Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come avere numero verde

di

Sei il gestore di una piccola impresa e ti sei reso conto di aver bisogno di un numero verde per la tua attività, ma non sai proprio da dove partire. Non preoccuparti, sei nel posto giusto. In questa guida, infatti, ti andrò a spiegare per filo e per segno come avere numero verde.

Prima di cominciare, devi sapere che ci sono diverse aziende che offrono questo servizio, ma ti consiglio di fare attenzione nello sceglierle e di fare affidamento solo su quelli di comprovata affidabilità, come quelli che ti sto per indicare. Inoltre, ti spiegherò la differenza fra i diversi tipi di numero che puoi utilizzare per la tua attività e i metodi di pagamento più utilizzati.

In particolare, alcuni provider utilizzano un metodo di abbonamento senza costi fissi, con tariffe che variano in base ai minuti di chiamata, mentre altri optano per abbonamenti con costi mensili, proprio come avviene per le più comuni offerte telefoniche per reti mobili. Quando sei pronto, direi di cominciare. Trovi spiegato tutto qui sotto.

Indice

Informazioni preliminari

numero verde

Prima di spiegarti come avere numero verde, lascia che ti dia qualche informazione generale sul tema. Ebbene, il numero verde è un servizio offerto da aziende ed enti per permettere ai clienti di effettuare chiamate addebitandone il costo interamente al destinatario. Un recapito telefonico a chiamata gratuita è una delle migliori soluzioni per agevolare i contatti fra imprese o enti e privati, ed è di solito composto da una serie di numeri semplici da memorizzare.

Sappi che esistono diversi tipi di numero aziendale, che possono essere attivati a seconda delle proprie esigenze e differiscono gli uni dagli altri principalmente dai costi per il chiamante, dal prefisso e dalle modalità d’uso. Ti mostro brevemente le differenze fra questi numeri.

  • Numero Verde — il numero verde è un servizio che annulla ogni costo di chiamata per chi effettua la telefonata. Il prefisso utilizzato per questo tipo di numero è l’800 e, generalmente, ha un tempo di consegna immediato da parte dei fornitori. Questo tipo di servizio comporta dei costi a consumo o ad abbonamento per il destinatario della chiamata.
  • Numero Ripartito — il numero ripartito è un tipo di numerazione che comporta la ripartizione del prezzo della telefonata fra chiamante e destinatario della chiamata. Il costo per il chiamante si basa sull’offerta telefonica (mobile o fissa) attiva al momento della chiamata, quindi non presenta alcun sovrapprezzo per chi chiama. Il ricevente, di solito, paga lo scatto alla risposta o una tariffa fissa ad abbonamento. I prefissi per i numeri ripartiti sono 840 e 848 e sono ugualmente indicati per imprese, enti o aziende.
  • Numeri con sovrapprezzo per il chiamante — un ultimo tipo di numerazione riguarda i numeri con sovrapprezzo per il chiamante che vengono utilizzati, per esempio, per servizi di consulenza professionale o di intrattenimento. Questo tipo di numerazione comporta un pagamento maggiorato al chiamante, che si traduce in guadagno per il destinatario. I prefissi per i numeri a pagamento sono 895 per i servizi di consulenza professionale e 899 per i servizi di intrattenimento.

Come avere un numero verde gratuito

numero verde

Per numero verde gratuito si intende quel tipo di servizio che non comporta costi fissi mensili o annuali per chi decide di attivarlo.

Difatti, il pagamento avviene solo nel momento in cui si riceve una telefonata, ed è addebitato attraverso uno scatto alla risposta e una tariffa a consumo, a minuti o a secondi di chiamata.

Questa soluzione è molto utile per chi riceve, generalmente, poche chiamate, in quanto non comporta costi nel caso non si dovesse ricevere alcuna chiamata. Il pagamento per l’attivazione, di solito, è gratuito e l’unico costo iniziale riguarda la prima ricarica del credito.

Qualora il credito dovesse arrivare a zero, è necessario effettuare una nuova ricarica per continuare a utilizzare il servizio.

NumeroVerde.it

numeroverde.it

Uno dei migliori provider che offrono un numero verde ad attivazione gratuita, senza costi fissi, è NumeroVerde.it. Questo operatore è autorizzato dall’Agcom (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni) e offre diversi pacchetti a seconda delle proprie esigenze.

Per avvalerti del servizio, recati sulla sua pagina principale e fai clic sulla sezione Tariffe, per dare un’occhiata ai costi. Il piano tariffario di NumeroVerde.it si basa su diversi tipi di costi, che variano in base alle chiamate provenienti da fisso o da telefono mobile, oppure provenienti dall’Italia o dall’estero.

