Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come bloccare un numero sul telefono fisso

di

Continui a ricevere chiamate indesiderate sulla tua linea fissa, provenienti dal solito call center oppure da un noto seccatore che preferiresti non sentire mai più? Se le cose stanno così, non hai molta scelta. Per risolvere il problema alla radice, devi bloccare le telefonate in entrata provenienti dai numeri di tali seccatori, facendone richiesta al tuo fornitore di servizi telefonici, oppure impiegando un dispositivo specifico per lo scopo.

A tal riguardo, ti anticipo fin da subito che quasi tutti i gestore nazionali consentono di bloccare un numero sul telefono fisso, se appartenente a un call center o, in generale, a uno spammer noto, semplicemente facendone richiesta all’assistenza clienti del proprio gestore telefonico; la possibilità di inibire le telefonate provenienti da numeri collegati strettamente alla propria persona (ad es. numeri di parenti, conoscenti, ex partner, datori di lavoro e così via), potrebbe non essere invece prevista dal fornitore di servizi. In quest’ultimo caso, è sufficiente dotarsi di un telefono cordless con funzioni di blocco, oppure di un call blocker, per porre rimedio al problema.

Nel corso di questa guida ti spiegherò, dunque, come metterti in contatto con l’assistenza clienti dei vari gestori, come impostare dei filtri di blocco in autonomia (ove possibile) e quali sono i requisiti necessari per poter usare un dispositivo “fisico” di blocco, in caso di assenza di servizi dedicati: ti assicuro che è tutto più difficile a dirsi, che a farsi! A questo punto, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buona fortuna.

Indice

Come bloccare un numero sul telefono fisso: TIM

Come bloccare un numero sul telefono fisso: TIM

La strada più immediata da percorrere per poter bloccare un numero sul telefono fisso TIM consiste nel fare richiesta direttamente all’assistenza tecnica dell’operatore. Al momento in cui scrivo, infatti, TIM non prevede alcun sistema automatico adibito alla gestione delle numerazioni bloccate, eccezion fatta per eventuali meccanismi di sicurezza inclusi nei telefoni cordless oppure nei call blocker (dei quali parleremo più avanti); il blocco può essere solitamente richiesto per le sole numerazioni di spam ma, in alcuni casi e con valida giustificazione, si può estendere anche altri numeri.

Per poter segnalare a TIM la necessità di bloccare la ricezione delle chiamate provenienti da determinati numeri, devi metterti in contatto con un addetto ai lavori, tramite telefono, chat oppure uno degli altri sistemi previsti da TIM.

Per contattare telefonicamente il servizio clienti di TIM, chiama il numero 187 dalla linea fissa sulla quale vuoi attivare il blocco e attendi la risposta della voce automatica: ascolta il messaggio di benvenuto e, quando necessario, premi il tasto per ricevere assistenza tecnica, che al momento in cui scrivo è il numero 4.

Ora, giacché stai chiamando dalla linea che necessita di assistenza, resta in linea e, quando richiesto, premi il tasto 2 per poter parlare con un tecnico.

Infine, attendi la risposta di un operatore “in carne e ossa”, al quale dovrai esporre la necessità di ottenere il blocco su di un determinato numero. I servizi del 187 sono disponibili 24 ore su 24, dal lunedì alla domenica, tuttavia gli operatori rispondono esclusivamente nella fascia oraria che va dalle 07:00 alle 21:00. La chiamata è gratuita da tutte le reti TIM, sia fisse che cellulari.

Qualora volessi richiedere assistenza chiamando da una linea diversa, quando ti viene richiesto se stai chiamando dalla linea che necessita assistenza, puoi digitare il tuo numero di rete fissa seguito dal tasto cancelletto (#) e premere poi il tasto 2 per ricevere assistenza tecnica da parte di un operatore. La chiamata al 187 da linee non appartenenti a TIM viene tariffata in base al piano attivo sulla propria SIM.

Tieni presente che le combinazioni di tasti da premere per poter ottenere assistenza telefonica variano frequentemente, quindi assicurati di ascoltare attentamente le indicazioni della voce guida, onde evitare di incappare in errori e ripetizioni. Se preferisci, puoi parlare con un operatore TIM anche via chat, tramite WhatsApp o app MyTIM, via Facebook oppure Twitter: ti ho spiegato come fare nella guida segnalata poc’anzi.

