Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come creare ID e password Zoom

di

Devi urgentemente cominciare a utilizzare Zoom, la celebre piattaforma di videoconferenze online, in quanto ti hanno incaricato di avviare un’importante riunione. Da quello che hai capito, è necessario creare un ID per far sì che anche le altre persone possano partecipare al meeting, ma non hai la minima idea di come procedere e temi di arrivare impreparato al fatidico giorno.

Le cose stanno in questo modo, vero? Allora niente panico: se vuoi, ci sono qui io pronto a spiegarti per filo e per segno come creare ID e password Zoom, per fare in modo che tutti fili liscio il giorno della riunione. Nel corso dei prossimi paragrafi, infatti, ti illustrerò dettagliatamente come fare per generare il codice, creare una password utile per accedere alla riunione e anche come accedere tramite l’ID nel caso in cui, invece, fossi tu a dover partecipare a una riunione esistente.

Dopo le dovute premesse, direi che è arrivato il momento di mettersi all’opera. Mettiti, dunque, bello comodo, prenditi qualche minuto di tempo libero per leggere con attenzione quanto ho da dirti e poi procedi seguendo le istruzioni che sto per fornirti. In men che non si dica ti renderai conto che generare l’ID e la password per Zoom è molto più semplice di quanto pensi. Buona lettura e buon lavoro!

Indice

Operazioni preliminari

Informazioni Zoom

La prima cosa che ti è estremamente utile sapere è che, per utilizzare Zoom e creare riunioni, è necessario essere iscritti al servizio e scaricare la relativa applicazione sul proprio PC, smartphone o tablet. In alternativa puoi utilizzare Zoom anche senza un account, tramite la versione Web del servizio (usando uno dei browser compatibili, come Chrome, Mozilla Firefox e Safari), il client o l’app per dispositivi mobili ma, in questo caso, non ti sarà possibile creare riunioni.

Se desideri iscriverti al servizio per averne l’esperienza completa, collegati dunque alla pagina ufficiale di Zoom, premi sul pulsante arancione Iscriviti, è gratis e segui la procedura guidata su schermo: inserisci la tua data di nascita negli appositi campi e premi il tasto Continua, poi inserisci l’indirizzo email che normalmente utilizzi e premi il tasto Iscriviti.

A questo punto, premi il tasto Conferma, accedi alla tua casella di posta elettronica e individua il nuovo messaggio inviato da Zoom: al suo interno, clicca sul pulsante Attiva l’account e, nella nuova pagina apertasi, completa la procedura di iscrizione inserendo i dati richiesti (Nome, Cognome, Password, Conferma password).

Fatto ciò, premi il pulsante Continua, scegli se invitare colleghi o conoscenti, oppure premi sul pulsante Ignora questo passaggio, poi decidi se avviare una riunione di prova oppure se andare direttamente al tuo account premendo uno dei relativi tasti. Maggiori info qui.

Ora il tuo account è stato creato e sei finalmente pronto per scaricare Zoom Client per Windows e macOS: per farlo, puoi collegarti alla pagina ufficiale di download di Zoom, fare clic sul pulsante Scarica e premere due volte sul file eseguibile scaricato. Dopodiché, segui le rapide indicazioni su schermo per completare il setup: su Windows, per esempio, basta cliccare sul pulsante e attendere qualche secondo il completamento automatico della procedura. Maggiori info qui.

In alternativa puoi usare Zoom anche tramite dispositivi mobili, scaricando l’app per Android presente nel Play Store (o nello store alternativo, nel caso in cui il tuo smartphone non possedesse i servizi di Google integrati) oppure per iOS/iPadOS nell’App Store. Tutto quello che devi fare, in questo caso, è cercare l’app nello store che normalmente utilizzi, individuarla, premere su di essa e fare tap sul pulsante Installa/Ottieni (e, se necessario, autorizzare l’operazione).

Una volta scaricata l’applicazione, non ti resta che premere il tasto Apri e cominciare a utilizzarla. Per maggiori informazioni in merito a questi passaggi ti consiglio di consultare le mie guide su come installare Zoom su Android e come scaricare Zoom sul cellulare.

