Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Antivirus Microsoft

di

Come probabilmente già saprai, tutte le edizioni più recenti di Windows, dalla 8 in poi, includono un antivirus denominato Windows Defender. Si tratta di un prodotto molto valido che, nelle classifiche antivirus più recenti, ha dimostrato di saper dire la sua anche al cospetto di soluzioni più “blasonate”, prodotte da terze parti. Riesce, infatti, a proteggere il computer da tutti i malware più diffusi agendo in tempo reale e, cosa altrettanto importante, non appesantendo troppo il funzionamento generale del sistema.

E per chi utilizza ancora Windows 7 o Vista? Beh, Windows Defender non è disponibile, ma al suo posto è possibile scaricare Security Essentials, un altro antivirus prodotto da Microsoft, anch’esso gratuito e dotato di modulo di protezione in tempo reale, che però ha una protezione contro rootkit (dei malware che eludono i sistemi di sicurezza e permettono agli hacker di accedere ai PC delle vittime da remoto) e bootkit (dei malware simili ai rootkit che attaccano il boot sector) più blanda, quindi non è consigliato per avere una protezione completa del PC (meglio rivolgersi a delle soluzioni alternative prodotte da terze parti).

Fatta questa doverosa premessa, passiamo al tema principale del post di oggi. Quello che ti propongo di seguito è un tutorial in cui vedremo insieme come funziona l’antivirus Microsoft, come installarlo sui sistemi in cui non è incluso “di serie” e come configurarlo al meglio per proteggere efficacemente il computer. Ti consiglierò, poi, delle soluzioni alternative da adottare al posto di Security Essentials (o Windows Defender, qualora non lo ritenessi abbastanza soddisfacente per le tue necessità). Buona lettura!

Indice

Windows 10/8.x

Come ampiamente anticipato, Windows 10 e Windows 8.x includono l’antivirus Windows Defender di Microsoft in maniera predefinita: questo significa che non c’è bisogno di scaricarlo e/o installarlo, ma che va solo verificata la sua attivazione, in modo che questo possa proteggere il computer in tempo reale.

Per verificare se la protezione in tempo reale di Windows Defender è attiva sul tuo PC, clicca sul pulsante Start (l’icona della bandierina collocata nell’angolo in basso a sinistra dello schermo), digita il termine “defender” nel campo di ricerca del menu che si apre e seleziona Windows Defender Security Center dai risultati.

Nella finestra che si apre, vai su Protezione da virus e minacce, poi su Impostazioni di Protezione da virus e minacce e, se necessario, sposta su Attivato le levette relative alle funzioni Protezione in tempo realeProtezione fornita dal cloud.

Ti consiglio, inoltre, di tornare nel menu Protezione da virus e minacce, cliccare sulla voce Controllo delle app e del browser presente nella barra laterale di sinistra e attivare le funzioni Controlla app e fileSmartScreen per Microsoft Edge e SmartScreen per le app di Microsoft Store, impostando tutte e tre su Avvisa: così facendo, Windows ti avviserà quando tenterai di eseguire aprire applicazioni o dei file potenzialmente pericolosi.

Se nella schermata relativa alla “Protezione da virus e minacce” vedi la scritta La protezione da virus e minacce è gestita dalla tua organizzazione, significa che qualcuno ha disattivato Windows Defender completamente agendo nel registro di sistema. Per rimediare al problema, premi la combinazione di tasti Win+R sulla tastiera del tuo PC, in modo da richiamare il pannello Esegui…, digita il comando regedit all’interno di quest’ultimo e dai Invio.

Si aprirà l’editor del registro di sistema: recati, dunque, nel percorso HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Policies\Microsoft\Windows Defender usando il menu di sinistra, fai doppio clic sulla chiave DisableAntiSpyware e imposta il suo valore su 0. Per rendere effettive le modifiche e riattivare Defender, riavvia il PC o il processo di Esplora File (tramite Gestione attività).

Una volta verificata la disponibilità della protezione in tempo reale (o aver riattivato quest’ultima), sei pronto per eseguire una scansione completa del tuo computer. Per compiere quest’operazione, torna nel menu Protezione da virus e minacce di Windows Defender Security Center, clicca sulla voce Esegui una nuova analisi avanzata, metti il segno di spunta accanto alla voce Analisi completa e premi sul bottone Analisi.

La scansione potrebbe andare avanti per diversi minuti: la durata dell’operazione dipende dalla grandezza del disco da analizzare e dalla velocità del computer in uso.

Windows 7/Vista

Antivirus Microsoft

Se vuoi scaricare Security Essentials, la versione meno avanzata di Windows Defender disponibile per Windows 7 e Vista, collegati al sito di Microsoft, scorri la pagina fino ad arrivare alla tabella con i link per il download del programma e clicca sul collegamento Windows Vista/Windows 7 a 32 bit oppure sul collegamento Windows Vista/Windows 7 a 64 bit (a seconda se utilizzi un sistema a 32 o 64 bit) in corrispondenza della voce Italiano.

