Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come addomesticare un cavallo su Minecraft

di

Nel mondo di Minecraft sono presenti tanti animali con cui interagire. Ognuno ha una diversa funzione: ci sono quelli per l’allevamento, quelli per la difesa del giocatore e quelli per facilitare la percorrenza di lunghe distanze in meno tempo. Per quest’ultimo esempio, uno degli animali più utilizzati è il cavallo, che si trova senza troppa difficoltà nel mondo di Minecraft. Scommetto che li hai visti anche tu, ma tutti quelli che hai trovato in giro, sono selvatici e non si fanno addomesticare.

Come dici? Le cose stanno proprio in questo modo? Non preoccuparti, perché ho la soluzione al tuo quesito. Nella guida di oggi, infatti, ti illustrerò come addomesticare un cavallo su Minecraft in modo da riuscire nel tuo intento e utilizzare i cavalli per le tue esplorazioni all’interno del mondo di gioco. Inoltre, ti spiegherò anche come cavalcare un cavallo in maniera corretta e come prendertene cura.

Bene: che ne dici di iniziare a leggere i consigli che ho preparato per te in questo tutorial? Ti serviranno soltanto alcuni minuti di tempo libero e, al termine della lettura, ti assicuro che riuscirai anche tu ad addomesticare un cavallo in Minecraft. Dai, siediti comodo, presta attenzione alle mie indicazioni e mettile in pratica: i risultati ti stupiranno. A me non resta altro che augurarti una buona lettura e, soprattutto, un buon divertimento!

Indice

Operazioni preliminari

Addomesticare un cavallo su Minecraft è un’operazione che richiede soltanto un po’ di pazienza. Solitamente servono soltanto alcuni minuti per eseguire quest’attività, ma è importante prima avere il necessario ed essere preparati.

I cavalli non sono disponibili in qualsiasi area del mondo di Minecraft, ma ciò non toglie il fatto che siano facilmente individuabili. Infatti, si trovano facilmente nel bioma savana o nelle pianure, raggruppati in una mandria non molto numerosa. Questa è composta da puledri, non addomesticabili, e da cavalli adulti che possono, invece, fare al caso tuo.

Ogni cavallo è diverso dall’altro: innanzitutto per il loro manto, che può avere diverse colorazioni, striature e pigmentazioni. Ma la differenza non risiede soltanto in questo, ma anche nelle loro statistiche: un cavallo possiede un numero variabile di punti vita, ma anche una diversa velocità di movimento e di salto. Ciò che ti consiglio è di addomesticarne diversi, fino a quando troverai quello che più si avvicina alle tue esigenze.

Inoltre, considera il fatto che esistono diverse altre tipologie di equini, come i muli e gli asini, che sono differenti per uso rispetto ai cavalli. Questi ultimi, infatti, possono essere equipaggiati con una sella, per essere cavalcati, e con un’armatura, per resistere agli attacchi dei nemici; gli asini, invece, sebbene cavalcabili con una sella, non possono indossare un’armatura, ma è possibile posizionare sul suo dorso un baule, per trasportare oggetti.

Mentre cavalli e asini possono essere allevati, facendoli accoppiare per generare cuccioli da crescere, i muli, invece, non possono accoppiarsi. A parte questa caratteristica, i muli sono simili agli asini, in quanto è possibile equipaggiare sul loro dorso un baule per il trasporto di equipaggiamento, utile durante le proprie esplorazioni.

A prescindere dalla tipologia di equino che tu voglia addomesticare, considera innanzitutto che ti serve una sella, per riuscire a riportare indietro al rifugio l’animale appena addomesticato. Quest’oggetto non può essere fabbricato, quindi si può ottenere tramite l’esplorazione, cercando nei bauli, cioè i contenitori che contengono al loro interno diversi tesori e oggetti utili.

Questi possono essere trovati in diversi luoghi, come nelle fortezze del Nether, di cui ti ho parlato come accedervi in questa mia guida, nelle fortezze o templi che trovi durante l’esplorazione oppure nella città dell’End.