Come creare ID e password Zoom

ID e password Zoom mobile

Ora che sei a conoscenza di come funziona Zoom è giunto il tempo di scoprire come creare ID e password Zoom per avviare la tua riunione e permettere agli altri partecipanti di accedervi. Per quanto riguarda l’ID della riunione, devi sapere che le possibilità sono due e consistono nell’utilizzo di un ID auto-generato dall’applicazione (cioè un codice identificativo di lunghezza di 11 cifre) oppure dell’utilizzo del proprio ID della riunione personale (PMI) (dalla lunghezza di 10 cifre) che permette di accedere alla propria sala riunioni personale.

Entrambi i due tipi di ID possono essere utilizzati per le riunioni immediate, per le riunioni programmate una tantum e per le riunioni programmate ricorrenti. L’ID auto-generato, in base al tipo di riunione, avrà un tempo di scadenza diverso: per le riunioni immediate scade al termine della riunione, per quelle programmate una tantum scade dopo 30 giorni dalla data di pianificazione, per le riunioni programmate ricorrenti scade dopo 365 giorni di inutilizzo. L’ID personale, invece, si comporta come quello auto-generato delle riunioni programmate ricorrenti, quindi scade dopo 365 giorni di inutilizzo.

Puoi scegliere, quindi, quale tipo di ID utilizzare per le tue riunioni. Nel caso di una riunione immediata, basta avviare l’applicazione di Zoom tramite il client desktop oppure l’app per dispositivi mobili e poi premere sull’icona arancione Nuova riunione (per avviarla con ID generico) oppure premere sulla freccia accanto alla voce e selezionare la casella Utilizza l’ID della riunione personale (PMI). A questo punto, se utilizzi il client, la riunione verrà avviata con l’ID da te scelto.

Se utilizzi l’app, invece, verrai reindirizzato in una nuova pagina nella quale dovrai fare tap sul pulsante Avvia una riunione (per far cominciare una nuova riunione con ID generico) oppure spostare su ON la levetta accanto alla voce Utilizza ID della riunione personale (PMI) per utilizzare tale ID e poi premere sul pulsante sopraccitato.

Fatto ciò, per vedere l’ID della riunione appena avviata, ti basterà cliccare sulla piccola icona verde a forma di scudo con all’interno una “v” per visualizzare tutti i dati della riunione, compreso l’ID. Se agisci tramite app, invece, fai tap sulla scritta Zoom in alto al centro dello schermo (con accanto la stessa icona verde) e, una volta fatto, vedrai comparire un pannello con tutte le informazioni, anche in questo caso con l’ID identificativo della riunione.

Per quanto riguarda le riunioni programmate, invece, puoi scegliere di avvalerti di uno o l’altro tipo di ID tramite il pannello di programmazione. Se utilizzi il client premi quindi sull’icona Calendario e, nel pannello apertosi, dopo aver digitato un nome e aver selezionato la data, scegli se apporre il segno di spunta accanto alla voce Genera automaticamente o ID riunione personale ([numero]) sotto alla voce ID riunione. Se utilizzi l’app, invece, viene utilizzato automaticamente il codice ID generico, a meno che non sposti su ON la levetta accanto alla voce Utilizza l’ID della riunione personale. In qualsiasi caso, una volta scelto, premi sulla voce Salva, per salvare quanto fatto.

Per quanto riguarda la password, chiamata passcode, essa è obbligatoria per tutte le riunioni ed è già abilitata. Quindi, ciò che puoi fare, è visualizzarla in caso di riunioni immediate o modificare quella offerta di default nelle tue riunioni programmate. Per visualizzarla, puoi procedere come descritto poche righe più su: avviando una riunione e premendo sull’icona dello scudo/sulla scritta Zoom potrai individuare la voce Passcode e scoprire qual è la password della tua riunione.

Nel caso in cui, invece, la riunione fosse da programmare, tramite l’apposito pannello raggiungibile sempre come descritto in precedenza, puoi digitare una password diversa accanto alla voce Passcode, agendo sia tramite client che tramite app.

