Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

App per libretto postale

di

Di recente, sei andato in un ufficio postale e hai deciso di aprire un libretto, in modo da depositare i tuoi risparmi. Dato che, però, sei una persona che utilizza spesso lo smartphone o il tablet, piuttosto che un PC, vorresti sapere se esiste un’app per libretto postale, in modo da gestirlo online, in mobilità e in completa autonomia. Come dici? È proprio quello che stai cercando? Allora non preoccuparti, perché posso fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Nella guida di oggi, infatti, ti spiegherò come scaricare l’app per gestire il tuo libretto postale da smartphone e tablet, indicandoti le procedure che dovrai eseguire per fare in modo che tu possa operare autonomamente, senza andare ogni volta in ufficio postale. Prima, però, ti darò alcune informazioni relative alla tipologia di libretti che puoi sottoscrivere con Poste Italiane.

Non vedi l’ora di cominciare, dico bene? Allora non perdere altro tempo prezioso e siediti bello comodo: quello che devi fare è dedicarmi giusto alcuni minuti del tuo tempo libero, in modo che tu possa ottenere tutte le informazioni di cui hai bisogno per gestire il tuo libretto postale tramite l’app per il tuo dispositivo mobile. A me non resta che augurarti una buona lettura!

Indice

Informazioni preliminari

Schermata sito Web Poste Italiane

Se hai sottoscritto un libretto postale presso uno dei tantissimi uffici presenti sul territorio nazionale oppure tramite la procedura online dal sito Web di Poste Italiane, puoi vedere il saldo e la lista dei movimenti, oltre a gestire alcune operazioni, direttamente online o tramite l’app dedicata per smartphone e tablet, di cui ti parlerò nel prossimo capitolo.

Devi sapere che tutti i prodotti di Poste Italiane che sottoscrivi sono consultabili online, senza la necessità di recarti in ufficio postale per alcune tipologie di operazioni. Pertanto, se possiedi un libretto di tipo Smart, sarai felice di sapere che puoi operare in completa autonomia, per la visualizzazione del saldo e della lista movimenti e per effettuare alcune operazioni per depositare o spostare i tuoi risparmi.

Dopo aver aperto un libretto Smart tramite procedura online o in ufficio postale, infatti, puoi gestirlo dal computer (agendo dal portale Web di Poste Italiane) o da smartphone e tablet, tramite app. Puoi anche abilitare l’offerta Supersmart, che ti garantisce un tasso d’interesse più elevato rispetto a quello previsto sulle somme libere, inoltre puoi sottoscrivere dei Buoni fruttiferi postali dematerializzati, così da poter consultare anche questi ultimi online.

Per quanto riguarda i libretti di tipo Ordinario, invece, le differenze non sono molte rispetto a quello Smart: un libretto Ordinario, attivabile solo in ufficio postale, non è disponibile immediatamente alla consultazione online e, quindi, devono essere abilitati dei servizi informativi, tramite apposita procedura online. Inoltre, sebbene entrambi i prodotti permettano l’accredito di somme tramite bonifici bancari, alcune operazioni di movimentazione dei risparmi non sono attivabili sul libretto Ordinario.

Il mio consiglio è quello di leggere con attenzione i prospetti informativi, che puoi trovare sul sito Web ufficiale di Poste Italiane, al cui interno puoi trovare tante informazioni utili per capire quale prodotto sottoscrivere in base alle tue esigenze, oltre alla possibilità di attivare un libretto Smart comodamente da casa.

Se, nonostante la lettura delle informazioni presenti sul sito Web di Poste Italiane e la visione dei fogli informativi, dovessi avere qualche altro dubbio su questa tipologia di prodotti sottoscrivibili per i tuoi risparmi, il mio consiglio è quello di recarti presso l’Ufficio Postale più vicino a casa tua e, nell’eventualità, prendere un appuntamento con un consulente, che saprà aiutarti a scegliere il libretto postale adatto alle tue esigenze o ti indirizzerà verso soluzioni migliori che ti garantiranno maggiori rendimenti.

A tal proposito, se vuoi sapere l’ubicazione dell’ufficio postale più vicino rispetto al luogo dove risiedi, ti suggerisco di consultare la mappa interattiva di Poste Italiane presente sul suo sito Web ufficiale oppure nell’app Ufficio Postale, disponibile su Android e iOS.

App per gestire libretto postale

Se sei in possesso di un libretto postale di tipo Smart o Ordinario, quello che ti consiglio di fare è leggere tutte le informazioni che ti fornirò nei prossimi capitoli, nei quali ti spiegherò come utilizzare l’apposita app per la gestione di questi prodotti postali.

App per libretto postale Smart

App BancoPosta per gestione libretti

Come già accennato in precedenza, con la sottoscrizione di un libretto postale Smart, hai la possibilità di visionare il saldo e la lista dei movimenti relativi alle operazioni che effettui su di esso direttamente online, sul sito Web di Poste Italiane, o tramite app. Inoltre, puoi accedere a funzionalità aggiuntive, che ti garantiscono una buona autonomia per la gestione dei tuoi risparmi.