Al completamento del download, apri il file mseinstall.exe appena scaricato e, nella finestra che si apre, fai clic prima su e poi su Avanti e Accetto. Scegli, dunque, se inviare statistiche d’uso anonime a Microsoft, mettendo il segno di spunta accanto alla voce Partecipa al programma Analisi utilizzo software o accanto alla voce Al momento non desidero partecipare al programma, e completa il processo d’installazione di Security Essentials cliccando prima su Avanti due volte consecutive e poi su Installa e Fine.

In seguito all’installazione, partirà l’aggiornamento delle definizioni antivirus (quelle usate dal programma per rilevare le minacce informatiche) e verrà effettuata una scansione del computer. Attenzione però, si tratta di un’analisi rapida che controlla solo le aree critiche del sistema. Io ti consiglio di effettuare una scansione completa, che richiede un po’ di tempo ma controlla a fondo tutto l’hard disk. Come si fa? Nulla di più facile.

Avvia l’antivirus Microsoft cliccando sulla sua icona presente nell’area di notifica (accanto all’orologio di Windows), dopodiché recati nella scheda Pagina iniziale, metti il segno di spunta accanto alla voce Completa e clicca sul pulsante Avvia analisi.

Al termine della scansione, assicurati che Security Essentials sia impostato per controllare automaticamente il sistema almeno una volta alla settimana (oltre che per monitorare lo stato del computer in tempo reale). Seleziona quindi la scheda Impostazioni del programma, clicca sulla voce Analisi pianificata che si trova nella barra laterale di sinistra, assicurati che ci sia la spunta accanto alla voce Esegui analisi pianificata del PC e scegli il giorno della settimana e l’ora in cui eseguire la scansione automatica del PC.

Per assicurarti che il controllo del sistema in tempo reale sia attivo, seleziona invece l’opzione Protezione in tempo reale dalla barra laterale di sinistra e verifica che ci sia la spunta accanto alla voce Attiva protezione in tempo reale (altrimenti mettila).

Windows XP

Antivirus Microsoft XP

Hai un vecchio computer con Windows XP? Allora devo comunicarti che non puoi più utilizzare Security Essentials. Come forse già saprai, dall’8 aprile 2014 Windows XP non è più supportato ufficialmente da Microsoft e anche la versione di MSE compatibile con quest’ultimo non viene più aggiornata. L’ultimo update per le firme antivirus è attivato il 14 luglio 2015.

Ti consiglio di affidarti a uno degli antivirus alternativi che trovi elencati alla fine del post o, meglio ancora, di aggiornare Windows XP seguendo il mio tutorial sull’argomento. Se il tuo computer non riesce a far “girare” le versioni più recenti di Windows potresti pensare di passare a Linux, un sistema operativo gratuito ed open source su cui il rischio di virus e malware è praticamente nullo. Dai un’occhiata alla mia guida su come installare Linux per saperne di più.

Le migliori alternative a Security Essentials e Windows Defender

Come ampiamente sottolineato in apertura del post, Security Essentials per Windows 7 e Vista non è propriamente impeccabile come antivirus: ecco, quindi, alcune soluzioni alternative che puoi utilizzare per proteggere il tuo PC gratuitamente. Puoi prenderle in considerazione anche se hai Windows 10 o Windows 8.x e per qualche motivo non sei soddisfatto del lavoro svolto da Windows Defender (che comunque è molto buono).

  • Bitdefender Free – uno dei migliori antivirus disponibili attualmente in ambito gratuito (e non solo). Protegge il computer in tempo reale contro tutti i principali tipi di virus e malware senza pesare eccessivamente sulle prestazioni. Completamente in italiano. Te ne ho parlato più in dettaglio in questa guida.
  • Avira Antivirus – popolarissimo antivirus gratuito molto efficace (anche se leggermente meno “attento” di Bitdefender). La sua interfaccia è in italiano ed è molto semplice da utilizzare. Te ne ho parlato meglio in questo post.
  • Avast – uno degli antivirus gratuiti più completi disponibili attualmente sul mercato, in italiano. La sua efficacia è leggermente inferiore rispetto a quella di Bitdefender e Avira, ma è comunque validissimo. Maggiori info qui.
  • Panda – altro ottimo antivirus che fa sempre bella figura nei test comparativi. Grazie alla tecnologia cloud riesce a demandare molte operazioni ai server remoti, alleggerendo così il carico per il computer in uso, ed è completamente in italiano. Maggiori info qui.

Per scoprire come installare e utilizzare al meglio tutti i software di cui sopra, leggi la mia guida ai migliori antivirus gratis in italiano: lì troverai tutte le informazioni di cui hai bisogno.