Come bloccare un numero sul telefono fisso: Vodafone

Come bloccare un numero sul telefono fisso: Vodafone

Sebbene la Vodafone Station disponga di una funzionalità dedicata al blocco selettivo delle telefonate, esso è pensato esclusivamente per impedire di effettuare telefonate verso alcune numerazioni speciali a sovrapprezzo (ad es. 144, 166, 899, 0369 e così via), ma non per bloccare le chiamate in entrata.

Anche in questo caso, a meno che tu non disponga di un cordless con funzioni di black list oppure di un call blocker (dei quali parleremo più avanti in questa guida), l’unica strada percorribile è quella di metterti in contatto con un addetto ai lavori e di richiedere il blocco per le chiamate in ingresso provenienti da un dato numero, presumibilmente appartenente a un call center oppure a uno spammer noto.

Per parlare con un operatore Vodafone tramite telefono, componi, dalla linea fissa sulla quale intendi richiedere il blocco, il numero 190: una volta avviata la chiamata, attendi la risposta da parte di TOBi, l’assistente digitale di Vodafone, il quale ti chiederà se desideri ricevere supporto per il numero dal quale stai chiamando.

Quando ciò avviene, rispondi “Sì” (o, se la chiamata viene effettuata da un’altra numerazione, rispondi “No” e indica il numero del tuo telefono fisso) e, quando ti viene chiesto cosa intendi fare, pronuncia il comando “voglio parlare con un operatore”. Se necessario, ripeti la stessa operazione anche per le richieste successive, in modo tale da indurre TOBi a metterti in contatto con il customer care di Vodafone, al quale dovrai esporre la tua esigenza.

Anche in questo caso, ti suggerisco di prestare bene attenzione alle indicazioni di TOBi, in quanto il funzionamento dell’assistente vocale e, in generale, del servizio di assistenza telefonica di Vodafone, potrebbe essere soggetto a variazioni.

Il servizio 190 di Vodafone è disponibile 24 ore su 24, dal lunedì alla domenica, tuttavia l’assistenza tecnica da parte di un operatore umano può essere richiesta soltanto dalle 08:00 alle 22:00. La chiamata è gratuita da rete Vodafone fissa e mobile.

Se preferisci, puoi chiedere assistenza diretta a Vodafone anche tramite social network, sito Web o app MyVodafone: per maggiori informazioni al riguardo, ti rimando alla lettura della mia guida su come parlare con un operatore Vodafone.

Come bloccare un numero sul telefono fisso: WINDTRE

Come bloccare un numero sul telefono fisso: WINDTRE

Neanche WINDTRE mette a disposizione, almeno non al momento in cui scrivo questa guida, un servizio che consente di bloccare la ricezione, sulla linea fissa, delle chiamate provenienti da un determinato numero (a meno che questa possibilità non sia prevista dal cordless in proprio possesso, o non si disponga di un call blocker).

In ogni caso, puoi provare a chiedere delucidazioni sulla cosa (ed eventualmente abilitare il blocco) rivolgendoti direttamente a un addetto ai lavori WINDTRE, meglio se tramite chiamata vocale.

Per riuscirci, componi il numero 159 dal tuo telefono fisso, ascolta il messaggio di benvenuto e premi il tasto 2 per ricevere assistenza o informazioni riguardanti il numero dal quale stai chiamando. Dopo alcuni secondi, la voce guida dovrebbe chiederti di premere il tasto 1 per accedere alla sezione relativa all’assistenza tecnica e amministrativa.

Adesso, premi il tasto 1 per metterti in contatto con WILL, l’assistente virtuale di WINDTRE e, quando quest’ultimo ti chiederà di cosa hai bisogno, pronuncia il comando “voglio parlare con un operatore”, per metterti in comunicazione con un addetto ai lavori in carne e ossa.

Come già detto anche in precedenza, la sequenza di tasti e comandi da usare per parlare telefonicamente con un operatore WINDTRE è soggetta a frequenti variazioni; onde evitare di commettere errori e di perdere tempo prezioso, quindi, assicurati di seguire attentamente le istruzioni della voce guida.

Se preferisci, puoi contattare WINDTRE anche tramite app, sito Web oppure social network: trovi tutto spiegato nella mia guida specifica dedicata all’argomento.

