Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Recupero dati hard disk

di

Può capitare a tutti di cancellare un file per sbaglio o ricordarsi di non aver salvato dei dati importanti solo dopo aver formattato il PC. Per fortuna, però, esistono delle applicazioni che consentono di limitare i danni e recuperare i file che non sono ancora stati sovrascritti sul disco rigido. E sai qual è la cosa più bella? Sono gratis (almeno nella loro versione base) e si possono usare sia su Windows che su Mac (oltre che su Linux).

Se l’argomento ti interessa (e considerando il fatto che ora sei qui e stai leggendo queste righe direi proprio di si), facciamo una cosa: prenditi qualche minuto di tempo libero tutto per te e prova a seguire le indicazioni che sto per darti. O meglio, prova scaricare uno dei programmi per il recupero dati dall’hard disk che trovi indicati ed esplicati qui sotto e testane subito le capacità sul tuo computer. Vedrai che non te ne pentirai!

Come dici? Non sei molto esperto in fatto di informatica e nuove tecnologie e temi che l’utilizzo degli strumenti che sto per suggerirti sia fuori dalla tua portata? Ma dai, non fare il fifone! A parte il fatto che sono facilissimi da usare ma poi non vedo proprio di che cosa ti preoccupi se qui con te ci sono io, pronto e ben disponibile a fornirti tutte le istruzioni di cui hai bisogno. Suvvia dunque, non temporeggiamo oltre e mettiamoci immediatamente all’opera. Sei pronto? Si? Grandioso! Iniziamo. Buona lettura!

Indice

EaseUS Data Recovery Wizard (Windows/macOS)

EaseUS Data Recovery Wizard

Se stai cercando una soluzione avanzata, ma al tempo stesso facile da usare, per recuperare i dati cancellati dal tuo hard disk, non posso che consigliarti EaseUS Data Recovery Wizard: si tratta di un programma, compatibile sia con Windows che con macOS, che permette di ripristinare qualsiasi tipo di file cancellato (foto, video, brani musicali, documenti, archivi compressi ecc.) da hard disk e unità SSD (sia interni che esterni), ma anche da pen drive, memory card, fotocamere, smartphone, tablet e altri dispositivi di memorizzazione. Supporta anche i dischi formattati, i dischi danneggiati, le partizioni cancellate e le partizioni RAW.

Il suo funzionamento è estremamente intuitivo e la sua interfaccia è tradotta completamente in italiano. È disponibile in due versioni: EaseUS Data Recovery Wizard Free, che è gratis e permette di recuperare fino a 500MB di dati (aumentabili a 2GB, condividendo il software online), ed EaseUS Data Recovery Wizard Pro che, invece, ha prezzi a partire da 66,69 euro e non ha limiti per l’esportazione dei dati. La versione Pro può essere scaricata a costo zero dal sito Internet di EaseUS ma, se non si acquista la licenza, permette solo di scoprire quali file si possono recuperare, non permette di esportarli.

Detto questo, passiamo all’azione. Per scaricare EaseUS Data Recovery Wizard Professional per Windows, collegati a questa pagina Web e clicca sul pulsante Prova gratuita. Se, invece, preferisci scaricare EaseUS Data Recovery Wizard Free, collegati a quest’altra pagina del sito di EaseUS e clicca sul pulsante Scarica gratis.

A download completato, indipendentemente dalla versione di EaseUS Data Recovery Wizard che hai scelto di scaricare, apri il file .exe che hai ottenuto e rispondi all’avviso che compare sullo schermo. Dopodiché assicurati che la casella relativa alle condizioni di licenza EaseUS (in basso a sinistra) sia spuntata e premi sul pulsante Installa ora, per avviare il download di tutti i componenti necessari al funzionamento del software.

Se non vuoi inviare statistiche d’uso anonime a EaseUS, clicca sulla voce Personalizza l’installazione (in basso a destra) e deseleziona la relativa casella. Al termine della procedura, partirà automaticamente l’installazione automatica dell’applicazione. Clicca poi sul pulsante Inizia ora, per chiudere la finestra ed eseguire il programma.

