Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Programmi per watermark Mac

di

Hai scattato alcune foto da pubblicare online ma, prima di condividere online, vorresti firmarle, in modo da proteggere il tuo copyright. Il problema, però, è che non sai a quale programma rivolgerti. Stesso discorso vale per i video: vorresti inserire un watermark in un filmato che hai realizzato con il tuo smartphone, per evitare che venga utilizzato impropriamente da altri utenti, ma non sai come riuscirci. Beh, non ci sono dubbi: quello che ti serve è un software per applicare i watermark.

Dimmi un po’: che computer hai? Un Mac? Allora sappi che non ci sono problemi: esistono numerosi programmi per watermark Mac ai quali puoi rivolgerti, alcuni dei quali sono integrati perfino nel tuo computer. Vuoi saperne di più? Benissimo, allora prenditi cinque minuti di tempo libero e dai un’occhiata alla lista di software elencati di seguito, in modo da capire qual è quello più adatto alle tue esigenze.

Ti assicuro che riuscirai a raggiungere il tuo scopo in maniera semplicissima, sia per le foto che per i video, tra l’altro senza spendere neanche un centesimo. Detto ciò, a me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Indice

Programmi per watermark foto Mac

Se vuoi applicare un watermark ai tuoi scatti, prova i programmi per watermark foto che trovi elencati qui di seguito: sono tutti gratuiti e semplici da usare.

Anteprima

Imprimere un watermark con Anteprima

Una prima soluzione che puoi usare per imprimere watermark alle tue foto è Anteprima, il lettore di immagini e documenti PDF incluso "di serie" in macOS. Utilizzarlo è davvero semplice: basta richiamare lo strumento che permette di aggiungere del testo alla propria foto e inserirlo nel punto desiderato. Permette, dunque, di agire su una sola foto alla volta.

Per procedere, devi dunque aprire la foto che hai intenzione di modificare in Anteprima: per riuscirci, fai doppio clic su di essa e il gioco è fatto. Se hai modificato alcune impostazioni di macOS e Anteprima non è più il lettore di immagini predefinito, per aprire la foto con esso devi fare clic destro su di essa e selezionare le voci Apri con > Anteprima dal menu contestuale.

A questo punto, fai clic sul simbolo della matita posto nell’angolo in alto a destra della finestra principale di Anteprima e, nel menu che si apre, fare clic sul simbolo (T). Dopodiché digita, nella casella di testo che è comparsa a schermo, la scritta che desideri imprimere sulla foto e personalizzala, facendo clic sul simbolo (A) situato in alto a destra. Nel menu apertosi, scegli il font, la dimensione del carattere, il colore che vuoi utilizzare e così via.

Quando sei soddisfatto delle modifiche apportate all’immagine, non devi far altro che chiudere la finestra di Anteprima: le modifiche saranno applicate all’istante. Se vuoi salvare una copia dell’immagine e mantenere quella originale senza watermark, seleziona invece la voce Esporta dal menu File, in alto a sinistra.

XnConvert

Applicare watermark alle foto con XnConvert

XnConvert è un’ottima applicazione gratuita che consente di modificare le foto in modalità batch (agendo, quindi, su più file contemporaneamente), applicando loro una vasta gamma di effetti e filtri. Può essere usata per ridimensionare le immagini, tagliarle, regolarne luminosità, i colori, etc. Tra le sue feature, spicca quella per applicare watermark grafici o testuali alle immagini, che consente di "marchiare" queste ultime in serie, al fine di proteggerle da usi non autorizzati. È disponibile non solo per macOS, ma anche per Windows e Linux.

Per servirtene, recati sulla sua pagina di download, scorri verso il basso e fai clic sul pulsante Mac DMG 64bit. A scaricamento ultimato, apri il pacchetto .dmg che hai ottenuto, trascina  XnConvert nella cartella Applicazioni del Mac, fai clic destro sull’icona del software (che a questo punto dovresti vedere nella cartella in questione) e fai clic sulla voce Apri, per due volte consecutive. Quest’operazione va fatta soltanto al primo avvio di XnConvert e serve a "bypassare" le restrizioni imposte da macOS verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati.

Ora, nella finestra principale di XnConvert che si è aperta, seleziona la scheda Origine e trascina le foto alle quali vuoi imprimere un watermark. Dopodiché seleziona la scheda Destinazione, fai clic sul pulsante (…) e seleziona la cartella in cui salvare i file di output.