Nel caso in cui volessi operare direttamente da smartphone e tablet, ti consiglio di utilizzare l’app BancoPosta, che consente di visionare alcuni prodotti postali, tra cui anche i libretti. Per scaricare quest’app, disponibile gratuitamente su Android e iOS, devi agire dai rispetti store digitali.

Dal tuo dispositivo Android, ad esempio, visitando questo link, puoi avviare il Play Store e visualizzare direttamente la scheda dell’app. A quel punto, non devi fare altro che premere sul pulsante Installa e attendere il processo di download e installazione automatico dell’app BancoPosta.

Da iPhone o iPad, invece, tramite quest’altro link puoi avviare l’App Store e visualizzare la scheda dell’app. Premi, dunque, il tasto Ottieni e sblocca il download e l’installazione tramite il Face ID, il Touch ID o la password dell’ID Apple. A questo punto, attendi che la procedura giunga al termine, per poter utilizzare l’app BancoPosta.

Dopo che hai installato l’app BancoPosta sul tuo smartphone o tablet, avviala, tramite la sua icona presente in home screen o nel drawer e salta le informazioni che ti vengono mostrate a schermo, attraverso degli swipe. Premi, dunque, il tasto Accedi a BancoPosta e inizia a utilizzare l’app.

La prima cosa che devi fare è effettuare l’accesso con il tuo account Poste.it. Non ne hai ancora creato uno? Puoi farlo in completa autonomia direttamente sul sito Web di Poste Italiane, seguendo la procedura che ti viene indicata, premendo sul tasto Area Personale, in alto a destra. In alternativa, puoi consultare questa mia guida dedicata all’argomento. In aggiunta, puoi effettuare l’accesso all’app BancoPosta tramite il tuo PosteID, di cui ti ho parlato nella mia guida su come attivare PosteID.

App BancoPosta

Ti avviso che, nel caso in cui tu non avessi ancora confermato il tuo numero di telefono sull’account di Poste Italiane, non potrai accedere alla consultazione del tuo libretto postale. Pertanto, come prima cosa, devi recarti in un ufficio postale e comunicare il tuo numero di telefono. Successivamente, sul sito Web di Poste Italiane, effettua l’accesso con il tuo account e conferma il tuo numero nell’area Risparmio Postale online, in modo da confermarlo.

Inoltre, se hai abilitato il livello di protezione tramite codice PosteID, dovrai immettere quest’ultimo dopo il login con il tuo account Poste.it. Non lo ricordi? Puoi facilmente recuperarlo, seguendo le indicazioni che ti ho fornito in questa mia guida.

Adesso che hai completa operatività sull’app BancoPosta, è il momento di visualizzare il saldo e i movimenti del tuo libretto postale. Nella schermata principale dell’app, fai dunque tap sull’icona , che trovi in alto a destra, e seleziona la voce Buoni e libretti.

Nella sezione che ti viene mostrata, puoi visualizzare i libretti e i buoni postali che hai sottoscritto. Premendo sulla scheda Libretto, tramite swipe, puoi scorrere tutti i libretti postali in tuo possesso: ti verrà subito mostrato il saldo e, nella sezione più in basso, la lista dei movimenti.

Al centro della schermata, invece, è situato un tasto, denominato Gestisci, che ti consente di effettuare alcune operazioni sul tuo libretto postale: puoi sottoscrivere dei buoni postali, attivare l’offerta Supersmart, di cui ti ho parlato nel capitolo precedente, effettuare dei girofondi per trasferire il denaro sul tuo conto BancoPosta oppure ricaricare la tua Postepay.

Facendo tap sul numero del libretto, infine, puoi accedere a una sezione nella quale, oltre a essere presente il saldo, puoi anche avere informazioni relative all’intestatario e all’IBAN associato al libretto, in modo da trasferire i tuoi risparmi comodamente tramite bonifico. Premendo, invece, sul tasto Abilita il libretto in app, puoi fare in modo di utilizzare l’app BancoPosta per effettuare le operazioni dispositive sul libretto postale tramite app.

App per libretto postale Ordinario

Installazione app BancoPosta

Se sei in possesso di un libretto postale Ordinario, puoi utilizzare l’app BancoPosta per visualizzare il saldo e la lista dei movimenti effettuati. Pertanto, nel caso in cui volessi sapere come utilizzare quest’app per agire in tal senso, il mio consiglio è di consultare quanto ti ho già descritto nel capitolo precedente.

Ti avviso, però, che un libretto postale Ordinario non è immediatamente accessibile alla consultazione online o tramite app, in quanto è necessario che tu prima attivi i servizi informativi, tramite il tuo account Poste.it.

Quello che devi fare è accedere alla tua area personale sul sito Web di Poste Italiane e abilitare i servizi informativi tramite l’apposita sezione relativa a questa tipologia di prodotti: dovrai inserire il numero del libretto cartaceo oppure i dati della Carta Libretto, seguendo la procedura guidata.

Solo dopo l’apposito messaggio di conferma di avvenuta attivazione di questi servizi sul tuo libretto Ordinario, potrai consultare il saldo e i movimenti effettuati, accedendo alla tua area riservata su Poste.it oppure tramite l’app BancoPosta.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.