Come bloccare un numero sul telefono fisso: Fastweb

Come bloccare un numero sul telefono fisso: Fastweb

A differenza di quanto visto in precedenza, esiste un modo — seppur abbastanza “nascosto” — per bloccare un numero sul telefono fisso Fastweb in completa autonomia: il servizio Do not disturb, accessibile dall’indirizzo email principale associato al proprio contratto di telefonia fissa, consente infatti di configurare e applicare fino a 20 regole di blocco chiamate in ingresso, relative a un singolo numero oppure a un intero blocco di numerazioni (ad es. tutti i numeri che iniziano per 01234).

Il servizio Do not disturb è subordinato al servizio di segreteria telefonica di Fastweb (attivo per impostazione predefinita sui contratti di telefonia fissa relativamente recenti), è gratuito e ciascuna regola può essere attivata o disattivata a piacimento.

Per accedervi, se non lo hai ancora fatto, provvedi a configurare l’accesso alla tua casella di posta elettronica principale, effettuando la prima modifica della password: per riuscirci, collegati al sito Web MyFastweb tramite qualsiasi browser per computer, clicca sul pulsante Accedi collocato in alto ed effettua il login alla tua area personale, inserendo negli appositi campi il nome utente e la password che hai ricevuto in fase di attivazione del servizio e cliccando sul pulsante Accedi.

Se non li ricordi più, fai invece clic sulla voce Non ricordo le mie credenziali, clicca sul pulsante Password MyFastweb, FastwebUPP, App e WOW Space e segui le indicazioni suggerite sullo schermo, per procedere con il recupero dei dati d’accesso.

A login completato, clicca prima sulla voce Servizi Fastweb (in alto) e poi sull’opzione Altri servizi, collocata nel menu che compare, quindi premi sul bottone Accedi sottostante il box Gestisci indirizzo e-mail e attendi il caricamento della pagina di gestione degli indirizzi di posta elettronica.

Fatto ciò, annota l’indirizzo email principale (ti servirà tra non molto), clicca sul pulsante Cambia password e digita una chiave d’accesso a protezione della casella di posta, da usare per gli accessi futuri, all’interno delle due caselle visualizzate.

La password deve essere composta da un minimo di 8 caratteri e un massimo di 30 e deve contenere almeno un carattere maiuscolo, uno minuscolo, un numero e un carattere speciale. Dopo aver creato una password sicura conforme ai requisiti appena citati, clicca sul pulsante Cambia password, in modo da abilitare l’accesso alla casella di posta.

Ultimato questo passaggio, collegati al sito Web di FASTMail, inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica principale e la relativa password negli appositi campi e premi sul bottone Accedi, per entrare nei servizi abbinati alla tua casella di posta.

Ora, se utilizzi la vecchia interfaccia Web, clicca sulla voce Impostazioni e poi sull’opzione Do not disturb, visibile nella pagina successiva; se, invece, hai attivato la nuova visuale FASTMail, fai clic sull’opzione Voce residente nella barra laterale di sinistra e poi sulla dicitura Do not disturb, che compare subito sotto.

Se tutto è andato per il verso giusto, dovresti visualizzare subito il modulo di creazione di una nuova regola: digita dunque il numero da bloccare nell’apposito campo, assegna un nome alla regola e, se preferisci, imposta delle note a corredo del blocco (ad es. il motivo per cui stai creando la regola).

Quando hai finito, apponi il segno di spunta accanto alla voce Regola attiva e premi sul pulsante Aggiungi, situato in fondo al box, per confermare la creazione della regola; per attivare la regola e, contestualmente, il servizio Do Not Disturb, clicca sul pulsante Salva modifiche, collocato in basso.

Come ti ho accennato all’inizio, puoi disattivare le regole in qualsiasi momento, eliminare quelle esistenti e crearne di nuove (fino a un massimo di 20 contemporaneamente); per disabilitare un filtro e consentire nuovamente le chiamate da un dato numero, individua la regola dal box sottostante la voce Regole configurate, clicca sulla freccetta posta accanto alla voce Attiva (si trova accanto al numero di telefono bloccato), premi sull’opzione Disattiva e poi sul bottone OK.

Se riscontri problemi o difficoltà nel portare a termine questa procedura, oppure preferisci richiedere il blocco del numero direttamente a un operatore Fastweb, puoi contattare il team di assistenza clienti tramite telefono, WhatsApp, app o sito Web MyFastweb, seguendo le indicazioni che ti ho fornito in questa guida.