EaseUS Data Recovery Wizard

Una volta avviato EaseUS Data Recovery Wizard, non ti resta che cliccare sull’icona dell’hard disk da cui intendi recuperare i dati e premere sul pulsante Scansione, in basso a destra, per avviare la scansione dell’unità.

Alla fine della procedura, usa la barra di navigazione laterale per "sfogliare" le cartelle in cui il programma ha trovato dei file recuperabili, seleziona quelli che vuoi ripristinare (spuntando le relative caselle) e premi sul pulsante Recupera, in basso a destra, per scegliere la cartella in cui salvarli.

Se vuoi filtrare i risultati della scansione per individuare specifiche tipologie di file, clicca sulla voce Filtro, in alto, e scegli quali tipi di file visualizzare: Grafici, Documenti, Video, Audio, Email ecc. tramite il menu che ti viene proposto. Se, invece, vuoi visualizzare l’anteprima di un file prima di recuperarlo, selezionalo e clicca sull’icona dell’occhio collocata in alto a destra.

Se utilizzi un Mac, puoi scaricare EaseUS Data Recovery Wizard visitando le pagine che ti ho linkato in precedenza, cliccando sulla voce relativa alla versione Mac del software e poi premendo sul pulsante di download presente nella nuova pagina apertasi.

A scaricamento completato, apri il pacchetto .dmg che hai ottenuto, trascina l’icona di EaseUS Data Recovery Wizard nella cartella Applicazioni del Mac e avrai così installato il programma sul tuo computer: facile e veloce!

DMDE (Windows/Linux)

DMDE è un ottimo programma che funziona sia su Windows (la versione sulla quale mi concentrerò in questo paragrafo) che su Linux (ma solo da linea di comando), è gratis (ma eventualmente è disponibile anche in una variante a pagamento che consente di intervenire su più tipologie di file) e non richiede installazione. Permette di intervenire sia su dischi interni che esterni ed i risultati sono assicurati, almeno nella maggior parte dei casi.

Per scaricarlo sul tuo computer, collegati al sito Internet del programma e pigia sul bottone Download DMDE for Windows che sta in alto.

A download ultimato, estrai l’archivio ZIP ottenuto in una qualsiasi posizione di Windows dopodiché avvia il file .exe presente al suo interno e clicca su Si.

Seleziona ora la lingua Italiana tramite la finestra apparsa sul desktop e clicca su OK. Accetta quindi le condizioni di utilizzo del software selezionando la casella apposita e fai clic sul bottone Accettare.

Ora che finalmente visualizzi la finestra principale di DMDE, seleziona la tipologia e l’unita relativamente alla quale ti interessa andare ad agire e clicca sul pulsante OK. Adesso, fai clic sul bottone Scansione completa che sta in basso e su Fare la scansione.

Recupero dati hard disk

A processo ultimato, seleziona il volume di riferimento dalla sinistra, pigia sul bottone Menu, seleziona Aprire volume dal menu che compare e premi su OK.

Esplora quindi le varie posizioni dell’unità scelta. Quando individui i file che avevi cancellato per errore dal tuo hard disk e che vuoi recuperare, selezionali mediante la relativa casella, pigia sulla voce Strumenti che sta in alto, seleziona Restituire… e clicca su OK. I file recuperati saranno salvati nella loro posizione d’origine.

Recupero dati hard disk

Procedendo così come ti ho appena indicato non sei risuscito a trovare gli elementi di tuo interesse? In tal caso, puoi aiutarti nella ricerca facendo clic sul menu Strumenti, selezionando Ricerca nel trovato (al nome) ed impostando specifici filtri secondo necessità.

Recuva (Windows)

Se lo strumento per il recupero dati dall’hard disk di cui ti ho parlato nelle righe precedenti non ti ha convinto in maniera particolare e stai cercando una valida alternativa, non poso far altro se non consigliarti di provare Recuva. Si tratta di un’applicazione completamente gratuita e specifica per sistemi operativi Windows che consente di recuperare foto, documenti, video e tante altre tipologie di file cancellati accidentalmente o persi in seguito a crash, virus e altri problemi occorsi al computer. Da notare che è stato realizzato dagli stessi sviluppatori del celebre CCleaner (per maggiori info, leggi il mio tutorial su come scaricare e usare CCleaner).

