Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come avere il verificato su YouTube

di

Sei su YouTube da tanto tempo e hai aperto un canale che ti sta dando soddisfazioni, ma vuoi fare qualcosa in più. Non cerchi tanto consigli su come produrre contenuti, perché pensi di sapertela cavare, quanto, piuttosto, delle indicazioni su come rendere più autorevole la tua immagine e impressionare in modo positivo il pubblico. Al riguardo, ti è capitato più volte di vedere un segno di spunta grigio vicino al nome dei tuoi canali preferiti, segno che sono stati verificati da YouTube, e vorresti averlo anche tu perché ti piace l’idea di distinguerti dagli altri.

Ho indovinato, vero? Allora sappi che, se vuoi, posso spiegarti come avere il verificato su YouTube: come sicuramente ben saprai, questo status non porta chissà quali vantaggi rispetto agli account standard, ma aiuta sicuramente a distinguersi dalla massa e rendere il proprio canale più autorevole. Dunque, lascia che ti spieghi passo dopo passo come raggiungere questo obiettivo: vedrai che, se soddisferai tutti i requisiti, la procedura non ti risulterà affatto complicata.

Attenzione solo a non confondere il verificato su YouTube con la verifica del canale, poiché sono due cose diverse e l’una c’entra poco o nulla con l’altra: verificare un canale, infatti, ti permette semplicemente di comunicare a YouTube che non sei un robot e ti consente di sbloccare alcune funzionalità aggiuntive (se non l’hai ancora fatta, ti consiglio di recuperare subito, seguendo la procedura che sto per illustrarti); avere il verificato, invece, permette di avere l’agognata spunta accanto al nome. Detto questo, al bando le ciance e iniziamo.

Indice

Come verificare il canale YouTube

Verificare account su YouTube

Partiamo da come verificare il canale YouTube, la procedura che possono fare tutti per comprovare di non essere dei bot e che permette di sbloccare alcune funzionalità aggiuntive sul proprio account: come riportato anche nella guida ufficiale di YouTube, dopo aver verificato il canale, è possibile caricare video dalla durata superiore ai 15 minuti, aggiungere miniature personalizzate, trasmettere in live streaming e fare ricorso contro le rivendicazioni di Content ID. Delle funzioni davvero utili, insomma, che miglioreranno notevolmente la tua esperienza utente.

Verificare il canale YouTube è estremamente rapida come procedura. Anzitutto, collegati alla pagina di verifica dell’account sulla piattaforma streaming di Google. A questo punto, ti saranno chieste alcune informazioni: seleziona il tuo Paese, quindi Italia, dal menu a tendina che trovi sotto alla presentazione della funzione di verifica, e scegli come vuoi che ti venga inviato il codice di verifica a 6 cifre, selezionando una delle due opzioni che trovi sotto al menu relativo alla scelta del Paese.

Puoi decidere o di ricevere una chiamata con voce automatica oppure di farti mandare il codice via SMS. Se non vuoi perdere tempo con la chiamata, seleziona quest’ultima opzione e scegli la lingua con cui vuoi che ti venga inviato il codice in questione. Nella casella di testo sotto alla domanda “Qual è il tuo numero di telefono?” non devi far altro che inserire il tuo numero di telefono e poi fare clic sul pulsante blu Invia che trovi sotto. Nota bene: il tuo numero può essere usato per verificare massimo 2 account all’anno.

Una volta fatto clic sul pulsante Invia, si aprirà una pagina in cui ti sarà chiesto di inserire in una casella di testo il codice di verifica che hai ricevuto; inserisci il codice e primi sul pulsante Invia anche in questo caso.

Cosa fare adesso? Proprio nulla: comparirà una schermata in cui leggerai che il tuo account YouTube è stato verificato. Ti dicevo che sarebbe stato facile, no?

Come avere il verificato su YouTube

Verificato

Ora ti spiegherò come avere il verificato su YouTube, cioè il badge di verifica, che consiste in un segno di spunta bianco in un quadrato o un cerchio grigio, accanto al nome del canale. Tale badge identifica il canale ufficiale di una persona (un artista ma non solo) o di una società, e lo differenzia da altri canali che presentano nomi simili su YouTube.

Ti dico sin da subito che, per quanto averlo possa conferire maggiore autorevolezza al tuo canale, il badge non permette di accedere a funzionalità aggiuntive, né rappresenta un premio o un traguardo. Eppure, per ottenerlo, hai bisogno di raggiungere un gran numero di iscritti: se non raggiungi la soglia dei 100.000 iscritti, infatti, non puoi avanzare al richiesta a YouTube (anche se la piattaforma si riserva la possibilità di concedere il badge a personalità note che non rispettano ancora tale requisito).

Il fatto che non vi siano funzioni aggiuntive non vuol dire che la verifica non serva a nulla: nei fatti, l’autorevolezza rafforza la propria immagine, e questo migliora la performance del canale nel complesso. La verifica su YouTube permette, inoltre, di difendersi dagli imitatori e di prevenire i furti del traffico che dovrebbe andare al proprio canale. E, a fronte di un traffico generato da 100.000 iscritti, mi sembra davvero un ottimo strumento per difendersi.