Dopodiché recati nella sezione Azioni di XnConvert, fai clic sul pulsante Aggiungi azione, situato in alto a sinistra, e seleziona le voci Immagine > Filigrana dal menu che si apre. Clicca, dunque, sul pulsante (…) posto in corrispondenza della dicitura Nome del file immagine e seleziona il file in formato PNG contenente la scritta o il logo da applicare come watermark. Se non hai ancora un file di questo genere a disposizione, crealo aiutandoti con le indicazioni presenti in questa mia guida.

Per concludere, definisci l’opacità, la dimensione e la posizione del watermark, servendoti degli appositi menu e campi di testo che vedi nella parte sinistra della finestra e, quando sei pronto per farlo, clicca sul pulsante Converti, in basso a destra, per portare a termine l’operazione. Al termine della procedura, i file di output saranno esportati nella cartella che avevi scelto precedentemente.

Altri programmi per watermark foto Mac

Firmare le foto con GIMP

Ci sono tanti altri programmi per applicare watermark alle foto su Mac. Di seguito te ne elenco qualcuno che potrebbe tornarti utile allo scopo.

  • Photoshop — il celebre software di fotoritocco di casa Adobe (disponibile anche per Windows, oltre che per Mac), consente di inserire watermark testuali e grafici alle proprie foto digitali, sia singolarmente che in batch, in maniera piuttosto semplice. Il software è incluso nella suite Adobe Creative Cloud, il cui abbonamento parte da 12,19 euro/mese. Comunque, è possibile testarne gratuitamente le funzionalità per 7 giorni. Maggiori info qui.
  • GIMP — considerata la migliore alternativa gratuita e open source a Photoshop, anche GIMP consente di applicare watermark alle immagini in maniera estremamente facile. Oltre a essere disponibile per macOS, il programma può essere scaricato anche su Windows e Linux. Maggiori info qui.
  • Watermark PRO — caratterizzato da un’interfaccia molto semplice e accattivante, quest’applicazione gratuita consente anche agli utenti meno esperti di applicare con facilità dei testi o dei loghi alle proprie immagini per prevenire il loro riutilizzo non autorizzato. Supporta tutti i principali formati di file grafici e ridimensiona automaticamente i watermark testuali, in modo da ottenere lo stesso risultato visivo su foto aventi diverse risoluzioni. L’applicazione è disponibile gratuitamente sul Mac App Store.

Programmi per watermark video Mac

Sei giunto su questa guida con l’intenzione di imparare a usare dei programmi per watermark video su Mac? E allora questa è la parte del tutorial che fa per te. Prendi in considerazione le soluzioni elencate qui sotto e poi usa quella che fa maggiormente al caso tuo.

iMovie

Imprimere un watermark ai video con iMovie

La prima soluzione per imprimere watermark ai video su Mac che ti consiglio di provare è iMovie, il celeberrimo software di video editing di Apple incluso "di serie" in macOS. Nel caso in cui l’avessi disinstallato dal tuo computer, sappi che puoi reinstallarlo direttamente dal Mac App Store.

Dopo aver avviato iMovie sul tuo Mac, per avvalertene, fai clic sulla voce Crea nuovo e seleziona l’opzione Filmato dal menu che si apre. Dopodiché clicca sull’icona della freccia rivolta verso il basso situata in alto a sinistra e seleziona il video di tuo interesse, così da importarlo in iMovie. Successivamente, fai clic sulla sua anteprima e clicca sul pulsante (+), per inserirlo nella timeline del programma.

Ora, per imprimere un watermark testuale al video, fai clic sulla voce Titoli situata in alto e seleziona uno dei temi tra quelli disponibili. Dopo aver scelto quello che fa al caso tuo, fai doppio clic su di esso per aggiungerlo nella timeline: cliccaci sopra e personalizza il testo a tuo piacimento, scegliendone il font, le dimensioni, il colore e così via.

Quando sei pronto per farlo, applica il testo a tutta la durata del video: per riuscirci, posiziona il puntatore del mouse su una delle due estremità del watermark presente nella timeline di iMovie e, quando compare il simbolo delle due frecce, trascinalo verso sinistra o verso destra, così da aumentarne la durata. Semplice, vero?

Hai intenzione di applicare al tuoi video un logo grafico anziché una semplice scritta? Per riuscirci, clicca sull’icona della freccia rivolta verso il basso e importa nel programma il logo di tuo interesse. Successivamente, aggiungilo nella timeline, trascinandolo in quest’ultima (avendo cura di inserirlo per tutta la durata del video).