In particolare, per attivare un numero verde è necessario fornire un proprio numero (mobile o fisso) come ricevente, definito come numero in terminazione. Dunque, per la configurazione, non sarà necessario installare nuovi telefoni o acquistare nuove SIM. Questo, però, comporta una differenziazione nei costi.

Ad esempio, nel caso decidessi di ricevere sul tuo numero fisso le chiamate del numero verde che hai attivato, il costo sarà di 4 centesimi al minuto se il chiamante effettua la telefonata da fisso e di 33 centesimi al minuto se effettua la telefonata da dispositivo mobile. Lo scatto alla risposta per fisso è di 5 centesimi.

Qualora volessi utilizzare un numero mobile per ricevere le chiamate del tuo numero verde, il costo sarà invece di 33 centesimi al minuto per le chiamate provenienti da fisso e di 65 centesimi al minuto per chiamate provenienti da mobile. Lo scatto alla risposta per mobile è di 10 centesimi.

tariffe

Nel caso le chiamate provenissero dall’estero, invece, il costo delle telefonate si baserà sui normali piani tariffari del numero scelto per ricevere le comunicazioni del numero verde, ovvero il numero in terminazione scelto.

Ad esempio, se il numero in terminazione appartiene a uno smartphone italiano e ti trovi all’estero, le tariffe si baseranno sui normali costi di roaming internazionale. Altrimenti, si applicheranno le tariffe a seconda del Paese da cui viene effettuata la telefonata. Maggiori informazioni qui.

NumeroVerde.it, inoltre, offre dei servizi a pagamento che comportano un costo una tantum, ovvero quelli riferiti ai messaggi vocali automatizzati, che possono essere uno o più di uno e hanno il costo di 40 euro + IVA una tantum per un messaggio, 75 euro + IVA per cinque messaggi o 79 euro + IVA per sei messaggi.

Sul sito sono disponibili tre tipi di acquisto, che offrono diversi servizi aggiuntivi. In particolare sono disponibili i pacchetti TuttoCompreso Bronze, Silver e Platinum, ognuno dei qual consente di scegliere fra una serie di numeri proposti.

Ogni pacchetto offre il numero verde con prefisso 800, un servizio di call back (richiamami), un centralino automatizzato, il logo personalizzato con il numero scelto, tre messaggi vocali e l’accesso al Pannello di Gestione interno al sito.

Il pacchetto Bronze offre numerazioni più difficili da memorizzare per il cliente, ma ha un costo iniziale di ricarica di 150 euro + IVA. Il pacchetto Silver ha un costo di prima ricarica di 300 euro + IVA e dà l’opportunità di scegliere anche fra numerazioni a 2 cifre. Il pacchetto Platinum, invece, ha un costo di prima ricarica di 850 euro + IVA e offre in regalo il messaggio di benvenuto personalizzabile.

Ogni offerta, alla scadenza del credito, può essere ricaricata per un minimo di 150 euro + IVA e ha una durata di 12 mesi dal momento dell’ultima ricarica: tempo entro il quale il credito andrà consumato, o andrà perso.

Per acquistare un numero, fai clic alla sezione Scegli e attiva, dunque scorri fra le schermate Bronze, Silver e Platinum per scegliere uno fra i numeri proposti. Una volta trovato il numero che fa per te, fai clic su di esso per finalizzare l’acquisto. Nel pop-up comparso su schermo, scegli eventuali servizi aggiuntivi da attivare, quindi premi sul pulsante verde Acquista ora.

Nella pagina di attivazione, compila poi il modulo in base ai dati della tua attività, a seconda se sei una Società, un Professionista o un’Associazione. Inserisci, dunque Codice Fiscale, Partita IVA, Ragione sociale, Indirizzo e i vari recapiti che ti vengono chiesti. Il numero di telefono immesso, verrà utilizzato per le comunicazioni con il sito, mentre il numero in terminazione verrà impostato nel Pannello di Controllo una volta completato l’acquisto. Scegli poi un metodo di pagamento tra quelli disponibili (es. PayPal o bonifico bancario), dunque accetta i termini e le condizioni di servizio.

Fatto ciò, non ti resta che cliccare sul tasto Continua per completare l’acquisto. Una volta completata la configurazione del numero, accedi all’Area Riservata con le credenziali ricevute nella e-mail di attivazione, all’indirizzo comunicato in sede di acquisto. Nell’Area Riservata potrai consultare il Pannello di Controllo, tramite il quale gestire la tua offerta.

Come avere un numero verde a pagamento

telefono

Per numero verde a pagamento si intende quel tipo di numerazione soggetta a costi fissi, mensili o annuali. Questo tipo di servizio, offerto da alcuni noti provider telefonici, è molto utile quando si prevede di ricevere un grande quantitativo di chiamate giornaliere, che arrivano anche da numeri di telefono esteri.