Prima di spiegarti come fare per ottenere la spunta grigia su YouTube, ricorda che se cambi il nome del canale dovrai sottoporlo nuovamente a revisione, anche se hai già superato il test una volta. Chiaramente, se violerai le Norme della community o i Termini di servizio di YouTube, la verifica ti sarà revocata. Nella propria guida, YouTube sottolinea anche che la procedura di verifica è cambiata spesso nel corso del tempo e che quindi potresti imbatterti in vari tipi di canale verificato mentre usi il servizio.

Come chiedere, dunque, la verifica del canale? Semplicissimo: collegati alla pagina di supporto di Google e scorri verso il basso fino alla sezione per richiedere la verifica del canale. Se hai 100.000 iscritti, non devi far altro che premere sul pulsante per richiedere la verifica: accederai così a un modulo da compilare per l’invio della richiesta. Ovviamente, se non avrai raggiunto il numero di iscritti necessario, Google ti spiegherà che il tuo canale non è idoneo.

Dopo aver fatto accesso al modulo di domanda, inserisci tutte le tue informazioni. Ti ricordo che ti verrà richiesto l’ID del canale, che puoi trovare con pochi passaggi: fai clic sulla tua immagine di profilo, in alto a destra , poi sulla voce Impostazioni. Nella sezione Account, che è quella che compare appena si apre la schermata, cerca il tuo nome utente in corrispondenza della voce Il tuo canale; ebbene, sotto al nome troverai la voce Visualizza impostazioni avanzate, su cui dovrai cliccare per trovare sia il tuo ID utente sia il tuo ID canale.

Adesso inserisci le informazioni richieste da Google, premi sul pulsante Invio e aspetta: vedrai una notifica tramite la quale Google ti informerà che nelle settimane successive YouTube analizzerà la tua domanda. Non dirmi che non è stato facile!

Come aumentare gli iscritti su YouTube

Tanti loghi YouTube colorati

Come ti ho spiegato, per chiedere la verifica di un canale e l’applicazione del relativo badge, la condizione necessaria è aver raggiunto i 100.000 iscritti; in caso contrario, infatti, Google ti farà notare che non sei ancora pronto per presentare la richiesta.

Cosa? Non sai come fare per arrivare a 100.000 iscritti? Avere successo su YouTube, come su qualsiasi altra piattaforma, richiede dedizione e costanza. Ciò significa che dovrai dedicare molto tempo a curare maniacalmente i contenuti, programmandoli nel corso del tempo; sarebbe assolutamente sbagliato, ad esempio, se lasciassi il tuo canale senza nuovi video per un bel po’ di giorni, perché il Web è pieno di alternative, ed essere dimenticati è un attimo. Coltiva il rapporto che hai con gli iscritti, e non sparire all’improvviso!

Per quanto riguarda i contenuti, assicurati non solo che siano di qualità (quindi realizzati con una buona fotocamera, o, in alternativa, con uno smartphone che realizza buoni video) ma pure che rispecchino le ricerche degli utenti. Ti faccio un esempio: se il tuo canale parla di astronomia e sai che in un certo periodo dell’anno dalla Terra si potrà assistere a un fenomeno celeste mai visto prima, prepara un po’ di video su questo fenomeno, magari avvalendoti di strumenti di ricerca utili e semplici da usare come Google Trends. Ti ho consigliato numerose strategie in una guida specifica sul tema (dedicata a un obiettivo meno corposo di iscritti, ma ugualmente valida): leggila con attenzione e vedrai che i risultati arriveranno!

Una volta programmati i contenuti e creati video di qualità, non ti resta che diffonderli, e a tal fine non posso che consigliarti di sfruttare tutte le piattaforme che hai a disposizione: se hai moltissimi follower su Instagram, perché non provi a pubblicizzare un tuo video o il tuo canale pubblicando delle storie o con un link in bio? Non sottovalutare mai la potenza dei social network, anche se vuoi pubblicare il tuo contenuto su YouTube! Anche perché – ricordalo bene – la tua immagine non deriva solo dai video YouTube ma anche da tutti i contenuti che pubblichi nel Web.

Dicevo che avere 100.000 iscritti è una condizione necessaria; tuttavia, non è sufficiente perché la verifica andrà a buon fine solo se i contenuti del tuo canale saranno autentici e completi.

Un contenuto autentico rappresenta realmente te o il tuo brand: Google, quindi, potrà chiederti tutti i documenti che riterrà necessari, anche dopo aver fatto delle verifiche, per avere le prove che il canale sia davvero rappresentativo della tua persona e del tuo marchio. Questo significa che, se hai già verificato il tuo account, risparmierai molto più tempo e abbrevierai la durata di tutta la procedura di attribuzione del badge.

Un contenuto completo consiste, invece, in un contenuto pubblico, con descrizione adeguata, banner, icona del canale e dei contenuti; il canale, inoltre, dev’essere attivo. Inutile dirti che, a tal fine, dovrai curare nel dettaglio anche la grafica del tuo canale: scegli una foto di qualità per l’icona, in modo da dare un tocco di professionalità al tuo account, e, più in generale, personalizzane il layout per distinguerti dagli altri canali.

Potrebbero sembrarti dei requisiti scontati se hai raggiunto 100.000 iscritti, ma non lo sono affatto se hai iniziato da poco e vedi quel numero come un gran traguardo. Se credi fermamente nel tuo talento, ti consiglio di non mollare mai! Passo dopo passo, potresti realizzare il tuo sogno senza neanche accorgertene! Buona fortuna!

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.