Adesso, fai clic sull’icona dei due quadrati che si trova in alto a destra, apri il menu a tendina Inserto e seleziona l’opzione PIP dal menu che si apre. Tramite gli altri menu e campi di testo situati in alto a destra, imposta quindi la dimensione e la posizione del logo e scegli se applicare o meno l’effetto ombra e/o quello di dissolvenza a quest’ultimo, spuntando le apposite caselle.

Quando sei pronto per farlo, esporta il video che hai editato: clicca sul pulsante raffigurante la freccia all’interno del quadrato posta in alto a destra, seleziona l’opzione File e fai clic sul pulsante Avanti, per esportare il video al quale hai applicato il watermark.

Ti interessa avere qualche dettaglio in più su come usare iMovie? Allora leggi la guida che ho dedicato interamente al programma e vedrai che saprai padroneggiarne le funzioni ancora meglio.

Avidemux

Applicare un watermark a un video con Avidemux

Un’altra soluzione che ti consiglio di provare è Avidemux: questo software, disponibile anche per Windows e Linux, offre la possibilità di aggiungere loghi e testi ai propri filmati in maniera piuttosto semplice.

Per scaricare il programma, collegati al suo sito ufficiale e fai clic sul link FossHub situato in corrispondenza della voce (dmg) situata sotto il logo Apple. A questo punto dovrebbe avviarsi in automatico il download del file d’installazione di Avidemux. Qualora non dovesse essere così, magari perché la versione corrente non risulta disponibile, scarica "manualmente" una versione precedente del software: clicca, dunque, sulla scheda Older Versions e seleziona il link di una versione del programma per Mac (es. Avidemux Osx Mojave).

Dopo aver ottenuto e aperto il file .dmg, trascina Avidemux nella cartella Applicazioni di macOS, fai clic destro sull’icona del programma appena trasferita e, nel menu che si apre, clicca sulla voce Apri, per due volte di seguito. Ti rammento che quest’operazione va fatta soltanto al primo avvio del programma e serve a "scavalcare" le restrizioni imposte da Apple verso i software provenienti da software non certificati.

Dopo aver installato e avviato Avidemux, seleziona le voci File > Open dal menu posto in alto a sinistra e scegli il filmato a cui vuoi applicare un watermark. Seleziona, poi, il formato di output dal menu Video output situato sulla sinistra della finestra e poi recati nel menu Video > Filters, in alto.

Ora sei pronto per applicare il watermark, che può essere una scritta o un logo in formato PNG (che ovviamente devi aver già creato precedentemente, magari aiutandoti con le istruzioni presenti in quest’altra guida). Per procedere, clicca sulle voci Transform > Add logo e, nel riquadro che vedi, fai clic sul pulsante Select, seleziona il logo da inserire nel video e conferma l’operazione cliccando sul pulsante OK.

Non appena sei pronto per farlo, recati nel menu File > Save, seleziona la cartella in cui salvare il file di output e conferma l’operazione, cliccando sul pulsante Save.

Desideri maggiori informazioni sul funzionamento di Avidemux? In tal caso, ti consiglio vivamente di leggere l’approfondimento dedicato al programma, perché lo troverai senz’altro molto utile.

Altri programmi per watermark video Mac

VLC

Ci sono anche altri programmi che possono esserti utili per applicare watermark ai video su Mac: dai un’occhiata a quelli elencati qui sotto e vedi se ne trovi qualcuno adatto alle tue esigenze.

  • Adobe Premiere Pro — questo software di editing di casa Adobe permette di inserire scritte nei video in maniera estremamente semplice. Inoltre, offre funzioni di video editing avanzate che lo rendono ideale per essere usato anche in ambito professionale. Fa parte della suite Adobe Creative Cloud: è possibile testarlo gratuitamente per 7 giorni, poi costa 24,39 euro/mese. Ti segnalo che, oltre a essere disponibile su macOS, è disponibile anche su Windows.
  • Final Cut Pro — è il programma di video editing professionale di Apple, che integra vari strumenti per modificare i propri video e applicare a essi dei watermark. È a pagamento: costa 329,99 euro, ma è possibile testarne gratuitamente tutte le funzioni per 30 giorni.
  • VLC — se vuoi applicare un watermark a un video soltanto temporaneamente, ti consiglio di avvalerti di questo celebre programma disponibile per Windows, macOS e Linux, visto che permette di inserire una filigrana ai filmati durante la loro riproduzione, la quale viene rimossa alla chiusura del programma.