti del pulsanti collocati in alto per aggiungere testi, musiche, transizioni ed effetti al filmato, spostando gli elementi di tuo interesse nel punto della timeline che preferisci.

Riproduci poi un’anteprima del video finale premendo sul pulsante Play collocato sotto il player a destra: se questo ti convince, salva il file finale cliccando sulla voce Finish in alto a sinistra, sul bottone Set, indicando la qualità di esportazione, facendo clic sul pulsante Finish e su quello con la freccia verso il basso, così da procedere con il download.

Clipchamp

Clipchamp

Un altro ottimo servizio online che puoi prendere in considerazione è Clipchamp: si tratta di un editor video fruibile tramite Internet, da qualsiasi browser e sistema operativo, che risulta essere molto semplice da usare. È gratis, ma consente di esportare i video soltanto con una risoluzione pari a 480p. Tale limitazione può essere aggirata sottoscrivendo un abbonamento a pagamento, al costo di 6 dollari/mese. Da notare, poi, che il servizio offre un buon livello di sicurezza per quel che concerne la privacy, in quanto i filmati elaborati non vengono caricati sui server del gruppo.

Mi chiedi come fare per poter utilizzare Clipchamp? Te lo spiego subito. In primo luogo, recati sulla home page del servizio e clicca sul bottone Iscriviti. Successivamente, seleziona l’opzione Personal nel box a destra e indica se preferisci registrarti usando l’email, l’account Google o quello Facebook. Dopodiché porta a termine la procedura di registrazione.

In seguito, fai clic sulla voce Skip for now che si trova nel box visualizzato e clicca sui pulsanti Start a project e Start editing, per poter iniziare a utilizzare l’editor del servizio. Superato anche questo step, clicca prima sul pulsante Add media che si trova in alto a sinistra e poi su quello Browse my files, per selezionare e caricare video (e foto) presenti sul tuo PC.

Ad upload avvenuto, trascina i file sulla timeline del servizio posta in basso, selezionali e clicca sulle voci nella barra laterale di sinistra per aggiungere testi, sfondi, effetti di transizione ecc. Se, invece, vuoi bilanciare i colori, applicare filtri e apportare altre modifiche strutturali, seleziona i file aggiunti sulla timeline e usa gli strumenti nella sezione che compare in alto.

Per visualizzare un’anteprima del risultato finale, premi sul pulsante Play collocato sotto il player, sulla destra. Per esportare il video, clicca sul pulsante Export video posto in alto a destra, seleziona il pulsante Export in 480p e aspetta che venga prima completata l’elaborazione del filmato e poi avviato il download del file sul tuo PC.

App per fare video

actiondirector video testi

Ti piacerebbe sapere se esistono delle app per fare video da smartphone e tablet? La risposta è affermativa. Se la cosa ti interessa, qui sotto trovi un elenco di quelle che ritengo essere le più interessanti applicazioni di questo tipo in circolazione.

  • inShot (Android/iOS) – applicazione grazie alla quale è possibile editare video (e immagini) e creare presentazioni fotografiche in una manciata di tap. È gratis, ma offre acquisti in-app (a partire da 3,49 euro) per rimuovere gli annunci pubblicitari e sbloccare altre funzioni extra.
  • Quik (Android/iOS) – applicazione resa disponibile da GoPro che permette effettuare semplici operazioni di montaggio video e di creare video con foto e musica sfruttando i tanti strumenti disponibili. È gratis.
  • ActionDirector (Android) – app per Android sviluppata da CyberLink che consente di creare e modificare i video offrendo diversi strumenti ad hoc. È gratis, ma offre acquisti in-app (a partire da 4,29 euro/mese) per rimuovere il watermark che viene applicato ai filmati elaborati e per sbloccare altre funzioni aggiuntive.
  • AZ Screen Recorder (Android) – app gratuita e di semplice impiego per soli dispositivi Android che permette di registrare lo schermo dello smartphone o del tablet senza limitazioni e senza applicare watermark.
  • iMovie (iOS) – è la controparte per device iOS del programma di casa Apple per realizzare video di cui ti ho parlato nel passo a inizio guida. È molto facile da usare e i risultati restituiti sono degni di nota. Gratis.
  • Registrazione schermo (iOS) – più che un’app, si tratta di una funzione resa disponibile “di serie” su tutti gli iPhone e gli iPad a partire dalla versione 11 di iOS, la quale può essere richiamata tramite il Centro di controllo e che, appunto, consente di realizzare registrazioni del display, senza audio. Per scoprire come servirtene, fa’ riferimento al mio tutorial specifico su come registrare lo schermo dell’iPhone (valido anche per iPad).