Come inviare ID e password di Zoom

Inviare ID e password Zoom

Il modo più semplice per inviare ID e password per permettere ad altre persone di accedere alla riunione consiste nell’inviare il link della riunione ai propri contatti. Tale link, infatti, possiede in esso tutte le informazioni necessarie per accedere.

Per fare ciò, in caso di riunione immediata avviata tramite client, premi sulla scheda Partecipanti, poi sul pulsante Invita (collocato in basso a destra) e, tramite il nuovo pannello apertosi, scegli i contatti di Zoom da selezionare oppure fai clic sulla scheda Email e poi sul provider che utilizzi tra quelli proposti (Indirizzo di posta elettronica predefinito, Gmail o Yahoo Mail). Fatto ciò, nella nuova pagina web apertasi relativa alla tua email, inserisci gli indirizzi degli invitati nell’apposito campo e invia l’email. Come puoi vedere, all’interno del corpo del messaggio, è presente il link che porta alla riunione, l’ID e il Passcode.

Per le riunioni programmate, invece, tramite il pannello principale di Zoom puoi vedere tutte le riunioni future. Individua quella che ti serve, premi sull’icona dei tre puntini orizzontali e seleziona dall’elenco che compare la voce Copia invito, per copiarlo negli appunti. Poi apri la tua casella di posta, scrivi una nuova email e incolla l’invito. Ora non ti resta che selezionare gli indirizzi ai quali inviarlo.

Se agisci tramite app, invece, avvia una riunione immediata, premi sulla scheda Partecipanti, poi sul pulsante Invita e scegli tra le varie voci in elenco la modalità di invio del link che preferisci tra: Invia email (per collegarti alla tua casella email), Invia messaggio (per mandare il link tramite SMS), Invita contatti (per selezionare i tuoi contatti di Zoom) o Copia link di invito (per copiarlo negli appunti e mandarlo tramite qualche altro canale, come ad esempio WhatsApp), ecc.

Infine, per quanto riguarda le riunioni programmate, dopo averne impostata una, fai tap sulla scheda Riunioni, poi premi sulla riunione in questione e, infine, pigia sul pulsante Invita/Aggiungi invitati. Dopodiché, come visto poche righe più su, seleziona la modalità di invio dell’invito tra quelle proposte (Invia messaggio, Invia email, Messenger ecc.).

Dove inserire ID e password su Zoom

Inserire ID e password Zoom

Sei stato invitato a una riunione su Zoom, hai ricevuto il link d’accesso, l’ID e il passcode ma non sai come procedere per entrare nella riunione? Niente panico, è molto semplice: collegati alla pagina Web ufficiale di Zoom con un browser supportato (es. Chrome), premi sulla voce Entra in una riunione e inserisci l’ID che hai ricevuto nella nuova pagina apertasi, in ultimo premi sul pulsante Entra.

A questo punto, nella nuova pagina apertasi, premi sulla voce Entra da browser (collocata in basso), fornisci i permessi per l’accesso al microfono e alla videocamera e digita il tuo nome nel campo di testo collocato sotto all’omonima voce, poi premi sui pulsanti Entra e Accetto.

In alternativa puoi utilizzare anche il client desktop o l’app per dispositivi mobili per accedere a una riunione (sia senza essere in possesso di un account, sia possedendolo). Tutto quello che devi fare è, all’avvio del client, premere sul pulsante Entra in una riunione oppure premere sul pulsante Entra se hai effettuato l’accesso con il tuo account, poi inserire l’ID ricevuto e premere sul pulsante Entra. Fatto ciò digita il Passcode nel nuovo pannello apertosi e premi nuovamente il pulsante Entra.

Se utilizzi l’app, invece, nella schermata principale fai tap sul pulsante Entra nella riunione oppure, se hai effettuato l’accesso con il tuo account, premi direttamente sul pulsante Entra. Poi, come visto poche righe più su da client, digita l’ID riunione ricevuto nell’apposito campo e premi il pulsante Entra per accedere alla riunione (se necessario fornisci i consensi per la videocamera e il microfono). Maggiori info qui.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.