Come avere un numero verde TIM

tim business

La piattaforma TIM Business, offre diverse opzioni di numerazione per quanto riguarda l’attivazione di un abbonamento con numero verde. Per avvalertene, esegui l’accesso alla sezione Numeri Verdi e Numerazioni Speciali del sito per dare un’occhiata alla soluzione che fa per te.

Per le piccole e medie imprese, il servizio più indicato è sicuramente quello denominato Numero Verde e Numero Ripartito, il quale dà l’opportunità di scegliere fra un numero verde con prefisso 800 o un numero ripartito (ovvero con costi sia a carico del chiamante che del destinatario) con prefisso 840 o 848.

Questa soluzione è ideale per le imprese monosede, in quanto non richiede alcun equipaggiamento specifico per l’attivazione. Infatti, è necessario essere in possesso di un numero fisso o mobile aziendale sul quale reindirizzare le chiamate del numero verde, definito numero di instradamento. Il contributo di attivazione è di 50 euro una tantum, con un costo di abbonamento mensile di 5 euro IVA esclusa.

TIM offre anche alcuni servizi aggiuntivi, come quello di mnemonicità del numero, che consente di creare una numerazione di facile memorizzazione per il cliente, al costo di 25 euro mensili, IVA esclusa.

I costi a consumo variano a seconda della scelta del numero di instradamento. Su telefoni fissi i costi sono di 3,6 centesimi al minuto da chiamate provenienti da fisso, 13,3 centesimi al minuto da chiamate provenienti da linee mobili TIM e 15,7 centesimi al minuto da chiamate provenienti da reti mobili di altri gestori.

Nel caso avessi scelto un numero di instradamento mobile, i costi a consumo saranno di 22 centesimi al minuto per chiamate provenienti da fisso, 31,7 centesimi al minuto per chiamate provenienti da reti mobili TIM e 34,1 centesimi al minuto per chiamate provenienti da reti mobili di altri gestori.

Il secondo tipo di abbonamento ha il nome Numero Verde Azienda Nazionale ed è indicato per le grandi aziende presenti in Italia che hanno necessità di essere chiamate in Italia. Questo servizio è indicato per ricevere chiamate tramite un unico punto di contatto da tutta Italia.

Le chiamate, infatti, possono essere reindirizzate a uno o più numeri di un’unica sede, oppure è possibile scegliere di reindirizzarli a postazioni diverse, nel caso siano presenti più uffici sparsi su tutto il territorio nazionale.

Il costo di attivazione è di 51,65 euro per postazione, con un canone mensile di 15 euro per postazione. Oltre al costo fisso, è presente un costo variabile che non cambia a seconda delle fasce orarie, ed è di 25 centesimi al minuto (IVA esclusa) senza differenze fra dispositivi utilizzati per chiamare. Non è presente lo scatto alla risposta.

Per le aziende con contatti all’estero, è disponibile Numero Verde Azienda Internazionale: un pacchetto che comprende la possibilità di ricevere chiamate sia dall’Italia che dall’estero. Il traffico a chiamata può variare a seconda di uno specifico pricing, definito come Day Time ITZ.

I costi fissi sono di 129,11 euro una tantum di contributi ITU (International Telecommunication Union) e di 51,65 euro una tantum per postazione, mentre il canone mensile si attesta sui 10,33 euro per postazione.

Per attivare uno di questi servizi, devi fare clic sul tasto Scopri presente nel box dell’opzione che più ti interessa, dunque clicca il tasto rosso Richiedi contatto per procedere. Nella schermata di contatto, inserisci i tuoi dati anagrafici, il numero di telefono, l’indirizzo e-mail, la Partita IVA e la Ragione sociale dell’azienda, oppure il Codice fiscale.

Premi poi il tasto Salva e attendi di venir contattato da un operatore TIM al numero di telefono o all’indirizzo e-mail che hai immesso in precedenza, in modo da completare l’attivazione del servizio.

Come avere un numero verde Vodafone

vodafone numero verde

Nel caso volessi sapere come avere un numero verde Vodafone, puoi richiedere informazioni su costi e attivazione attraverso la sezione Grandi aziende del sito Vodafone Business.

Per farlo, fai clic sulla sezione Aziende posta in alto a sinistra nella home page del sito, dunque clicca sulla voce Grandi Aziende nel menu comparso, scegli l’opzione Soluzioni di rete fissa e convergenza, dunque fai clic in corrispondenza del menu Rete fissa.

Per avere maggiori informazioni, non devi far altro che premere sul tasto Contattaci e inserire, nel modulo comparso su schermo, dati anagrafici, indirizzo e-mail, numero di telefono, nome dell’azienda e numero di Partita IVA. Fai poi clic sul tasto rosso Invia quando hai fatto, dunque attendi per essere ricontattato da un operatore Vodafone.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.