Altri metodi per bloccare un numero sul telefono fisso

Altri metodi per bloccare un numero sul telefono fisso

Se il tuo operatore di telefonia fissa non dispone del servizio di blocco numerazioni su richiesta, oppure prevede il solo blocco delle telefonate provenienti dai call center, puoi acquistare un cordless dotato di funzione black list. Numerosi telefoni cordless dotati di schermo e menu delle impostazioni, anche relativamente economici, prevedono questa possibilità.

Amazon Basics Telefono Domestico Cordless DECT senza segreteria telefo...
Vedi offerta su Amazon
Gigaset AS690 Telefono Portatile Cordless con Vivavoce Alta Qualità, T...
Vedi offerta su Amazon
Panasonic KX-TGD310JTS Telefono Cordless Digitale Singolo, LCD Monocro...
Vedi offerta su Amazon
Telefono Cordless con Call Blocker per bloccare chiamate indesiderate....
Vedi offerta su Amazon

Affinché il tutto funzioni con successo, è inoltre indispensabile che, sulla linea per la quale impostare le restrizioni, sia attivo il servizio di visualizzazione del numero chiamante, che può essere fornito di default dall’operatore, oppure attivato su richiesta. Di seguito ti indico le modalità di funzionamento previste dai più noti operatori di telefonia fissa.

  • TIM – il servizio di visualizzazione del chiamante è denominato Chi è e costa attualmente a 3€/mese. Maggiori info qui.
  • Vodafone – la visualizzazione del numero di telefono chiamante è attiva per tutte le linee fisse Vodafone e prevede costi aggiuntivi. Maggiori info qui.
  • WINDTRE – la funzione di visualizzazione del chiamante di WINDTRE si chiama In Vista e, a seconda del piano tariffario, ha un costo compreso tra i 2€/mese e i 2,20€/mese. Maggiori info qui.
  • Fastweb – la funzione di visualizzazione del numero chiamante prende il nome di Chi Chiama ed è attiva gratuitamente per i piani tariffari recenti. Su alcune vecchie offerte, a oggi non più sottoscrivibili, costa 1€/mese. Maggiori info qui.

Se disponi di un cordless compatibile con le funzioni di black list e di un piano tariffario che prevede la visualizzazione del numero chiamante, puoi attivare il blocco selettivo dei numeri entrando nelle impostazioni del telefono oppure nel menu relativo alla gestione delle chiamate, selezionare l’opzione dedicata alla black list e aggiungere il numero di telefono da bloccare.

In particolare, se possiedi un cordless Gigaset, devi premere sul tasto Non disturbare (quello a forma di manina) situato in cima al tastierino numerico, selezionare, in sequenza, le voci Black List > Modifica > Numeri bloccati > Nuovo e digitare il numero di telefono da bloccare. Infine, conferma la volontà di procedere, premendo il tasto corrispondente alla funzione Salva.

Su alcuni apparecchi di questo tipo, inoltre, si può inoltre specificare anche la Modalità di protezione da applicare al numero bloccato: blocco completo della telefonata, per far sì che il chiamante riceva il segnale di occupato, oppure silenzioso, per ricevere comunque la telefonata senza far squillare il telefono.

Altro apparecchio che potrebbe esserti utile, specie se il tuo cordless non è dotato di funzioni di blocco e/o utilizzi un telefono più “classico”, è il call blocker: dispositivi del genere vanno collegati direttamente alla presa del telefono e sono in grado di bloccare agilmente uno o più numeri di telefono.

Anche in questo caso, il corretto funzionamento del call blocker è subordinato all’opzione di visualizzazione chiamante della propria linea; inoltre, numerosi call blocker dispongono di filtri pre-impostati contenenti alcuni contatti spam, che vengono bloccati per impostazione predefinita. Questi numeri, però, appartengono quasi sempre a spammer “molesti” americani.

KESOTO Potente Blocco delle Chiamate, capacità di 1500 Numeri, Interru...
Vedi offerta su Amazon
CPR Call Blocker Shield Bianco - Pre-programmato con 2000 Numeri Truff...
Vedi offerta su Amazon

Una volta ottenuto il dispositivo più adatto al proprio caso, è sufficiente collegarlo alla presa del telefono e seguire le indicazioni fornite sul manuale a corredo (che cambiano da dispositivo a dispositivo) per bloccare i numeri secondo le varie modalità previste: digitandoli manualmente, in corso di chiamata oppure dalla lista delle chiamate ricevute.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.