Per scaricare Recuva sul tuo PC, collegati al sito Internet del programma e clicca sul link CCleaner.com collocato sotto la dicitura Recuva Free. Se il download non parte in automatico, pigia sul pulsante Start Download per forzarlo.

A download completato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che vedi apparire sul desktop, seleziona l’Italiano dal menu a tendina per la scelta della lingua che sta in alto a destra, deseleziona la casella collocata in basso relativa all’istallazione di ulteriori programmi non indispensabili (es. Chrome) e clicca prima su Install e poi su Run Recuva, per completare il processo d’installazione ed avviare Recuva.

Recupero dati hard disk

Nella finestra che si apre, clicca sul pulsante Avanti e metti il segno di spunta accanto alla voce relativa alla tipologia di file che intendi recuperare. Se invece vuoi visualizzare l’elenco completo di tutti i file recuperabili sull’hard disk, lascia pure la spunta su Tutti i file. Dopodiché fai clic su Avanti per andare allo step successivo.

Recupero dati hard disk

Seleziona, a questo punto, la voce In una posizione specifica dalla schermata che si apre e imposta l’unità C: (o la lettera relativa al disco da cui intendi recuperare i file) nel campo sottostante, previo clic sul bottone adiacente Sfoglia….

Adesso, clicca su Avanti e poi su Avvia, attendi che venga visualizzata la lista dei file recuperabili e metti il segno di spunta accanto a ciò che intendi ripristinare. I file che si possono recuperare senza problemi sono quelli contraddistinti dal semaforino verde, gli altri sono parzialmente danneggiati (quelli con il semaforino giallo) o quasi irrecuperabili (quelli con il semaforino rosso). Clicca infine su Recupera, seleziona la cartella di destinazione e il gioco è fatto.

Recupero dati hard disk

Se poi prima di recuperare specifici file desideri visualizzarne un’anteprima (se disponibile), pigia sul bottone Passa a modalità avanzata che sta nella parte in alto a destra della finestra del programma. L’anteprima ti verrà mostrata sulla destra dopo aver selezionato l’elemento di riferimento dall’elenco a sinistra. Sempre a destra, puoi visualizzare maggiori info riguardo il file scelto selezionato la scheda Info.

Se tra i file recuperabili che ti vengono mostrati non riesci a visualizzare quelli di tuo interesse, prima di avviare la procedura di recupero come visto poc’anzi, spunta la casella accanto alla voce Attiva scansione approfondita per, appunto, effettuare una scansione ancora più approfondita del disco rigido.

Wise Data Recovery (Windows)

Un’altra ottima soluzione gratuita per il recupero dati dall’hard disk su Windows è Wise Data Recovery, che consente di ripristinare dati non solo dal disco locale ma anche da memory card, chiavette USB, player multimediali ed altri drive. Mettilo subito alla prova e sono certo che non te ne pentirai.

Per usarlo, collegati al suo sito ufficiale e clicca sul pulsante Free Download che si trova in cima, in modo tale da avviare il download del programma sul tuo PC.

A scaricamento completato, apri il file .exe appena scaricato e fai clic su Esegui e su . Nella finestra che compare sul desktop, seleziona la voce Accetto i termini del contratto di licenza e clicca su Avanti per due volte di fila, poi su Installa e su Fine, per concludere il setup.

Recupero dati hard disk

Fai dunque clic su Si e, nella finestra di Wise Data Recovery visualizzata, seleziona il disco locale dal menu a tendina collocato in alto a sinistra e clicca sul pulsante Scansiona che sta accanto, in modo tale da avviare la scansione dell’unità.

Recupero dati hard disk

A procedura ultimata, metti il segno di spunta accanto ai file che intendi recuperare e clicca sul pulsante Recupera collocato in basso a destra per scegliere la cartella in cui copiarli.