Inoltre, nei villaggi, cerca un personaggio non giocante (PNG), denominato Cuoiaio, che ti permetterà di ottenere una sella in cambio di 10 smeraldi, da equipaggiare sugli animali cavalcabili, come equini e suini.

Se non hai disponibile questa opzione d’acquisto, ricorda che, man mano che eseguirai degli scambi con i PNG, questi sbloccheranno nuovi oggetti da acquistare. Porta con te del cuoio che ottieni dagli animali ed esegui alcune transazioni, fino a sbloccare l’opzione relativa alla sella.

Addomesticare un cavallo

Dopo che avrai recuperato una sella da utilizzare per il cavallo, devi trovarne uno per addomesticarlo. Come ti ho anticipato nel capitolo precedente, i cavalli sono disponibili nelle radure in mandrie non numerose.

Quando avrai individuato dei cavalli adulti, avvicinati a uno di questi e interagisci su di esso, senza equipaggiare alcun oggetto nello slot rapido. Quando avrai eseguito quest’operazione, l’avatar si troverà a cavalcarlo. Il cavallo però, nel giro di qualche istante, lo farà cadere giù a terra.

Dovrai eseguire nuovamente la stessa operazione tante volte, salendo sulla groppa del cavallo, finché quest’ultimo non sarà accerchiato da cuoricini. Ciò starà a indicare che l’animale è addomesticato e può essere condotto al proprio rifugio.

Purtroppo il cavallo non può essere mosso dal giocatore senza una sella. Mentre l’avatar si trova sul suo dorso, apri l’inventario, per accedere al pannello di gestione dell’equipaggiamento del cavallo. Trascina quindi la sella nell’apposito slot per farla indossare all’animale.

Così facendo, potrai adesso muovere il cavallo in qualsiasi direzione, raggiungendo più velocemente i luoghi delle tue esplorazioni.

Nutrire un cavallo

I punti vita di un cavallo devono essere ripristinati ogni volta che vengono persi a causa di attacchi di nemici. A questo proposito, devi sapere che i punti vita di un cavallo si rigenerano automaticamente ma, nel caso in cui avessi bisogno di ripristinarli senza attendere, puoi ottenerli dando del cibo all’animale. I cibi che possono essere utilizzati su un cavallo sono lo zucchero, il grano, la mela e il fieno. Ognuno di questi permette di recuperare una quantità sempre maggiore di punti vita.

Se si utilizzano, invece, una mela d’oro o una carota d’oro, oltre a recuperare i punti vita, si attiva la modalità accoppiamento, che permette sui cavalli utilizzati di fare in modo che vengano generati dei puledri. Nelle prossime righe, per concludere, ti indicherò come produrre o reperire il cibo necessario per nutrire i cavalli che hai addomesticato.

  • Zucchero (recupera 1 punto vita): si ottiene in un banco da lavoro aggiungendo una canna da zucchero oppure come premio quando si sconfiggono le streghe.
  • Grano (recupera 2 punti vita): si raccoglie direttamente dalle piantagioni di grano oppure all’interno dei bauli che trovi durante l’esplorazione.
  • Mela (recupera 3 punti vita): le mele si raccolgono dagli alberi di quercia. Quando si estrae del legno da questa tipologia di alberi, c’è la possibilità che si ottengano delle mele. È possibile trovarle anche all’interno dei bauli.
  • Carota d’oro (recupera 4 punti vita): si ottiene disponendo, su un banco da lavoro, otto pepite d’oro e al centro una normale carota.
  • Mela d’oro (recupera 10 punti vita): otto lingotti d’oro devono essere disposti all’interno di un banco da lavoro, posizionando nello slot al centro una mela.
  • Fieno (recupera 20 punti vita): il fieno non si ottiene naturalmente, ma mettendo insieme nove unità di grano in un banco da lavoro.