Recupero dati hard disk

Anche in questo software, i file sono contraddistinti da vari indicatori: il bollino verde indica i dati che si possono ripristinare senza problemi, quello giallo i file recuperabili ma probabilmente danneggiati, mentre il bollino rosso segnala i file che non si possono recuperare (se non in minima parte).

Se poi prima di recuperare uno specifico file desideri visualizzarne l’anteprima per sincerarti del fatto che sia l’elemento corretto di tuo interesse, selezionalo dall’elenco al centro della finestra. L’anteprima risulterà poi visibile sulla destra.

Lazesoft Mac Data Recovery

Utilizzi un Mac? Nessun problema! Anche per macOS esistono delle soluzioni per il recupero dati dall’hard disk gratuite ed estremamente facili da usare. Una fra le più valide è Lazesoft Mac Data Recovery. È piuttosto efficace e consente non solo di recuperare dati dall’hard disk interno del Mac ma anche da quelli esterni.

Per servirtene, collegati al suo sito Web e fai clic su Free Download Now!, in modo tale da scaricare l’applicazione sul tuo computer.

A download completato, apri il pacchetto .dmg appena ottenuto e trascina l’icona di Lazesoft Mac Data Recovery nella cartella Applications di macOS, tramite la finestra del Finder apparsa sullo schermo, per installare il software sul Mac. Successivamente recati nella cartella Applicazioni, fai clic destro sull’icona del programma e seleziona Apri dal menu che appare, in modo tale da avviare Lazesoft Mac Data Recovery andando però ad aggirare le limitazioni di Apple verso gli sviluppatori non “benedetti”.

Come recuperare file cancellati da hard disk esterno

Digita quindi la password del tuo account utente su macOS e clicca sul pulsante OK. Nella finestra che si apre, seleziona l’opzione Undelete, clicca sulla voce relativa al disco esterno relativamente al quale ti interessa andare ad agire, premi sul pulsante Start Search ed aspetta che venga avviata e completata la procedura di analisi del disco.

Per recuperare gli elementi cancellati individuati, espandi la cartella Lost File Results che si trova nella barra laterale di sinistra e seleziona la tipologia di file che desideri ripristinare. Se un file che vuoi recuperare non si trova nella cartella Lost File Results, prova a cercarlo in Lost o nella sua cartella di origine, selezionando i rispettivi percorsi dalla barra laterale del programma.

Infine, metti il segno di spunta accanto ai nomi dei file da ripristinare e clicca sul pulsante Save Files per scegliere la cartella in cui copiare gli elementi selezionati.

Recandoti nella scheda File type puoi sfogliare i file direttamente in base alla loro estensione, mentre sfruttando la barra di ricerca collocata in alto puoi cercare rapidamente gli elementi da recuperare in base al loro nome. Se invece vuoi recuperare l’anteprima di specifici file, facci semplicemente clic sopra.

Ulteriori strumenti utili

Gli strumenti per il recupero dati dall’hard disk di cui ti ho parlato nelle righe precedenti non ti hanno convinto in maniera particolare e sei alla ricerca di ulteriori soluzioni adatte allo scopo? Servendotene non sei ancora riuscito a recuperare i tuoi file e ti piacerebbe dunque che ti proponessi delle risorse alternative? Allora prova a dare uno sguardo al mio post su come recuperare file cancellati, magari c’è qualche strumento che può farti comodo.

Altre soluzioni che possono tornare utili per lo scopo in oggetto le trovi poi indicate nel mio tutorial sui programmi per recuperare file cancellati e nel mio articolo incentrato sul recupero dati hard disk.

Recupero dati hard disk

Se invece l’hard disk su cui vuoi intervenire risulta essere danneggiato ed usando i programmi che ti ho già consigliato non sei riuscito a “cavarne un ragno dal buco”, prova a seguire le istruzioni che ti ho fornito nella mia guida incentrata proprio sul recupero dati hard disk danneggiato. Sono sicuro che in tal modo riuscirai a far fronte alla cosa.

Stai usando un Mac? In tal caso, puoi fare la conoscenza di altri programmi da sfruttare per recuperare i file eliminati dal disco fisso leggendo la mia guida su come recuperare file cancellati Mac.

Articolo realizzato in collaborazione con EaseUS.